Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


MINISTERO della "SALUTE" (italiano) - 2
... e vari  ENTI Italiani ed Europei, 
informati sui DANNI dei VACCINI (Documentazione scientifica)....
già negli anni 1996 e ripetutamente reinformati successivamente.....fanno finta di nulla... e....

NON fanno NESSUN CONTROLLO
sui Vaccini, né sulle amalgami dentali ed altro... !!

Continua QUI:  Pagina - 1 + Pagina - 3 + Pagina 3b + Pagina 3c + Pagina - 4
- “Vaccinazioni killer in caserma”, condannato il Ministero della Salute
- Ministero (NON) salute italiano: Gravi omissioni su Autismo dai Vaccini
- Istanza a Ministri ed enti per abolire legge obbligo Vaccini: 119/17  (Febb. 2019)
-
Nel mese di settembre 2020 gli enti ministeriali, e quelli alla "tutela della Salute" sono stati reinformati sui gravi danni dei vaccini, vedi il PDF

Google, lunga mano, anzi socio di Big Pharma
Il dott. Mercola si unisce con il suo sito e relativi video, a Brighteon, i messaggi del potente video espongono la frode ed il racketering di Google
Il pioniere dell'informazione sanitaria online Dr. Joseph Mercola ha pubblicato alcuni video potenti, che aprono gli occhi, li trovate su Brighteon.com.
In un video, presentato oggi, il dottor Mercola espone l'oltraggiosa frode e il racket di Google, rivelando come Google sia ora solo un'estensione corrotta di Big Pharma.
Racketeering, frode, corruzione antitrust e altro ancora..... questo è ciò che Google rappresenta veramente oggi, mentre spinge farmaci pericolosi e tossici sui vostri figli (e censura i siti web di salute naturale).
Leggi la storia completa (e guarda il video) qui:
https://www.naturalnews.com/2019-11-10-mercola-video-google-racketeering-fraud-health-publishers.html

Il "maggior rischio per l'umanità", non è il non  vaccinato, ma il mancato riconoscimento  dei potenziali effetti dannosi della vaccinazione ! - By EFVV - Forum europeo per la vigilanza sui vaccini - 08/04/2019
Con l'intensificarsi delle pressioni in tutta Europa e oltre per mantenere ed estendere l'obbligatorietà vaccinale, nonché l'aumentare delle ostilità verso coloro che mettono in dubbio i vaccini in qualsiasi modo, l'EFVV (European Forum Vaccine Vigilance) ha prodotto un nuovo documento scientifico completamente referenziato: Pathways for Vaccine Damage (https://www.efvv.eu/pathways-for-vaccine-damage/). Per favore, prenditi il ​​tempo di leggere questo documento ed invialo ai tuoi rappresentanti politici: deputati, parlamentari locali, ministri, senatori, consiglieri, deputati, membri del Congresso, ecc. Dalla scienza citata in questo documento è chiaro che ci sono molti modi in cui i vaccini causano danni. I governi di tutto il mondo devono essere consapevoli di questo. Nessun atto medico che presenta rischi di questa natura dovrebbe mai essere imposto; il principio di precauzione deve essere applicato.

Nella sua risoluzione del 2018 sull'esiguità del vaccino, l'UE ha chiesto maggiore trasparenza e monitoraggio della sicurezza, dichiarazione di conflitti di interesse e maggiori finanziamenti per la ricerca indipendente sui vaccini e sui loro coadiuvanti. Come dimostrato in questo documento che fornisce maggiore trasparenza, esiste già una vasta ricerca sui vaccini e sui loro coadiuvanti. I nostri decisori devono solo esserne consapevoli e tenerne conto. Traduzione italiana: http://tinyurl.com/y27qh5wo
Diffondete questo post integralmente ai massimi livelli conservando il contenuto del testo - vedi QUI 

La FDA Americana ritira alcuni farmaci pericolosi,....ma nasconde i pericoli di certi farmaci, cibi e Vaccini  - EMA (EU) Ministero della NON salute italiano, AIFA, ISS, Ordini dei medici, medici vaccinatori idem...anche i CDC (Centers for Disease Control and Prevention Control abbreviati in CDC).....occultano e MANIPOLANO gli studi sui Vaccini....
Riconosciuta una palese frode
: nel mirino da parte CDC, OMS, GACVS e altri organi “competenti, a tutela della salute”. - 16/01/2016
Manipolazione di dati e di processi scientifici.
Risposte mai arrivate dallo stesso GACVS il quale ha cercato di insabbiare la realtà al fine di mettere a tacere il Governo Giapponese, rappresentato dal coraggioso dott. Lee.
Ma lo stesso Dr. Lee non tace sulla onerosa realtà e denuncia il tutto attraverso una lettera aperta indirizzata a tutti gli organi competenti, rilevando e denunciando una frode mondiale montata ad hoc per pubblicizzare una vaccinazione pericolosa, che ha portato non solo a reazioni avverse ma purtroppo a molti decessi.
http://www.vacciniinforma.it/?p=4007


Questa la descrizione del meccanismo che nel secolo scorso permise ai grossi capitali finanziari dei Rothschild, di impadronirsi dell’intero sistema medico americano  e non solo, attraverso il controllo dell’insegnamento universitario, i Rockefeller (legati ai Rothschild), amavano chiamarla filantropia efficiente”, e' qui in questa pagina,  ben descritto.  -
QUESTI I VERI PADRONI del MONDO

Purtroppo il medico che volesse domandarsi oggi da dove nascano tante di quelle “certezze” che gli vengono contestate ....
da chi non si fida più della medicina ufficiale, dovrà risalire di quasi un secolo per trovarne l’origine. D’altronde, e' lui stesso ad insegnare che il miglior rimedio contro una malattia non sia la semplice rimozione del sintomo, ma quella della causa stessa.

MINISTERO della "SALUTE" italiano, avvelena i  nostri bambini con i Vaccini !
I colossi farmaceutici fanno ammalare ogni anno milioni di persone

L'attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto (By Maurice Allais, premio Nobel per l'economia) -  vedi:
Origini segrete della Banca d'Inghilterra

 Comunque la SOLUZIONE a TUTTI i PROBLEMI del MONDO e' GIA' QUI - vedi: Padroni del mondo, e' finita per voi !
Universo Intelligente + Universo Elettrico + SOVRANITA' INDIVIDUALE (Dichiarazione)
 OGGI VOGLIONO IMPORRE il NUOVO ORDINE MONDIALE (NWO) - vedi QUI

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Provare a essere informati invece di supporre - 17 Agosto 2013
Gli scienziati pubblicano di aver scoperto un 30ennio di Cover-up (copertura) da parte del Governo sui Vaccini….
La ricerca da parte della University of British Columbia di (UBC), Dipartimento di Oftalmologia, Visual Sciences, Medicina Sperimentale e Neuroscienze che hanno esposto (riscontrato) 30 anni di corruzione e di BUGIE sulla politica vaccinale da parte del governo.
Una vasta indagine sui meccanismi interni del sistema sanitario nazionalizzato nel Regno Unito ha rivelato uno scioccante scandalo di incontri ufficiali da parte dei comitati di vaccini del governo britannico ed  esperti medici indipendenti con connessioni del settore dei farmaci-vaccini.
Dr. Chris Shaw e il Dott. Lucija Tomljenovic, presso la University of British Columbia in Canada, hanno pubblicato un articolo “investigativo” con recensione sul
Journal of Biochemistry, sui particolari legami governativi con le aziende farmaceutiche e la cooperazione del governo con i produttori di vaccini in materia di strategie volte a incrementare l'aumento dei vaccini nella popolazione.
Secondo il Dott. Chris Shaw e il Dott.essa Lucija Tomljenovic, gli organi consultivi e quelli  che governano il settore della politica di vaccinazione nel Regno Unito hanno ormai, per molti decenni, nascosto la verità sui pericoli dei vaccini, e volutamente spinto i vaccini non sicuri sul pubblico al fine di sostenere il programma di vaccinazione ufficiale.
Una citazione dal pubblicato, “peer reviewed paper” afferma: "Le autorità sanitarie britanniche si sono impegnati in questa pratica per gli ultimi 30 anni, a quanto pare per il solo scopo di proteggere il programma nazionale di vaccinazione".
Come risultato della politica di vaccinazione promossa dal governo britannico, molti bambini sono stati vaccinati senza che ai genitori siano stati rese note le informazioni critiche sui rischi dimostrati di gravi reazioni nocive.

Vi è ora una pletora di prove scientifiche che i vaccini siano effettivamente implicati nella maggior parte delle malattie comuni oggi e che i vaccini per l'infanzia, influenza ed altri tipi di vaccinazioni sistematicamente distruggono il sistema immunitario del corpo.
Inoltre, la ricerca mostra legami causali tra aumentate esposizioni verso i
sali di alluminio utilizzati ed il Thiomersal (mercurio), come adiuvanti nei vaccini ed un aumento dei livelli di difficoltà neurologiche in popolazioni esposte a quei vaccini.
By:
Why Don't You Try This? - Perché non provare questo ?

Sources:
The Vaccine Hoax is Over. Documents from UK reveal 30 Years of Coverup (nsnbc.me)
The vaccination policy and the Code of Practice of the Joint Committee on Vaccination and Immunisation (JCVI): are they at odds? (ecomed.org.uk)
The Health Hazards of Disease Prevention – Proceedings (ecomed.org.uk)
Responses to UBC vaccine paper a problem for free scientific inquiry and expression (vancourier.com)

E' inquietante sapere che la maggior parte della letteratura medica (90 %) che e’ stata fatta dai ricercatori, arriva direttamente dalla ricerca medica delle case farmaceutiche e che questi studi/ricerche sono sponsorizzati dalla società che produce il vaccino. E che ogni ricerca che esprime opposizione alla vaccinazione è screditata e messa a tacere.
Ulteriori ricerche scientifiche hanno concluso risultati simili, come quella del Dott. Wakefield che ha pubblicizzato e confermato il legame tra disturbi gastrointestinali, l'autismo ed il vaccino MMR. - vedi link between stomach disorders, autism and the MMR vaccine.

Ma cio' accade in tutti i paesi del mondo, perche' la "sanita' " e' in mano a Big Pharma e/o ai suoi uomini messi nei posti chiave dei governi....
 
Inoltre, un recente studio condotto dalla omeopata dott.essa Andreas Bachmair ha concluso che i bambini vaccinati hanno fino al 500% in più di malattie rispetto ai bambini NON vaccinati.  vedi link: vaccinated children have up to 500% more disease

Read More:
The Lead Vaccine Developer Comes Clean So She Can “Sleep At Night”
Courts quietly confirm MMR Vaccine causes Autism
Vaccine Court Awards Millions to Two Children With Autism
Bayer and US Government Knowingly Gave HIV to Thousands of Children
Vaccine-nation: Poisoning the Population, One Shot at a Time
Supreme Court Rules Drug Companies Exempt From Lawsuits


Per i genitori interessati alla ricerca della verità, vale la pena ricordare che le stesse persone che possiedono le aziende farmaceutiche di tutto il mondo, forniscono, controllano o possiedono  anche propri principali punti vendita di notizie per i media.

vedi anche: also own mainstream media news outlets.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro - La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini.
La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.
Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista ad uno dei maggiori esperti di
vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo con i vaccini: http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Nei Fatti a Legge sull'informazione dei farmaci e' DISATTESA da sempre (salvo per il Bugiardino accluso nei farmaci, ma NON nei VACCINI, ne' tanto meno consegnato al vaccinando o chi per lui), di fatto e' totalmente disattesa per i VACCINI......
domanda: BIG PHARMA comanda ?....le PROVE ?....continuate a leggere qui sotto......

Cosi come il medico: "Il medico ha il dovere di informare il proprio Paziente sugli effetti collaterali e sulle controindicazioni dell'uso dei farmaci (i vaccini sono faramci a tutti gli effetti) che gli ha prescritto".
Tratto da:  http://www.assomedici.it/professionemedica.html

Domanda NdR: e come fa il medico ad informare correttamente il suo paziente, se NON conosce tutti i meccanismi ed i danni dei vaccini, in quanto il Ministero della Sanita', oggi della Salute, ne' l'Universita' che lo prepara, lo informano  ?

Segnalazione, pare che nei sito del Ministero della Salute la voce CONFLITTI di INTERESSE NON  esista, neppure alla voce "Trasparenza", almeno per i suoi Dirigenti..., che dovrebbero per etica e correttezza, immettere nei loro "curricula" gli eventuali o meno Conflitti di Interesse del passato e del presente, malgrado che esso stesso lo denunci...

"Le consulenze strategiche verso il Ministero della Salute e le tante Asl locali, fatte mediante  specialisti al libro paga dell'industria farmaceutica.
Negli Stati Uniti è scoppiato lo scandalo quando si è scoperto che la maggior parte dei componenti del gruppo di lavoro per la gestione del diabete mellito era in conflitto di interessi.
Siamo andati a dare un'occhiata all'equivalente italiano, metà sono in conflitto di interessi, mai nessuno ha alzato la bandierina, non c'è neanche qualcuno che controlli la veridicità delle dichiarazioni di chi non ha dichiarato nulla. Altro esempio sconcertante, il Siaip, organo di consulenza del Ministero della Salute per i vaccini, i cui membri sono tutti in conflitto di interessi.
Nessuna norma, nessuna irregolarità. La diffusione è profonda, si muove in una vasta zona d'ombra, godendo dell'incertezza normativa e della difficoltà a controllare e sanzionare tutti. Secondo gli stessi Nas, nonostante le continue attività di indagine, il sommerso sarebbe ancora il 90 per cento di quelle 4136 persone segnalate all'autorità giudiziaria nel 2012.
Un mondo di sotterfugi a ogni livello e di grande creatività emerge dai documenti di inchieste importanti come Do ut Des, in cui sono stati prescritti in larga scala farmaci ormonali anche ai bambini, Camici Sporchi o Derma Affare-fatto,  in cui sono stati privilegiati farmaci che costavano, a parità di efficacia, 100 volte di più."
Fonte: inchieste.repubblica.it/ - continua in: Costi della sanita' in Italia

vedi anche: Conflitto di interesse + Conflitti di interesse PDF - 1 + Conflitti di interesse PDF - 2 + Conflitti di Interesse, denuncia del Governo Ii - PDF + CDC - 1  + FDA + Conflitti di Interesse, business farmaci e vaccini + Conflitti di interesse dell'AIFA - (vedi l'AIFA che finanzia un produttore di Vaccini....)
 vedi anche:
ISS + EMA  + CNR e Corruzione + Consenso Informato
+ Metalli tossici e nanoparticelle nei vaccini

vedi anche: Dati ISTAT sulle malattie infettive per i Vaccini 
+ Statistiche Ministero manipolate + Autorita' Mondiali e Vaccinazioni + Corruzione e Collusioni fra Ministeri, Enti e Big Pharma + Schede del Ministero

Gli esperti di Vaccini
dei CDC, hanno spesso Conflitti di interesse - 18/03/2010  
CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione
CDC conflitti di interesse anche per i vaccini
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/
http://www.internationalpost.org/contents/Conflitti_d%E2%80%99interesse_e_corruzione_in_sanit%C3%A0_1494.html#.VHoBoDGG98F

vedi Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione
CONFLITTI di INTERESSE + PRODUTTORI dei VACCINI, TUTELATI + Comparaggio farmaceutico + UNICEF (Italia e Svizzera)

Commento NdR:
Oggi sono ben noti i misfatti dell’industria farmaceutica, e sono solo  la punta dell’iceberg, ma nell’articolo non vengono tenuti in nessuna considerazione i GRAVISSIMI MISFATTI  degli enti governativi  Italiani ed esteri, a “Tutela della Salute”;  dove sono stati, e dove sono ancora oggi questi enti che dovrebbero controllare con i loro laboratori, i farmaci ed anche i vaccini…..forse al bar a prendersi un caffe’….? ..e chiudendo tutti  i due occhi su queste azioni Criminali, cio’ significa che sono collusi con i produttori di farmaci e vaccini, ma significa anche che le case farmaceutiche hanno corrotto e/o immesso nei posti di potere di questi enti, i “loro” uomini affinche’ nascondessero e chiudessero i due occhi su questi CRIMINI contro l’Umanita’ …altro che HITLER….quello ERA un BRAVO RAGAZZO in
CONFRONTO a QUESTI CRIMINALI di OGGI

Video, parla una biologa:

Proposta per una seria Riforma sanitaria in Italia ed estero, soprattutto in tema di "Trasparenza" migliore:
Tutti i soggetti che intendano lavorare per la Sanita' e/o all'interno di essa, specie se come Dirigenti di un qualsiasi settore di essa, debbono presentare nel loro curriculum personale, la dichiarazione completa dei Conflitti di Interesse o meno, passati e presenti, pena l'impossibilita' a lavorare in essa.
Questo vale anche per gli attuali Dirigenti in essere nella Sanita', che debbono obbligatoriamente adeguarvisi, pena il licenziamento, anche nel caso di falsa dichiarazione.
Naturalmente le opposizioni e le resistenze saranno NOTEVOLI....per l'influenza e/o collusioni ormai accertate, che l'industria farmaceutica ha nella burocrazia, dirigenza e politica in Italia ed estero....


vedi anche: Ecco descrizione di cio' che e' l'attuale medicina allopatica (dott. S. Stagnaro)
Lettera Aperta al Ministro della Salute - dott. Fazio -
(By S. Stagnaro Ott. 2010)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ex Amministratore delegato della Monsanto India, racconta le malefatte di Monsanto
La societa' Monsanto, era solita presentare al governo, per l'approvazione alla commercializzazione dei propri prodotti, dei dati scientifici alterati ....cioe' falsi !
Egli ha confermato che gli enti governativi, nel dare le autorizzazioni, facevano riferimento solo ed esclusivamente agli "studi scientifici" presentati dalla Monsanto...senza effettuare NESSUN controllo come enti governativi... !
Commento NdR: in che mani siamo....!! 
Pero' a stessa cosa succede per i Vaccini, gli Enti governativi (CDC + OMS + FDA + EMEA (ora EMA) + AIFA) dei vari paesi del mondo, Italia compresa (vedi qui sotto), utilizzano ESCLUSIVAMENTE gli "studi scientifici" presentati dalle case farmaceutiche, senza fare NESSUN controllo, ne' studi indipendenti, sui Vaccini !

I VERI PADRONI della SANITA' nel MONDO
La descrizione del meccanismo che nel secolo scorso permise ai grossi capitali finanziari di impadronirsi dell’intero sistema medico americano  e non solo, attraverso il controllo dell’insegnamento universitario, i Rockefeller amavano chiamarla “filantropia efficiente”, e' qui ben descritto.
Purtroppo il medico che volesse domandarsi oggi da dove nascano tante di quelle “certezze” che gli vengono contestate .... da chi non si fida più della medicina ufficiale, dovrà risalire di quasi un secolo per trovarne l’origine. D’altronde, è lui stesso ad insegnare che il miglior rimedio contro una malattia non sia la semplice rimozione del sintomo, ma quella della causa stessa.

vedi anche: Rapporto Flexner e Dichiarazione di Alma Ata  +  ROTHSCHILD  

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Come gia' segnalato dalla nostra associazione e piu' volte dal dott. Stagnaro, le autorita' "sanitarie" (Ministeri della Sanita', Universita', Ordini dei medici, ISS, Aifa, Emea (ora EMA), OMS, CDC, FDA, ecc.,  IGNORANTEMENTE od in MALA FEDE volutamente ignorano tutti i richiami all'aggiornamento dei medici (TUTTI ) sulla Semeiotica Biofisica Quantistica, UNICA tecnica diagnostica PREVENTIVA da effettuare in ambulatorio o per strada....in 1 minuto di orologio per conoscere prima che la malattia si manifesti se il soggetto avra' o meno una certa malattia !
Ma questa semplice tecnica veloce, sicura e NON costosa "NON DEVE essere insegnata ai medici" altrimenti crollano tutte le "certezze" di questi "enti a tutela della salute", compresi quelli delle Universita' che non preparano medici nel modo appropriato, il tutto sulla PELLE della gente !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Direttiva UE 2001/83/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 novembre 2001, recante un codice comunitario relativo ai medicinali per uso umano [Cfr atti modificativi].

Ecco il testo della LEGGE: Decreto Legislativo 8 aprile 2003, n. 95

"Attuazione della direttiva 2000/38/CE relativa alle specialità medicinali", pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 101 del 3 maggio 2003

Il PRESIDENTE della REPUBBLICA
Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Vista la direttiva 2000/38/CE della Commissione, del 5 giugno 2000, che modifica il capitolo V-bis - Farmacovigilanza - della direttiva 75/319/CEE del Consiglio, concernente il riavvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative relative alle specialita' medicinali;

Vista la legge 1° marzo 2002, n. 39, ed in particolare l'allegato A;

Visto il decreto legislativo 18 febbraio 1997, n. 44;

Visto il decreto legislativo 29 maggio 1991, n. 178;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 7 dicembre 2000, n. 435, recante norme di organizzazione del Ministero della sanita';

Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 12 marzo 2003;

Acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 4 aprile 2003;

Sulla proposta del Ministro per le politiche comunitarie e del Ministro della salute, di concerto con i Ministri della giustizia, dell'economia e delle finanze, degli affari esteri e per gli affari regionali;

Emana il seguente decreto legislativo:

Art. 1.
1. Al decreto legislativo 18 febbraio 1997, n. 44, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) l'articolo 2 e' sostituito dal seguente:«Art. 2. - 1. Il sistema nazionale di farmacovigilanza fa capo alla Direzione generale per la valutazione dei medicinali e per la farmacovigilanza del Ministero della salute, di seguito denominato "Direzione"

2. La Direzione, senza oneri aggiuntivi a carico del bilancio dello Stato, conformemente alle modalita' eventualmente concordate a livello comunitario e definite dall'Agenzia europea per la valutazione dei medicinali - EMEA (ora EMA) - di seguito denominata "Agenzia":

a) raccoglie e valuta informazioni utili per la sorveglianza dei medicinali con particolare riguardo alle reazioni avverse, all'uso improprio, nonche' all'abuso degli stessi tenendo conto anche dei dati relativi ai consumi dei medesimi. (vedi piu' sotto:OMISSIONI)

b) promuove il processo di informatizzazione di tutti i flussi di dati necessari alla farmacovigilanza gestendo e coordinando, in particolare, la rete telematica nazionale di farmacovigilanza, che collega le strutture sanitarie, le regioni e le aziende farmaceutiche. Collabora altresi' con l'Agenzia, con i competenti organismi degli Stati membri e con la Commissione europea alla costituzione ed alla gestione di una rete informatizzata europea per agevolare lo scambio delle informazioni inerenti la farmacovigilanza dei medicinali commercializzati nella Comunita' europea per consentire a tutte le autorita' competenti di condividere le informazioni simultaneamente;
c) promuove e coordina, anche in collaborazione con l'Istituto Superiore di Sanita' studi e ricerche di farmacoutilizzazione, farmacovigilanza attiva e farmacoepidemiologia;
d) adotta, coadiuvata dalle regioni, iniziative atte a promuovere le segnalazioni spontanee da parte degli operatori sanitari;
e) promuove iniziative idonee per la corretta comunicazione delle informazioni relative alla farmacovigilanza ai cittadini ed agli operatori sanitari;
f) provvede, in collaborazione con la Commissione unica del farmaco e il Consiglio superiore di sanita', a predisporre la relazione annuale al Parlamento sulla farmacovigilanza.

3. Le regioni, singolarmente o di intesa fra loro, collaborano con la Direzione nell'attivita' di farmacovigilanza, fornendo elementi di conoscenza e valutazione ad integrazione dei dati che pervengono alla Direzione ai sensi dell'articolo

4. Le regioni, inoltre provvedono, nell'ambito delle proprie competenze, alla diffusione delle informazioni al personale sanitario ed alla formazione degli operatori nel campo della farmacovigilanza. Le regioni collaborano inoltre a fornire i dati sui consumi dei medicinali mediante programmi di monitoraggio sulle prescrizioni dei farmaci a livello regionale. Le regioni si possono avvalere per la loro attivita' anche di appositi Centri di farmacovigilanza.
La Direzione organizza, con la partecipazione dell'Istituto superiore di sanita', riunioni periodiche con i responsabili di farmacovigilanza presso le regioni per concordare le modalita' operative relative alla gestione della farmacovigilanza.»;

b) l'articolo 3 e' sostituito dal seguente:«Art. 3. -

1. Il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio e' tenuto a registrare in modo dettagliato tutte le sospette reazioni avverse da farmaci osservate in Italia, nell'Unione europea o in un Paese terzo. Il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio e' tenuto, altresi', a registrare e a notificare immediatamente, e comunque entro quindici giorni solari da quando ne ha avuto notizia, qualunque sospetta reazione avversa grave da farmaci verificatasi in Italia segnalatagli da personale sanitario alla struttura sanitaria di appartenenza del segnalatore e, ove non fosse possibile identificare tale struttura, alla Direzione.
Il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio e' tenuto, altresi', a registrare e a notificare immediatamente, e comunque entro quindici giorni solari da quando ne ha avuto notizia, qualunque altra sospetta reazione avversa grave da farmaci di cui sia venuto a conoscenza alla Direzione. Eventuali aggiornamenti sulle segnalazioni di reazioni avverse ricevute possono essere richieste esclusivamente al Responsabile di farmacovigilanza mittente della segnalazione stessa quale il Ministero o la struttura sanitaria.

2. Il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio provvede a che tutte le sospette reazioni avverse gravi ed inattese verificatesi nel territorio di un Paese terzo e segnalate da personale sanitario siano immediatamente e comunque entro quindici giorni solari da quando ne ha avuto notizia, notificate alla Direzione secondo le modalita' previste dal comma 5, lettera d).

3. Per i medicinali disciplinati dall'articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 29 maggio 1991, n. 178, e dall'articolo 9-bis del decreto legislativo 18 febbraio 1997, n. 44, ai quali sono state applicate le procedure di mutuo riconoscimento e per i quali l'Italia e' il Paese membro di riferimento, il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio provvede inoltre a segnalare alla Direzione, secondo le modalita' ed i tempi stabiliti in accordo con essa, qualunque sospetta reazione avversa grave verificatasi nella Comunita' europea.4. Il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio di medicinali deve disporre, a titolo stabile e continuativo, di un responsabile del servizio di farmacovigilanza, in possesso della laurea in medicina e chirurgia o in farmacia, o in chimica e tecnologia farmaceutica, o in biologia o in chimica, ai sensi della legge 19 novembre 1990, n. 341, o rispettive lauree specialistiche di cui al decreto del Ministro dell'universita' e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509.

Il responsabile del servizio di farmacovigilanza deve essere persona diversa dal responsabile del servizio scientifico previsto dall'articolo 14 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 541, e deve essere posto in condizione di usufruire di tutti i dati di tale servizio. Le competenze del responsabile si estendono a tutti i medicinali della cui autorizzazione all'immissione in commercio e' titolare l'azienda da cui egli dipende, anche se commercializzati da altre aziende.5. Il responsabile del servizio di farmacovigilanza assicura:

a) l'istituzione e il funzionamento di un sistema atto a garantire che le informazioni su tutte le presunte reazioni avverse comunicate al personale della societa' ed agli informatori medico-scientifici, siano raccolte, ordinate e accessibili in un unico luogo;

b) che tutte le informazioni relative alla sicurezza dei prodotti, successive all'atto dell'autorizzazione siano portate rapidamente a conoscenza del personale sanitario anche tramite i contatti del servizio di informazione scientifica della propria azienda;

c) l'elaborazione dei rapporti di cui al successivo comma 6, da sottoporre alle autorita' competenti secondo le modalita' stabilite dal Ministero della salute, che tiene conto delle indicazioni dei competenti organismi internazionali e comunitari;

d) la trasmissione, secondo modalita' stabilite dalla Direzione, per via telematica al sistema nazionale di farmacovigilanza, delle segnalazioni di sospette reazioni avverse gravi e inattese verificatesi in un Paese terzo mantenendo a disposizione le schede cartacee;

e) la trasmissione alla struttura sanitaria di pertinenza delle segnalazioni di sospette reazioni avverse gravi o inattese avvenute sul territorio nazionale ricevute direttamente dal segnalatore e non tramite la rete nazionale di farmacovigilanza;

f) la trasmissione, in maniera rapida ed esauriente, ad ogni richiesta della Direzione, di informazioni supplementari ai fini della valutazione dei rischi di un medicinale, comprese le informazioni riguardanti i volumi di vendita dello stesso.

6. Fatte salve eventuali altre prescrizioni che condizionano il rilascio dell'autorizzazione, e' fatto obbligo al titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio di presentare alle autorita' competenti le informazioni sulle sospette reazioni avverse in forma di rapporti periodici di aggiornamento sulla sicurezza o immediatamente su richiesta, oppure ad intervalli regolari come da schema seguente: ogni sei mesi per i primi due anni dalla data di rilascio della prima autorizzazione internazionale e successivamente ogni anno per i successivi due anni e in coincidenza del primo rinnovo dell'autorizzazione. In seguito tali rapporti periodici devono essere presentati ogni cinque anni congiuntamente alla domanda di rinnovo dell'autorizzazione.
Essi devono contenere una valutazione scientifica dei benefici e dei rischi del medicinale in questione. Dopo il rilascio dell'autorizzazione all'immissione in commercio il titolare puo' chiedere una modifica dei tempi specificati nel presente articolo, conformemente alla procedura stabilita nel regolamento (CE) n. 541/95 della Commissione.  I rapporti periodici di aggiornamento sulla sicurezza - PSUR - sono presentati secondo la scadenza prevista, sulla base delle modalita' stabilite dalla Direzione.

7. Le Aziende titolari di autorizzazioni all'immissione in commercio comunicano al Ministero della salute, ufficio di farmacovigilanza, qualsiasi iniziativa adottata da altri competenti organismi sui propri prodotti per motivi di sicurezza, prima che tali interventi siano resi di dominio pubblico.

8. E' fatto obbligo al titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio di diffondere ai medici prescrittori le note informative e gli aggiornamenti sulla sicurezza dei farmaci, secondo indicazioni, tempi e modalita' stabilite dalla Direzione, ogni qualvolta emergano nuove informazioni relative al profilo di tollerabilita' del prodotto.

9. Le aziende titolari di autorizzazioni all'immissione in commercio di farmaci sono tenute a trasmettere trimestralmente per via informatica i dati di vendita delle specialita' medicinali utilizzando la procedura prevista dal decreto dirigenziale in data 24 maggio 2002 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 132 del 7 giugno 2002.

10. L'obbligo previsto al comma 9 e' esteso alle aziende responsabili della commercializzazione dei medicinali.11. Il Ministero della salute, in caso di violazione delle aziende farmaceutiche degli obblighi previsti dal presente articolo puo' adottare ulteriori azioni amministrative in relazione alla gravita' della violazione riscontrata e della sua reiterazione.»;

c) l'articolo 4 e' sostituito dal seguente:«Art. 4. - 1. Le strutture sanitarie - Aziende unita' sanitarie locali, Aziende ospedaliere, Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico - devono nominare un responsabile di farmacovigilanza della struttura che provvede a registrarsi alla rete nazionale di farmacovigilanza al fine dell'abilitazione necessaria per la gestione delle segnalazioni. Le strutture sanitarie private, al fine di assolvere ai compiti di farmacovigilanza, fanno riferimento al responsabile di farmacovigilanza della Azienda unita' sanitaria locale competente per territorio.

2. I medici e gli altri operatori sanitari sono tenuti a segnalare tutte le sospette reazioni avverse gravi o inattese di cui vengano a conoscenza nell'ambito della propria attivita'. Vanno comunque segnalate tutte le sospette reazioni avverse osservate, gravi, non gravi, attese ed inattese da tutti i vaccini e da farmaci posti sotto monitoraggio intensivo ed inclusi in elenchi pubblicati periodicamente dal Ministero della salute.

3. Il presente decreto non si applica alle segnalazioni di reazioni avverse verificatesi in corso di sperimentazione clinica.

4. I medici e gli altri operatori sanitari devono trasmettere le segnalazioni di sospette reazioni avverse, tramite l'apposita scheda, tempestivamente, al Responsabile di farmacovigilanza della struttura sanitaria di appartenenza. I medici e gli altri operatori sanitari operanti in strutture sanitarie private devono trasmettere le segnalazioni di sospette reazioni avverse, tramite l'apposita scheda, tempestivamente, al Responsabile di farmacovigilanza della ASL competente per territorio, direttamente o, nel caso di cliniche o case di cura, tramite la Direzione sanitaria. 
I Responsabili di farmacovigilanza provvedono, previa verifica della completezza e della congruita' dei dati, all'inserimento della segnalazione nella banca dati della rete di farmacovigilanza nazionale e alla verifica dell'effettivo inoltro del messaggio, relativo all'inserimento, alla regione ed alla azienda farmaceutica interessata. In caso di impossibilita' di trasmissione del messaggio, ai destinatari che non e' stato possibile raggiungere per via telematica, le strutture sanitarie invieranno copia della segnalazione riportante il codice numerico rilasciato dal sistema.

5. L'inserimento in rete va effettuato a cura del Responsabile di farmacovigilanza della struttura sanitaria entro e non oltre 7 giorni solari dal ricevimento della segnalazione. Le schede originali di segnalazione saranno conservate presso la struttura sanitaria che le ha ricevute ed inoltrate in copia al Ministero della salute, alla regione di appartenenza o al Centro di farmacovigilanza individuato dalla regione ove dagli stessi richiesto.

6. Eventuali aggiornamenti delle sospette reazioni avverse possono essere richiesti al segnalatore unicamente dal Responsabile di farmacovigilanza della struttura sanitaria di appartenenza o da un suo delegato, o da personale del Ministero della salute. Il richiedente provvede ad inserire in rete i dati acquisiti aggiornando la scheda inserita. Il responsabile di farmacovigilanza e' comunque tenuto ad acquisire dal segnalatore una relazione clinica dettagliata, da trasmettere al Ministero della salute entro quindici giorni solari, per tutti i casi di reazioni avverse ad esito fatale.

7. La Direzione provvede affinche' tutte le segnalazioni di sospette reazioni avverse gravi da farmaci verificatesi sul territorio nazionale siano immediatamente messe a disposizione del titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio e comunque entro quindici giorni solari dalla data di ricevimento della comunicazione.

8. La Direzione provvede altresi' affinche' tutte le segnalazioni di sospette reazioni avverse gravi da farmaci verificatesi nel territorio nazionale siano messe a disposizione dell'Agenzia e degli altri Stati membri entro quindici giorni solari dalla data di ricevimento della loro comunicazione.

9. La Direzione fornisce immediatamente all'Agenzia ed ai centri nazionali di farmacovigilanza degli altri Stati membri ed al titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio, informazioni su eventuali modifiche, sospensioni o revoche dell'autorizzazione di un medicinale determinate da motivi di tutela della salute pubblica. In caso di sospensione determinata da motivi di urgenza, l'informazione all'Agenzia, alla Commissione e agli altri Stati membri deve essere trasmessa entro il giorno lavorativo seguente.»;

d) l'articolo 11 e' sostituito dal seguente:«Art. 11. - 1. Il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio di specialita' medicinali che viola gli obblighi previsti dall'articolo 3, e' soggetto alla sanzione del pagamento da Euro 30.000 a Euro 180.000. L'importo della sanzione e' incrementato di una quota variabile dallo 0,1 per cento all'1 per cento del fatturato della specialita' medicinale per la quale e' stata riscontrata la violazione.

2. Il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio di specialita' medicinali che viola gli obblighi previsti dall'articolo 3, e' altresi' obbligato, in caso di notizie di rilevante interesse per i pazienti, a pubblicare, a proprie spese, per tre giorni consecutivi sui principali quotidiani nazionali rettifiche, concordate con il Ministero della salute, di informazioni precedentemente diffuse.

3. Il responsabile di farmacovigilanza dell'Azienda farmaceutica che viola gli obblighi dell'articolo 3, comma 5, e' soggetto alla sanzione del pagamento della somma da Euro 20.000 a Euro 120.000.4. Chiunque viola l'obbligo previsto dall'articolo 3, comma 10, e' soggetto alla sanzione del pagamento della somma da Euro 10.000 a Euro 60.000.5. L'inosservanza delle disposizioni previste, per i responsabili di farmacovigilanza delle strutture sanitarie, comporta l'instaurazione nelle sedi competenti, di procedimenti per l'erogazione di sanzioni disciplinari, secondo le norme legislative e convenzionali.».

Art. 2.
1. Ai fini del presente decreto si fa riferimento alle definizioni riportate nell'allegato 1 che fa parte integrante del presente decreto.

Art. 3.
1. In relazione a quanto disposto dall'articolo 117, quinto comma, della Costituzione, le disposizioni del presente decreto afferenti a materie di competenza legislativa delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano, che non abbiano ancora provveduto al recepimento della direttiva 2000/38/CE della Commissione, del 5 giugno 2000, si applicano fino alla data di entrata in vigore della normativa di attuazione di ciascuna regione e provincia autonoma, nel rispetto dei vincoli derivanti dall'ordinamento comunitario e dei principi fondamentali desumibili dal presente decreto.

Art. 4.
1. Il decreto del Presidente della Repubblica 25 gennaio 1991, n. 93, recante regolamento di esecuzione delle disposizioni di cui all'articolo 9 del decreto-legge 30 ottobre 1987, n. 443, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 dicembre 1987, n. 531, sulle modalita' di attuazione della farmacovigilanza attraverso le strutture pubbliche, e' abrogato.

ALLEGATO 1
GLOSSARIO

Abuso di medicinali
L'uso volontario ed eccessivo, prolungato o sporadico, di medicinali correlato ad effetti dannosi sul piano fisico o psichico.

Farmacovigilanza:
E' l'insieme delle attivita' il cui obbiettivo e' quello di fornire, in modo continuativo, le migliori informazioni possibili sulla sicurezza dei farmaci permettendo cosi' l'adozione delle misure opportune e in tal modo assicurare che i farmaci disponibili sul mercato presentino, nelle condizioni di utilizzo autorizzate, un rapporto beneficio rischio favorevole per la popolazione. Le informazioni sui rischi associati ai farmaci possono derivare da diverse fonti quali:a) Segnalazioni spontanee di singoli casi di sospette reazioni avverse da parte di operatori sanitari;

b) Studi post-autorizzazione che comprendono gli studi farmacoepidemiologici;

c) Banche dati sanitarie informatizzate;

d) Informazione pre-clinica di sperimentazioni animali e informazioni dalle ricerche cliniche su un farmaco;

e) Informazioni inerenti la fabbricazione, la conservazione, la vendita, la distribuzione, la dispensazione, i modelli di utilizzo, prescrizione e somministrazione ai pazienti di un farmaco;

f) Letteratura medica;

g) Altre fonti di informazione come quelle relative all'utilizzo scorretto e all'abuso dei farmaci che possano ripercuotersi sulla valutazione dei benefici e dei rischi dei farmaci;

h) Altre autorita' sanitarie e organismi sanitari nazionali e internazionali.

Rapporto periodico sulla sicurezza (Periodic safety updated report. PSUR): il rapporto, redatto a cura delle Aziende titolari della autorizzazione all'immissione in commercio dei farmaci, che contiene le informazioni di cui all'art. 3 comma 6 del presente decreto legislativo.

Reazione avversa: risposta ad un farmaco che sia nociva e non intenzionale e che avvenga alle dosi normalmente usate nell'uomo per la profilassi, la diagnosi, la terapia o per ripristinare, correggere o modificare le funzioni fisiologiche.

Reazione avversa grave: qualsiasi reazione che provoca la morte di un individuo, ne mette in pericolo la vita, ne richiede o prolunga l'ospedalizzazione, provoca disabilita' o incapacita' persistente o significativa, comporta una anomalia congenita o un difetto alla nascita.

Reazione avversa inattesa: reazione avversa la cui natura, gravita' o conseguenza non e' coerente con il riassunto delle caratteristiche del prodotto.

Sistema di segnalazione spontanea: metodo di farmacovigilanza basato sulla comunicazione, raccolta e valutazione di segnalazioni di sospette reazioni avverse a farmaci, osservate da un operatore sanitario.

Sperimentazione clinica: qualsiasi indagine effettuata su soggetti umani volta a scoprire o verificare gli effetti clinici, farmacologici e/o gli altri effetti farmacodinamici di uno o piu' medicinali in fase di sperimentazione e/o ad individuare qualsiasi tipo di reazione avversa nei confronti di uno o piu' medicinali in fase di sperimentazione, e/o a studiarne l'assorbimento, la distribuzione, il metabolismo e l'eliminazione al fine di accertarne l'innocuita' e/o l'efficacia. Tale sperimentazione include la sperimentazione clinica effettuata in un unico sito o in piu' siti in un unico Stato membro o in piu' Stati membri.

Alla sperimentazione clinica si applica la direttiva 2001/20/CE del 4 aprile 2001.
Studio post-autorizzazione: qualsiasi studio condotto durante la commercializzazione di un farmaco secondo le condizioni della sua scheda tecnica autorizzata o in condizioni normali di utilizzo;
Studio post-autorizzazione sulla sicurezza: studio farmacoepidemiologico o ricerca clinica condotto in conformita' con le disposizioni dell'autorizzazione alla commercializzazione e realizzato al fine d'identificare o quantificare i rischi associati ai farmaci autorizzati;

Bozza dicembre 2002 - FARMACOVIGILANZA
Fonti normative.

Decreto del Presidente della Repubblica 25 gennaio 1991, n. 93, Regolamento di esecuzione delle disposizioni di cui all'art. 9 del decreto-legge 30 ottobre 1987, n. 443, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 dicembre 1987, n. 531, sulle modalita' di attuazione della farmacovigilanza attraverso le strutture pubbliche.

Decreto 20 aprile 1991, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 133 dell'8 giugno 1991. Approvazione dei modelli di schede e dello schema di relazione previsti dal decreto del Presidente della Repubblica 25 gennaio 1991, n. 93, recante il regolamento di esecuzione delle disposizioni di cui all'art. 9 del decreto-legge 30 ottobre 1987, n. 443, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 dicembre 1987, n. 531, sulle modalita' di attuazione della farmacovigilanza attraverso le strutture pubbliche.

Circolare 29 aprile 1993, n. 12-bis Farmacovigilanza: aspetti applicativi del decreto del Presidente della Repubblica n. 93 del 25 gennaio 1991.

Decreto legislativo 18 febbraio 1997, n. 44, Attuazione della direttiva 93/39/CEE che modifica le direttive 65/65/CEE, 75/318/CEE, 75/319/CEE relative ai medicinali.

Circolare n. 12 del 24 settembre 1997 Note esplicative al decreto legislativo 18 febbraio 1997, n. 44: «Attuazione della direttiva 93/39/CEE che modifica le direttive 65/65/CEE, 75/318/CEE, 75/319/CEE relative ai medicinali».

Decreto 7 agosto 1997 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 210 del 9 settembre 1997.

Sostituzione del modello A allegato al decreto ministeriale 20 aprile 1991, recante Approvazione dei modelli di schede e dello schema di relazione previsti dal decreto del Presidente della Repubblica 25 gennaio 1991, n. 93, recante il regolamento di esecuzione delle disposizioni di cui all'art. 9 del decreto-legge 30 ottobre 1987, n. 443, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 dicembre 1987, n. 531, sulle modalita' di attuazione della farmacovigilanza attraverso le strutture pubbliche.

Circolare n. 15 del 29 settembre 1999 - Integrazione alla circolare n. 12 del 24 settembre 1997 - Trasmissione delle segnalazioni di reazioni avverse.

Commento NdR: Per le segnalazioni: come puo' un medico impreparato dall'Universita', saper riconoscere un danno da vaccino, e quindi "segnalarlo all'autorita' competente ?....

OMISSIONI IMPORTANTI - NdR: NESSUNO di questi "enti" controlla il contenuto dei farmaci e soprattutto dei vaccini, con apposite apparecchiature di laboratorio e la relativa loro tossicita' o meno....- cio' per salvaguardare la salute degli utilizzatori, che vengono usati nei fatti come cavie....infatti dopo qualche anno molti vengono ritirati dal commercio per le controindicazioni che affiorano...- di qualsiasi farmaco o vaccino.
Nei fatti, si fidano di cio' che scrivono nei documenti le Case farmaceutiche - infatti NON avviene NESSUN controllo sui prodotti (farmaci)  in specie i vaccini, messi in commercio da BIG PHARMA...

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Mail inviata all'UNICEF:
----- Original Message -----
From:
info.mednat.org
To: [email protected]
Sent: Sunday, September 01, 2013 1:53 PM
Subject: Richiesta di dati sui Vaccini

- Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
- Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli, nanoparticelle, (ormai documentate da analisi con spettrofotometro) ecc. ed e' Vs DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...
- Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dagli enti istituiti che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...

Attendo quindi le vs risposte URGENTI ed ESAUSTIVE, in merito tutti questi quesiti:
a - Potreste fornirmi tutta la documentazione -bibliografia esistente ed inerente gli studi comparati fra popolazione vaccinata con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo) e popolazione
NON vaccinata di NESSUN vaccino (con analisi degli anticorpi presenti nei soggetti del gruppo) ?
NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere. 
b - Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla Herd Immunity - Immunita' di Gregge.
c - Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
distrofia, sclerosi (tutti i tipi), polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, ecc. ?

INOLTRE:
1 - Quale e' l'organismo Europeo che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche dei possibili "contaminanti" ? ...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, per i vaccini "obbligatori" !
2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli  e con quali apparecchiature (descrizione del meccanismo di controllo) ?
3 - Quali
test in doppio cieco (MAI vaccinati,  e Vaccinati) vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti,
prima della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo:
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?

Se non siete i referenti diretti, mi interessano e.mail, per il contatto diretto.
Attendo vs nuove al piu' presto

Vi Ricordo che essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta e le vs risposte nel web, per cui siate precisi e circostanziati, oltre che solleciti nel rispondere.

JPaul Vanoli - Giornalista investigativo da 40 anni sul tema Sanità'

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Italy - Sanità: Se la terapia non funziona pagano le case farmaceutiche !!
Al via il sistema "payment by results" sul modello britannico per le terapie più costose: se il paziente non migliora, l'onere si sposta sulla casa farmaceutica. I primi esperimenti in campo oncologico e oculistico

Si chiama “payment by results” ed è un sistema che potrebbe avviare una rivoluzione copernicana nella rimborsabilità dei nuovi farmaci da parte del servizio sanitario nazionale. Ecco il meccanismo: ad un malato viene prescritto un medicinale di ultima generazione, a volte parecchio costoso; se la cura funziona e il paziente guarisce, allora il SSN rimborsa per intero l'azienda produttrice; in caso contrario è la casa farmaceutica ad accollarsi la spesa del trattamento, senza gravare in alcun modo sui bilanci pubblici. «Così si stimola la ricerca e non si perde di vista la sostenibilità economica», spiega Walter Ricciardi, direttore dell'Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni nonché capo dell'Istituto di Igiene dell'università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. «È un modo vincente per responsabilizzare ciascuno degli attori in campo.
Il medico è consapevole che dovrà optare per un tipo di prescrizione solo quando la riterrà veramente opportuna. L'azienda è motivata ad attivare sistemi di programmazione e controllo basati sull'efficacia clinica, ricorrendo solo in un secondo momento a politiche di marketing focalizzate. Il tutto a beneficio dei cittadini».
By Marco Morello  - Tratto da: repubblica.it 30/03/2009

SARA' VERO ? SPERIAMO che venga applicata per TUTTI i FARMACI e VACCINI

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> 

SAN MARINO
La Repubblica di San Marino (RSM) è la zona italica, con la più alta percentuale di bambini, ragazzi, handicappati, il 30 % in più rispetto al resto d’Italia; perché questo ?, perché in quello Stato (RSM) vi sono state previste - negli anni prima del 1998 - molte più vaccinazioni obbligatorie; in Italia le obbligatorie sono 4 ed in San Marino  sono 12.
vedi: http://it.wikipedia.org/wiki/San_Marino#Istituzioni
L'Indagine  e' stata fatta in S. Marino nell'estate 1997, presso Ministero della Sanita'  Sanmarinese - sono stati intervistati oltre a burocrati del Ministero, privati cittadini e medici della stessa repubblica - In questa inchiesta e' apparso con evidenza - dai dati raccolti  presso di loro - che vi erano molti bambini handicappati (portatori di handicap=disabili)  e tutt'ora vi sono in quella Repubblica, che e' stata per diversi anni molto "servile" nei confronti delle  multinazionali dei Vaccini e  del Ministero della Sanita italiano, cio' e' avvenuto fino al 1998, perche' per "convenienza" in San Marino i vaccini non sono stati piu' mantenuti obbligatori dal 1998 - in Italia lo sono ancora, nel 2014, salvo che  in Veneto, ma speriamo presto, l'obbligatorieta' sara' abolita !
vedi anche:   http://www.libertas.sm/economia/Acc_coop_it/ACo_It_art_8.htm
http://www.ministerosalute.it/imgs/C_17_normativa_917_allegato.pdf
http://www.consigliograndeegenerale.sm/new/index.php3
Persino i collaboratori del giornalista titolare dell'indagine, dr. Jean PaulVanoli,  si erano accorti di questo fatto, perche' essendo quasi estate, circolavano in San Marino molti bambini in carrozzella, cosa che in altre zone d'italia non appariva cosi gravemente.
Visti i risultati nefasti e per "non dover risarcire tante famiglie di bimbi lesi dai vaccini", dal 1998 le vaccinazioni sono state rese facoltative, anche per le pressioni di associazioni di genitori che reclamavano il "diritto alla salute" dei loro bambini.
Ciò significa …….bimbo VACCINATO…bimbo HANDICAPPATO !!!!!!
Quasi il 40 % dei neonati nasce ormai, in quella zona, con una qualche malformazione (piccola, media, grave) per via delle mutazioni genetiche occulte che i vaccini producono neri vaccinati.

....e sulle RICHIESTE di INFORMAZIONI all'AIFA ed all'UNIONE EUROPEA (EMA), sui DANNI dei VACCINI e sui VACCINI STESSI

Vaccini e Cancro
L’amianto non basta, la colpa è anche dei vaccini, e’ saltato fuori lo zampino di un virus nelle cellule di un tumore aggressivo della pleura, il mesotelioma.
Questo virus proviene dalle scimmie verdi africane ed è stato messo in circolazione all’interno della specie umana in quanto presente nei vaccini contro la polio fino al 1985.
Un ricercatore italiano, Antonio Procopio dell’Università di Chieti, insieme a due studiosi americani del National Institutes of Health, Michele Carbone ed Harvey Pass, hanno fatto questa scoperta.
l virus che i tre ricercatori hanno inaspettatamente trovato all’interno dei tumori (e che non è presente nei tessuti circostanti) ha tutti i connotati dello SV40, agente infettivo dei macachi, ben noto per essere stato "involontariamente" somministrato a milioni di persone.
Il vaccino per la polio si prepara con cellule di scimmia verde africana (scimmia da cui e' derivato il cosiddetto virus dell'AIDS), da cui il virus SV40 era passato nei preparati distribuiti in tutto il mondo fin dagli anni 50’. 
L’incidente della vaccinazione non sarebbe stato così innocuo come sinora si è sostenuto; questo indica e fa brillare la nostra ignoranza sui possibili effetti a lungo termine delle vaccinazioni.
Vedi anche Panorama e l’Espresso del 10/06/94

Italia - ISS e MINISTERO della NON salute, nascondono le ricerche, che confermano danni neurologici dei Vaccini...:
su
400 bambini !
Ordine dei Biologi:
https://www.onb.it/2019/01/08/ecco-lo-studio-segreto-sui-vaccini/?fbclid=IwAR1s2mOFm6Bo1ppIcqhPUmxQxrVISHlgX9GqbC35xVLRBMcXXKWFczB79v4
vedi foto dell'
articolo pubblicato sul "il Tempo", qui nel PDF


Video sulle dichiarazioni, davanti ad una Commissione di indagine governativa, del Padrino dei Vaccini, da visionare !
https://www.corvelva.it/it/approfondimenti/video/il-padrino-dei-vaccini-la-deposizione-di-stanley-plotkin.html

Audizione del 24/01/2019, alla Camera del Parlamento Italiano, da parte della Commissione Vaccini, della Associazione Corvelva, che ha effettuato le analisi di laboratorio sui vaccini in Commercio, scoprendo tutte le porcherie inserite in essi....


Vaccino per il MORBILLO legato all’AUTISMO
Il Dipartimento per la Salute Britannico è sotto pressione, spinto ad investire nella ricerca a favore della ricerca in favore della sicurezza dei vaccini dei bambini, in quanto vi è una evidenza sempre più crescente dei legami fra le iniezioni e l’autismo.
Si erano già registrati episodi in cui i vaccini avevano provocato altre forme di danni cerebrali, ma ora, uno dei maggiori esperto mondiali sull’autismo, sta sostenendo i gruppi di genitori che chiedono ulteriori studi sul rischio delle vaccinazioni.
Il dr. Bernard Rimland, direttore dell’Istituto per la Ricerca sull’Autismo americano, ha detto che l’idea secondo cui i vaccini potrebbero causare quelle condizioni, fosse impopolare presso le autorità mediche. "Ma ora non ho alcun dubbio che stia accadendo qualcosa di serio", ha concluso.
I procuratori legali di Dawbarns stanno preparando una causa di lavoro, a favore di bambini danneggiati dalle vaccinazioni che comprende 169 casi, tutti legati a inoculazioni contro il morbillo, orecchioni, rosolia.
Kirsten Limb, di Dawbarns, ha affermato che c’erano state altre 200 interrogazioni da parte di genitori che temevano che i loro figli avessero sviluppato l’autismo a seguito delle vaccinazioni.
Fonte: The Sunday Telegraph UK, 24

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

TRIBUNALE FRANCESE: il VACCINO dell’antiEpatite B CAUSA la SCLEROSI a PLACCHE

" ll vaccino per l’epatite B messo sotto accusa in Francia. E’ indiziato di favorire l’insorgere della Sclerosi a Placche". 
La querelle scientifica va avanti da tempo, anche se a tutt’oggi non esistono prove scientifiche del legame fra la vaccinazione e lo scatenarsi di questa malattia autoimmunitaria che colpisce il sistema nervoso.

Non sembra dello stesso avviso la magistratura transalpina. E come accaduto di recente anche in Italia nel caso Di Bella, una sentenza del tribunale di Nanterre ha incolpato il vaccino come causa dell’insorgere della sclerosi a placche in due donne. 
I giudici hanno quindi condannato l’azienda britannica Smith Kline Beecham (Skb) che produce il vaccino Engerix B, a pagare ad ognuna delle malate un indennizzo variante fra i 150 ed i 250 milioni. 
Secondo i magistrati "un insieme di elementi premette di stabilire con sufficiente certezza che la vaccinazione con l’Engerix B è stato l’elemento scatenante dell’insorgere del male".
La Skb ha fatto immediatamente ricorso in appello affermando che non si è tenuto conto dei risultati dei più recenti studi scientifici.
Per il Ministero della Sanità francese, il verdetto del tribunale di Nanterre non cambia nulla: ....continuano a non esistere prove sufficienti per ordinare il ritiro del vaccino dal mercato o per modificare la prescrizione, occorre aspettare i risultati degli studi già avviati per dirimere la querelle.... Le polemiche francesi, peraltro, hanno avuto riflessi anche in Italia.
I Verdi, in occasione della presentazione del Piano Sanitario Nazionale, chiesero al Ministro della Sanità Rosy Bindi di abolire la vaccinazione obbligatoria per l’Epatite B adducendo gli stessi sospetti che stanno infiammando la Francia"…
By Corriere della Sera del 09/06/98

Anche in Italia si e' accertato che il Vaccino per l'EpatiteB produce la Sclerosi .....ma NON si deve far sapere......
vedi:  vaccini/1000_studi.htm

E per il vaccino dell’Influenza:
vaccini/influenza.htm
vaccini/morris.htm

e per l'Aviaria:
vaccini/influenza_aviaria.htm
vaccini/influenza_aviaria2.htm
vaccini/influenza_aviaria3.htm

e per la Sars
vaccini/sars.htm

vaccini/sars2.htm

e per la Suina (A)
vaccini/influenza_suina.htm
vaccini/influenza_suina.htm
vaccini\influenza_suina2.htm
vaccini/influenza_suina3.htm
vaccini/influenza_suina4.htm

E si puo’ continuare ancora…..per TUTTI i VACCINI
vedi: vaccini\interrogazione_parl.htm

Vedi anche: Biblio_scientifica/Biblio_scientifica_indice.htm

https://childrenshealthdefense.org/news/fully-vaccinated-vs-unvaccinated/
https://childrenshealthdefense.org/news/government-corruption/fully-vaccinated-vs-unvaccinated-part-2/
https://childrenshealthdefense.org/news/fully-vaccinated-vs-unvaccinated-part-3/

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

E' tutto un vantaggio, NON seguire le "direttive farmacologiche o vaccinatorie" dettate dalle case farmaceutiche, su cui gli enti governativi non tutelano  e non verificano - altro che autorita' sanitarie, sono propagatori dell'unica malattia grave umana = l'ignoranza !

ATTENZIONE
Il Dr Moulden, medico, specialista in neuropsichiatria, neurologia comportamentale, ci mette al corrente delle prove neurologiche, ematologiche e immunologiche dimostrative, che permettono infine di concludere che TUTTE le vaccinazioni inquinano il corpo e possono causare gravi danni alla salute umana che potrebbero portare a malattie croniche o disturbi come l’autismo.
Al giorno d’oggi ciascuno di noi ha la possibilità di conoscere gli elementi di prova forniti dai laboratori di medicina legale.
Questo medico spiega che quando il corpo è in qualche modo scambiato per una discarica, si produce inevitabilmente un insudiciamento del sangue che può causare tutta una serie di problemi di salute. Le sue scoperte sono ora prese come riferimento nei processi nei tribunali degli Stati Uniti, perche' nei fatti i VACCINI CAUSANO ATTACCHI MICRO-VASCOLARI

Oltre che medico e ricercatore, il dottor Moulden ha ricevuto non meno di 27 premi / riconoscimenti per la sua ricerca biomedica e clinica, l’insegnamento e l’eccellenza accademica.
In Canada è inoltre il leader del partito “Action”. La sua filosofia si può riassumere così: “Non è questione di essere migliore dei propri simili, si tratta di aiutare gli altri a divenire migliori. 
Utilizzando sia tecnologie convenzionali che ultra-moderne, di diagnostica, il dottor Moulden, MD, un esperto in psichiatria, neuropsichiatria e neurologia comportamentale, fornisce le prove, in termini di fisiologia e di clinica medica, che TUTTE le vaccinazioni causano direttamente o col tempo disturbi e malattie acute o croniche, permanenti o transitorie che possono interessare tutto il corpo.
Il dottor Moulden ha sviluppato nuove tecnologie di diagnostica per immagini per evidenziare i danni e disturbi neurologici provocati dalle vaccinazioni. 
Con questa tecnologia è possibile sviluppare e dimostrare su cliché e video, realizzati 30 secondi prima e 30 secondi dopo la vaccinazione, cosa accade nei differenti tessuti del corpo umano.

Quindi l'unica soluzione e' NON vaccinarsi MAI !
Jean Paul Vanoli - Giornalista, specializzato in Sanita'  da 40 anni -  Naturista, Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicine Naturali - 
Per i particolari di cio' che ho affermato vedi gli studi medico scientifici, oltre 1.000 provenienti da tutto il mondo)

Ad oggi NESSUNO ha mai risposto alla mail; per loro....NON SE NE DEVE PARLARE MAI..........chissa' perche'...... ?   

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Denunciata la ministra B. Lorenzin (soggetto con diploma delle scuole superiori,...ma ben collegata con OMS finanziata da Big Pharma....) - https://www.youtube.com/watch?v=kBCsBuGi6kY

03/07/2013:
I vertici dell’Agenzia Italiana del Farmaco, Luca Pani e Sergio Pecorelli, hanno partecipato oggi, a Roma, all’Assemblea annuale di Farmindustria durante la quale è stata annunciata la convocazione entro metà luglio del tavolo sulla farmaceutica al Ministero dello Sviluppo Economico, per riflettere e mettere a punto politiche di stabilizzazione e miglioramenti sul piano della prassi regolatoria. “Il tutto – ha detto il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Claudio de Vincenti - insieme al Ministero della Salute, dell'Economia e all'AIFA”.

AIFA, MINISTERO della Salute, ISS, i loro dirigenti.....sempre a braccetto con Federfarma.....
Il Ecco il ministro della "SaluteBeatrice Lorenzin, con il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti (PD): i due sono alla cena organizzata da Federfarma per presentare un nuovo "magazine d’informazione sanitaria".....e sono a fianco dei suoi dirigenti...e successivamente "nasce" il Decreto Legge sui Vaccini che riporta l'obbligo vaccinale ed il piano vaccinale dal 2017, aumenta da 4 vaccini obbligatori a 12 (bomba Tossica nei bambini ed adulti) .....con una spesa sanitaria che passa dai 120 milioni ai 340 milioni l'anno !  ...Big Pharma ringrazia....

http://www.aifa.gov.it/content/italia-capofila-le-strategie-vaccinali-livello-mondiale#.WSMpRpWUAQc.facebook
 

Dicembre 2013: Questa invece la mail che ho inviato, in prima persona, alla ministra della "salute", (Lorenzin) con un allegato informativo sulle ns. ricerche approdate ai Gravi danni dei Vaccini !

Cara "ministro della salute"...
invece di andare a visitare i "produttori dei vaccini" sarebbe opportuno che si informasse bene sui GRAVI DANNI dei VACCINI che il vs ministero nasconde da anni !
Fin dal 1996 NON risponde alla interrogazione parlamentare fatta a suo tempo (1996) sul tema specifico !
Si legga l'allegato e RIFLETTA seriamente anche sul suo comportamento da ministro della "salute", dato che dovrebbe tutelare la salute dei cittadini ormai solo sudditi dell'impero farmaceutico....e controlli anche i conflitti di interesse che i dirigenti del ministero, aifa, ema, iss, hanno o meno con Big Pharma....dato che a me non hanno voluto fornire i dati, malgrado glieli avessi chiesto fin dal 2010.....
Le cose non sono come le raccontano...sono MOLTO ma MOLTO diverse...ecco perche' sono qui a sollecitarla ad informarsi.
vedi su http://www.mednat.org/vaccini/dannivacc.htm

Ulteriore Mail inviata al “ministro della salute” il 26/03/2014, alla sua mail rilevata dal sito Camera.it

Martedì, 25 marzo 2014
VACCINI: LORENZIN, DA PROCURE SENTENZE CONTRO SCIENZA
CODACONS: AFFERMAZIONI MINISTRO GRAVISSIME. SI INFORMI MEGLIO
ASSOCIAZIONE PRONTA A RICORSO AL TAR PER BLOCCARE GLI INUTILI VACCINI PEDIATRICI IN ITALIA

Le dichiarazioni odierne del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin relative all’indagine di Trani sui vaccini, sono “gravissime”. Lo afferma il Codacons, commentando quanto sostenuto oggi dal Ministro, secondo cui “alcune procure emettono sentenze che vanno contro le evidenze scientifiche”.
Forse la Lorenzin dovrebbe informarsi meglio prima di rilasciare dichiarazioni alquanto temerarie – spiega il Codacons - La somministrazione polivalente dei vaccini come avviene nel nostro paese, nonostante solo 4 vaccini pediatrici siano obbligatori per legge, non è affatto esente da rischi per la salute dei bambini, perché può comportare danni da sovraccarico e shock del sistema immunitario.
La letteratura scientifica attuale e gli esponenti della comunità scientifica sostengono che la somministrazione polivalente potrebbe indurre reazioni cosiddette “autoimmuni“, cioè l’organismo potrebbe arrivare anche a produrre auto-anticorpi che, non riconoscendo più il “vero nemico” da aggredire, aggredirebbero in una situazione di smarrimento generale le funzionalità di organi interni al paziente (es. demielinizzazioni, Les, alterazioni ematologiche, encefalopatie, etc etc).
Le evidenze scientifiche, quindi, a differenza di quanto sostiene il Ministro della Salute, sono tutt’altro che compatte nel riconoscere l’assoluta bontà dei vaccini. Per tale motivo, a tutela della salute dei cittadini e sulla scia dell’indagine aperta a Trani, presenteremo un ricorso al Tar del Lazio per sospendere la somministrazione del vaccino esavalente e limitare la fornitura ai soli 4 previsti dalla legge, con risparmi pari a 114 milioni di euro annui per la collettività – conclude il Codacons.

ed il sottoscritto Jean Paul Vanoli, aggiunge:
I vaccini sono sostanze tossico nocive, che interferiscono anche e non solo con il metabolismo cellulare, il sistema immunitario ed il DNA mitocondriale...si informi cara "ministra".....sono pronto ad un confronto pubblico con lei e con i suoi "tecnici" sui vaccini...
veda cosa ho scoperto sui danni dei vaccini: http://www.mednat.org/vaccini/dannivacc.htm
Jean Paul Vanoli - Journaliste d'Investigation depuis 40 ans.
 

Da: [email protected] 
Inviato: mercoledì 14 ottobre 2015 18,28
A:
[email protected]
Oggetto: Domande e richiesta di documenti IMPORTANTI sui Vaccini


Egregia Ministra B. Lorenzin,

Le ho gia' scritto due mail una a dic 2013 e l'altra nel marzo 2013....

alle quali non ho ricevuto nessuna risposta !

 

visto che segue, quale ministro della "salute" anche  il tema vaccini, 

Gradirei avere risposta a queste semplici domande con relativi documenti che le richiedo.

Precisazione: si ricordi che per Legge lei e' obbligata a rispondere alle richieste di informazioni sui farmaci..!

se non lo fa e' passibile di denuncia per omissioni in atti di ufficio ed altro...

quindi rimango in attesa di risposta esaustiva e documentale.

 

Domande e richieste di documentazione:

 

Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...

- Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli, nanoparticelle, (ormai documentate da analisi con spettrofotometro e microscopi elettronici) ecc. ed e' Vs DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...

- Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dagli enti istituiti, che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...

 

Attendo quindi le vs risposte URGENTI ed ESAUSTIVE, in merito tutti questi quesiti:

 

a - Potreste fornirmi tutta la documentazione -bibliografia esistente ed inerente gli studi comparati fra popolazione vaccinata con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo) e popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino (con analisi degli anticorpi presenti nei soggetti del gruppo) ?

NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere.

b - Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla Herd Immunity - Immunita' di Gregge.

c - Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:

distrofia, sclerosi (tutti i tipi), polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, ecc. ?

 

INOLTRE:

1 - Quale e' l'organismo Italiano ed Europeo che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche quelli dei possibili "contaminanti" ? ...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, per i vaccini "obbligatori" e facoltativi !

2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli e con quali apparecchiature (descrizione del meccanismo di controllo) ?

3 - Quali test in doppio cieco (MAI vaccinati,  e Vaccinati) vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?

4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, prima della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo:

1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?

 

Attendo sue nuove al piu' presto

 

Le Ricordo che essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta e le sue risposte (o meno) nel web, per cui sia precisa e circostanziata, oltre che sollecita nel rispondere.

Saluti

dr. Jean Paul Vanoli - Giornalista Investigativo, specializzato in Sanita' da 40 anni.

Ad oggi NESSUN MINISTRO della salute o sanita', dal 1996, ha mai risposto all'interrogazione fatta a suo tempo ed alle diverse e numerose mail a loro inviate; per loro....NON SE NE DEVE PARLARE MAI..........chissa' perche'...... ?   

Da: [email protected]
Inviato: martedì 18 luglio 2017 14:40
A: '[email protected]'
Oggetto: I: Richiesta di informazioni al Direttore generale: dr. Ricciardi & Gruppo scientifico dell'Istituto ed al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin

Sig. Ministro Lorenzin B.
le chiedo gentilmente di rispondere a queste semplici domande, che ho contemporaneamente chiesto al dirigente dell'ISS sig Ricciardi
data la sua posizione e spero competenza, attendo risposta anche da Lei sig. Ministro, grazie
dr. Jean Paul Vanoli

Da: [email protected]
Inviato: venerdì 14 luglio 2017 21:47
A: '[email protected]'
Oggetto: Richiesta di informazioni al Direttore generale: dr. Ricciardi & Gruppo scientifico dell'Istituto.

Sono a chiederle/Vi di segnalarmi e fornirmi gli studi pubblicati, di ricerche scientifiche, nelle e con le quali si descrive e dimostra, l'esistenza dei "virus selvaggi" e dove si trovano in natura.
Attendo con interesse i dati, in quanto sto facendo una ricerca sui "virus selvaggi" e per ora, non ho ancora trovato stranamente nulla sul tema, tutto cio' per un libro che sto preparando.
Ringrazio ed attendo risposta in merito

dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans - Sovrano Individuale, Giornalista Investigativo specializzato in sanità da 40 anni)
Consulente di www.mednat.org  -  mail: [email protected]

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni” - (By Charles Peguy)

EMILIA ROMAGNA
vedi QUI sotto per la conferma con la corrispondenza intercorsa fra il sottoscritto ed i vari "enti" a "tutela della salute"  da ME interpellati.

Garanti dell'Infanzia Italiana, esempio tipico di incompetenza sui Vaccini:
Corrispondenza intercorsa il 25 luglio 2013, fra il sottoscritto ed un ex giudice del Trib. dei Minori, oggi "garante dell'Infanzia" in Emilia Romagna:

----- Original Message -----

From: "ipad", [email protected]
To: [email protected]
Sent: Thursday, July 25, 2013 11:54 AM
Subject: Gradire risposte precise

Ho letto alcune sue affermazioni veramente "strane" sul tema vaccini.
Il sottoscritto lavora da 40 anni sul tema dei vaccini, assieme a medici e biologi, con i quali abbiamo trovato tutti i Veri e subdoli Danni dei Vaccini denunciandoli alle autorità'  sanitarie (vedi sotto) le quali ignorano volutamente questi Fatti;
E lei che è' stato nominato "garante dell' infanzia" (Emilia Romagna) prima di parlare sul tema specifico, noto che non si e' assolutamente ne' minimamente informato sui Veri e complessi Danni dei Vaccini !
La Libertà di Scelta della Cura, così come la non obbligatorietà dei vaccini, sono una Conquista Sociale dei paesi più avanzati, che lei però'  ignora  Totalmente, e ciò si evince dai suoi interventi.

CMQ tanto per fornire dati precisi e circostanziati che arrivano anche nei tribunali italiani, le fornisco una raccolta e descrizione dei Veri e complessi meccanismi dei vaccini:  http://www.mednat.org/vaccini/dannivacc.htm
Se vuole le fornisco anche tutta una serie di studi pubblicati da anni anche su riviste specializzate non "foraggiate " dalle case produttrici dei Vaccini.....

Si legga con estrema attenzione le pagine web che le segnalo e si informi presso i medici che li conoscono molto bene, dato che hanno in cura migliaia di loro pazienti ROVINATI dai Vaccini !
Se vuole le fornisco i dati....su di essi per poterli contattare.

Inoltre sono 3 anni che chiedo risposte esaustive ai vari "enti a tutela" = Ministero della sanità (non salute) + I.S.S. + Aifa, Ema, ecc., e NON ottengo risposte !
Fra parentesi i dirigenti degli enti da me interpellati non vogliono fornire ( vedi legge sulla Trasparenza) i loro eventuali o meno passati e presenti, Conflitti di Interesse......
Domanda: incompetenza o mala fede ?

Per vedere la corrispondenza intercorsa con questi enti, vedi qui
http://www.mednat.org/ministero_informato.htm + http://www.mednat.org/ministero_informato2.htm

A disposizione per ulteriori info sul tema.
Attendo risposte chiare ed esaustive in merito alle sue competenze in materia di vaccini !
Risposte a [email protected]
JPaul Vanoli - Giornalista investigativo da 40 anni sul tema Sanità'

P.S.  Questa corrispondenza verrà' pubblicata sul web, dato che lei è un personaggio pubblico ed il sottoscritto un giornalista investigativo.

Questo "soggetto" NON ha ancora, alla data odierna, risposto....., e cio' la dice lunga sulle competenze di questi supposti "garanti a tutela dei cittadini", oppure sui loro Conflitti di interesse...

Altre richieste di informazioni in Emilia Romagna:

Da: [email protected]
Inviato: domenica 4 settembre 2016 16:29
A: '[email protected]
Cc: '[email protected]
Oggetto: R: Danni dei Vaccini

Visto che NON rispondete alle domande, che vi ho fatto e riproposte per ben due volte, salvo avermi inviato un prestampato (vedi allegato), che non riguarda, ne’ risponde a NESSUNA delle domande fatte, sara’ mia premura presentare una Querela contro i destinatari di queste domande, alla Procura della Repubblica affiche’ il Giudice vi imponga di rispondere alle domande fatte (in quanto trattasi di “omissioni in atti di ufficio”…) e chiedera’, nel caso si riscontrassero nelle indagini che verranno aperte, comportamenti illegali e/o criminali (es. intossicazione con sostanze tossiche dei bambini con legge regionale chiaramente incostituzionale, conflitti di interesse, o collusioni con….) di condannarvi secondo le normative vigenti oltre al diritto risarcitorio.
Mi legge in copia il mio legale
Vi ricordo che questa corrispondenza verra’ immessa nel WEB, (come comunicato gia’ nella mia prima mail) affinche’ tutti i lettori sappiano chi sono e come si comportano i soggetti immessi nel settore “sanita’ “ pubblica…..
Distinti saluti

Dr. Jean Paul VanoliSouverain Individuel - Journaliste d'Investigation – (Giornalista Investigativo, specializzato in Sanita' da 40 anni). 
Consulente di www.mednat.org  -  mail: [email protected]
Titolare unico, amministratore Indivisibile della FINZIONE GIURIDICA: GIOVANNI PAOLO VANOLI, COD FISC.: VNLGNN41C13Z110M

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni

Da:
378 Serv.Prevenzione Collettiva e Sanita' Pubblica [[email protected]]
Inviato: venerdì 2 settembre 2016 10:27
A: [email protected]
Oggetto: Risposta a Sua nota relativa alle vaccinazioni

Gent.mo Dr.
Si invia risposta alla Sua nota relativa a vari chiarimenti sulle vaccinazioni.
(Nota bene: vedi PDF, leggete e guardate come NON rispondono alle domande fatte...)

Cordiali saluti.
La Segreteria del Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica

Direzione Generale Cura della persona, Salute e Welfare : REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Viale Aldo Moro, 21 - 40127 Bologna - Tel. 051/527-7453 – 7454 – 7455-7456

Da: [email protected]
Inviato: giovedì 18 agosto 2016 14:14
A: [email protected]
Cc: [email protected]
Oggetto: Danni dei Vaccini

Sig. Stefano Bonaccini in qualita’ di Presidente dell’Emilia Romagna
Visto che non risponde alla mia mail precedente (inviata il 09/08/2016), come sempre fanno coloro che, non conoscendo l’argomento dei danni dei Vaccini….per incompetenza o malafede…, e visto tale comportamento, le riscrivo con altri particolari sul tema dei Gravi Danni dei Vaccini !

Le pongo delle precise domande, alle quali e’ tenuto per Legge a  rispondere, dato che siete obbligati dalla Legge italiana ad informare la popolazione sui farmaci e quindi anche sui
Vaccini – pericoli e vantaggi , se esitono - (che sono farmaci a tutti gli effetti) anche quando i cittadini vi pongono delle domande su di essi, dato che voi siete dipendenti  dello stato e precisamente lavorate nel settore sanita’, per cui direttamente interessati anche al tema Vaccini.


La informo che non  rispondendo alle domande poste anche Lei presidente e’ passibile di denuncia alla Procura della Repubblica per “omissioni in atti di ufficio” !

Le rendo noto altresì, che, questa corrispondenza comparira’ e per ora solo nel WEB, essendo giornalista investigativo da 40 anni, affinche’ la popolazione possa conoscere chi ci “governa” e come agiscono, coloro che lavorano nella cosiddetta “tutela” della salute e specialmente sul tema Vaccini, ma potra’ e dovra’ essere presentata fra i documenti da consegnare alla Procura della Repubblica per segnalare ad essa i comportamenti dei dipendenti dello stato che lavorano nel ramo sanita’, nel caso di class action e/o singole denunce presentate alla Magistratura dai cittadini a tutela dei loro interessi di Salute ed altro.

Visto che Voi caldeggiate i vaccini e li avete resi obbligatori con una legge regionale incostituzionale,
Quale giornalista investigativo
, Vi invito ad informarvi meglio, visto che Voi, pare volutamente, ignorate (e se cio' e' vero, come pare, siete quindi in mala fede),  le ricerche-studi fatte sui Gravi Danni dei Vaccini,  dato che vi sono oltre 2.000 studi pubblicati nel mondo che ne parlano, documenti che ho raccolto e pubblicato nel web e che personalmente ho fornito anche alla Procura della Repubblica ed ai NAS, a seguito dei miei esposti del dic 2014 - febbraio 2015 e presto anche a settembre 2016 contro il Ministro della "salute", i dirigenti del Ministero e quelli dell' AIFA,  ISS, + il Consiglio Superiore di Sanita' per "Conflitti di interesse" e possibile "omicidio colposo plurimo aggravato", per i morti da vaccino per l'influenza.....Disinformazione ed intossicazione diretta e voluta della popolazione con le sostanze tossiche vaccinali !
In quest’ultima denuncia alla Procura di settembre lei visto che ha firmato la legge incostituzionale, rendendo obbligatorie le vaccinazioni alla popolazione residente in Emilia Romagna, verra’ inserito quale destinatario delle stesse accuse fatte ai precedenti soggetti negli esposti gia’ presentati, di cui dovrete TUTTI rispondere dei vostri comportamenti ai magistrati che indagheranno sulle accuse indicate negli stessi.
Le ricordo che qualche tempo fa e' stato arrestato il dirigente dell'AIFA, proprio come avevo segnalato
nel 2014, per Conflitto di interesse....

Quindi ritornando al problema Vaccini:
Sig. Stefano Bonaccini in qualita’ di Presidente dell’Emilia Romagna, le faccio queste semplici domande, che sono gia' state inviate a TUTTI
 i livelli della "sanita" italiana ed estera (EMA ed altri...) alle quali NESSUNO degli "enti preposto alla salute" (di chi non si sa'....forse di Big Pharma…), è stato in grado oppure ha voluto, rispondere, ....spero che almeno lei abbia la cortesia di rispondere celermente ed in modo ESAUSTIVO, visto che siete dipendenti dello stato e lavorate nel settore sanita’ e siete per di piu’ da Noi pagati (molto bene) per servire i Cittadini Sovrani (vedi Costituzione Italiana !) da voi relegati in questo caso a semplici sudditi dell’impero in-sanitario statale e delle case farmaceutiche.

Le ricordo di essere chiaro nella sua riposta, perche tutta
la nostra corrispondenza, essendo giornalista investigativo francese,  verra' immessa nel WEB a disposizione di tutti, affinche’la popolazione si renda conto in che mani e da chi viene gestita la sanita’… e “tutelata” la nostra salute !
Sia quindi preciso e ben documentato nelle sue risposte !

Grazie, ecco le domande:
- Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
- Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeidemetallinanoparticelle, (ormai documentate da analisi con spettrofotometro e microscopio elettronico, vedi i risultati ottenuti qui sotto nell’allegato) ecc., ed e' Vs/Suo DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...
- Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, da coloro che lavorano negli enti istituiti alla “tutela” della salute e dai medici, che dovrebbero "tutelare" la nostra salute personale e collettiva...

a - Potreste fornirmi tutta la documentazione - bibliografia esistente ed inerente gli studi COMPRATI fra popolazione vaccinata di qualsiasi vaccino, (con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo, prima e dopo la vaccinazione) e popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino 
b - Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla dimostrazione clinica che Herd Immunity - Immunita' di Gregge sia una teoria valida e non una bufala.
NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere. 
c - Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
distrofia, sclerosi (tutti i tipi), polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, ecc. ?

INOLTRE:
1 - Quale sono gli organismi (enti) Italiani
ed Europei che effettuano i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche sui possibili "contaminanti" e nanoparticelle ? (ben evidenziate dalle analisi al microscopio elettronico da parte del dr. Montanari della Nanodiagnostics di Modena - vedi sotto)
...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, con i vaccini "obbligatori".
2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli  (descrizione del meccanismo di controllo) e con quali apparecchiature (descrizione) ?
3 - Quali test in doppio cieco (fra MAI vaccinati, di NESSUN vaccino e Vaccinati di qualsiasi vaccino), vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati in Italia e specificatamente nella vostra Regione,
su soggetti, PRIMA della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitarioHLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo: 
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?

5- Come mai avete fino ad ora vaccinato con l’esavalente (6 vaccini in una sola iniezione), malgrado che solo 4 fossero “obbligatori” mentre gli altri due solo facoltativi, spendendo quindi denaro pubblico per arricchire Big Pharma, mentre e’ noto che l’esavalente produce danni ben documentati tant’e’ che e’ stata anche ritirata dal commercio in alcuni della UE, per i danni che essa provoca ?
http://www.mednat.org/vaccini/esavalente.htm

Tutto cio’ compete anche il Ministero della Pubblica Istruzione e nel vostro caso l’assessorato alla Pubblica Istruzione (che ci legge in copia) dato che per poter far frequentare all’asilo ed alla scuola i nostri bambini, viene sempre piu’ spesso richiesto, in costituzionalmente, dato che la “scuola e’ aperta a tutti” e NON sta scritto, “solo ai vaccinati”) il certificato di vaccinazione, impedendo di fatto se non presentato la frequenza per il “dovere dei genitori di istruire i propri figli per aiutarli nella crescita della loro personalita’ “, come prescritto dalla Legge !

Attendo quindi la risposta URGENTE ed ESAUSTIVA, in merito tutti questi quesiti.
Vi Ricordo una ennesima volta che, essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta a Voi indirizzata e le vostre eventuali risposte nel web, per cui te precisi e circostanziati, oltre che solleciti nel rispondere.

Dr. Jean Paul VanoliSouverain Individuel - Journaliste d'Investigation – (Giornalista Investigativo, specializzato in Sanita' da 40 anni). 
Consulente di www.mednat.org  -  mail: [email protected]

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni

Allegato:
Ecco il risultato delle analisi fate con un Microscopio elettronico dal dr. Montanari S. del Laboratorio Nanodiagnostics di Modena
“Ora noi siamo arrivati a quota 29 vaccini analizzati,
qualcuno in un solo esemplare, altri in più campioni, altri ancora, in particolare quelli antinfluenzali, seguiti saltuariamente negli anni. In tutto fa un bel po’ di campioni.

L’ho già detto fino all’esaurimento: l’unico vaccino a dimostrarsi senza inquinanti sotto forma di particelle è stato il Feligen, un trivalente per gatti, il solo esemplare per uso veterinario che ci è capitato di controllare. Perché proprio quello fosse pulito non saprei dire.

Che cosa sono queste particelle è presto detto: sono pezzi solidi di materia inorganica, quasi sempre combinazioni di vari elementi chimici con una certa prevalenza, almeno da quanto vediamo in laboratorio, di ferro, cromo e nichel, vale a dire acciaio.
La loro dimensione varia da qualche decina di micron (un micron è un millesimo di millimetro) giù fino a poche centinaia di nanometri (un nanometro è un milionesimo di millimetro). La loro forma, un parametro di grande importanza, è davvero la più varia, compresa quella sferica tipica delle produzioni ad alta temperatura.

Che questa roba non possa stare nei vaccini è un fatto indiscutibile. Che non sia gradita all’organismo è altrettanto indiscutibile.

Del resto, chi sarebbe d’accordo se gli proponessero un’iniezione di pezzi di piombo o di tungsteno o di leghe della natura più strana e disparata? Nella migliore delle ipotesi queste particelle se ne vanno a distribuirsi per tutto l’organismo e ad aumentare la concentrazione di quelle che già ci sono, perché di polveri ce ne respiriamo e ce ne mangiamo quotidianamente grazie a tutti gl’inquinanti che scarichiamo nell’ambiente nella più completa indifferenza, quando non con la complicità, di legislatori e di enti di controllo.

Una delle obiezioni in forma di domanda retorica che mi sento rivolgere spesso è “ma che vuoi che faccia qualche granello di polvere nel vaccino a confronto con tutte quelle che ci entrano nell’organismo?” La risposta è che i processi d’introduzione e la loro efficienza nell’originare patologie sono ben diversi. Se io inspiro aria contenente particelle e ho i polmoni e le vie respiratorie in generale in buone condizioni, espirando espellerò la stragrande maggioranza di quanto è entrato. Se io ingerisco cibo inquinato da polveri, saranno solo quelle che resteranno in qualche modo in contatto con le pareti dell’apparato digerente ad avere probabilità di entrare stabilmente nell’organismo. Tutto il resto, anche in questo caso la stragrande maggioranza, sarà eliminato con le feci. Spero non mi si voglia strumentalmente fraintendere: il poco che resta è indubbiamente patogeno e va pure considerata la continuità con cui questi inquinanti ci entrano nel corpo.

La differenza principale con quanto viene iniettato è che, in quella circostanza, tutte le particelle restano nell’organismo senza alcuna possibilità di eliminazione e, per di più, si ritrovano concentrate in un volume piccolissimo. Il dramma avviene quando, per puro caso o, comunque, per motivi e secondo meccanismi che di fatto non conosciamo, quelle polveri, trasportate dal sangue, finiscono a livello del sistema nervoso centrale e, segnatamente, nel cervello. Teniamo conto che, per funzionare, un vaccino deve esercitare un’azione infiammatoria nei riguardi dei tessuti e il tessuto del cervello, dal punto di vista dell’essere prono ad infiammarsi, non differisce in modo significativo da qualunque altro tessuto. Ecco, allora, che all’azione di agente infiammatorio prevista del vaccino va ad aggiungersi, possibilmente con effetti sinergici, quella infiammatoria delle particelle in quanto corpo estraneo. Va anche tenuto conto di come l’aggressività delle particelle sia inversamente proporzionale alle loro dimensioni. Quelle sufficientemente piccole sono comprensibilmente più capaci di penetrare nei tessuti, tanto da potersi insinuare fino al nucleo delle cellule. Si consideri, inoltre, che, mentre l’infiammazione del vaccino si conclude nel giro di qualche giorno, quella esercitata dalle particelle che continuiamo a trovare nei vaccini dura per sempre a causa della non biodegradabilità di quei corpi estranei. Insomma, dove finiscono la loro corsa restano. Volere cocciutamente ignorare queste ovvietà, peraltro dimostrate da anni inconfutabilmente e in modo diretto fotografando il fenomeno, è a dir poco sospetto.

A questo punto credo sia del tutto legittimo chiedersi come facciano quei granelli a finire nei vaccini. La mia risposta è che non lo so. Non lo so per prima cosa perché il fenomeno è del tutto in contrasto con quella che è la cosiddetta Good Manufacturing Practice, in italiano le norme di buona fabbricazione, cioè le regole da seguire per produrre farmaci ineccepibili. Tutte le soluzioni iniettabili vanno obbligatoriamente preparate in ambienti in cui di polveri non ci dovrebbe essere nemmeno vaga traccia e, comunque, quei farmaci dovrebbero sottostare a controlli del tutto stringenti già a livello di fabbrica. Ammettendo pure che, a mio parere incredibilmente, dalla ditta esca qualcosa che non ci dovrebbe essere, ecco che gli enti di controllo che, detto a margine, ci costano un patrimonio ed esistono ufficialmente al solo scopo di proteggere la nostra salute, dovrebbero immediatamente intervenire bloccando quanto meno e senza por tempo in mezzo il lotto di produzione. E, invece, nulla di tutto ciò accade e i vaccini in distribuzione pare continuino allegramente a contenere porcherie. E non lo so perché nessuna ditta farmaceutica mi fa entrare a vedere come lavora e, soprattutto, come controlla. Inutile dire che altrettanto gelosi della loro privacy sono gli enti di controllo.

Naturalmente, quando, seppure a fatica, si riesce a toccare l’argomento, chi dovrebbe controllare e non controlla, chi dovrebbe vigilare sulla salute e non vigila, chi ci dovrebbe curare e fa tutt’altro, chi ci dovrebbe informare e mente reagisce:
Quello che trovate non esiste.

Quello che dite di trovare non è pubblicato nelle riviste. Se anche c’è, quella roba è innocua. Magari gl’inquinanti che trovate sono solo nelle fiale che avete analizzato.

Mi dispiace non solo perdere tempo ma farlo perdere a chi ha la pazienza di leggermi, ma ripeterò per l’ennesima volta quanto ho già detto e scritto innumerevoli volte, tutte, evidentemente, senza esito come è costume nelle barzellette-tormentone e, soprattutto, come avviene quando ci si rivolge a chi reputa la parola onestà un residuo di un passato di cui ridere ormai relegato alle pagine di un vocabolario polveroso.

Dire che quello che troviamo non esiste è a dir poco bizzarro. Le fotografie al microscopio elettronico sono indiscutibili e così le analisi mediante spettroscopia a dispersione di energia, tutte metodiche senza possibilità di errore. Dopotutto ancheRoberto Biasio, ora ex-direttore medico della Sanofi Pasteur, una volta che, ancora in carica, si trovò di fronte ai risultati delle analisi sul suo Gardasil e dopo che ci venne a trovare in laboratorio ammise pubblicamente che le nostre analisi sono ineccepibili. Dunque, quella roba c’è e basta.

Giusto per aggiungere informazione, le analisi sono state effettuate nel tempo da noi in quattro laboratori diversi e gl’inquinanti trovati sono sempre stati piuttosto differenti, ricordando la presenza relativamente frequente dell’acciaio in particelle, però, contenenti quasi in ogni caso anche altri elementi variabili oltre al ferro, al cromo e al nichel, e con forme anche molto diverse.

Sulle riviste ci sarebbe moltissimo da dire. In breve e lasciando da parte il fatto che, come scrive il redattore capo di The Lancet, almeno metà di ciò che diffondono è falso, sono tutte pesantemente sponsorizzate dalle ditte farmaceutiche e nessuna oserebbe mai pubblicare qualcosa che metterebbe a rischio l’arrivo dei quattrini di cui non potrebbero fare a meno, pena la chiusura. Diversi risultati, comunque, sono stati pubblicati sul libro A.M Gatti e S. Montanari– Case Studies in Nanotoxicology and Particle Toxicology – edito da Elsevier Academic Press (il maggiore editore medico del mondo) con un testo passato attraverso il setaccio severissimo di scienziati anonimi. A livello divulgativo i risultati si trovano in S. Montanari, A.M. Gatti – Vaccini: Sì o No? – Macroedizioni. Resta il fatto ovvio che un veleno è tale sia che il suo nome sia pubblicato su una rivista medica sia che sia pubblicato sul compianto Corriere dei Piccoli sia che non sia pubblicato affatto. Ma poi, se io racconto fandonie, perché non arrivano i Carabinieri con i pennacchi e con le armi a portarmi via, magari in manicomio?

Proseguendo con le risposte, dire che le particelle sono o potrebbero essere innocue significa semplicemente ignorare almeno gli ultimi 15 anni di Medicina, cosa che, ahimè, è tristemente diffusa tra i medici la cui cultura è quella che viene fatta loro arrivare dalle ditte farmaceutiche, ormai da anni le detentrici assolute della cultura sanitaria, troppo spesso distorta a fini di lucro, che viene fatta passare diventando una sorta di verità rivelata senza necessità di supporto obiettivo. Anzi, chi osasse chiedere dimostrazioni reali sarebbe condannato per eresia. I medici che fanno eccezione e che vorrebbero il diritto di usare il proprio discernimento rischiano il posto e, magari, addirittura sanzioni penali.

Pretendere che gl’inquinanti sarebbero solo nei campioni analizzati (che sono ormai davvero tanti) equivale a credere che si possa vincere alla lotteria tutte le settimane per mesi di seguito senza sbagliare un colpo. È chiaro che, quando sono coinvolti nel tema personaggi la cui carriera e la cui prosperità dipendono dalla “generosità” di un più o meno corposo elenco di case farmaceutiche e quando chi fa informazione tiene famiglia, i risultati non possono altro che essere le mortificanti stravaganze che ci troviamo abitualmente servite in tavola nella più totale indifferenza quando non tra gli applausi. Dal canto mio, io ho tutto da perdere analizzando i vaccini ma, per me da sempre, la coscienza ha il sopravvento e a ficcare il naso continuo.

Da ultimo, chiarisco la mia posizione per chi ancora non l’avesse colta. Se vogliamo salvare i vaccini per quello che, eventualmente, ci possono dare, dobbiamo liberarli dalle porcherie che contengono (che non sono solo le particelle) e da tutta la sottocultura, le squallide menzogne e gli ancora più squallidi interessi che li soffocano. Fare pulizia in ogni senso è ormai improrogabile.
Che vogliamo fare ? “
dr. Stefano Montanari - Laboratorio Nanodiagnostics – Modena

Da: info [[email protected]]
Inviato: lunedì 1 agosto 2016 21:54
A: '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'; '[email protected]'
Oggetto: Danni dei Vaccini

Quale padre di bambini che non  ho vaccinato per scelta per la loro salute, non intendo con i vaccini:
INTOSSICARE
- http://www.mednat.org/vaccini/contenuto_vaccini.htm
Immunodeprimere:  
- http://www.mednat.org/vaccini/immunodepressione_vaccino.htm
Infiammare:
http://www.mednat.org/cure_natur/infiammazione.htm
Creare  mutazioni genetiche:  
http://www.mednat.org/vaccini/mutaz_dai_vaccini.htm
ecc…: http://www.mednat.org/vaccini/vaccini_base.htm
a disposizione per info sul tema danni dei vaccini, essendo un ricercatore e scopritore da ben 40 anni dei loro gravi danni (occulti e/o palesi)
http://www.mednat.org/vaccini/dannivacc.htm

dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans) - Consulente di www.mednat.org  -  mail: [email protected]
Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)

A tutt'oggi nessuno della Regione Emilia Romagna, ha risposto alle domande fatte; per cui inoltrero' denuncia alla Procura della Repubblica per i reati di: Omissione in atti di ufficio, terrorismo, disinformazione, attentato alla salute delle popolazione, tentato omicidio colposo e/o premeditato, accorpando in questa denuncia anche il ministro della salute ed i dirigenti dei vari enti a "tutela della salute", ....si ma di quella dei fatturati di Big Pharma.... !
Per cui partita' una QUERELA contro questi ed altri signori favorevoli ai CRIMINALI e PERICOLOSI VACCINI

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

DOMANDE IMPORTANTI sui VACCINI, rivolte ai vari ENTI governativi (Italiani = AIFA,  Ministero Salute ed altri enti + Europei = EMEA ora EMA),....anche all'ISTAT:
Istat-Dati - Vaccini  + UNICEF (Italia e Svizzera) +  Bugiardini - 1  +   Bugiardini - 2

Richiesto nel 2009 all'ISTAT gli aggiornamenti per i dati Istat sulle malattie per le quali vi sono i vaccini.
Risposta dell'ISTAT
Gentile dr. Jean PaulVanoli,
Le comunichiamo che, in data odierna, è terminata la lavorazione della richiesta n. 01263/2009.
Di seguito Le riportiamo il testo della risposta fornita:

Salve, in merito alla sua richiesta, la informo che i dati da lei richiesti sono disponibili presso la nostra biblioteca. I dati sono desumibili dalle "Statistiche della sanità", dal 1971 fino al 1998, e quindi fotocopiabili. Il valore del lavoro ad una stima odierna, non ha indicato il periodo che le occorre, è almeno di € 50. Dal 1998 in poi, può scaricare i suddetti dati direttamente dal nostro sito, ricercando le pubblicazioni disponibili presso il nostro catalogo e gratuitamente scaricabili.
Desidero informarla che i dati sulle malattie infettive si riferiscono esclusivamente a quelle che sono soggette a denuncia obbligatoria, come d'altronde specificato nella testata della tavola.

Aspetto sue comunicazioni ulteriori.
Segue firma

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Email inviate il 12/01/2009 a:
[email protected] 
[email protected] 
[email protected] 
[email protected]

oltre ad: [email protected]  alla quale abbiamo anche richiesto in conformita' alle loro disposizioni di Trasparenza pubblicate su:
http://www.emea.europa.eu/pdfs/general/direct/11019606en.pdf

Visto che alla data del 13/03/2011, i vari enti Ministero della salute italiano, l'EMEA (ora EMA), Aifa, ecc., non hanno ancora risposto alle domande poste....ho ritenuto di dover richiedere ancora un'altra volta nuove domande, nella speranza che un giorno rispondano....

AIFA Condannata: 2 sentenze
http://www.osservatoreitalia.it/index.asp?art=5647&red=3&arg=11

MINISTERO della Salute Italiano
----- Original Message -----
From: segreteria.vanoli
To: [email protected]
Sent: Sunday, March 13, 2011 6:37 PM
Subject: Domande Importanti sui Vaccini

Autorizzo il Ministero della Salute al trattamento dei dati personali sopra riportati per le finalità funzionali alla vostra attività. Dichiaro inoltre di aver preso visione dell'informativa (pdf, 16 Kb) ai sensi del D.Lgs.30/06/2003 n.196

Potreste inviarmi tutte le ricerche scientifiche pubblicate sugli studi fatti fra Bambini Vaccinati e Bambini NON vaccinati ed anche quali sono i test, esami di laboratorio che Voi fate sui vaccini stessi, per controllare che i prodotti che contengono non siano nocivi alla salute umana ed animale ?
Attendo vs sollecita risposta in merito
dr. G.Paolo Vanoli - Giornalista

----- Original Message -----
From:
[email protected]
To:
[email protected]
Sent: Monday, March 21, 2011 8:50 AM
Subject: I:(mpb) Domande Importanti sui Vaccini

Gentile Utente in relazione alla sua e-mail le suggeriamo di visitare il nostro sito al seguente indirizzo di pagina web
 www.salute.gov.it/malattieInfettive/paginaMenuMalattieInfettive.jsp?menu=vaccinazioni&lingua=italiano  dove potrà trovare tutte le informazioni disponibili in materia on-line.
Si fornisce inoltre per ogni ulteriore richiesta più specifica il seguente indirizzo
www.salute.gov.it/ministero/sezMinistero.jsp?label=ded&id=316 dove potrà trovare i recapiti del competente Ufficio V.
Ci è gradita l'occasione per inviare cordiali saluti.
mpbelmonte

Ministero della Salute - Dipartimento dell'Innovazione - Direzione Generale del Personale Organizzazione e bilancio Ufficio X -
Ufficio Relazioni con il Pubblico - 00144 Roma

Mia Risposta inviata al Min. della “salute”
:

Scusate, ma forse mi state prendendo in giro, oppure NON leggete con attenzione cio' che avevo scritto e chiesto:
Lo ripeto perche' sia piu' CHIARO, se non lo fosse stato sufficientemente fino ad ora...
Queste sono le richieste fattevi nella mia precedente e.mail:

"Potreste inviarmi tutte le ricerche scientifiche pubblicate sugli studi fatti fra Bambini Vaccinati e Bambini NON vaccinati ed anche quali sono i test, esami di laboratorio che Voi fate sui vaccini stessi, per controllare che i prodotti che contengono non siano nocivi alla salute umana ed animale ?
Attendo vs sollecita risposta in merito"

dr. Jean PaulVanoli - Giornalista (investigativo)

----- Original Message -----
From:
segreteria.vanoli
To: [email protected]
Sent: Wednesday, April 13, 2011 10:29 AM
Subject: DOMANDE Importanti

Dietro consiglio di: [email protected]

.....Si fornisce inoltre per ogni ulteriore richiesta più specifica il seguente indirizzo
 www.salute.gov.it/ministero/sezMinistero.jsp?label=ded&id=316 dove potrà trovare i recapiti del competente Ufficio V.
 Ci è gradita l'occasione per inviare cordiali saluti.
 mpbelmonte

Egr. dr. M. Pompa
Potreste inviarmi tutte le ricerche scientifiche pubblicate sugli studi fatti fra Bambini Vaccinati e Bambini NON vaccinati ed anche quali sono i test, esami di laboratorio che Voi fate sui vaccini stessi, per controllare che i prodotti che contengono non siano nocivi alla salute umana ed animale ?
Attendo vs sollecita risposta in merito
dr. G.Paolo Vanoli - Giornalista

Risposta dell'Ufficio Vaccini del Ministero della Salute

----- Original Message -----
From: [email protected]
To: [email protected]
Sent: Thursday, April 14, 2011 11:56 AM
Subject: R: I:(mpb) Domande Importanti sui Vaccini

Egregio signore,
In relazione alla sua richiesta si rappresenta quanto segue.
Questo Ministero non ha tra le proprie competenze l'effettuazione di ricerche scientifiche nè di esami di laboratorio sulla sicurezza e l'efficacia dei vaccini.
L'organo tecnico, a supporto del Ministero, a ciò deputato è l'Istituto Superiore di Sanità.
Per altro, la normativa comunitaria, recepita in Italia, prevede che ogni Azienda produttrice, ai fini dell'autorizzazione all'immissione in commercio di qualsiasi  vaccino, debba presentare all'autorità competente presso l'Unione Europea, l'EMA (Agenzia Europea per i Medicinali) un dossier contenente tutti gli studi di sicurezza ed efficacia effettuati. Una sintesi di questa documentazione (EPAR) è di libera consultazione  e disponibile sul sito dell'EMA.
Gli studi di efficacia e sicurezza proseguono anche dopo l'immissione in commercio. Alcuni di questi, pubblicati su riviste scientifiche indicizzate, possono essere reperiti mediante una ricerca su siti specializzati di medline (tipo PubMed), altri attraverso una consultazione diretta delle riviste in una biblioteca medica. Altre informazioni possono essere richieste all'AIFA (Agenzia Italiana del  Farmaco) o all'ISS.
Infine, ogni lotto di vaccino, prima della commercializzazione, viene sottoposto a controlli di qualità presso il laboratorio competente dell'ISS.
Distinti saluti
Il DIRETTORE dell'UFFICIO VACCINI

Mia Risposta

----- Original Message -----

Sent: Friday, April 15, 2011 12:11 PM

Subject: Re: I:(mpb) Domande Importanti sui Vaccini

I vari enti sono gia' stati interpellati e ci hanno risposto per iscritto:

Lo ISS (Istituto Superiore dei Sanita'): NON effettua di norma NESSUN controllo, come ben evidenziato dalle loro risposte, ma le effettua SOLO su richiesta di in magistrato....

L'EMEA (ora EMA): come abbiamo visto dalle loro risposte, NON effettua NESSUN controllo, ne' verifica....

L'AIFA: NON effettua NESSUN controllo, ne' verifica...(vedi le loro risposte in questa pagina)

Per gli studi richiesti, in funzione della sua risposta, le comunico che:
Non e' possibile trovare
sui siti specializzati, ne' in bibliografia, NESSUNO studio di confronto fra bambini MAI vaccinati e Bambini vaccinati nelle modalita' richieste.....perche' questi studi NON esistono, ne' sono mai stati effettuati...
da parte degli enti di "tutela"...

In parole povere NESSUNO controlla NULLA, si "fidano" di Big Pharma, o meglio, pur di non ostacolare Big Pharma....evitano i controlli...e' come chiedere all'oste se il suo vino e' buono o meno.....che BUFFONATA, visto che i danni di queste sostanze tossiche ammalano ed in certi casi uccidono i loro utilizzatori...

dr. Jean PaulVanoli - Giornalista investigativo (Albo speciale), specializzato da 40 anni in Sanita'

....NON solo, ma quando si richiedono informazioni sui "bugiardini dei vaccini", le risposte sono che loro NON li hanno....

Fino ad OGGI NESSUNA risposta a quest'ultima email....il 10/11/2012 ho rifatto le stesse richieste al Ministero:

----- Original Message -----
From: info.mednat

To: Urpminsalute
Sent: Friday, November 09, 2012 8:30 AM
Subject: Richiesta di invio info sui Vaccini

Egregi signori
- Visto che non rispondete e rimandate le "risposte" a terzi...ed i terzi non rispondono...dal 2009, alle domande poste.
- Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
- Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli, nanoparticelle, (ormai documentate) ecc, ed e' Vs DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...
- Visto che e' nostro DIRITTO essere informati dagli enti costituiti che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...

Attendo risposta a questi quesiti ai quali NON avete risposto, in modo esaustivo, da allora defilandovi, che vi ri-descrivo qui sotto:

Domande:
Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
- Distrofia, Sclerosi (tutti i tipi), Polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, ecc. ?

INOLTRE:
1 - Quale e' l'organismo Europeo che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i
Vaccini in commercio, anche dei possibili "contaminanti" ? ...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, per i vaccini "obbligatori" !
2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli  e con quali apparecchiature (descrizione del meccanismo di controllo) ?
3 - Quali test in doppio cieco (MAI vaccinati,  e Vaccinati) vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, prima della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla
vaccinazione
, dopo:
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?

Se non siete i referenti diretti, mi interessano e.mail e/o telefoni per il contatto diretto.
Attendo vs nuove al piu' presto

dr. Jean PaulVanoli - Giornalista investigativo (Albo speciale), specializzato da 40 anni in Sanita' 
Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicina Naturale

P.S.: Autorizzo il Ministero della Salute al trattamento dei dati personali sopra riportati per le finalità funzionali alla vostra attività. Dichiaro inoltre di aver preso visione dell'informativa (pdf, 16 Kb) ai sensi del D.Lgs.30/06/2003 n.196

Testo della lettera inviata al Ministero della Salute Italiano, Aifa, e piu' sotto, all'EMEA (ora EMA) ed a vari altri Enti a tutela ....per caso....delle case farmaceutiche...: - vedi: (A)
Domande Importanti:
1 - Quale e' l'organismo Ministeriale che effettua i controlli su tossicita' o meno dei
Vaccini ?
2 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, prima della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla
vaccinazione
, dopo:
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?
3 - Quali test in doppio cieco (NON vaccinati, Placebo -  e Vaccinati) vengono effettuati per i vari vaccini in commercio ?
4 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli ?

Mi interessano e.mail e/o telefoni per il contatto diretto.
Attendo vs nuove al piu' presto

dr. Jean PaulVanoli - 
Giornalista (Albo speciale) - Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicine Biologico Naturali

Domanda (A) inviata a:
Ministry of Labour, Health and Social Affairs - Department of Innovation - Directorate General of Medicines and Medical Devices - Head of Unit 3


Risposta:
Egregio dr. Vanoli
avrei necessità di conoscere le motivazioni della sua richiesta. In considerazione della sua professione e qualora le  informazioni le servano per uso professionale, le faccio presente che la divulgazione al pubblico, sia sotto forma di intervista sia sotto forma di articolo stampa di informazioni aventi come fonte il Ministero, richiede la preventiva autorizzazione rilasciata dal nostro Ufficio stampa ([email protected]).
Cordiali saluti
Dott.essa  (firma Omissis)


Controrisposta:
Ho effettuato la richiesta via e.mail come consigliato, ma le ricordo comunque  che la legge italiana OBBLIGA gli enti di stato a fornire TUTTE le informazioni inerenti i farmaci e vaccini, non solo sulla loro composizione, controindicazioni, posologia, ma anche sulla provenienza, tipo di produzione e controllo degli stessi, se richiesti dal cittadino, dati che andrebbero scritti sul bugiardino, come per i prodotti alimentari.
Attendo sue nuove in merito.


Richiesta effettuata all'ufficio stampa:
Sono un giornalista e sto preparando degli articoli da pubblicare sui Materiali Dentari e sui Vaccini ?
Ho interpellato vari uffici del Ministero della Salute alcuni dei quali mi hanno richiesto l'autorizzazione del Vs ufficio stampa per rispondere alle domande da me poste:

Vaccini:
Domande Importanti

 1 - Quale e' l'organismo Ministeriale che effettua i controlli su tossicita' o meno dei Vaccini ?
2 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, prima della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare(sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi successivamente alla vaccinazione, dopo: 1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?
3 - Quali test in doppio cieco ( NON vaccinati Placebo -  e Vaccinati) vengono effettuati per i vari vaccini in commercio ?
4 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli ?
Mi interessano e.mail e/o telefoni per il contatto diretto.
Grazie e Saluti
Jean PaulVanoli - 
Giornalista (Albo speciale) - Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicine Biologico Naturali

......l'Ufficio stampa fino ad ora, NON ha risposto.....stiamo aspettando.....


Risposta
del Ministero della Salute:
Per le informazioni inerenti farmaci e vaccini (anche i vaccini sono comunque farmaci) può rivolgersi all’Agenzia italiana del farmaco. Qualora le sue richieste di informazioni riguardino i dispositivi medici, la pregherei di dare seguito puntualmente alla mia precedente richiesta. Sulla base di procedure concordate con l’ufficio stampa di questo Ministero, in assenza di un suo riscontro purtroppo sono impossibilitata a fornirle una risposta.
dott.essa (firma Omossis)


Risposta
dell'ufficio stampa del Ministero della Salute:
"In riferimento alla Sua mail La informiamo con la presente che il nostro e' il supporto informatico del Ministero della Salute, pertanto non siamo in grado di fornire risposte alle sue richieste. Le suggeriamo di contattare il numero verde di Farmaci-line, 800.571.661 oppure scrivere all’indirizzo
[email protected], per poter parlare direttamente con l'ufficio farmaceutico.
Rimanendo a Sua disposizione per ogni altra informazione si rendesse necessaria, cogliamo l'occasione per porgerLe distinti saluti
".

Contattato dopo telefonata diretta al Ministero della Salute
  -  Direz. Gen., uff. 5°:
dott.essa (firma omissis - 19 Gen. 2009): Le ho gia' richiesto, con una e.mail precedente, senza ricevere NESSUNA risposta, di fornirmi dei dati precisi su quanto segue: (A)
Attendo vs nuove al piu' presto

Risposta della sopraddetta dottoressa,
Ministero della Salute  -  Direz. Gen., uff. 5°:
Gentile Dr. Vanoli,
la informo che i giornalisti devono passare le loro richieste all'Ufficio Stampa di questo Ministero che autorizza i dirigenti/funzionari a rispondere.
Le anticipo, comunque, che le domande 1, 3, 4 riguardano competenze dell'Agenzia Italiana del Farmaco e dell'Istituto Superiore di Sanità.
Cordiali saluti

(firma Omissis)

Risposta alla sopraddetta dottoressa, Ministero della Salute  -  Direz. Gen., uff. 5°:
Ho effettuato la richiesta via e.mail come consigliato all'ufficio stampa, ma le ricordo comunque  che la legge italiana OBBLIGA gli enti di stato a fornire TUTTE le informazioni inerenti i farmaci e vaccini, non solo sulla loro composizione, controindicazioni, posologia, ma anche sulla provenienza, tipo di produzione e controllo degli stessi, se richiesti dal cittadino, dati che andrebbero scritti sul bugiardino, come per i prodotti alimentari.
Attendo sue nuove in merito.
Jean PaulVanoli

Stanco di attendere la risposta del Ministero della "salute"...a Nov. 2012 ho reinviato questa richiesta:
----- Original Message -----
From: info.mednat
To: Urpminsalute
Sent: Friday, November 09, 2012 8:30 AM
Subject: Richiesta di invio info sui Vaccini

Egregi signori
- Visto che non rispondete e rimandate le "risposte" a terzi...ed i terzi non rispondono...dal 2009, alle domande poste.
- Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
- Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli, nanoparticelle, (ormai documentate) ecc., ed e' Vs DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...
- Visto che e' nostro DIRITTO essere informati dagli enti costituiti che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...

Attendo risposta a questi quesiti ai quali NON avete risposto, in modo esaustivo, ma allora defilandovi, che vi descrivo qui sotto:

Domande:
Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
- Distrofia, Sclerosi (tutti i tipi), Polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, ecc. ?

INOLTRE:
1 - Quale e' l'organismo Europeo che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche dei possibili "contaminanti" ? ...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, per i vaccini "obbligatori" !
2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli  e con quali apparecchiature (descrizione del meccanismo di controllo) ?
3 - Quali test in doppio cieco (MAI vaccinati,  e Vaccinati) vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, prima della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla
vaccinazione
, dopo:
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?

Se non siete i referenti diretti, mi interessano e.mail e/o telefoni per il contatto diretto.
Attendo vs nuove al piu' presto

dr. Jean PaulVanoli - Giornalista investigativo (Albo speciale), specializzato da 40 anni in Sanita' 
Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicina Naturale

P.S.: Autorizzo il Ministero della Salute al trattamento dei dati personali sopra riportati per le finalità funzionali alla vostra attività. Dichiaro inoltre di aver preso visione dell'informativa (pdf, 16 Kb) ai sensi del D.Lgs.30/06/2003 n.196

Risposta del Ministero:
----- Original Message -----
From: Urpminsalute
To: Pompa Maria Grazia ; malinf
Cc: [email protected]
Sent: Monday, November 12, 2012 9:01 AM
Subject: I:(mpb) Richiesta di invio info sui Vaccini

A seguito del precedente inoltro del 21/03/2011 si invia l’unita e-mail di sollecito inviata dal Dr. Vanoli con preghiera di riscontro diretto all’Utente che legge per conoscenza.
Si ringrazia per la cortese collaborazione e si inviano cordiali saluti.

Ministero della Salute
Ufficio generale delle risorse, organizzazione e bilancio
Ufficio X   ex  DGPOB - Ufficio relazioni con il Pubblico e Centro documentazione
Viale Giorgio Ribotta, 5 -00144  ROMA
tel. 06 59942378 - 2758 - fax. 06 59942376 - mpbelmonte

Mia risposta a quest'ultima e.mail:
----- Original Message -----
From: info.mednat
To: Urpminsalute
Sent: Monday, November 12, 2012 12:06 PM
Subject: Re: I:(mpb) Richiesta di invio info sui Vaccini

La ringrazio per l'interessamento.
Speriamo di ottenere risposte ESAUSTIVE per ogni domanda fatta.
perche' sono anni che NON rispondono che lettere evasive...., e da cio' si potrebbe dedurre, come diceva Toto', "a pensar male ci si azzecca".....
Le comunichero' in copia, le loro eventuali risposte, cosi avra' modo di controllare e verificare il loro comportamento e cosa rispondono...

Ricordo che vi e' ....
OBBLIGO dello STATO ITALIANO ad INFORMARE CORRETTAMENTE anche i CITTADINI su FARMACI e VACCINI !
vedi: http://www.overlex.com/leggisentenza.asp?id=1242

saluti e buon lavoro
dr. Jean PaulVanoli - Giornalista investigativo (Albo speciale), specializzato da 40 anni in Sanita' 
Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicina Naturale


Stiamo attendendo la risposta del Ministero della "salute", a questo nuovo invito a rispondere. fino ad oggi NESSUNA risposta...

"Il medico che ha a che fare con gli uomini liberi - diversamente dal medico degli schiavi - deve convincere il suo paziente a sottomettersi alla cura, e ragionare con lui per mezzo di argomenti razionali, cioè persuaderlo, non minacciarlo soltanto"
 By
Platone, filosofo greco - affermazione molto attuale !

Quale consulente del portale web, mednat .org, ho inviato questa mail alla Fnomceo.it, alla Corte Costituzionale Italiana ed altri enti a "tutela" della salute....si ma di quella dei fatturati di Big Pharma....

VACCINI TOSSICI  ...intossicati per legge....il giorno della nascita vitamina K1, a 3 mesi 6 mesi, fino ai 12-16anni...con i vaccini
Chi vaccina compie un atto CRIMINALE perché i tutti i Vaccini che vengono inoculati nella microcircolazione sanguigna attraverso i muscoli, bypassano le normali ma principali difese immunitarie: pelle e mucose.

Inoltre essi contengono tanti metalli tossici, ferro, nichel, cobalto ed altri metalli anche sottoforma di nanoparticelle, ma ancora mercurio (thiomersal), tossina invalidante, pur in dosi minori a prima, ma nei vaccini odierni vi e' soprattutto l' alluminio, che e' presente anche nella Vitamina K1 propinata il giorno della nascita, tutte sostanze altamente tossiche che possono generare danni cerebrali come: autismo, sclerosi, distrofie, cancri, leucemie, malattie rare, mutazioni genetiche trasmissibili alla prole, infiammazioni anche di tipo Asia, ecc., oltre ad altre sostanze cancerogene come la formaldeide o proteine, es. caseina, (proteina del latte). La caseina rappresenta la principale causa di allergia alimentare. Questa forma di allergia è più frequente nei primi anni di vita, che e' proprio il periodo delle vaccinazioni infantili (pediatriche) e tende poi a ridursi con l'età, anche se può talvolta portare anche a gravi forme di shock anafilattico ed è una forma di allergia difficile da controllare anche da adulti, poiché il latte o la caseina stessa, è presente in moltissimi alimenti e soprattutto nei Vaccini.
Anche lo zucchero od il lattosio  possono anch'essi provocare disturbi anche seri, come la intolleranza al lattosio, una intolleranza alimentare che si trascina fin nell'età adulta.

Tutte queste sostanze tossiche vaccinali generano febbri strane, allergie, facili raffreddori, otiti, asma, malattie respiratorie e gastrointestinali, ecc...ed anche la morte nella culla (SIDS), non solo... ma  ivaccini contengono anche sostanze ingegnerizzate in laboratorio (virus = sostanze geneticamente modificate = GM) per scopi occulti alla popolazione ed ai medici impreparati....per ottenere la clonazione di DNA umano....per generare degli automi...facilmente controllabili psichicamente....magari con chip nascosti...

Inoltre.... i vaccini sono propinati anche e soprattutto ai bambini per immunodeprimerli, in modo da creare mantenere ed ampliare il mercato dei malati...per tutta la loro vita...

.. In piu' i vaccini sono irradiati dal Cobalto 60 e questo metallo viene immesso in alcuni vaccini cosiccome tutti gli altri metalli tossici sottoforma ponderale e di nanoparticelle, nei corpicini dei bambini...e può danneggiarli anche quando sono grandi od adulti...

... Insomma vaccinare un bambino e' un atto CRIMINALE gestito da uno "stato", con una sanita' collusa con le case farmaceutiche e con medici vaccinatori in malafede !
Di tutto cio' che affermiamo qui, abbiamo in mano tutte le prove, ricerche, studi pubblicati, scaricati anche dai data base medico-scientifici mondiali US !
Il contenuto di questo testo, e' la sintesi della QUERELA che stiamo presentando in tribunale (2017) contro i dirigenti della in-sanità italiana !

VACCINI con il Cobalto (minerale sintetico)
Il Cobalto 60 è un isotopo radioattivo e instabile del cobalto che decadendo emette radiazioni ionizzanti. I raggi gamma prodotti dalla sorgente di Co-60 penetrano il materiale e deviano gli elettroni dalla loro orbita. Per le applicazioni a scopo di sterilizzazione, questo fenomeno ha un effetto disgregante sul DNA 

STRAGE di BAMBINI con i Vaccini
http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2017/06/02/sud-sudanvaccini-sbagliatistrage-bimbi_a9c6d78e-3eae-4d56-bf86-b8049b642896.html 
 
Denunciata la Lorenzin
https://www.youtube.com/watch?v=kBCsBuGi6kY

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

VACCINI, domande e risposte:
Per visionare la corrispondenza fra dr. Jean Paul Vanoli e l'ISS (Istituto Superiore di Sanita') vedi QUI

Lettera inviata all'ISS
(Istituto Superiore di Sanita') all'attenzione della Presidenza:
[email protected][email protected]

Idem per:
UNICEF (Italia e Svizzera)

CONSIGLIO SUPERIORE della SANITA' - vedi Relazione ENPAPI, sul conflitto di interesse dei vari personaggi della sanita'
Nomine al Consiglio superiore di sanità «scandalose» secondo l'Anaao e con poca «alta specialità» dice il Pd - 11 settembre 2013
Le nomine per il neo-eletto Consiglio superiore di Sanità (VEDI) accende le polemiche.
«Uno scandalo», attacca Costantino Troise, segreatrio nazionale dell'Anaao. «Al di là di curricula scientifici, più o meno validi, colpisce il fatto che un organismo consultivo del ministero della Salute - continua Troise - sia composto in stragrande maggioranza da dipendenti del ministero dell'Università.
Il ministero della Salute diventa così una succursale non solo del ministero dell'Economia, ma anche del Miur. 
Non era quello che speravamo quando abbiamo auspicato la sopravvivenza di un ministro della Salute».

L'Anaao Assomed giudica «scandalosa» la composizione aldilà «di parenti, portaborse, portatori di conflitti di interesse, fedine penali non immacolate, che certo non mancano.
Colpisce anche lo scarso numero di donne e giovani, e la rilevante presenza gerontocratica che mettono in contraddizione il ministro con il suo genere e la sua età. Lascia sconcertati - prosegue Troise - il fatto che i requisiti di "altissima professionalità", su cui il ministro sostiene di essersi basata per le nomine, siano ritenuti appannaggio esclusivo, quasi genetico dell'Università e di quella romana in particolare, e completamente estranei a quel personale del Ssn che pure il ministro dovrebbe difendere e valorizzare per compito istituzionale».
Troise conclude definendo le nomine «uno scandalo al sole, un colpo di mano da basso impero compiuto nel silenzio dei partiti e di quelle Regioni tanto gelose delle loro prerogative nelle nomine quanto indifferenti alla considerazione in cui sono tenute le risorse umane che tengono in piedi i loro servizi sanitari».

E già ieri la scelta dei nomi aveva scaldato l'animo di alcuni parlamentari. 
Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin «riferisca alla Camera sui criteri della nomina» del nuovo Css: Donata Lenzi, capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera, ne contesta i criteri definendo inoltre "inaccettabile" il fatto che figurino "sole tre donne su quaranta componenti".
«La nomina del nuovo Css - sottolinea Lenzi in una nota - corrisponde ad una rappresentanza parziale delle straordinarie capacità del mondo scientifico e medico italiano. Senza entrare nel merito dei singoli nomi, ci sembrano poche tre donne su quaranta componenti del Consiglio.
Come ha detto Letta a Cernobbio, le platee composte prevalentemente da soli uomini non rappresentano il Paese.
Per questo chiediamo al ministro Lorenzin di riferire in commissione Affari sociali sui criteri a cui si è attenuta per la nomina».
Anna Margherita Miotto (Pd), ha invitato inoltre Lorenzin a «non ignorare le migliori esperienze regionali». Il ministro «non sa guardare fuori dal Grande Raccordo Anulare, ma in questa circostanza non prende il Leone d'oro. È stupefacente - commenta Miotto - che nella composizione del Consiglio Superiore di sanità abbia trascurato che sono state appena designate le cinque regioni scelte per l'individuazione dei costi standard, ove c'è una buona sanità, ossia Umbria, Emilia, Lombardia, Veneto, Marche, presenti nel nuovo Css con appena una decina di professionisti».
Come farà, conclude, «a giustificare "altissima professionalità e competenze maturate nelle diverse discipline" se ignora le migliori esperienze che esistono nei sistemi sanitari regionali ?».
«Ci lascia perplessi la scelta operata dal ministro Lorenzin, che lascia intravvedere, al di là della professionalità dei singoli membri, una visione parziale delle capacità dell'intero mondo sanitario del nostro paese», ha detto la senatrice Nerina Dirindin, capogruppo PD in commissione Igiene e Sanità del Senato.
«Le nostre osservazioni - ha sottolineato la senatrice - riguardano la rappresentanza di genere (sole 3 donne su 40 nomine); la forte caratterizzazione universitaria dei suoi componenti (tre quarti dei componenti), con una significativa presenza di centri di secondo livello; la preponderanza della componente ospedaliera e la quasi inesistenza della medicina del territorio; la disattenzione alle professioni sanitarie». 
«Dire che ci aspettavamo altro da un ministro giovane, donna e con una forte caratterizzazione politica é dire poco - ha continuato Dirindin - siamo convinti che sia giunto il tempo di scelte più coraggiose, che guardino al futuro e che riflettano quanto di meglio e più avanzato c'é nel nostro Paese, sia per quanto riguarda la ricerca scientifica che per quanto concerne l'organizzazione sanitaria nel territorio».
Quindi «sarebbe importante sapere, pur riconoscendo al ministro ampia autonomia di nomina, quali criteri abbiano ispirato la sua scelta, sicuri che un confronto più ampio, anche nelle sedi parlamentari, potrà giovare alle scelte future», ha concluso.
Tratto da: sanita.ilsole24ore.com

Leggete anche: EPIDEMIE + Epidemia Colposa  + Dittatura Sanitaria I nuovi Tiranni + Falsificazioni degli Studi Scientifici + Storia dei Movimenti anti-Vaccino + MEDICI, una MINACCIA per la SALUTE +  Terrorismo con i Farmaci + MEDICI IMPREPARATI + Falsita' della Medicina ufficiale + Storia sui Vaccini +  Inquisizione medica + Come gestire il mercato dei Malati +  Industria della Malattia + Pericolo Farmaci + $$$ influenzano studi sulle Ricerche Mediche

vedi anche:
Ministero salute e vari enti informati anche sui danni dei ... Materiali dentali... non rispondono esaustivamente...  oppure non rispondono affatto..

Continua QUI:  Pagina - 1 + Pagina - 3 + Pagina 3b + Pagina 3c + Pagina - 4 + (vedi l'AIFA che finanzia il produttore di vaccini....)

HOME