Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


TEORIA UNIFICATA della FISICA già nel XVIII secolo
 

Ruggero Boscovich (nato il 18/05/1711 a Dubrovnik, Croazia, morto a Milano, Italia, il 13/02/1797) è stato uno scienziato anacronistico della storia della scienza.

Proprio a quel tempo la fisica era influenzata da Newton, ma Boscovich segui in quella tematica, linee ideologiche in opposizione a quelle allora correnti. Egli fu un personaggio molto avanti rispetto alle conoscenze della fisica dell’epoca, tant’è che formulò una teoria unificata della fisica che combinava la scala microscopica con quella macroscopica; quella teoria è simile, a quella moderna chiamata delle “super stringhe”.
La sua teoria è basata sul principio che tutti i fenomeni originano dalle configurazioni spaziali e le relative collocazioni di identiche particelle puntiformi che interagiscono a coppie sotto una legge oscillatoria (vibratoria) che determina le loro relative accelerazioni. Questo principio nella sua teoria riduce le azioni esistenti in natura ad una singola legge, ma la sua teoria non riscuotendo l’interesse dei fisici di successo di allora, perché contraddiceva ciò che loro affermavano ed insegnavano…..fu estromessa ed omessa, da allora, dalla storia della fisica detta impropriamente ortodossa.
Il Boscovich parla di particelle fisiche puntiformi, che lui chiama in latino “Puncta” (la sua teoria è stata scritta in latino). Definendo altre caratteristiche di ciò che oggi possiamo definire come campi di particelle elementari associati ad una lunghezza che appare sotto certi aspetti come minima e chiamata prossimamente “raggio della particella”. Egli diceva: “trattate tutti i raggi finiti come proprietà non di singole entità costituenti, ma delle leggi di interazione fra due corpi”.
Ciò suggerisce che la fisica dovrebbe smettere di associare i raggi con le particelle singole e considerare soltanto le coppie o le serie interagenti; in altre parole, la fisica basata su un “punto perfettamente indivisibile e non esteso” trattato come un persistente centro di interazione quasi materiale, oggi definibile come: in potenza d’essere materia.
Tutti i “Puncta” sono identici; la massa di ogni corpo è semplicemente un numero ovvero la somma dei Puncta che contiene; egli afferma che “questo è solo un numero ordinario che può essere contato, non una quantità dimensionale che deve essere misurata in termini di unità estese, come spazio e tempo”.
Egli sostituiva, con l’eliminazione della massa newtoniana come una quantità primaria, con una base cinematica (oggi diremmo virtuale).
Non solo ma i puncta (particelle puntiformi visuali - ovvero non esistenti) essendo in eterna e potenziale, virtuale vibrazione, quando interagiscono lo fanno a “coppie” (due) bi-puncta avviluppati nel primo insieme materiale, perché nella sua teoria sono solo le coppie di puncta che appaiono come esistenti.
Considerando lo spazio, il tempo, la massa come dimensioni, ogni punto è dunque definito da 5 dimensioni, quindi il bi-puncta ha 10 dimensioni; con soli 2 bi-puncta  si definisce, per esempio una linea che è un oggetto ad una dimensione.
Con questa teoria egli formulava una teoria a 10 dimensioni costruita su oggetti fondamentali  che oggi chiameremmo “stringhe”.
E’ noto che la teoria della relatività di Einstein non si combina con la teoria dei quanti. Sicuramente essa è errata, come giustamente Einstein sosteneva: 
“…la mia opinione è che la teoria dei quanti non sembra in grado di produrre un fondamento utilizzabile per la fisica: ci si trova coinvolti in contraddizioni se si cerca di considerare la descrizione teoria dei quanti come una descrizione completa del sistema fisico individuale o degli eventi”.

Sarebbe una buona idea quella di iniziare a riqualificare questa teoria e darle il lustro e l’onore che merita al fisico R. Boscovich, per aver già nel 1700 potuto formulare una semplice ma omnicomprensiva teoria unitaria.
Ma i moderni fisici, dicono che l’unificazione nella “teoria del tutto” è molto difficile; loro di fatto NON sono in grado di raggiungerla; essi stanno cercando una teoria molto più complicata di quella semplice del Boscovich.
Ma come disse Heisemberg: “perfino per un fisico, la descrizione, in linguaggio semplice, sarà un criterio del grado di comprensione che è stato raggiunto”.
Ed Einstein disse: “molte delle idee fondamentali della scienza sono estremamente semplici e di norma possono essere espresse in un linguaggio comprensibile a chiunque”.
Quindi la semplicità della teoria del Boscovich soddisfa i criteri di questi due scienziati !
Tratto dai lavori di Roger Anderton www.einsteincospiracy.co.uk - [email protected] 

Teoria R3  - Una semplice Teoria dell'UniVerso - PDF - dell'Ing. Alberto Angelo Conti
Buchi neri dell'Universo simili a quelli atomici - vedi PDF studio-ricerca di fisici


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Michio Kaku assicura di avere scoperto la prova scientifica che Dio esiste - 23/03/2014
Uno degli scienziati più rispettati dichiara di aver trovato la prova dell’azione di una forza che ”governa tutto”. Il noto Fisico teorico Michio Kaku ha affermato di aver creato una teoria che potrebbe comprovare l’esistenza di Dio.
L’informazione ha creato molto scalpore nella comunità scientifica perché Kaku è considerato uno degli scienziati più importanti dei nostri tempi , uno dei creatori e degli sviluppatori della  rivoluzionaria teoria delle stringhe ed è quindi molto rispettato in tutto il mondo.
Per raggiungere le sue conclusioni, il fisico ha utilizzato un “semi – radio primitivo di tachioni” (particelle teoriche che sono in grado di ”decollare” la materia dell’UniVerso o il contatto di vuoto con lei, lasciando tutto libero dalle influenze dell’universo intorno a loro), nuova tecnologia creata nel 2005.
Anche se la tecnologia per raggiungere le vere particelle di tachioni è ben lontano dall’essere una realtà, il semi-radio ha alcune proprietà di queste particelle teoriche, che sono in grado di creare l’effetto del reale tachyon in una scala subatomica.
Secondo Michio, viviamo in un ”Matrix”: “Sono arrivato alla conclusione che ci troviamo in un mondo fatto di regole create da un’intelligenza, non molto diverso del suo videogioco preferito, ovviamente, più complesso e impensabile.
Analizzando il comportamento della materia a scala subatomica, colpiti dalle primitive tachioni semi-radio, un piccolo punto nello spazio per la prima volta nella storia, totalmente libero da ogni influenza dell’universo, la materia, la forza o la legge, è percepito il caos assoluto in forma inedita.
“Credetemi, tutto quello che fino a oggi abbiamo chiamato "caso", non avrà alcun significato. Per me è chiaro che siamo in un piano governato da regole create e non determinate dalle possibilità universali, Dio è un gran matematico.”  ha detto lo scienziato.
I cieli narrano la gloria di Dio, e il firmamento mostra la sua opera”. (Salmo 19:01 )
Tratto da: evidenzaliena

Video in spagnolo dello scienziato:
 

L'UniVerso e' un desiderio Spirituale che diviene un sogno (Progetto di Vita), creando un suono coerente informato, omnipresente nell'Infinita' che fa emanare dal Vuotoquantomeccanico l'in-form-azione/energia (cio' che si sta formando/con il movimento, la vibrazione), prodotta dal sogno stesso, che per mezzo della Cimatica muove, fa vibrare l'energia informata, emettendo suoni armoniosi e coerenti di informazione, e creando, come un'orchestra, ed in contemporanea, i vari livelli della Mater-Ia cosi informata - La salute e/o la malattia sono solamente la coerenza o l'incoerenza di questo immutabile processo.
 

vedi: Teoria del Tutto + Cosmologia, Cosmogonia Il Big Bang NON esiste  + Il tachione di Dio + Scienza razionale - 3