Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


AUTISMO - 1

(malattia da Vaccino, al 99%) = malattie neurologiche ed autoimmuni
....come danno dei Vaccini anche sul metabolismo cellulare
 

AUTISMO soprattutto dai VACCINI - Continua QUI: Bibliografia = Référes - 2 + Référes - 3

Definizione della Sindrome autistica: l'Autismo non è una malattia, ma una sindrome, cioè un'insieme di sintomi !

Sindrome = La parola deriva dal greco antico συνδρομή, traducibile "[sintomi] che concorrono insieme"
...infatti vi sono moltissime variabili di questi sintomi=sindrome, nella valutazione di ciò che impropriamente si chiama autismo, che è una Malattia (ammalamento del tessuto neurologico) dovuta a problemi della microcircolazione sanguigna nel tessuto cerebrale e/o demielinizzazione dei nervi, più o meno intensa, alle volte dipendente anche da uno stato infiammatorio (ASIA) del tessuto stesso. 
Più precisamente, data la varietà di sintomatologie e la complessità nel fornirne una definizione clinica coerente e unitaria, è recentemente invalso l'uso di parlare più correttamente di Disturbi dello Spettro Autistico (DSA o, in inglese, ASD, Autistic Spectrum Disorders), comprendendo tutta una serie di patologie o sindromi aventi come denominatore comune le suddette caratteristiche comportamentali, sebbene a vari gradi o livelli di intensità.

AUTISMO: NON è un problema Genetico ! - le conferme da studio pubblicato:
- http://www.lescienze.it/news/2015/01/27/news/nuovo_modello_genetica_autismo-2458494/

- http://telegra.ph/Vaccino-esavalente-Infanrix-Hexa-casi-di-autismo-insorti-durante-trial-clinici-03-21
- https://autismovaccini.org/2016/05/09/i-vaccini-causano-lautismo-si-lo-affermano-glaxosmithkline-e-eudravigilance/
-
http://www.renovatio21.com/autismo-e-vaccini-alla-cnn-scappa-una-mezza-verita/
- http://autoimmunityreactions.org/2018/10/28/encefalopatia-autoimmune-da-vaccini/
Paul Thomas, nuove scoperte su Autismo dai Vaccini - PDF

I CDC non possono più dire che i Vaccini NON causano autismo, per mancanza di studi. 
https://documentcloud.adobe.com/link/track?uri=urn%3Aaaid%3Ascds%3AUS%3A4c22fa5c-b476-4e96-8c90-5e6b917eb7b2

VACCINI CANCEROGENI
La FOOD and DRUG ADMINISTRATION (FDA) degli STATI UNITI ha PUBBLICATO I RISULTATI di una INDAGINE  APERTA, che ha  SCOPERTO che la MATERIA CELLULARE UTILIZZATA nella  PRODUZIONE di MOLTI VACCINI per l’INFANZIA È SPESSO CONTAMINATA da GRAVI SOSTANZE che CAUSANO MALATTIE.
Condotto da Arifa S. Khan, PhD, lo studio ha esaminato i vaccini a base virale come vaccini antinfluenzali stagionali ottenuti da cellule viventi o substrati cellulari replicabili. 
A quanto pare, queste cellule in continua crescita sono spesso contaminate da frammenti virali nascosti di natura tumorigenica, il che significa che hanno il potenziale per causare il cancro.
Traduzione a cura di: Vivereinmodonaturale.com
https://disquisendo.wordpress.com/2020/01/06/2-2/?fbclid=IwAR09aJW5MFrk1TSZXrANMQU77oQC4JieT8dv9vWTBfgu_H4WlOzK0hCExvQ


30 studi medico scientifici, mostrano un legame tra Vaccini ed Autismo
, confutando il mito che non esistono documenti di ricerca ufficiali, a sostegno di ciò che i medici alternativi dicono da anni. 
Fonte:
 http://www.trueactivist.com/30-solid-scientific-studies-that-prove-vaccines-are-linked-with-autism/
Tratto da:
https://www.vivereinmodonaturale.com/2018/04/30-studi-scientifici-solidi-che.html?m=1

Vedi anche: Biblio_scientifica/Biblio_scientifica_indice.htm (oltre 2600 studi che dimostrano i Danni dei Vaccini)

INFIAMMAZIONE (ASIA) ed AUTISMO
Un recente studio condotto presso il "Tufts University Medical Center" di Boston, nel Massachusetts, ha concluso che "l'infiammazione può essere il principale motore dell'autismo". Come riportato negli Atti della "National Academy of Sciences", i ricercatori hanno confrontato il cervello di 16 maschi deceduti, bambini caucasici di età compresa tra i tre e i 14 anni. Otto dei bambini avevano un disturbo dello spettro autistico (ASD) e otto no. Lo studio ha stabilito che i bambini con ASD avevano tutti livelli aumentati di Interleuchina-18 (IL-18), una proteina nota per innescare una risposta infiammatoria grave.

Le aree del cervello maggiormente colpite erano l'amigdala, responsabile dell'elaborazione di emozioni come paura, rabbia e piacere; e la corteccia prefrontale dorsolaterale, che svolge un ruolo in una serie di funzioni cognitive del cervello tra cui il mantenimento della memoria, attenzione, modifica del comportamento e valutazione dei premi. Il danno a quest'area del cervello può provocare deficit nella cognizione sociale, controllo degli impulsi e integrazione multisensoriale...
https://thevaccinereaction.org/2019/10/scientists-find-chronic-brain-inflammation-in-children-with-autism/   

Alterazioni del micro bioma in autismo e sono i vaccini che lo alterano....
https://www.autism.org/behavior-gi-distress-autism/


Microbioma e danni dei Vaccini - PDF (spiegazione dei meccanismi)

Impatto dei fattori ambientali (Vaccini ed adiuvanti-contaminanti) sulla prevalenza del disturbo autistico dopo il 1979
By Theresa A. Deisher* Ngoc V. Doan Angelica Omaiye Omaiye Kumiko Koyama Sarah Bwabye
Articolo numero di articolo - C9815121247042 Vol.6(9), pp. 271-286, settembre 2014 https://doi.org/10.5897/JPHE2014.0649
Ricevuto: 13 maggio 2014 Accettato: 09 luglio 2014 Pubblicato: 01 settembre 2014
Studio completo in PDF QUI

ESTRATTO

Lo scopo di questo studio è stato quello di investigare un fattore ambientale, contaminanti fetali e retrovirali nei vaccini pediatrici precedentemente trascurati e universalmente introdotti, assenti prima del cambiamento dei punti (CP) nella prevalenza del disturbo autistico (AD) con conseguente evidenza dose-effetto e noti meccanismi patologici d'azione. 
Per la progettazione di questo studio è stato utilizzato uno studio di coorte basato sulla popolazione mondiale. Sono state utilizzate le impostazioni di Stati Uniti, Australia occidentale, Regno Unito e Danimarca. Tutti i neonati nati vivi che in seguito svilupparono il disturbo autistico, consegnati dopo il 1 gennaio 1970, le cui informazioni sulla vaccinazione e la diagnosi del disturbo autistico sono pubblicamente disponibili in database gestiti dal governo federale degli Stati Uniti, dall'Australia occidentale, dal Regno Unito e dalla Danimarca. I nati vivi, raggruppati per età del padre, provenivano dagli Stati Uniti e dall'Australia.
I bambini vaccinati con i vaccini MMRII, Varicella e Hepatitis A variavano dai 19 ai 35 mesi di età al momento della vaccinazione. I punti di cambio dell'anno di nascita del disturbo autistico sono stati identificati come 1980.9, 1988.4 e 1996 per gli Stati Uniti, 1987 per il Regno Unito, 1990.4 per l'Australia occidentale e 1987.5 per la Danimarca.
I punti di cambiamento in questi paesi corrispondevano all'introduzione o all'aumento delle dosi di vaccini prodotti in linea di cellule fetali umane, mentre non è stata trovata alcuna relazione tra le revisioni del Manuale Diagnostico e Statistico (DSM) e la diagnosi di disordine autistico. Inoltre, la regressione lineare ha rivelato che la copertura vaccinale della varicella e dell'epatite A era significativamente correlata ai casi di disturbo autistico.

Il software R è stato utilizzato per calcolare i punti di cambiamento. Gli anni di cambiamento del disturbo autistico coincidono con l'introduzione di vaccini prodotti utilizzando linee cellulari fetali umane, contenenti contaminanti fetali e retrovirali, nei regimi di vaccinazione infantile.
Questo modello è stato ripetuto negli Stati Uniti, Regno Unito, Australia occidentale e Danimarca.
Quindi, l'aumento della prevalenza del disturbo autistico è DIRETTAMENTE correlato ai VACCINI prodotti utilizzando cellule fetali umane. L'aumento dell'età paterna e le revisioni del DSM non erano correlate all'aumento della prevalenza del disturbo autistico.

AUTISMO ed alterazioni del MICROBIOMA
Gli antibiotici, cosi come i Vaccini e la vitaminaK1 (sintetica) e la Tachipirina, alterano in modo significativo il microbiota intestinale protettivo, creando un ambiente favorevole alla mutazione del batteri endogeni (vedi poliformismo) e la proliferazione di quelli mutati opportunisti. Una percentuale significativa di individui con autismo ha una storia di ampio uso di antibiotici. Il Clostridium tetani è un bacillo anaerobico che si e’ mutato e  produce una potente neurotossina.
vedi anche: https://m.vk.com/@davide_suraci-autismo-e-clostridium-tetani-tetano


Autismo e vaccinazione trivalente, la correlazione esiste.
Il dr. David Baskin, professore di neurochirurgia, non può smentire i dati emersi dagli studi del dr. Wakefield sull'autismo regressivo dopo vaccinazione trivalente. Alcuni sottogruppi di bambini "normali" possono essere diventati autistici dopo il trivalente. Egli stesso lo afferma in questa deposizione. 
Fonte: https://www.c-span.org/video/?174176-1/childhood-vaccines-autism


Vaccino per Influenza ed autismo
Autismo causato dai vaccini: il Governo Americano (US) ammette correlazione
https://autismovaccini.org/2011/04/23/autismo-causato-dai-vaccini-il-governo-americano-ammette-correlazione/?fbclid=IwAR0ukrcyDiV_Q5uI_M3sirpEiPswGL-gtu7RipFmttEx9ldYMa5R2_Hyc5E
http://fullmeasure.news/news/cover-story/the-vaccination-debate (US - video e dibattito)
https://it-it.facebook.com/notes/davide-suraci/lautismo-sta-mietendo-vittime-nelle-scuole-usa-e-uk/2390938407584364/

"...Questo lavoro rivela per la prima volta che la vaccinazione HBV (Epatite B) precoce induce compromissioni nel comportamento e nella neurogenesi dell'ippocampo e fornisce dati innovativi a sostegno della sospetta associazione potenziale di HBV (Hep B) con alcuni disturbi neurologici come l'autismo e la sclerosi multipla..."
http://autoimmunityreactions.org/2018/10/26/vaccino-hep-b-sviluppo-cognitivo/
https://pdfs.semanticscholar.org/017e/e963cc97d7ff13014b4bbd73351bfd0bc7f0.pdf?fbclid=IwAR32OJlKrco127FgA9iz-4Wc2st2_q3KfBqqM4dhuo5yJKZwp7dpvoOrgGA

Vaccini Causano l'Autismo, lo confermano sia gli enti sanitari che il produttore di vaccini !
https://autismovaccini.org/2016/05/09/i-vaccini-causano-lautismo-si-lo-affermano-glaxosmithkline-e-eudravigilance/?fbclid=IwAR3BkY3jmLsnVKDnTd-2a2dqj3PkWK5T3i86oUaTgRYsLbdDzBt-Hle9c3U

Plausibilità biologica dell'asse intestino-cervello nell'autismo

"Biological plausibility of the gut–brain axis in autism" - By Alex Vasquez (Biotics Research Corporation, Research and Development, Rosenberg, Texas) - ANNALS OF THE NEW YORK ACADEMY OF SCIENCES – In questa rassegna del 2017, vengono analizzate le anomalie organiche con conseguenze neuroinfiammatorie e psichiatriche, che coinvolgono livelli anormali di chinurenina e del metabolismo delle purine, squilibri dei neurotrasmettitori e delle citochine nonché livelli alterati di nutrienti e metaboliti osservati nell'autismo e in molte di queste anomalie provengono dall'intestino, in particolare l'aumento della permeabilità intestinale, microbica dei metaboliti e livelli sierici elevati di endotossina.
Versione integrale con la bibliografia originale: https://tinyurl.com/y6tnoppl

Macrofagie Myofasciti nei bambini è una reazione alla Vaccinazione; essa e’ una Miopatia infiammatoria associata a malattie infiammatorie, reazione da vaccinazione.
Estratto: La miofasciite macrofagica è una nuova, "miopatia infiammatoria", descritta dopo una varietà di vaccinazioni, quasi esclusivamente in adulti. Abbiamo esaminato la rilevanza dei risultati istologici di questa miopatia alla presentazione clinica in pazienti pediatrici.
Biopsie muscolari da 8 bambini (da 7 mesi a 6 anni) con caratteristiche istologiche della miofagiasi macrofagica sono stati rivisti e correlato con le manifestazioni cliniche. I pazienti sono stati sottoposti a quadricipite biopsia muscolare per sospetta malattia mitocondriale (4 pazienti), atrofia muscolare spinale (2 pazienti), mioglobinuria (1 paziente), e ipotonia con ritardo motorio (1 paziente).
Tutte le biopsie hanno mostrato granulomi identici composti da macrofagi periodici acido-Schiff-positivi e CD68-positivi.
Caratteristici cristalli di idrossido di alluminio sono stati identificati da microscopia elettronica in 2 casi. La biopsia ha stabilito diagnosi oltre alla miofasciite macrofagica in 5 pazienti:
- atrofia muscolare spinale (2), distrofia muscolare di Duchenne (1), carenza di fosfoglicerato chinasi (1) e citocromo c deficit di ossidasi (1). Tre bambini con manifestazioni  e / o una storia familiare di malattia mitocondriale aveva altrimenti muscolo morfologicamente normale. Tutti i bambini avevano vaccinazioni di routine tra i 2 mesi e 1 anno prima della biopsia, con un massimo di a 11 iniezioni intramuscolari, compresi i siti di biopsia. Lì non era alcuna correlazione tra i risultati istologici di macrofagica miofasciite nelle biopsie e i sintomi clinici. Noi crediamo che la miofagiacitis macrofagica rappresenta un istologico localizzato segno distintivo della precedente vaccinazione con l'idrossido di alluminio coadiuvanti contenuti nei vaccini, piuttosto che in un primario o malattia infiammatoria distinta dei muscoli.

Studio, PDF:
Macrophagic-Myofasciitis-in-Children_Is-a-Localized_Reaction-to-Vaccination
-
Disfunzioni dello sviluppo PDF
Vedi anche: Biblio_scientifica/Biblio_scientifica_indice.htm

Brain region-specific glutathione redox imbalance in autism
.
Cervello: specifica regione e squilibrio redox del glutatione  nell'autismo.
By Chauhan A, et al. Neurochem Res. 2012. -
Show full citation

Estratto
L'autismo è un disordine neurosviluppo eterogeneo, definito comportamentalmente.
Recentemente, abbiamo riportato un aumento della perossidazione lipidica e deficit nei complessi mitocondriali della catena di trasporto di elettroni nell'autismo, suggerendo il ruolo dello stress ossidativo e della disfunzione mitocondriale nella fisiopatologia dell'autismo.
Tuttavia, lo stato antiossidante del cervello non è noto nell'autismo. Il glutatione è un importante antiossidante endogeno che svolge un ruolo cruciale nella protezione delle cellule dalle tossine esogene ed endogene, in particolare nel sistema nervoso centrale.
Il presente studio esamina le concentrazioni di glutatione (GSH, forma ridotta; e GSSG, forma ossidata) e il rapporto redox tra GSH e GSSG (marcatore di stress ossidativo) in diverse regioni del cervello di soggetti autistici e soggetti di controllo in base all'età. Nel cervelletto e nella corteccia temporale di soggetti con autismo, i livelli di GSH sono diminuiti significativamente del 34.2 e 44.6 %, con un concomitante aumento dei livelli di GSSG rispettivamente del 38.2 e 45.5 %, rispetto al gruppo di controllo. C'è stata anche una significativa diminuzione dei livelli di GSH totale (tGSH) del 32,9% nel cervelletto, e del 43,1% nella corteccia temporale dei soggetti con autismo.
 Al contrario, non ci sono stati cambiamenti significativi nei livelli di GSH, GSSG e tGSH nella corteccia frontale, parietale e occipitale nell'autismo rispetto al gruppo di controllo. Il rapporto redox di GSH a GSSG è stato significativamente diminuito del 52,8% nel cervelletto e del 60,8% nella corteccia temporale di soggetti con autismo, suggerendo uno squilibrio redox glutatione nel cervello di individui con autismo. Questi risultati indicano che l'autismo è associato a deficit nella difesa antiossidante del glutatione nelle regioni selettive del cervello. Suggeriamo che i disturbi dell'omeostasi del glutatione cerebrale possono contribuire allo stress ossidativo, alla disfunzione immunitaria e all'apoptosi, in particolare nel cervelletto e nel lobo temporale, e possono portare ad anomalie dello sviluppo neurologico nell'autismo.
PMID 22528835 [Indexed for MEDLINE]  - Full text at journal site

Infiammazione cerebrale focale e autismo - Focal brain inflammation and autism
Published online 2013 Apr 9. doi: 10.1186/1742-2094-10-46 PMCID: PMC3626551 - PMID: 23570274

By
Theoharis C Theoharides,1,3,4,5 Shahrzad Asadi,1,2 and Arti B Patel1,6
- 1Molecular Immunopharmacology and Drug Discovery Laboratory, Department of Molecular Physiology and Pharmacology, Tufts University School of Medicine, Suite J304, 136 Harrison Avenue, Boston, MA 02111, USA
- 3Department of Biochemistry, Tufts University School of Medicine, Boston, MA, USA
- 4Department of Internal Medicine, Tufts University School of Medicine and Tufts Medical Center, Boston, MA, USA
- 5Department of Psychiatry, Tufts University School of Medicine and Tufts Medical Center, Boston, MA, USA
Shahrzad Asadi
- 1Molecular Immunopharmacology and Drug Discovery Laboratory, Department of Molecular Physiology and Pharmacology, Tufts University School of Medicine, Suite J304, 136 Harrison Avenue, Boston, MA 02111, USA
- 2Department of Pharmacy, Tufts Medical Center, Boston, MA 02111, USA
Arti B Patel
- 1Molecular Immunopharmacology and Drug Discovery Laboratory, Department of Molecular Physiology and Pharmacology, Tufts University School of Medicine, Suite J304, 136 Harrison Avenue, Boston, MA 02111, USA
- 6Graduate Program in Biochemistry, Sackler School of Graduate Biomedical Sciences, Tufts University, Boston, MA, USA
Corresponding author.
Theoharis C Theoharides:
[email protected]; Shahrzad Asadi: [email protected]; Arti B Patel: [email protected]
Received 2013 Jan 22; Accepted 2013 Mar 15.
This article has been cited by other articles in PMC. - Go to:

Estratto
L'aumento delle prove indica che l'infiammazione del cervello è coinvolta nella patogenesi delle malattie neuropsichiatriche.
I disturbi dello spettro autistico (ASD) sono caratterizzati da disabilità sociali e di apprendimento che colpiscono fino a 1/80 bambini negli Stati Uniti. Non esiste ancora una patogenesi definitiva o biomarcatori affidabili per l'ASD, riducendo così significativamente lo sviluppo di terapie efficaci. Molti bambini con ASD regrediscono all'età di circa 3 anni, spesso dopo un evento specifico come reazione a vaccinazione, infezione, stress o trauma che implica alcuni fattori scatenanti epigenetici e possono costituire un fenotipo distinto.
I bambini con ASD rispondono sproporzionatamente allo stress e sono anche influenzati da allergie alimentari e cutanee.
L'ormone rilasciante corticotropina (CRH) viene secreto sotto stress e insieme alla neurotensina (NT) stimola i mastociti e la microglia causando infiammazione e neurotossicità focali del cervello.
NT è significativamente aumentato nel siero di bambini con ASD insieme al DNA mitocondriale (mtDNA). NT stimola la secrezione dei mastociti del mtDNA che viene interpretata erroneamente come un agente patogeno innato che innesca una risposta autoinfiammatoria.
La mutazione genica della fosfatasi e della tenina (PTEN), associata al più alto rischio di ASD, che porta alla segnalazione iper-attiva dei mammiferi della rapamicina (mTOR) che è cruciale per l'omeostasi cellulare. CRH, NT e fattori scatenanti ambientali potrebbero iperstimolare l'mTOR già attivato, così come stimolare l'attivazione e la proliferazione di mastociti e microglia. La luteolina flavonoide naturale inibisce mTOR, mastociti e microglia e potrebbe avere un beneficio significativo nell'ASD.


LOBOTOMIA con i Vaccini - Alex Jones di Infowars, uno dei più importanti siti web di media alternativi degli USA, ha realizzato un video sulla minaccia di una nuova generazione di vaccini che mette in evidenza il manifesto  della giornalista Jane Burgermeister come una delle piu’ importanti notizie giornalistiche sulle vaccinazioni di massa
…per generare una sottospecie di uomini robot….
vedi: http://ilsole24h.blogspot.com/2010/08/alex-jones-di-infowars-mostra-il.html
Sole Attivo: http://ilsole24h.blogspot.com/  +  Danni dei Vaccini

ANNALS OF THE NEW YORK ACADEMY OF SCIENCES
In questa rassegna del 2017, "Biological plausibility of the gut–brain axis in autism" di Alex Vasquez (Biotics Research Corporation, Research and Development, Rosenberg, Texas)  le anomalie organiche con conseguenze neuroinfiammatorie e psichiatriche, che coinvolgono livelli anormali di chinurenina e del metabolismo delle purine, squilibri dei neurotrasmettitori e delle citochine, nonché livelli alterati di nutrienti e metaboliti osservati nell'autismo e in molte di queste anomalie (in particolare l'aumento della permeabilità intestinale, microbica dei metaboliti e livelli sierici elevati di endotossina) provengono dall'intestino.

Qui il lavoro in versione integrale con la bibliografia originale: https://tinyurl.com/y6tnoppl

Commento NdR: questi sono infatti i Gravi Danni dei Vaccini, che da decenni si conoscono ma vengono dagli enti ufficiali servi di Big Pharma, nascosti ai medici ed alla popolazione

Vaccini ed Autismo = Bibliografie che comprovano il nesso/link !
Altra Bibliografia,157 studi scientifici, che confermano il nesso Vaccini= Autismo !
https://www.scribd.com/doc/220807175/157-Research-Papers-Supporting-the-Vaccine-Autism-Link

Come ? cosi:
L'AUTISMO (disturbo del neuro sviluppo) e non solo questo sintomo....dopo SM, Parkinson e Alzheimer è il nuovo sogno, fiore all'occhiello foraggiato dall'èlite di BIG PHARMA, per marchiare le nuove generazioni che devono piegarsi all'obbedienza del "pensiero unico" per ottenere l'automa Uomo.
La verità è che il forzoso e coatto obbligo di vaccinazione, aumenterà esponenzialmente il deficit da autismo, perché l'attuale iter vaccinale sperimentale, funziona in questo modo: "crei la malattia, e con essa vengono avviati diversi gruppi di ricerca, deputati a individuare i danni e le aree del cervello interessate.  Gli studi regolarmente registrati nelle cartelle cliniche mediche ospedaliere, vengono consegnati al Ministero della Salute, quest'ultimo le archivia e ne rilascia una copia ai laboratori internazionali per la ricerca in chimica farmaceutica, di proprieta' di Big Pharma....
Quando lo sviluppo del quadro patologico è completo sulla base di una statistica reale nota solo agli organismi prescritti, si procede a perfezionare il farmaco, sia generico che vaccinale, su campioni biologici in vitro presso i laboratori di ingegneria molecolare e biogenetica, che isolano il gene mutante riprogettato in modo tale che il danno genetico sia possibilmente circoscritto alla sola area del cervello interessata, escludendo se possibile tutte le altre menomazioni collaterali, come la difficoltà di coordinazione articolare, deambulatoriale, l'istinto di autolesionismo e molti altri per singolo caso".
Ecco la conclusione di approfondimenti e studi il cui “nocciolo” è il seguente: qualsiasi adiuvante, (es. Al = Alluminio) in particolare, stimola la "degranulazione" dei mastociti, con conseguente rilascio di triptase ed istamina in primis. Ciò comporta l'innesco di una reazione auto-infiammatoria auto-immune.
Il mastocita è uno dei protagonisti più importanti della risposta immunitaria e infiammatoria.
Al suo interno ci sono centinaia di vescicole che, a propria volta, contengono svariate sostanze.
Quando il mastocita è chiamato a operare per fronteggiare un danno tissutale (per esempio da infezione o da trauma anche vaccinale = iniezione nei tessuti), queste vescicole si “degranulano”, rilasciano le loro sostanze e in tal modo proteggono e curano il tessuto circostante, favorendone la guarigione.
I segni di questa azione sono il rossore, il gonfiore, il calore, il dolore e la lesione funzionale, che nel loro insieme caratterizzano il processo biochimico noto come “infiammazione”.
Un processo previsto dalla genetica e che, se limitato nel tempo e nella dislocazione, è appunto benefico per l’organismo. Se però il mastocita si iperattiva, le quantità rilasciate sono molto superiori al normale e finiscono per essere dannose: l’infiammazione e il dolore, da acuti, divengono cronici, e possono causare tutta una serie di patologie, fra cui numerose malattie a carico dell’apparato uroginecologico e il cosiddetto “dolore pelvico cronico”.
Quindi i mastociti intervengono nella genesi delle reazioni allergiche, di ipersensibilità e anafilattiche (shock anafilattico).
Vengono oggi considerati gli attivatori della flogosi acuta. Quando i mastociti vengono attivati rapidamente secernono il contenuto dei granuli (degranulazione) e in più altre sostanze, quali l'ossido di azoto (NO), un altro vasodilatatore, i leucotrieni, che inducono la contrazione della muscolatura liscia, intervenendo ad esempio nella broncocostrizione, cioè nella crisi asmatica. Inoltre i mastociti liberano anche interleuchine e altre sostanze chemiotattiche.
Quali sono le sostanze liberate dal mastocita ?
Quali sono, in particolare, le conseguenze di un eccesso di Nerve Growth Factor in prossimità di fibre nervose del dolore ?
Quali fattori provocano normalmente la degranulazione del mastocita ?
In quali patologie di interesse ginecologico è coinvolta l’iperattivazione del mastocita ?
- le principali sostanze liberate dal mastocita: i mediatori dell’infiammazione (bradichinina, fattori vasoattivi, istamina, sostanza P, serotonina), e sostanze neurotrofiche come il fattore di crescita dei nervi (Nerve Growth Factor, NGF);
- che cosa accade quando il NGF investe le fibre del dolore: moltiplicazione delle terminazioni nervose e loro superficializzazione, con conseguente ipersensibilità agli stimoli dolorosi (iperalgesia) e percezione urente delle sensazioni tattili (allodinia);
- il progressivo viraggio del dolore da “nocicettivo” a “neuropatico”;
- come la degranulazione possa essere innescata da fattori infettivi, meccanici (fra cui la penetrazione in condizioni di scarsa lubrificazione e/o di contrattura dei muscoli perivaginali), fisici, chimici, ormonali e neurogeni (come lo stress prolungato);
- le patologie uroginecologiche maggiormente interessate dall’iperattivazione del mastocita, e contraddistinte dal dolore pelvico cronico: endometriosi; malattia infiammatoria pelvica; vestibolite vulvare e vulvodinia; sindrome della vescica dolorosa (sino alla temibile cistite interstiziale); sindrome del colon irritabile.
Degranulazione dei mastociti
Una volta che i mastociti sono già stati sensibilizzati contro un antigene, sulla loro superficie rimangono, legate ai recettori, le IgE specifiche per quell'antigene, in questo modo quando si verifica una seconda esposizione allo stesso antigene il riconoscimento è immediato ed avviene la veloce ed efficace degranulazione (svuotamento dei granuli citoplasmatici con fuoriuscita dal corpo cellulare di mediatori chimici quali istamina e serotonina). È sufficiente che due IgE contigue contraggano il legame con l'antigene per scaturire la risposta biologica dei mastociti.
Vi sono due tipi possibili di degranulazione:
- degranulazione asincrona: è una veloce esocitosi dei granuli, la reazione dei mastociti è però contenuta e confinata in un ambito locale;
- degranulazione anafilattica: in situazioni patologiche la reazione dei mastociti si estende fino a diventare generalizzata, causando lo shock anafilattico, in questo caso la degranulazione è esplosiva, tutte le vescicole si fondono tra loro e il loro contenuto è violentemente espulso al di fuori della cellula.

Ebbene, con i vaccini a DNA ingegnerizzato, raggiungono l'obbiettivo principe, ovvia la degranulazione, che avverrà perché sarà impartito l'ordine dal NOSTRO stesso DNA.
Il protrarsi della degranulazione dei mastociti IMPLICA un'alterazione del mtDNA, ossia del nostro DNA mitocondriale.

vedi: Stimulated Human Mast Cells Secrete Mitochondrial Components That Have Autocrine and Paracrine Inflammatory Actions… 
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3524249/


La "mutazione della proteina del cervello" di un bambino con autismo provoca nei topi un cambiamento comportamentale simile all'autismo: Questo è un potenziale meccanismo alla base - almeno in un sottoinsieme di pazienti - per i comportamenti alterati osservati nell'autismo - ScienceDaily:
https://www.sciencedaily.com/releases/2019/07/190723182249.htm

Commento NdR: cosa muta il funzionamento delle cellule deputate alla produzione e specializzazione delle proteine ?
Sopratutto i Vaccini, (anche Vitamina K1 iniettata), con il loro contenuto TOSSICO !

Autismo, autoimmune ?
I neuroscienziati di Harvard confermano che l'autismo è una malattia autoimmune.
Domanda successiva: che cosa sta innescando l'inizio di un disordine della risposta immunitaria e l'autoimmunità in bambini precedentemente sani ?
“... Esaminando il cervello post-mortem dei pazienti con ASD, i ricercatori scoprono un accumulo di cellule immunitarie che circondano i vasi sanguigni nel cervello.  Hanno anche trovato delle particelle che si accumulavano attorno ai vasi sanguigni che contenevano detriti di astrociti. 
I risultati suggeriscono che l'autismo può essere un disturbo autoimmune ... "
Tratto da:
https://neurosciencenews.com/immune-cells-autism-15086/?fbclid=IwAR1Mca27I3CuFZxeG277l2gXZVvnXtkyzrkv0gNMeHpERsXjTvJH1jXA154

Commento NdR: ma cosa causerebbe la malattia autoimmune, che poi secondo loro scatenerebbe l’autismo ? NON lo sanno, ne’ lo ricercano…..la causa per le malattie autoimmuni e per l’autismo diretto, sono la Vitamina sintetica K1 iniettata, ed i successivi VACCINI !
….ecco le vere cause di queste malattie nei bambini / ragazzi !

FINALMENTE.....la FDA conferma che i Vaccini possono produrre l' Autismo
http://www.getcancercure.com/fda-announce-that-dtap-vaccine-causes-autism/
 


ITALY

Più di 50.000 bambini soffrono oggi di autismo ed i pediatri stimano oltre 40.000 nuovi casi all'anno.
La malattia, che e' una sindrome, era conosciuta già nel 1943, quando fu identificata e diagnosticata su undici bambini nati nei mesi successivi all'introduzione del thimerosal nei vaccini infantili nel 1931.

Documenti interni rivelano che Eli Lilly, che per primo sviluppò il thimerosal, sapeva fin dall'inizio che il prodotto poteva causare danni (e anche la morte) sia in animali sia in esseri umani.
Nel 1930, l'azienda testò il thimerosal, inoculandolo in ventidue pazienti con meningite allo stadio terminale, tutti morti a settimane dalle iniezioni - un fatto che Lilly non riportò nel suo studio, dichiarando sicuro il thimerosal.
Nel 1935, i ricercatori di un'altra compagnia per la realizzazione di vaccini, la Pittman-Moore, avvertivano Lilly che le sue affermazioni circa la sicurezza del thimerosal "non collimavano con la nostra".
Metà dei cani a cui la Pittman aveva iniettato vaccini basati sul thimerosal si ammalarono, conducendo i ricercatori a dichiarare che il conservante "è insoddisfacente come siero messo a punto per l'uso sui cani".

Quattro anni dopo, gli studi di Lilly lo portarono a comprendere che il thimerosal era "tossico per i tessuti cellulari" in concentrazioni anche inferiori a una parte su un milione, cioè 100 volte meno rispetto ad una concentrazione di un vaccino standard. Nonostante questo, le aziende continuarono a dichiarare il thimerosal come "atossico", inserendolo anzi nei disinfettanti topici.

Nel 1977, dieci bambini morirono all'ospedale di Toronto, quando un antisettico contenente thimerosal fu applicato sul loro cordone ombelicale.

Il giornalista Dan Olmsted dell'U.P.I. intraprese da solo uno degli studi più importanti e, cercando bambini che non fossero stati esposti al mercurio vaccinale (il tipo di popolazione che gli scienziati normalmente usano come "controllo" durante gli esperimenti). Olmsted incontrò gli Amish della contea di Lancaster in Pennsylvania, i quali rifiutavano di vaccinare i propri neonati.

Partendo dal dato nazionale sull'autismo, Olmsted calcolò che avrebbero dovuto trovarsi 130 autistici fra loro. Ne trovò soltanto quattro: uno era stato esposto ad alti livelli di mercurio da una centrale elettrica, gli altri tre, incluso un bambino adottato proveniente dall'esterno della comunità, avevano ricevuto le vaccinazioni.

 

Analogamente allarmante è che il governo continua a trasferire vaccini conservati con thimerosal verso i paesi in via di sviluppo, alcuni dei quali stanno sperimentando adesso un'improvvisa esplosione dei casi di autismo. In Cina, dove la malattia era praticamente sconosciuta prima dell'introduzione del thimerosal per opera delle compagnie farmaceutiche americane nel 1999, gli ultimi rapporti indicano che ora ci sono 1.800.000 autistici.

"Il C.D.C. è colpevole di incompetenza e grosse negligenze" afferma Mark Balaxill, vicepresidente di Safe Minds, un’organizzazione no-profit che si occupa del ruolo del mercurio nei medicinali. "Il danno causato dall'esposizione ai vaccini è enorme.

E' maggiore dell'amianto, maggiore del tabacco, più grande di qualsiasi cosa abbiamo mai visto".

Articolo completo:

 https://tuttouno.blogspot.com/2009/01/vaccini-killer.html?fbclid=IwAR3Am7yUPSi4Z-LURcL6XX1321IsNLEdEzAB9StmPur471JTID5FTG-EicQ&m=1

Commento NdR: il Timerosal e' ancora presente nei vaccini, ma in quantita' minori rispetto ai termini di legge consentiti, assieme all'alluminio....- vedi Contenuto dei vaccini

Mortalità e sopravvivenza dopo morbillo e dopo vaccinazioni
- https://www.dropbox.com/s/c52cwiu8l2tpwa2/Demicheli-e-Jefferson-prima-e-dopo-la-cura.pdf?dl=0
- https://www.dropbox.com/s/72dvpwrxgup8ax0/Sopravvivenza-e-mortalit%C3%A0-per-morbillo-e-vaccinazioni.pdf?dl=0

- https://telegra.ph/STUDIO-DEL-CDC-Morte-da-virus-da-vaccino-contro-il-morbillo-15-mesi-dopo-la-vaccinazione-05-03

Pubblicato su J.Child Neurol. 2006 Febbraio; 21(2): 170-172. DOI: 10.2310/7010.2006.00032
Regressione dello sviluppo e disfunzione mitocondriale in un bambino con autismo
Jon S. Poling, MD,PhD, Dipartimento di Neurologia e Neurochirurgia, Johns Hopkins Hospital, MD Baltimora.
Richard E. Frye, MD, PhD, PhD, Dipartimento di Neurologia, Boston Children's Hospital, Boston MA
Johon Shoffner, MD, ad Horizon Molecolar Medicine, Georgia State, Università, Atlanta GA
Andrew W. Zimmerman, MD, Dipartimento di Neurologia e Neurochirurgia, Johons Hospital, Kennedy Krieger Institute, Baltimora, MD

Estratto
I disturbi dello spettro autistico possono essere associati a disfunzioni mitocondriali. Presentiamo un caso singleton di regressione dello sviluppo e disturbo da fosforilazione ossidativa in una ragazza di 19 mesi. Le anomalie sottili nel livello sierico della chinasi della creatina chinasi, dell'aspartato aminotransferasi e del bicarbonato di siero ci hanno condotto ad effettuare una biopsia muscolare, che ha mostrato l'atrofia della miofibra di tipo I, il contenuto lipidico aumentato e l'attività ridotta della c ossidasi del citocromo. Ci sono state notevoli riduzioni delle attività enzimatiche per i complessi I e III. L'attività del complesso IV (citocromo c ossidasi) era vicina al livello di confidenza del 5%. Per determinare la frequenza delle anomalie di laboratorio di routine in pazienti simili, abbiamo condotto uno studio retrospettivo che ha coinvolto 159 pazienti con autismo (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders-IV and Childhood Autism Rating Scale) non precedentemente diagnosticati con disordini metabolici e 94 controlli abbinati all'età con altri disturbi neurologici. L'aspartato aminotransferasi è stata elevata nel 38% dei pazienti con autismo rispetto al 15% dei controlli (P <. 0001). Anche il livello di creatina chinasi siericasi è stato anormalmente elevato nel 22 (47%) di 47 pazienti con autismo. Questi dati suggeriscono che un'ulteriore valutazione metabolica è indicata nei pazienti autistici e che i difetti di fosforilazione ossidativa potrebbero essere prevalenti. I disturbi dello spettro autistico comprendono un gruppo eterogeneo di pazienti che presentano fenotipi comportamentali simili. Le eziologie dell'autismo rimangono idiopatiche nella maggior parte dei casi, nonostante le indagini approfondite. Altri hanno riportato anomalie mitocondriali funzionali in pazienti con autismo ed epilessia,1 DNA mitocondriale G8363A transfer ribonucleic acid (Lys) mutation,2 cromosoma 15q duplicazione invertita,3 e A3243G mutazione del DNA mitocondriale o deplezione del DNA mitocondriale.4
  I pazienti con sindrome di Rett sono noti per avere anomalie ultrastrutturali mitocondriali,5 così come anomalie negli enzimi di fosforilazione ossidativa.6 Descriviamo una paziente femminile in cui la regressione dello sviluppo e l'autismo hanno seguito lo sviluppo normale e sottili anomalie di laboratorio che suggeriscono una disfunzione mitocondriale ha portato ad una biopsia muscolare diagnostica.

Commento NdR: quello che gli autori NON hanno detto, volutamente o meno e', che questi danni sono i classici danni dei Vaccini (qualsiasi). Quando le sostanze tossiche vaccinali entrano nei corpi viventi, bypassando le normali ma principali barriere immunitarie, pelle e mucose, esse producono stress ossidativo e quindi  allterazione delle funzioni cellulari che possono determinare, ma non  solo, questi danni gravi ed irreversibili ai vaccinati.


TROVATI Virus del Vaccino per il Morbillo, nelle urine di soggetti.....PDF

La Cina ha avuto più di 700 epidemie di morbillo tra il 2009 e il 2012, nonostante il fatto che oltre il 99 per cento della popolazione del paese comunista sia completamente vaccinata in conformità con i mandati governativi ! 
Questo perché il vaccino contenente il morbillo (MCV), in realtà non funziona, come tutti i vaccini !

Un nuovo studio pionieristico pubblicato sulla rivista peer-reviewed Vaccine ha rilevato che, (nonostante le autorità sanitarie affermino il contrario) che i vaccini per il morbillo non forniscono una vera protezione contro il morbillo, né contribuiscono alla mitica fiaba dell'immunità di gregge, perché dovrebbero proteggere tutti in una comunità vaccinata per il morbillo, perché la maggior parte delle persone è vaccinata.
Intitolato "Valutare il fallimento del vaccino per il morbillo a Tianjin, in Cina", lo studio ha esaminato bambini cinesi di età compresa tra otto mesi e 19 anni, il 97% dei quali riceve sia la prima che la seconda dose di MCV. Scoprirono che, nonostante ricevessero il vaccino, molti di questi bambini sviluppavano ancora il morbillo.

Anche se il Centro per il Controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) degli Stati Uniti afferma che "le dosi di vaccino MMR sono circa il 97% efficaci nel prevenire il morbillo", questo studio cinese dimostra definitivamente che si tratta di una BUGIA !

Anormali anticorpi del Vaccino (morbillo-parotite-rosolia) ed AUTOIMMUNITA' del SNC riscontrata nei bambini con Autismo. - Abnormal measles-mumps-rubella antibodies and CNS autoimmunity in children with autism.
By Singh VK, et al. J Biomed Sci. 2002 Jul-Aug.

Estratto
L'autoimmunità al sistema nervoso centrale (SNC), in particolare alla proteina di base della mielina (MBP) (NdR: sintomo identico alla Poliomielite od alle altre mieliti), può svolgere un ruolo causale nell'autismo, un disturbo dello sviluppo neurologico.
Poiché molti bambini autistici hanno livelli elevati di anticorpi per il morbillo, abbiamo condotto uno studio sierologico sugli autoanticorpi del (vaccino) morbillo-parotite-Rubella (MMR) e MBP. Utilizzando campioni di siero di 125 bambini autistici e 92 bambini di controllo, gli anticorpi sono stati analizzati con metodi ELISA o immunoblotting. L'analisi ELISA ha mostrato un aumento significativo del livello di anticorpi MMR nei bambini autistici.
L'analisi immunoblotting ha rivelato la presenza di un insolito anticorpo MMR in 75 sieri autistici su 125 (60%) ma non nei sieri di controllo. Questo anticorpo ha rilevato specificamente una proteina di 73-75 kD di MMR. Questa banda proteica, analizzata con anticorpi monoclonali, era immunopositiva per la proteina dell'emoagglutinina del morbillo (HA) ma non per la nucleoproteina del morbillo e la rosolia o le proteine virali degli orecchioni.
Così l'anticorpo MMR nei sieri autistici ha rilevato la proteina HA del morbillo, che è unica per la sottounità morbillo del vaccino. Inoltre, oltre il 90% dei sieri autistici positivi all'anticorpo MMR erano positivi anche per gli autoanticorpi MBP, suggerendo una forte associazione tra autoimmunità MMR e CNS nell'autismo.
Sulla base di questa evidenza, suggeriamo che una risposta anticorpale inappropriata al MMR, in particolare la componente di morbillo, potrebbe essere correlata alla patogenesi dell'autismo.
PMID - 12145534 [Indexed for MEDLINE]
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/12145534/

Ecco altri Tre studi e ricerche scientifiche che confermano le malattie autoimmuni provenienti dai VACCINI !
https://informaresenzacensure.blogspot.com/2019/03/vaccinazioni-e-malattie-autoimmuni-tre.html?fbclid=IwAR3lQDexnngtTvL-CLV35g8VPlwJJ6O1kTl9tlKK1FKY_yawkWNmbWg9Xc0&m=1

ANTICORPI (contro il corpo) = ammalamento

Se desiderate ulteriori conferme sui danni indotti dai vaccini mediante produzione di autoanticorpi:
"...Come negli esseri umani, l'induzione di autoanticorpi è possibile in seguito alla vaccinazione negli animali. Gli autoanticorpi sono più frequentemente presenti nei cani più vecchi che in quelli più giovani (Papini et al., 2005).
Di conseguenza, quando i cani anziani vengono vaccinati e testati per gli autoanticorpi dopo la vaccinazione, è difficile definire quale sia una conseguenza diretta del vaccino e cosa si è accumulato durante la vita.
Nel primo studio sperimentale controllato per studiare la produzione di autoanticorpi dopo la vaccinazione di routine, i ricercatori hanno arruolato giovani cani che non erano stati precedentemente vaccinati (Hogenesch et al., 1999).
Hanno dimostrato che la vaccinazione obbligatoria contro la rabbia, il virus del cimurro canino e il parvovirus canino 9 ha provocato la produzione di vari autoanticorpi..." Cosa significa produzione di autoanticorpi ?
Vuol dire reazioni e patologie autoimmuni presto e/o più avanti negli anni.. (Autoantibodies Induced by Vaccine - Nataša Toplak and Tadej Avcˇin - Department of Allergology, Rheumatology and Clinical Immunology, University Children’s Hospital, University Medical Centre Ljubljana, Ljubljana, Slovenia) - pp 93-102 of "Vaccines and Autoimmunity" by Yehuda Shoenfeld et al. Wiley Ed. 2015.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il vaccino per il Tetano causa una "nuova malattia" nota come "sindrome antifosfolipidica" - 10/05/2019
....trattasi invece di semplice Anafilassi....da vaccino (qualsiasi), vedi sotto.
I nuovi adiuvanti sono composti da fosfolipidi, un potenziale disastro.
Il vaccino contro il tetano causa una nuova malattia nota sia come sindrome di Hughes sia come sindrome antifosfolipidica (APS).
È una condizione autoimmune che può attaccare qualsiasi parte del corpo, sebbene sia meglio nota per infarti e feti mortali.
È probabile che l'APS diventi più comune con la nuova generazione di adiuvanti vaccinali attualmente in produzione.

I malati di (APS) sono per lo più donne, e la sua diagnosi è spesso fatta a causa di molteplici perdite di gravidanza. Come è tipico delle nuove malattie, la ricerca si concentra sulla ricerca di una causa genetica, nonostante il fatto che la connessione con i vaccini sia ben nota e documentata.
Come suggerisce il nome, l'APS è una condizione in cui i fosfolipidi, sostanze naturali e necessarie richieste da ogni parte del corpo, sono visti come un agente infettivo dal sistema immunitario. Quindi, questa sostanza che esiste in ogni cellula diventa soggetta all'attacco.
Tratto da:
http://healthimpactnews.com/2013/tetanus-vaccine-causes-a-new-disease-known-as-antiphospholipid-syndrome/?fbclid=IwAR354Hq95XXZBenuS_k3KI8XXXYJRpoTo70luNqo_lq4U5HeA8by0yeMsX4
Trad. Aut.: https://tinyurl.com/y2ekh2su

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La Sindrome di Asperger (SA) - vedi: Hans Asperger, è considerata un disturbo pervasivo dello sviluppo, imparentato con l'Autismo, senza però ritardi nell'acquisizione delle capacità linguistiche, a differenza di quanto avviene in quest'ultimo. Inoltre chi soffre di questo disturbo non presenta un ritardo cognitivo; per questa ragione è comunemente considerata un disturbo dello spettro autistico "ad alto funzionamento".  Nei fatti e' una forma della sindrome chiamata: Autismo
Il termine fu coniato dalla psichiatra inglese Lorna Wing in una rivista medica del 1981 in onore di Hans Asperger, uno psichiatra e pediatra austriaco, il cui lavoro non fu riconosciuto fino agli anni novanta.

Hans Asperger lo scopritore, affermò:  "La condizione era probabilmente dovuta a fattori genetici o neurologici, piuttosto che fattori psicologici o ambientali " (Attwood, 2006, p.2). - aggiungo che Hans Asperger non si riferiva affatto a mutazioni genetiche trasmesse dai genitori, ma a mutazioni genetiche "acquisite".
Gli individui portatori della sindrome di Asperger, la cui eziologia è nota, essendo un Danno da Vaccino, presentano una persistente compromissione delle interazioni sociali, schemi di comportamento ripetitivi e stereotipati, attività e interessi in alcuni casi ristretti. Diversamente dall'autismo, non si verificano significativi ritardi nello sviluppo del linguaggio o nello sviluppo cognitivo.

Alcuni sintomi di questa sindrome sono correlati ad altri disturbi, come ad esempio il disturbo non verbale dell'apprendimento (Nonverbal learning disorder), la fobia sociale, il disturbo schizoide di personalità. La sindrome di Asperger non è diagnosticata solo per le caratteristiche proprie, ma anche per una vasta gamma di condizioni di comorbilità (disturbi non dovuti alla sindrome in sé), come depressione, ansia, disturbo ossessivo-compulsivo.

Tratto in parte da Wikipedia, con precisazioni e Note del Redattore (NdR) della pagina, siccome Wikipedia cancella sempre le mie modifiche, con la scusa di essere Novax.....ho ripreso l'introduzione di Wikipedia e vi ho inserito cio' che Wikipedia mi impedisce di precisare !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#

Autismo e vaccini: UBC difende la libertà di ricerca - 23/03/2015 
Con l'avvento della recente epidemia di morbillo negli Stati Uniti, gli occhi dei genitori di tutto il mondo sono ancora una volta attratti dall'ottimo tema dell'opportunità o meno di vaccinare i propri figli.
Un professore UBC ha sentito la forza di questo argomento nei suoi studi di vaccinazione.
Nel 2011, neuroscienziato e professore nel reparto di oftalmologia e scienze visuali di UBC, Christopher Shaw, ha pubblicato due articoli riguardanti una possibile correlazione tra l'alluminio trovato nelle vaccinazioni e l'autismo. 
Questi sono stati successivamente screditati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per apparire a dichiarare la causalità basata sulla correlazione. Negli ultimi mesi, queste carte sono di nuovo sotto fuoco.
Nel segmento CBC "Day 6" del mese scorso, la ricerca di Shaw è stata accusata di essere "anti-vaccinazione", mettendo in discussione sia l'integrità del suo lavoro che il giudizio dell'università.
Secondo Shaw, i suoi studi e lo studio del 2011 sono stati grossolanamente travisati e che i vaccini nel loro insieme non sono gli unici responsabili del picco nei casi di autismo.
Invece, Shaw crede che l'autismo sia molto probabilmente il risultato di una combinazione di suscettibilità genetica e la sua interazione con una delle molte possibili tossine.
Gli studi di Shaw considerano l'alluminio in alcuni vaccini come una di queste potenziali tossine.
"Il problema è che l'alluminio non ha alcun ruolo nella biologia", ha affermato Shaw. "Non è un elemento che vuoi da nessuna parte vicino a nessuno dei tuoi processi cellulari - può rovinare le cose molto male."

Di conseguenza, Shaw e la coautrice Lucija Tomljenovic hanno deciso di esaminare la potenziale tossicità dell'alluminio.
Hanno osservato come l'alluminio è stato introdotto nel corpo umano in alimenti trasformati, acqua e anti-acidi. Hanno scoperto che uno dei punti principali era l'uso di adiuvanti di alluminio, un ingrediente vitale in alcuni vaccini. Shaw e Tomlijenovic hanno quindi deciso di indagare se ci potrebbe essere un collegamento tra l'uso di questi adiuvanti di alluminio nei vaccini e le percentuali di autismo.
Sebbene gli autori sapessero che tale ricerca era stata ampiamente screditata dalla comunità scientifica, decisero comunque di esaminarla per trovare un possibile collegamento.
"Siamo scienziati", ha detto Shaw. "Facciamo scienza. Non si può evitare qualcosa perché ha aspetti politicamente o socialmente cari ".
Sebbene le diagnosi dello spettro autistico iniziarono ad aumentare notevolmente negli anni '90, la ricerca diffusa screditò il legame tra autismo e vaccini in generale. La ragione del picco nella diagnosi non è completamente compresa, anche se alcune ricerche suggeriscono che i cambiamenti nelle pratiche di segnalazione e gli strumenti diagnostici migliorati stanno contribuendo al numero crescente.
Tuttavia, Shaw crede che ci sia ancora qualcosa in gioco dietro l'aumento dei numeri di autismo.
"Non abbiamo avuto un cambiamento nel pool genetico, quindi se i tassi stanno davvero cambiando, allora qualcos'altro lo sta guidando .... È assolutamente alluminio? No. Potrebbero essere fiocchi di mais, ma è per questo che fai la domanda ", disse Shaw.

Per esaminare il legame tra alluminio e autismo, hanno campionato i vaccini raccomandati dal CDC per determinare quali sono stati usati adiuvanti di alluminio e in quale quantità, quindi confrontati con quelli dell'autismo. Shaw ha detto che il suo studio guarda solo i tassi aumentati piuttosto che determina un nesso causale tra autismo e alluminio.
"Tutto ciò che [lo studio ha concluso] è che i tassi di autismo ... sembrano aumentare in modo piuttosto drammatico", ha detto Shaw. "Un fattore causale potrebbe essere qualcosa in un vaccino. Sulla base di ciò che sappiamo sull'alluminio, pensiamo che l'alluminio potrebbe contribuire a questo. "
Secondo Shaw, lui e il suo team hanno esaminato i nove criteri sviluppati dalla statistica britannica AB Hill per determinare se valesse la pena cercare di trovare una relazione causale tra una correlazione e scoprire che molti di loro erano soddisfatti per la sua ricerca.
Usando modelli di topi per esperimenti, Shaw ha continuato a condurre ricerche per scoprire se le aumentate iniezioni di alluminio potevano replicare qualcosa che è simile all'autismo nei topi. Mentre il suo studio non ha potuto dimostrare un legame tra autismo e alluminio, la formulazione dello studio suggerisce ancora che potrebbe essere lì.

"È qui che diventa interessante, sarà l'intercettazione della suscettibilità genetica con la presenza di alcune tossine .... Non è solo l'alluminio - alcune cose avranno lo stesso tipo di interazione", ha detto Shaw. "E i risultati, non ci sono due casi identici, quindi il modo in cui arrivi lì è probabilmente individuale come l'individuo."
Shaw ha anche affermato che se l'alluminio contenuto in questi vaccini sta contribuendo ad aumentare i tassi di autismo, allora la risposta non sarebbe quella di vietare i vaccini, ma piuttosto di trovare un adiuvante più sicuro. Chiamò un adiuvante di calcio-fosfato come il sostituto più vicino possibile, che è stato testato per la sicurezza in un laboratorio in Francia.

Anche se l'OMS scredita lo studio basandosi esclusivamente sulla correlazione ipotetica, Shaw ha detto di ritenere che il resto dello studio fosse valido, poiché è stato anonimamente sottoposto a peer review e pubblicato nel Journal of Inorganic Biochemistry.
"Questo è stato probabilmente il set più rigido di recensioni che abbia mai avuto", ha detto Shaw. "Non ho mai avuto nulla di simile nella mia carriera accademica".
Il segmento CBC ha anche messo in discussione l'integrità accademica di Shaw, in quanto ha sottolineato di aver ricevuto $ 860.000 in donazioni dalla fondazione Dwoskin, che è stata associata all'argomento anti-vaxxer.
Shaw ha detto che anche se ha accettato i soldi, la sua ricerca non è guidata dai principi della fondazione.
"Claire Dwoskin non mi chiama e mi dice cosa fare e anche se lo facessero, non lo farei," disse Shaw. "Questa è scienza. Andremo ovunque vada la scienza, e troveremo qualunque cosa ci sia da trovare o meno. "

UBC ha anche rilasciato una dichiarazione in merito al diritto di Shaw di ricercare il legame tra vaccini e autismo all'università essendo una questione di libertà accademica e processo scientifico.
"UBC non approva i risultati della ricerca di membri di facoltà in quanto spetta alla comunità scientifica valutare la ricerca attraverso il processo di revisione tra pari e rispondere ai risultati con ulteriori ricerche", ha dichiarato il vicepresidente di UBC Associate Helen Burt nella dichiarazione, la natura della libertà accademica - sfidare e far sfidare i propri risultati ".
Mentre diversi studenti di Shaw stanno conducendo diversi studi sui vaccini, la ricerca più recente di Shaw si concentra sulla sclerosi laterale amiotrofica.
By Danni Shanel
https://www.ubyssey.ca/news/the-freedom-to-research-autism-vaccine-765/

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Neuropediatrics. 2018 ago 30. doi: 10.1055 / s-0038-1668141. [Epub ahead of print]
La mutazione dominante di "SCN2A" provoca l'atassia episodica familiare e compromissione dello sviluppo del linguaggio.
By Fazeli W 1, 2 , Becker K 1, 3 , Herkenrath P 1 , Düchting C 1 , Körber F 4 , Landgraf P 5 , Nürnberg P 6 , Altmüller J 6 , Thiele H 6 , Koy A 1 , Liebau MC 3, 7 , Simon T 5 , Dötsch J 7 , Cirak S 1, 3, 7 .
Informazioni sull'autore

Estratto
Le mutazioni in SCN2A sono associate a uno spettro clinico eterogeneo che include l'epilessia e l'autismo
Qui, abbiamo identificato un fenotipo particolare associato a esacerbazioni correlate ad atassia correlate alla vaccinazione. 
Segnaliamo la prima famiglia con tre individui affetti da SCN2Aatassia episodica associata (EA) con alterato sviluppo del linguaggio
Il paziente indice ha manifestato il suo primo episodio di atassia cerebellare subacuta all'età di 12 mesi, 3 settimane dopo le vaccinazioni per morbillo, parotite, rosolia e varicella. L'imaging a risonanza magnetica cranica ha mostrato una lesione dell'emisfero cerebellare sinistro, che è stato inizialmente considerato come una potenziale causa dell'atassia. Il paziente ha recuperato completamente entro 3 settimane, ma ha sviluppato tre episodi molto simili di atassia transitoria nei successivi 24 mesi. Sequenziamento dell'intero esoma del paziente indice ha rivelato una mutazione autosomica dominante eterozigote in SCN2A(NM_021007, c.4949T> C; p.L1650P), che è stato confermato nella madre affetta allo stesso modo, e poi è stato identificato anche nel fratello minore che ha sviluppato il primo episodio di atassia. 
Con la presente estendiamo lo spettro recentemente descritto dei disordini neurologici associati a SCN2A, sottolineando che le mutazioni di SCN2A dovrebbero essere considerate anche nei casi familiari di EA. I reperti di imaging coincidenti o altri eventi associati come le vaccinazioni non devono protrarre le indagini genetiche.
PMID: 30165711 - DOI: 10.1055 / s-0038-1668141


Autismo dalla vaccinazione MMR - PDF

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Uno studio conferma l'importanza dei test pre-vaccinali - 10/10/2018
Uno studio dimostra che la mutazione del gene SCN2A predispone a danni neurologici collegabili alla vaccinazione MPRV
Anche la mutazione del gene SCN2A predispone ai danni neurologici della vaccinazione MPRV. È quanto emerge da un recente studio che conferma l'importanza (in casi come questi) dei test pre-vaccinali.
Gli studiosi hanno rilevato che le mutazioni del gene SCN2A sono associate ad uno spettro clinico eterogeneo, che può includere anche l'epilessia e l'autismo. Nello studio è stato identificato un fenotipo particolare associato ad un peggioramento dell'atassia correlata alla vaccinazione.
Gli studiosi hanno esaminato il caso di una famiglia con tre individui affetti da atassia episodica associata a SCN2A (EA), con compromissione dello sviluppo del linguaggio. Il paziente di riferimento ha manifestato il suo primo episodio all'età di 12 mesi, 3 settimane dopo le vaccinazioni per morbillo, parotite, rosolia e varicella.
La risonanza magnetica ha mostrato una lesione dell'emisfero cerebrale sinistro, che è stata inizialmente considerata come una potenziale causa dell'atassia. Il paziente ha recuperato completamente nel giro di tre settimane, ma ha sviluppato tre episodi molto simili di atassia transitoria nei successivi 24 mesi. È stata riscontrata una mutazione autosomica dominante eterozigote in SCN2A (NM_021007, c.4949T> C; p.L1650P), che è stata confermata nella madre e identificata in seguito anche nel fratello minore che ha sviluppato il primo episodio di atassia.

Bibliografia
Fazeli, Walid, et al.
"Dominant SCN2A Mutation Causes Familial Episodic Ataxia and Impairment of Speech Development." Neuropediatrics (2018).
By 
Redazione InformaSalus.it

Commento NdR: I vaccini generano mutazioni che si possono trasmettere alla prole, quindi questo e' un caso  che lo conferma, sempre che le madri abbiano avuto la mutazione con la Vitamina K1 fatta il giorno della nascita e/o con i vaccini che hanno subito appena nati nei primi 3 mesi, altrimenti trattasi di mutazioni indotte dai vaccini fatti dai tre soggetti da neonati (nei primi 3 mesi) che poi con successiva vaccinazione slatentizzano...

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Autismo o Encefalopatia Neurotossica Autoimmune ?  - 11/10/2018 - By  AUTOIMMUNITYREACTIONS
Successivamente al 1998 (ma è possibile reperirne anche anteriormente) vengono prodotti da altri autori degli studi che confermano, senza ombra di dubbio, l’esistenza di una sindrome che interessa l’asse intestino-cervello (Gut-Brain Axis). I connotati salienti della regressione “autistica”, rilevati da numerosi autori, sono quelli di un’encefalopatia di natura neurotossica.

Nel lavoro del Dr Andrew J. Wakefield qui sotto riportato in parte:
The Gut–Brain Axis in Childhood Developmental Disorders  – Journal of Pediatric Gastroenterology and Nutrition: May-June 2002 – Volume 34 – Issue – p S14-S17 

Si leggono le seguenti considerazioni:
“…La patologia gastrointestinale primaria può svolgere un ruolo importante nell’insorgenza e nell’espressione clinica di alcuni disturbi dello sviluppo infantile, compreso l’autismo.
Negli ultimi 4 anni, ho avuto il privilegio di lavorare con uno dei migliori team di gastroenterologia pediatrica del mondo, guidato da John Walker-Smith, su un’indagine innovativa e stimolante sulla patologia gastrointestinale nei bambini con autismo.
Crediamo che questo lavoro fornirà nuove e importanti informazioni sulla patogenesi di questa condizione devastante. Sebbene le cause primarie dell’autismo possano essere diverse, è possibile trovare indizi sulla possibile origine della malattia nella storia e nelle indagini cliniche sui bambini affetti. Questo discorso si concentra sul significato dei sintomi gastrointestinali nei bambini autistici, in particolare, un sottogruppo di bambini per i quali il decorso clinico è caratterizzato da regressione dopo almeno 12-15 mesi di sviluppo normale…”

E poi aggiunge:
“…Oltre ai frequenti sintomi gastrointestinali, i bambini con autismo spesso manifestano complesse anomalie biochimiche, metaboliche e immunologiche che una causa genetica primaria non può facilmente spiegare. L’asse intestino-cervello è centrale per alcune encefalopatie di origine extracranica, essendo l’encefalopatia epatica la migliore caratterizzata.
Alcuni elementi comuni tra le caratteristiche cliniche dell’encefalopatia epatica e un fenotipo autistico sempre più comune (regressione dello sviluppo in un bambino precedentemente normale accompagnato da patologia gastrointestinale immuno-mediata) hanno portato all’ipotesi che possa esistere un analogo meccanismo di encefalopatia tossica in pazienti con insufficienza epatica e alcuni bambini con autismo. Le aberrazioni nella biochimica degli oppioidi sono comuni a queste due condizioni e l’evidenza suggerisce che i peptidi oppioidi possono essere tra i mediatori centrali delle rispettive sindromi…”

inoltre:
“…Nei bambini con autismo, le cellule immunitarie nel tratto digerente stanno producendo alti livelli di fattori alfa necrosi tumorali (TNF). Questo è un potente mediatore pro-infiammatorio. In contrasto, queste interleukine 10 (IL-10), che sono come l’aspirina del sistema immune, disattivano l’attivazione immune pro-infiammatoria. Nei bambini autistici, le IL-10 appaiono spente… 
Così, a conti fatti, quello che abbiamo è una nuova storia di disturbo intestinale. L’intero intestino può essere implicato, ed esiste un caratteristico modello con ghiandole linfatiche ingrossate ed infiammazione (risposta caratteristica linfoproliferativa, LNH, e cellule immunitarie infiltrate). Inoltre ci sono anticorpi IgG e depositi complementari (complessi immuni) che influenzano l’attivazione sia del sistema immune innato che di quello adattato…“

In questo studio viene evidenziato proprio questo: “Exposure to Inflammatory Cytokines IL-1β and TNFα Induces Compromise and Death of Astrocytes; Implications for Chronic Neuroinflammation.“ Christa van Kralingen, Dan Ting Kho, Jessica Costa, Catherine Elizabeth Angel, E. Scott Graham. Published: December 19, 2013.
“…Qui riveliamo la sensibilità diretta ai mediatori dell’ambiente infiammatorio.
Sottolineiamo il potere della tecnologia xCELLigence per rivelare la prima compromissione progressiva degli astrociti, che si verifica 24-48 ore prima della perdita sostanziale delle cellule. La morte indotta da IL-1β o TNFa è clinicamente rilevante poiché queste due citochine sono prodotte da vari tessuti periferici e da cellule cerebrali residenti…”
- https://doi.org/10.1371/journal.pone.0084269
- http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0084269

Conferme Accademiche dell’esistenza di anomalie sull’asse intestino-cervello nei soggetti portatori di spettro autistico.
Numerosi studi anteriori e posteriori a quello del Dottor. A.J. Wakefield, mettono in luce l’esistenza di un denominatore comune tra l’infiammazione gastro-enterica e quella cerebrale nei soggetti portatori dei disturbi dello spettro autistico. 
Qui è possibile scaricare la bibliografia  in oggetto (soggetta a continui aggiornamenti in funzione dei materiali che ci perverranno).

Commento NdR: condividendo i meccanismi descritti, si ignora il fatto certo che i vaccini destabilizzando pH digestivo e flora batterica e sistema enzimatico, sono le basi per attuare i meccanismi sopra descritti, che possono sfociare non solo nelle migliaia varianti dell'autismo, che e' una sindrome, ma anche in qualsiasi altro problema (sintomo = malattia).

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Lo studio Vax-Unvax sui topi implica danni del vaccino per l'epatite B, i media silenziosi - 10 maggio 2018
"Questo lavoro rivela per la prima volta che la vaccinazione precoce per lo HBV (Epatite B), induce compromissioni nel comportamento e nella neurogenesi dell'ippocampo.
Questo lavoro fornisce dati innovativi a sostegno della lunga sospetta associazione potenziale di HBV con alcuni disturbi neuropsichiatrici come l'autismo e la sclerosi multipla." 

GUANDONG, Cina -Sun Yat-sen University (una top 10 università in Cina) Il dott. Zhibin Yao non è un nome familiare nella comunità americana di autismo, ma forse dovrebbe esserlo. Non solo è americano (Università di Pittsburgh) e autore di 33 studi peer-reviewed, ma è anche l'autore principale di due dei più importanti studi biologici mai condotti analizzando come, esattamente, un vaccino possa causare l'autismo.

Nel 2015, il Dr. Yao è stato l'autore principale di " vaccinazione neonatale con bacillo Calmette-Guérin e vaccini dell'epatite B modula la plasticità sinaptica dell'ippocampo nei ratti ", il primo studio che ha mai esaminato l'impatto che QUALUNQUE vaccino potrebbe avere sul cervello dei ratti. Ho discusso questo studio in dettaglio in un ampio articolo che ho scritto nel mese di aprile intitolato: "Gli scienziati internazionali hanno trovato la causa dell'autismo: che cosa faranno gli americani?".  
Vaccine Papers, un sito web dedicato a un'analisi rigorosa e scientifica dei rischi e dei benefici dei vaccini, ha spiegato il documento in questo modo:
Questo è il primo studio per testare gli effetti dell'attivazione immunitaria mediante vaccinazione sullo sviluppo del cervello. 
Tutti gli altri studi di attivazione immunitaria hanno usato condizioni patologiche essenzialmente che imitano l'infezione e inducono una forte febbre. Una critica che ho sentito spesso dai sostenitori del vaccino è che gli esperimenti di attivazione immunitaria non sono rilevanti per i vaccini perché i vaccini causano un'attivazione immunitaria più lieve rispetto alle iniezioni di poli-IC o lipopolisaccaride (due tipi di attivatori del sistema immunitario). Questo nuovo studio dimostra che i vaccini possono influenzare lo sviluppo del cervello attraverso l'attivazione immunitaria. 
Quindi, gli esperimenti di attivazione immunitaria sono rilevanti per i vaccini ... Il vaccino per l'epatite B ha aumentato IL-6 nell'ippocampo (l'unica regione del cervello analizzata per le citochine).

Nonostante la sua importanza, spiegare il documento del Dr. Yao al 2015 non è stato facile, in parte perché il suo studio copriva una serie di altri argomenti, il che significava che dovevi isolare i dati che avevano implicato il vaccino contro l'epatite B, e poi spiegarlo. Con il suo prossimo lavoro, tuttavia, il dottor Yao e il suo team hanno spiegato tutto molto più facilmente e hanno lasciato ben poco all'interpretazione.
Tratto da: jbhandleyblog.com
 

L' FDA americana comunica che il vaccino Tripedia (DTaP) può causare autismo:

http://vaccines.procon.org/sourcefiles/DTaP_Tripedia.pdf

http://www.getcancercure.com/fda-announce-that-dtap-vaccine-causes-autism/


La vaccinazione per l'epatite B nei neonati maschi aumenta il rischio di autismo.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21058170

 

Anomalie in anticorpi Morbillo-Parotite-Rosolia e autoimmunità verso il Sistema Nervoso Centrale, nei bambini affetti da autismo.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12145534

 

La plausibilità del ruolo del mercurio nella patogenesi dell'autismo:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3173748/

Documento PDF:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3173748/pdf/gtec_93_1251.pdf

 

Una serie di casi di bambini con encefalopatie tossiche da mercurio e sintomi clinici di autismo.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17454560

Impatto dei fattori ambientali (Vaccinazioni) sulla prevalenza del disturbo autistico dopo il 1979.
http://soundchoice.org/scpiJournalPubHealthEpidem092014.pdf


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai Vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:  http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf
... ed è noto che... le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....e se questa infiammazione raggiunge le meningi, si chiama meningite, se raggiunge la pelle, si chiama morbillo, e se raggiunge il cervello ed i neuroni si chiama autismo oppure SIDS...ecc. a seconda di dove va l'infiammazione la cosiddetta "malattia" cambia nome, ma è sempre la stessa...i vari nomi servono per spaventare i popoli che ignorano i fatti, per farli vaccinare !
Neuroinfiammazione con i Vaccini (ASIA,Sjögren’s Syndrome: SS)

Importante e bello studio del prof. Katsunari Nishihara
In sostanza questo ricercatore mette in correlazione una cronica infezione da virus, batteri (qualsiasi, quindi anche vaccinali) e patogeni di varia natura anche di origine intestinale, che influirebbero negativamente sul sistema mitocondriale dei neuroni e provocherebbero psicosi e problemi sensopercettivi tipici anche e non solo dell'autismo.

Tratto dal Trattato di Risonanza Magnetica. Cranio e Rachide" (2018), By Prof. Giancarlo Dal Pozzo, specialista in radiologia medica, radioterapia, medicina nucleare e neurochirurgia, già docente di Neuroradiologia presso l'Università di Firenze:
"L'encefalite acuta disseminata (ADEM) fa parte di un gruppo di malattie infiammatorie a carattere demielinizzante aventi in comune il decorso clinico ed i fattori eziopatogenetici rappresentati da recenti episodi infettivi o vaccinazioni in grado di innescare processi di tipo autoimmunitario".

Dal manuale "Neurologia clinica", autori Prof. Corrado Angelini e Prof. Leontino Battistin, docenti di Neurologia e Neurologia pediatrica presso l'Università di Padova:
"Nel 60% dei casi l'ADEM è preceduta da un episodio infettivo (forma para- e post-infettiva) o da una vaccinazione (forme post-vacciniche) con una latenza media che può variare da 1 a 6 settimane". "Tra le vaccinazioni, sono segnalate quella per l'influenza, l'epatite B, il morbillo, il tetano e il vaiolo" (pag.261).

La ADEM (Acute Disseminated EncephaloMyelitis) post-vaccinale è stata associata a diversi vaccini come quelli per la rabbia, la difterite-tetano-polio, il vaiolo, il morbillo, la parotite, la rosolia, l'encefalite B giapponese, la pertosse, l'influenza, l'epatite B...e nessuno venga a recitare il contrario. La letteratura scientifica e la casistica servono anche a questo.
Lo "studio" italiano del 2013 "trae" le sue conclusioni ma...come spiegare le conclusioni di quello sotto riportato ?
Provare a smentire...: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18976924

Focal brain inflammation and autism - Infiammazione cerebrale focale e autismo
Published online 2013 Apr 9. doi: 10.1186/1742-2094-10-46 PMCID: PMC3626551 - PMID: 23570274

By Theoharis C Theoharides,1,3,4,5 Shahrzad Asadi,1,2 and Arti B Patel1,6
Theoharis C Theoharides

- 1Molecular Immunopharmacology and Drug Discovery Laboratory, Department of Molecular Physiology and Pharmacology, Tufts University School of Medicine, Suite J304, 136 Harrison Avenue, Boston, MA 02111, USA
- 3Department of Biochemistry, Tufts University School of Medicine, Boston, MA, USA
- 4Department of Internal Medicine, Tufts University School of Medicine and Tufts Medical Center, Boston, MA, USA
- 5Department of Psychiatry, Tufts University School of Medicine and Tufts Medical Center, Boston, MA, USA
Find articles by Theoharis C Theoharides

Shahrzad Asadi
- 1Molecular Immunopharmacology and Drug Discovery Laboratory, Department of Molecular Physiology and Pharmacology, Tufts University School of Medicine, Suite J304, 136 Harrison Avenue, Boston, MA 02111, USA
- 2Department of Pharmacy, Tufts Medical Center, Boston, MA 02111, USA
Find articles by Shahrzad Asadi

Arti B Patel
- 1Molecular Immunopharmacology and Drug Discovery Laboratory, Department of Molecular Physiology and Pharmacology, Tufts University School of Medicine, Suite J304, 136 Harrison Avenue, Boston, MA 02111, USA
- 6Graduate Program in Biochemistry, Sackler School of Graduate Biomedical Sciences, Tufts University, Boston, MA, USA
Find articles by Arti B Patel
Author information Article notes Copyright and License information Disclaimer
- 1Molecular Immunopharmacology and Drug Discovery Laboratory, Department of Molecular Physiology and Pharmacology, Tufts University School of Medicine, Suite J304, 136 Harrison Avenue, Boston, MA 02111, USA
- 2Department of Pharmacy, Tufts Medical Center, Boston, MA 02111, USA
- 3Department of Biochemistry, Tufts University School of Medicine, Boston, MA, USA
- 4Department of Internal Medicine, Tufts University School of Medicine and Tufts Medical Center, Boston, MA, USA
- 5Department of Psychiatry, Tufts University School of Medicine and Tufts Medical Center, Boston, MA, USA
- 6Graduate Program in Biochemistry, Sackler School of Graduate Biomedical Sciences, Tufts University, Boston, MA, USA

Corresponding author.
Theoharis C Theoharides: [email protected]; Shahrzad Asadi: [email protected];
Arti B Patel:
[email protected]

Received 2013 Jan 22; Accepted 2013 Mar 15.
This article has been cited by other articles in PMC. - Go to:


Estratto
L'aumento delle prove indica che l'infiammazione del cervello è coinvolta nella patogenesi delle malattie neuropsichiatriche.
I disturbi dello spettro autistico (ASD) sono caratterizzati da disabilità sociali e di apprendimento che colpiscono fino a 1/80 bambini negli Stati Uniti. Non esiste ancora una patogenesi definitiva o biomarcatori affidabili per l'ASD, riducendo così significativamente lo sviluppo di terapie efficaci. Molti bambini con ASD regrediscono all'età di circa 3 anni, spesso dopo un evento specifico come reazione a vaccinazione, infezione, stress o trauma che implica alcuni fattori scatenanti epigenetici e possono costituire un fenotipo distinto.
I bambini con ASD rispondono sproporzionatamente allo stress e sono anche influenzati da allergie alimentari e cutanee.
L'ormone rilasciante corticotropina (CRH) viene secreto sotto stress e insieme alla neurotensina (NT) stimola i mastociti e la microglia causando infiammazione e neurotossicità focali del cervello.
NT è significativamente aumentato nel siero di bambini con ASD insieme al DNA mitocondriale (mtDNA). NT stimola la secrezione dei mastociti del mtDNA che viene interpretata erroneamente come un agente patogeno innato che innesca una risposta autoinfiammatoria.
La mutazione genica della fosfatasi e della tenina (PTEN), associata al più alto rischio di ASD, che porta alla segnalazione iper-attiva dei mammiferi della rapamicina (mTOR) che è cruciale per l'omeostasi cellulare. CRH, NT e fattori scatenanti ambientali potrebbero iperstimolare l'mTOR già attivato, così come stimolare l'attivazione e la proliferazione di mastociti e microglia. La luteolina flavonoide naturale inibisce mTOR, mastociti e microglia e potrebbe avere un beneficio significativo nell'ASD.

Sistema immunitario e deregolamentazione gastrointestinale legata all'autismo - 17/04/2018
UC Davis Davis MIND Institute ricerca trova che l'aumento dell'infiammazione può essere il colpevole

I ricercatori dell'UC Davis MIND Institute hanno scoperto che i bambini con disturbi dello spettro autistico (ASD) hanno ridotto la regolazione del sistema immunitario, così come i cambiamenti nel loro microbiota intestinale.
La deregolamentazione immunitaria sembra facilitare l'aumento dell'infiammazione e può essere collegata ai problemi gastrointestinali così spesso riscontrati dai bambini con ASD. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Brain, Behavior, e Immunity.

"...alcuni bambini con ASD hanno questa diminuzione delle citochine regolatorie, che li lascia più inclini all'infiammazione," ha detto Destanie Rose, uno studente laureato nel laboratorio di Paul Ashwood e primo autore sulla carta. "Questa aumentata infiammazione può manifestarsi come sintomi gastrointestinali, allergie, asma o qualche altra forma".
Mentre gli studi precedenti e l'esperienza clinica hanno dimostrato che molti bambini con ASD hanno problemi intestinali, le cause sono state "misteriose", (NdR: meglio dire non volutamente ricercate, perche' avrebbero messo in luce i veri e gravi danni dei vaccini e della Vitamina K1 sintetica, inoculata il giorno della nascita...), per meglio illuminare il problema, Ashwood, autore senior e professore del dipartimento di microbiologia medica e immunologia e colleghi ha studiato 103 bambini, tra 3 e 12, separati in quattro gruppi: bambini con ASD con e senza sintomi GI, e tipicamente sviluppando bambini con e senza sintomi GI.
I ricercatori hanno analizzato campioni di sangue e feci per valutare sia la risposta immunitaria che la composizione microbica.
I bambini con problemi di ASD e GI hanno mostrato una serie di distinzioni. Avevano livelli più elevati di citochine infiammatorie, come IL-5, IL-15 e IL-17, rispetto ai bambini con ASD senza sintomi GI.

I bambini con ASD/GI avevano anche livelli più bassi della proteina TGFβ1, responsabile della regolazione della risposta immunitaria. Inoltre, il gruppo aveva livelli più elevati di zonulina proteica, che regola le giunzioni cellulari nel tratto gastrointestinale, influenzando la permeabilità intestinale.
Lo studio ha anche trovato distinzione nel microbioma tra bambini con sintomi ASD e GI e bambini con problemi gastrointestinali. Questi risultati illuminano la fisiologia e rappresentano un primo passo verso la definizione di causa ed effetto.
"Questo lavoro apre nuove strade interessanti per determinare come il microbioma può guidare la risposta immunitaria della mucosa in ASD o se l'attivazione immunitaria guida i cambiamenti del microbioma", ha detto Ashwood. "Al momento non lo sappiamo".
(NdR: meglio dire non lo ricerchiamo....altrimenti cade il mito dei vaccini...)

Un'altra domanda a cui si dovrà rispondere è il rapporto tra i sintomi gastrointestinali dei bambini e i loro comportamenti.
"I bambini con ASD con aumentata infiammazione sono spesso quelli che presentano i comportamenti più gravi", ha detto Ashwood. "Questa attivazione immunitaria non aiuta questi bambini. Potrebbe non causare l'autismo - non lo sappiamo ancora - ma certamente sta peggiorando le cose".
I risultati sul TGFβ1 possono essere i più intriganti. La proteina è stata deregolamentata in entrambi i gruppi ASD, suggerendo che i bambini che non presentano sintomi GI possono soffrire di altre condizioni infiammatorie.
"È significativo che l'aspetto regolatorio del sistema immunitario sia diminuito, il che li mette a rischio di infiammazione", ha detto Rose. "Molti studi indicano diversi tipi di infiammazione, e penso che questo tipo di riassume il motivo per cui tutti gli altri risultati possono essere veri allo stesso tempo".
Inoltre, il TGFβ1 gioca un ruolo nello sviluppo neurologico e può costituire un potenziale collegamento tra la deregolamentazione immunitaria e i sintomi neurologici. Gli autori avvertono che deve essere fatto molto di più per stuzzicare queste relazioni.

Lo studio potrebbe comunque fornire indizi per lo sviluppo di potenziali trattamenti per mitigare l'IG e altri sintomi infiammatori associati all'ASD.
"È un passo verso la comprensione delle co-morbilità che sono presenti in almeno la metà dei bambini con ASD, e per capire quale di questi bambini può rispondere bene a certi tipi di terapie", ha detto Ashwood. "Anche se è ancora presto, questo lavoro suggerisce che dobbiamo trovare modi per alleviare l'infiammazione per aiutare questi bambini".

Altri autori includono Houa Yang, Milo Careaga, Heather K. Hughes, Kathy Angkustsiri Melissa Rose, Irva Hertz-Picciotto, Judy Van de Water e Robin L. Hansen all'UC Davis; Gloria Serena, Craig Sturgeon e Alessio Fasano al Mass General Hospital for Children; e Bing Ma e Jacques Ravel all'Università del Maryland.

Questo lavoro è stato finanziato dalla Autism Speaks Foundation (sovvenzione 7567), dagli Istituti Nazionali della Salute (R21HD086669, R21ES025560, R01ES015359, P30ES23513, U54HD079125, UL1TR001860, R01DK048373 e P01ES01121269), dalla Jane Botsford Johnson Foundation, dalla Jonty Foundation e dalla Peter Emch Foundation.

Presso l'UC Davis MIND Institute, scienziati di fama mondiale si impegnano in una ricerca interdisciplinare e collaborativa per trovare le cause e sviluppare trattamenti e cure per l'autismo, il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), la sindrome X fragile, la sindrome da delezione 22q11.2, la sindrome di Down e altri disturbi dello sviluppo neurologico.
Tratto da: http://www.ucdmc.ucdavis.edu/publish/news/newsroom/12807

Commento NdR: i Vaccini scatenano queste forti infiammazioni (ASIA), meglio sarebbe NON far scatenarle, quindi NON vaccinare quei poveri bambini, invece di curare la loro infiammazione, prima eliminiamo la causa.....ma Big Pharma non vuole...

US: Secondo l'ultimo sondaggio,  1 su 40 bambini americani di età compresa tra 3 e 17 anni si trova ora nello spettro autistico
Questo scioccante aggiornamento è stato pubblicato sulla rivista Pediatrics nel dicembre 2018. Nel 2014, il tasso era di 1 su 59; nel 2010, era 1 su 68; nel 2000, era 1 su 150. 10 
Dire che stiamo valutando una crescita esponenziale sarebbe un eufemismo. Ma i vaccini hanno qualcosa a che fare con questa tendenza ?

Secondo un rapporto Full Measure 11 del pluripremiato reporter investigativo ed ex corrispondente della CBS Sharyl Attkisson, il dott. Andrew Zimmerman, un neurologo pediatrico, era l'esperto pro-vaccino testimone del governo usato per smascherare e respingere le richieste di autismo in campo vaccinale.
"Zimmerman era il principale testimone esperto del governo e aveva testimoniato che i vaccini non causavano l' autismo: il dibattito è stato dichiarato concluso ", riferisce Attkisson. "Ma ora il dott. Zimmerman ha fornito nuove e notevoli informazioni.
Egli sostiene che durante le udienze sul vaccino di tutti quegli anni fa, ha detto privatamente agli avvocati del governo che i vaccini possono causare autismo in alcuni bambini. Quella inversione di rotta da parte del capo del personale medico capo del governo stava per cambiare tutto sul dibattito sul vaccino-autismo. Se il pubblico dovesse scoprirlo ...
E si è fatto avanti e ha spiegato come ha detto ai vaccini del governo degli Stati Uniti che possono causare l'autismo in un certo sottogruppo di bambini e [il] governo degli Stati Uniti, il Dipartimento di giustizia [DOJ], ha soppresso le sue vere opinioni. "
Robert F. Kennedy Jr., presidente del World Mercury Project, è stato colui che ha convinto Zimmerman a parlare della copertura. In un affidavit giurato, datato 7 settembre 2018, Zimmerman afferma che, nel 2007, ha detto agli avvocati di DOJ di aver "scoperto eccezioni in cui le vaccinazioni potevano causare l'autismo".
"Ho spiegato che in un sottogruppo di bambini ... la febbre indotta dal vaccino e la stimolazione immunitaria ... hanno causato regressione [malattia del cervello] con caratteristiche del disturbo dello spettro autistico", scrive Zimmerman.
Una settimana dopo questo incontro del 2007, il DOJ lo licenziò, dicendo che i suoi servizi non sarebbero più necessari. Secondo Zimmerman, il Dipartimento di Giustizia poi ha travisato la sua opinione in casi futuri, senza fare menzione delle eccezioni di cui li aveva informati. Kennedy ha ora presentato un reclamo per frode all'ispettore generale del DOJ.

William Thompson, Ph.D., scienziato senior del Centro Nazionale per le Immunizzazioni e le Malattie Respiratorie del CDC, ha anche confessato di nascondere i collegamenti tra vaccini e autismo, in questo caso il vaccino contro morbillo-parotite-rosolia (MMR).

Secondo Thompson, questa frode scientifica è stata commessa con il preciso scopo di coprire potenziali problemi di sicurezza, così l'agenzia sarebbe stata in grado di sostenere che il vaccino MMR era stato dimostrato sicuro da somministrare a tutti i bambini. Eliminando i dati incriminanti, il collegamento sparì e questa ricerca è stata citata come prova da quando i vaccini non causano l'autismo.

Il rapporto di Attkisson rivela anche come i membri del Congresso che volevano indagare sul legame tra autismo e vaccino fossero vittime di bullismo, molestie e minacce. Dan Burton (R-IN), Dr. Dave Weldon (R-FL) e Bill Posey (R-FL) sono tra gli 11 attuali ed ex membri del Congresso e dello staff che hanno detto ad Attkisson che sono stati avvisati di abbandonare il problema di sicurezza del vaccinoda PhRMA lobbisti.

I vaccini possono avere conseguenze serie anche per gli adulti
Mentre i bambini sono più suscettibili ai danni del vaccino rispetto agli adulti, gli adulti possono e sono stati seriamente feriti e uccisi dalle vaccinazioni di routine pure. È importante rendersi conto che nessun vaccino è sicuro al 100 percento per tutti. Come riportato dalla CNN, un oncologo del Royal Marsden NHS Foundation Trust di Londra è morto di recente a seguito di una vaccinazione di routine contro la febbre gialla: 12
"Martin Gore, 67 anni, è morto giovedì mattina dopo aver ricevuto il vaccino, che è raccomandato ai viaggiatori che visitano l'Africa sub-sahariana, la maggior parte del Sud America e parti dell'America centrale e dei Caraibi ...
La morte di Gore getta luce sull'aumento del rischio associato al vaccino contro la febbre gialla e ai dati demografici over-60. I tipici effetti collaterali del vaccino includono mal di testa, dolori muscolari, lieve febbre e dolore al sito di iniezione ...
Tuttavia, le vaccinazioni possono, in rare circostanze, causare effetti collaterali più gravi, tra cui reazioni allergiche e problemi al cervello o agli organi ...
L'OMS ha riferito che tutti i casi di malattia viscerotropica - un raro ma pericoloso effetto collaterale delle vaccinazioni contro la febbre gialla in cui una malattia simile alla febbre gialla di tipo selvaggio prolifera in più organi - si sono verificati nei vaccini primari, a partire da due a cinque giorni dopo la vaccinazione. "

Il tasso di reazione del vaccino potrebbe essere alto come 1 su 10 ?
Nel video qui sopra, Del Bigtree, 13 anni vincitore di un Emmy Award del talk show "The Doctors" per sei anni, e uno dei produttori del documentario, "Vaxxed", parla della sicurezza del vaccino, o piuttosto della sua mancanza.
In esso, racconta come, nel 2010, il CDC ha assunto una società per automatizzare il sistema di segnalazione degli eventi avversi del vaccino federale (VAERS) in modo tale che qualsiasi potenziale reazione vaccinale segnalata ai medici partecipanti alla Harvard Pilgrim HMO venisse automaticamente caricata in il database VAERS.
Sorprendentemente, i dati preliminari hanno mostrato che su 376.452 individui hanno dato 45 diversi vaccini, sono state identificate 35.570 possibili reazioni vaccinali. Ciò significa che quasi 1 persona su 10 ha sofferto di una reazione dopo la vaccinazione relativamente a un numero sufficiente di segnalazioni, tuttavia il mantra ufficiale del CDC è che il rischio di gravi lesioni da vaccino o morte è 1 su 1 milione.
Sfortunatamente, mentre la creazione di VAERS nel 1986 è stata un'opportunità per ottenere una più solida comprensione del numero di potenziali reazioni al vaccino, lesioni e decessi verificatisi dopo le vaccinazioni fatte negli Stati Uniti, il CDC non ha avuto seguito, e il progetto è caduto ciglio della strada.

Gli errori medici sono la terza causa principale di morte negli Stati Uniti
Mentre ho focalizzato molta attenzione sui vaccini e sulla necessità di informarti sui loro rischi in questo articolo, i vaccini non sono di gran lunga l'unico pericolo presentato dall'industria medica. In effetti, gli errori medici in generale sono la terza principale causa di morte , uccidendo circa 250.000 americani ogni anno, 14 , 15 un aumento di circa 25.000 persone ogni anno dai dati pubblicati nel 2000. 16
Gli effetti collaterali dei farmaci, presi come prescritto, rappresentano la stragrande maggioranza dei decessi iatrogeni, ma interventi chirurgici non necessari, errori di farmaci negli ospedali, infezioni acquisite in ospedale e altri errori medici che si verificano negli ospedali reclamano anche la loro giusta parte di vite.
La ricerca 17 pubblicata nel 2013 ha stimato che gli errori ospedalieri prevenibili uccidono 210.000 americani ogni anno - una cifra che si avvicina molto alle ultime statistiche. Tuttavia, quando sono stati inclusi decessi correlati a errori diagnostici, errori di omissione e mancata osservanza delle linee guida, il numero è salito alle 440.000 morti ospedaliere prevenibili ogni anno.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

Perché i media hanno smesso di parlare di Hannah Poling ? Facile:

il suo caso relativo ai vaccini che causano l'autismo era inattaccabile. Suo padre era un neurologo. Avevano vinto in tribunale.

Anche il capo del CDC, Julie Gerberding, ha dovuto ammettere che l'autismo è accaduto in rari casi.
E poi cos'è successo ?
La storia di Hannah, è semplicemente scomparsa dai media. E' stato un colpo troppo devastante..

Due link aggiuntivi che vale la pena condividere.
La professoressa Mary Holland e i colleghi hanno scoperto che c'erano molti altri raggruppamenti di casi come quelli di Hannah e hanno pubblicato i loro risultati nella revisione:

 - https://digitalcommons.pace.edu/cgi/viewcontent.cgi?article=1681&context=pelr

 

I medici di Kennedy-Krieger che hanno assistito alla regressione di Hannah Poling in autismo hanno pubblicato i loro risultati in un documento poco conosciuto nel 2006 nella rivista di neurologia infantile che raramente nessuno condivide o discute:

 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2536523/

vedi: QUI, tutti gli studi, ricerche, interviste, citate nel documentario sull'autismo dai Vaccini Vaxxed
http://vaxxedthemovie.com/download-the-cdc-autism-mmr-files-released-by-dr-william-thompson/


 

Più bambini autistici dove c’è maggiore copertura vaccinale - 2018

Il Governo canadese ha anche rilasciato un importante documento mutuato dal National ASD Surveillance System che è preposto ad individuare il numero di giovani con diagnosi di autismo nelle regioni e nel tempo.

Il rapporto ha mostrato come aumenti costanti di autismo dal 2003 siano differenti tra le varie regioni del Canada. Perché in alcune regioni ci sono più casi di autismo?

I numeri mostrano come la prevalenza di autismo è più alta nelle province canadesi che hanno anche la più alta copertura vaccinale.

Il NASS ha raccolto dati provenienti dalle varie province su bambini dai 5 ai 17 anni con diagnosi confermata: British Columbia, New Brunswick, Terranova e Labrador, Nuova Scozia, Isola del Principe Edoardo, Quebe, Yukon.

I dati mostrano come nei territori di Terranova e Labrador nel 2015 era un bambino su 55 ad avere diagnosi di autismo, nel Prince Edward Island uno su 59, nel Quebec uno su 65, nello Yukon uno su 125.

Sorprendenti anche i tassi di crescita dell’autismo, nell’età compresa tra i 5 e i 14 anni dal 2003 al 2015 (per Newsfondland e Labrador dal 2003 al 2009)

Terranova e Labrador: da 6 a 19.6 per 1.000 (aumento del 227%)
Isola del Principe Edoardo: da 5 a 17.7 per 1.000 (aumento del 254%)
Quebec: da 3,5 a 15,7 per 1.000 (aumento del 349%)


Continua QUI:
https://www.notizieora.it/salute-benessere/vaccini-ce-relazione-statistica-con-autismo-dal-canada-agli-usa-il-caso-si-riapre-i-documenti/

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Dal bugiardino del vaccino Tripedia, che potete scaricare direttamente dal sito della FDA 
(* vedi sotto) americana, leggiamo:

"Adverse events reported during post-approval use of Tripedia vaccine include idiopathic thrombocytopenic purpura, SIDS, anaphylactic reaction, cellulitis, autism, convulsion/grand mal convulsion, encephalopathy, hypotonia, neuropathy, somnolence and apnea."

Traduzione: "Reazioni avverse denunciate durante l'utilizzo post-approvazione del vaccino Tripedia includono: purpura trombocitopenica idiopatica, sindrome da morte improvvisa del lattante, reazione anafilattica, cellulite, autismo, convulsioni/epilessia, encefalopatia, ipotonicità, neuropatie, sonnolenza, interruzione del respiro."
[...]

Il bugiardino fa poi seguire una frase molto ambigua: 
"Events were included in this list because of the seriousness or frequency of reporting. Because these events are reported voluntarily from a population of uncertain size, it is not always possible to reliably estimate their frequencies or to establish a causal relationship to components of Tripedia vaccine."
Traduzione:
"Questi casi sono stati inclusi nella lista per la loro gravità o per la frequenza delle denunce. Poichè questi episodi sono stati riferiti volontariamente da un numero imprecisato di persone, non è sempre possibile stimare in modo affidabile la loro frequenza o stabilire una relazione causale con i componenti del vaccino Tripedia."


Il bugiardino dice anche: 
"The vaccine is formulated without preservatives, but contains a trace amount of thimerosal."
Traduzione:
"Il vaccino è preparato senza conservanti, ma contiene quantità tracciabili di Thimerosal."
Ricordate, i famosi "trace amounts" del Thimerosal "scomparso" dai vaccini ?


* AGGIORNAMENTO: Il documento è stranamente scomparso dal sito della FDA. Ora lo si può trovare su Wayback Machine....strano vero ?.....Big Pharma corre ai ripari....

Ma tutto cio' e' possibile per tutti gli altri vaccini !

Uno studio, che ha utilizzato campioni di probabilità ponderati ottenuti dai dati di National Health Interview Survey 1997-2002 in bambini/ragazzi di età 3-17 anni, documenta che ragazzi vaccinati da neonati avevano 3 volte maggiori probabilità di diagnosi di autismo rispetto ai ragazzi mai vaccinati o vaccinati dopo il primo mese di vita
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21058170 
- Caso di Encefalite da ceppo (vaccinico) del virus del morbillo, si è verificata in un bambino di 21 mesi apparentemente sano 8,5 mesi dopo la vaccinazione da morbillo-parotite-rosolia. Non aveva precedenti prove di deficit immunitario e nessuna storia di esposizione al morbillo o malattie cliniche. La presenza del virus del morbillo nel tessuto cerebrale è stata confermata dalla reazione con la polimerasi di trascrizione inversa. La sequenza nucleotidica nelle regioni di nucleoproteine e di fusione era identica a quella dei ceppi vaccinali Moraten e Schwarz.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10589903
- Decesso da encefalite da morbillo su contagio diretto da vaccino
https://www.youtube.com/watch?v=nj3UaL6HGO0
- Anafilassi a vaccino contro MPR mediata da IgE alla gelatina; lo studio segnala altri casi di anafilassi dopo MPR. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8473675
- Complicazioni neurologiche da immunizzazione. Vaccini preparati con virus (pertosse e eventualmente influenza) possono scatenare reazioni allergiche neurologiche che causano encefalopatia. I vaccini preparati da virus vivi attenuati (morbillo, parotite, rosolia e poliovirus orale trivalente) possono causare infezione virale sintomatica del sistema nervoso, inclusa l'encefalite del morbillo. Lo studio, pubblicato nel 1982, attribuisce basse incidenze a questi effetti avversi.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/6751212
- Nel settembre 1993, l'Istituto di medicina ha pubblicato un rapporto intitolato “Avversità associati con vaccini infantili: prove che portano alla causalità”.
Il comitato ha trascorso 18 mesi a rivedere tutti i dati scientifici e medici disponibili, dai rapporti individuali (pubblicati e inediti) alle sperimentazioni cliniche controllate.
La commissione ha ritenuto che le prove favorissero l'accettazione di una relazione causale tra i toxoidi sia della difterite che del tetano con la sindrome di Guillain-Barré e la neurite brachiale; tra il vaccino contro il morbillo e l'anafilassi; tra il vaccino orale polio e la sindrome di Guillain-Barré; tra il vaccino coniugato anti-Hib e la suscettibilità a Malattia di Hib (meningite batterica).
La commissione ha rilevato l'evidenza della causalità tra i toxoidi della difterite, del tetano e l'anafilassi; tra il vaccino del morbillo e la morte per infezione virale da ceppo del vaccino di morbillo; tra vaccino morbillo-parotite-rosolia e trombocitopenia e anafilassi; tra vaccino orale polio, poliomielite e morte per infezione da ceppo virale del vaccino antipolio; tra il vaccino contro l'epatite B e l'anafilassi.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8182813
- Un aumento inspiegabile del rischio di sindrome di Guillain-Barré (malattia infiammatoria demielinizzante delle radici spinali e nervi che può tra l’altro determinare paralisi respiratoria) si è verificato negli USA tra i riceventi del vaccino contro l'influenza suina nel 1976-1977. Il processo infiammatorio sembra immuno-allergico ed è innescato da un attacco virale. Rimane la condizione neurologica più frequente, segnalata dopo la vaccinazione contro l'influenza, nel sistema di segnalazione di eventi avversi dei Vaccini (VAERS) sin dalla sua nascita nel 1990.
http://jamanetwork.com/journals/jama/fullarticle/199859
Il numero di segnalazioni di sindrome di Guillain-Barré (malattia infiammatoria demielinizzante delle radici spinali e nervi che può tra l’altro determinare paralisi respiratoria) associata al vaccino influenzale, acquisite dal sistema nazionale di segnalazione di eventi avversi del vaccino, è aumentato da 37 nel 1992-1993 a 74 nel 1993-1994, suscitando preoccupazione per un possibile aumento del rischio associato al vaccino.
Conclusioni:
se pur non vi è stato un aumento del rischio di sindrome di Guillain-Barré associata al vaccino dal 1992-1993 al 1993-1994, per le due stagioni combinate, invece, il rischio relativo aggiustato è di 1.7.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9854114
- Centro regionale di farmacovigilanza Alsazia, Università di Hôpitaux [Farmacovigilanza dei vaccini contro l'epatite B]. Premesso che il vaccino contro l'epatite B è in commercio in Francia dalla fine del 2002, sono stati denunciate 1211 osservazioni di malattia demielinizzante del sistema nervoso centrale (1109 casi di cui 895 sclerosi multipla) o periferici (102 casi di cui 49 sindrome di Guillain Barre). “[…] la cronologia potrebbe suggerire una relazione causale, poiché il vaccino precede la patologia in tutti i casi notificati".
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15146580
- Rassegna di lavori scientifici che mostrano correlazioni tra vaccini e numerose gravi patologie.
http://www.tuttosteopatia.it/canali/op/intossicazioni-3/ricerche-scientifichecondannano-i-vaccini/
- Evidenze epidemiologiche che sostengono un'associazione tra l'esposizione organica a vaccini infantili contenenti Hg e aumentato rischio successivo di una diagnosi ASD
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3878266/
- Il Tribunale de Grande Instance de Nanterre condanna la GlaxoSmithKlein in quanto “[…] interamente responsabile delle conseguenze dannose delle manifestazioni di sclerosi a placche subite da […] a seguito della vaccinazione contro l’epatite B col vaccino Engérix B”.
vedi Epatite B e GSK
- Italia, lo Stato riconosce i danni da vaccini: DECRETO 21 ottobre 2009 : Individuazione dei criteri per la formazione delle graduatorie utili alla corresponsione dei benefici economici ai soggetti danneggiati da vaccinazioni, ai sensi della legge n. 229/2005.
http://www.gazzettaufficiale.ite
- Vaccino e Autismo, una sentenza ad Agrigento parla di rapporto causa-effetto. Il vaccino era tetravalente (difterite, tetano, pertosse ed epatite B).
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/vaccino-e-autismo-sentenza-ad-agrigento-parla-rapportocausa-1277969.html

- Autismo provocato dai vaccini, ministero dovrà dare vitalizio al bimbo malato.
Il vaccino era quello esavalente della GlaxoSmithKline.
http://www.huffingtonpost.it/2014/11/25/vaccino-causa-autismo_n_6216924.html
 
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

30 Solid Scientific Studies That Prove Vaccines Cause The Neurological Damage That Is Labeled “Autism- 28 aprile 2018
Researched and compiled by Ginger Taylor:
http://AdventuresInAutism.blogspot.com

A list of 30 scientific studies that show a link between vaccines and autism, disproving the myth that no official research papers exist to support what alternative doctors have been saying for years.

These papers can be shown to medical doctors and public health officials who wish to see peer reviewed scientific studies to back up the claims that autism is a direct result from receiving a vaccination. The first research paper presented was the first one ever written on the subject in 1943. Child Psychiatrist Leo Kanner discovered 11 children over the course of several years who displayed a novel set of neurological symptoms that had never been described in the medical literature, where children were withdrawn, uncommunicative and displayed similar odd behaviors.

This disorder would become known as “autism.” In the paper, Dr. Kanner noted that onset of the disorder began following the administration of a small pox vaccine. This paper was published in 1943 and evidence that vaccination is causing an ever increasing rate of neurological and immunological regressions, including autism, has been mounting from that time until now.

Autistic Disturbances of Affective Contact Leo Kanner, Johns Hopkins University, 1943 “Since 1938, there have come to our attention a number of children whose condition differs so markedly and uniquely from anything reported so far, that each case merits – and, I hope, will eventually receive – at detailed consideration of its fascinating peculiarities.”

All of Kanners cases were born after, and began to appear following, the introduction of Eli Lilly’s new form of water soluble mercury in the late 1920s used as an anti-fungal in forestry, a wood treatment product in the lumber industry and as a disinfectant and anti-bacterial in the medical industry under the name of “Thimerosal” that was included in vaccines.

As you can see, the medical professionals testifying that there is no scientific support for the vaccine/autism causation theory are uninformed about the current state of the science. When vaccination decisions are made based on an uninformed opinion, it means serious potential damage to the patient, and because of the law preventing lawsuits for vaccine injury, it also means that the uninformed medical professionals making bad recommendations cannot be held accountable in any way for giving the patient bad information. Parents want to know if their child can develop autism from their vaccines.

If they believe that the answer is yes, and the risk of brain injury from vaccination is higher than their risk from a disease, it is their right to decline vaccination for themselves and their children without coercion.

Patients must be able to make their own informed vaccine decisions because they often know more about potential vaccine risks than even the top public health officials do.

1. Hepatitis B Vaccination of Male Neonates and Autism Annals of Epidemiology, September 2009 CM Gallagher, MS Goodman, Stony Brook University Medical CenterBoys vaccinated as neonates had threefold greater odds for autism diagnosis compared to boys never vaccinated or vaccinated after the first month of life.

2. Porphyrinuria in childhood autistic disorder: Implications for environmental toxicity Toxicology and Applied Pharmacology, 2006 Robert Natafa, et al, Laboratoire Philippe Auguste, Paris, France These data implicate environmental toxicity in childhood autistic disorder.

3. Theoretical aspects of autism: Causes—A review Journal of Immunotoxicology, January-March 2011 Helen V. Ratajczak, PhD Autism could result from more than one cause, with different manifestations in different individuals that share common symptoms. Documented causes of autism include genetic mutations and/or deletions, viral infections, and encephalitis following vaccination.

4. Uncoupling of ATP-mediated Calcium Signaling and Dysregulated IL-6 Secretion in Dendritic Cells by Nanomolar Thimerosal Environmental Health Perspectives, July 2006. Samuel R. Goth, Ruth A. Chu Jeffrey P. Gregg This study demonstrates that very low-levels of Thimerosal can contribute to immune system disregulation.

5. Gender-selective toxicity of thimerosal Exp Toxicol Pathol. 2009 Mar;61(2):133-6. Epub 2008 Sep 3. Branch DR, Departments of Medicine and Laboratory Medicine and Pathobiology, University of Toronto A recent report shows a correlation of the historical use of thimerosal in therapeutic immunizations with the subsequent development of autism; however, this association remains controversial. Autism occurs approximately four times more frequently in males compared to females; thus, studies of thimerosal toxicity should take into consideration gender-selective effects. The present study was originally undertaken to determine the maximum tolerated dose (MTD) of thimersosal in male and female CD1 mice. However, during the limited MTD studies, it became apparent that thimerosal has a differential MTD that depends on whether the mouse is male or female.

6. Comparison of Blood and Brain Mercury Levels in Infant monkeys exposed to Vaccines Containing Thimerosal Environmental Health Perspectives, Aug 2005. Thomas Burbacher, PhD, University of Washington This study demonstrates clearly and unequivocally that ethyl mercury, the kind of mercury found in vaccines, not only ends up in the brain, but leaves double the amount of inorganic mercury as methyl mercury, the kind of mercury found in fish. This work is groundbreaking because little is known about ethyl mercury, and many health authorities have asserted that the mercury found in vaccines is the “safe kind.” This study also delivers a strong rebuke of the Institute of Medicine’s recommendation in 2004 to no longer pursue the mercury-autism connection.

7. Increases in the number of reactive glia in the visual cortex of Macaca fascicularis following subclinical long-term methyl mercury exposure Toxicology and Applied Pharmacology, 1994 Charleston JS et al, Department of Pathology, School of Medicine, University of Washington The identities of the reactive glial cells and the implications for the long-term function and survivability of the neurons due to changes in the glial population following subclinical long-term exposure to mercury are discussed.

8. Neuroglial Activation and Neuroinflammation in the Brain of Patients with Autism Annals of Neurology, Feb 2005. Diana L. Vargas, MD [Johns Hopkins University] This study, performed independently and using a different methodology than Dr. Herbert (see above) reached the same conclusion: the brains of autistic children are suffering from inflammation.

9. Autism: A Brain Disorder, or a Disorder That Affects the Brain? Clinical Neuropsychiatry, 2005 Martha R. Herbert M.D., Ph.D., Harvard University Autism is defined behaviorally, as a syndrome of abnormalities involving language, social reciprocity and hyperfocus or reduced behavioral flexibility. It is clearly heterogeneous, and it can be accompanied by unusual talents as well as by impairments, but its underlying biological and genetic basis in unknown. Autism has been modeled as a brain-based, strongly genetic disorder, but emerging findings and hypotheses support a broader model of the condition as a genetically influenced and systemic.

10. Activation of Methionine Synthase by Insulin-like Growth Factor-1 and Dopamine: a Target for Neurodevelopmental Toxins and Thimerosal Molecular Psychiatry, July 2004. Richard C. Deth, PhD [Northeastern University] This study demonstrates how Thimerosal inhibits methylation, a central driver of cellular communication and development.

11. Validation of the Phenomenon of Autistic Regression Using Home Videotapes Archives of General Psychiatry, 2005 Emily Werner, PhD; Geraldine Dawson, PhD, University of WashingtonConclusion This study validates the existence of early autistic regression.

12. Blood Levels of Mercury Are Related to Diagnosis of Autism: A Reanalysis of an Important Data Set Journal of Child Neurology, 2007 M. Catherine DeSoto, PhD, Robert T. Hitlan, PhD -Department of Psychology, University of Northern Iowa Excerpt: “We have reanalyzed the data set originally reported by Ip et al. in 2004 and have found that the original p value was in error and that a significant relation does exist between the blood levels of mercury and diagnosis of an autism spectrum disorder. Moreover, the hair sample analysis results offer some support for the idea that persons with autism may be less efficient and more variable at eliminating mercury from the blood.”

13. Developmental Regression and Mitochondrial Dysfunction in a Child With Autism Journal of Child Neurology, February 2006 Jon S. Poling, MD, PhD, Department of Neurology and Neurosurgery, Johns Hopkins Hospital Excerpt: “Children who have (mitochondrial-related) dysfunctional cellular energy metabolism might be more prone to undergo autistic regression between 18 and 30 months of age if they also have infections or immunizations at the same time.”

14. Oxidative Stress in Autism: Elevated Cerebellar 3-nitrotyrosine Levels American Journal of Biochemistry and Biotechnology, 2008 Elizabeth M. Sajdel-Sulkowska, – Dept of Psychiatry, Harvard Medical School Excerpt: The preliminary data suggest a need for more extensive studies of oxidative stress, its relationship to the environmental factors and its possible attenuation by antioxidants in autism.”

15. Large Brains in Autism: The Challenge of Pervasive Abnormality The Neuroscientist, 2005. Martha Herbert, MD, PhD, Harvard University This study helps refute the notion that the brains of autistic children are simply wired differently and notes, “neuroinflammation appears to be present in autistic brain tissue from childhood through adulthood.”

Dr. Herbert suggests that chronic disease or an external environmental source (like heavy metals) may be causing the inflammation.

16. Evidence of Toxicity, Oxidative Stress, and Neuronal Insult in Autism Journal of Toxicology and Environmental Health, Nov-Dec 2006. Janet Kern, Anne Jones, Department of Psychiatry, University of Texas Southwestern Medical Center “This article discusses the evidence for the case that some children with autism may become autistic from neuronal cell death or brain damage sometime after birth as result of insult; and addresses the hypotheses that toxicity and oxidative stress may be a cause of neuronal insult in autism… the article discusses what may be happening over the course of development and the multiple factors that may interplay and make these children more vulnerable to toxicity, oxidative stress, and neuronal insult.”

17. Oxidative Stress in Autism Pathophysiology, 2006. Abha Chauhan, Ved Chauhan This study provides a helpful overview of the growing evidence supporting the link between oxidative stress and autism.

18. Thimerosal Neurotoxicity is Associated with Glutathione Depletion: Protection with Glutathione Precursors Neurotoxicology, Jan 2005. S. Jill James, PhD, University of Arkansas This recent study demonstrates that Thimerosal lowers or inhibits the body’s ability to produce Glutathione, an antioxidant and the body’s primary cellular-level defense against mercury.

19. Aluminum adjuvant linked to gulf war illness induces motor neuron death in mice Neuromolecular Medicine, 2007 Christopher Shaw, Ph.D., Department of Ophthalmology and Program in Neuroscience, University of British Columbia This study demonstrates the extreme toxicity of the aluminum adjuvant used as a preservative in vaccines.

20. Environmental mercury release, special education rates, and autism disorder: an ecological study of Texas Health & Place, 2006 Raymond F. Palmer, University of Texas Health Science Center This study demonstrated the correlation between environmental mercury and autism rates in Texas.

21. Autism Spectrum Disorders in Relation to Distribution of Hazardous Air Pollutants in the SF Bay Area Environmental Health Perspectives, September, 2006 Gayle Windham, Div. of Environmental and Occupational Disease Control, California Department of Health Services Excerpt: “Our results suggest a potential association between autism and estimated metal concentrations, and possibly solvents, in ambient air around the birth residence.”

22. A Case Series of Children with Apparent Mercury Toxic Encephalopathies Manifesting with Clinical Symptoms of Regressive Autistic Disorder Journal of Toxicology and Environmental Health, 2007 David A. Geier, Mark R. Geier This study reviewed the case histories and medical profiles of nine autistic children and concluded that eight of the nine children were mercury toxic and this toxicity manifested itself in a manner consistent with Autism Spectrum Disorders.

23. Attention-deficit hyperactivity disorder and blood mercury level: a case-control study in chinese children Neuropediatrics, August 2006 – P.R. Kong Excerpt: “There was significant difference in blood mercury levels between cases and controls, which persists after adjustment for age, gender and parental occupational status. The geometric mean blood mercury level was also significantly higher in children with inattentive and combined subtypes of ADHD. High blood mercury level was associated with ADHD. Whether the relationship is causal requires further studies.”

24. The Changing Prevalence of Autism In California Journal of Autism and Developmental Disorders, April 2003 Mark F. Blaxill, David S. Baskin, and Walter O. Spitzer This study helps to refute the supposition made by some researchers that autism’s epidemic may only be due to “diagnostic substitution”.

25. Mitochondrial Energy-Deficient Endophenotype in Autism American Journal of Biochemistry and Biotechnology 2008 J. Jay Gargus and Faiqa Imtiaz, School of Medicine, University of California, Irvine, “While evidence points to a multigenic etiology of most autism, the pathophysiology of the disorder has yet to be defined and the underlying genes and biochemical pathways they subserve remain unknown.”

26. Bridging from Cells to Cognition in Autism Pathophysiology: Biological Pathways to Defective Brain Function and Plasticity American Journal of Biochemistry and Biotechnology 2008 Matthew P. Anderson, Brian S. Hooker and Martha R. Herbert, Cambridge Health Alliance/Harvard Medical School/Beth Israel Deaconess Medical Center “We review evidence to support a model where the disease process underlying autism may begin when an in utero or early postnatal environmental, infectious, seizure, or autoimmune insult triggers an immune response that increases reactive oxygen species (ROS) production in the brain that leads to DNA damage (nuclear and mitochondrial) and metabolic enzyme blockade and that these inflammatory and oxidative stressors persist beyond early development (with potential further exacerbations), producing ongoing functional consequences.”

27. Heavy-Metal Toxicity—With Emphasis on Mercury John Neustadt, ND, and Steve Pieczenik, MD, PhD Conclusion: Metals are ubiquitous in our environment, and exposure to them is inevitable. However, not all people accumulate toxic levels of metals or exhibit symptoms of metal toxicity, suggesting that genetics play a role in their potential to damage health.

28. Evidence of Mitochondrial Dysfunction in Autism and Implications for Treatment American Journal of Biochemistry and Biotechnology Daniel A. Rossignol, J. Jeffrey Bradstreet MtD and oxidative stress may also explain the high male to female ratio found in autism due to increased male vulnerability to these dysfunctions.

29. Proximity to point sources of environmental mercury release as a predictor of autism prevalence

Health & Place, 2008 Raymond F. Palmer et al, University of Texas Health Science Center This study should be viewed as hypothesis-generating – a first step in examining the potential role of environmental mercury and childhood developmental disorders. Nothing is known about specific exposure routes, dosage, timing, and individual susceptibility. We suspect that persistent low-dose exposures to various environmental toxicants, including mercury, that occur during critical windows of neural development among genetically susceptible children (with a diminished capacity for metabolizing accumulated toxicants) may increase the risk for developmental disorders such as autism.

30. Epidemiology of autism spectrum disorder in Portugal: prevalence, clinical characterization, and medical conditions Developmental Medicine & Child Neurology, 2007 Guiomar Oliveira MD PhD et al, Centro de Desenvolvimento da Criança, Hospital Pediátrico de Coimbra; Assunção Ataíde BSc, Direcção Regional de Educação do Centro Coimbra; The objective of this study was to estimate the prevalence of autistic spectrum disorder (ASD) and identify its clinical characterization, and medical conditions in a paediatric population in Portugal.

Knowledge is POWER & this knowledge just may save a life ➤➤➤ https://www.tinyurl.com/InformedParents

Networking, exemption information and doctor resources: https://www.tinyurl.com/RevolutionForVaccineChoice

Follow us: https://www.facebook.com/RevolutionForChoice

Subscribe to our YT channel here: https://www.tinyurl.com/RevolutionForChoiceChannel

Twitter: https://www.twitter.com/UnitedForChoice

#RevolutionForChoice #InformedConsent #StayBrave #Vaxxed

ENORME AUMENTO dell’AUTISMO in AMERICA (denuncia) e risarcimento multimilionario a due di essi:
http://www.huffingtonpost.com/david-kirby/post2468343_b_2468343.html?utm_source=Alert-blogger&utm_medium=email&utm_campaign=Email+Notifications

Vaccini: Adiuvanti in Alluminio = disordini, neurologici, immunitari, autismo, ecc.
https://autismovaccini.org/adiuvanti-in-alluminio-e-disordini-neurologici/  
https://www.mineral-test.it/2017/11/28/alluminio-nel-tessuto-cerebrale-nellautismo/

Uno studio pilota su 666 bambini in età prescolare da 6 a 12 anni di quattro stati americani, pubblicato il 27 aprile 2017 sul Journal of Translational Sciences, ha confrontato 261 bambini non vaccinati con 405 bambini parzialmente o completamente vaccinati e ha valutato la loro salute generale in base alle loro madri ' segnalazioni di vaccinazioni e malattie diagnosticate da medici.
Quello che ha scoperto sugli aumenti delle malattie immuno-mediate come le allergie e le malattie del neurosviluppo, incluso l'autismo, dovrebbe far pensare a tutti i genitori due volte prima di vaccinare di nuovo !
vedi: The-1992-IAS-NZ-Survey-of-Vaccinated-vs.-Unvaccinated-Children + mawsonstudyhealthoutcomes5-8-2017-453297038


HSV2 riattivazione e mielite dopo la vaccinazione influenzale

By Allan Lieberman & Luke Curtis
Pagine 572-573 -  Pubblicato online: 26 set 2016 - Scarica la citazione
http://dx.doi.org/10.1080/21645515.2016.1235105
Per mielopatia in campo medico, si intende una qualunque malattia che interessa il midollo spinale, ma il termine indica anche le malattie del tessuto mielopoietico.

Yale School of Medicine: Disturbi neuropsichiatrici associati con le vaccinazioni
I dati suggeriscono legame tra il vaccino influenzale e Anoressia Nervosa Diagnosi
I ricercatori hanno esaminato l'associazione tra la somministrazione di vaccini nei bambini di età 6-15 anni d'età che sono stati diagnosticati con condizioni come l'anoressia nervosa, disturbo ossessivo compulsivo (OCD), disordini tic, disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), disturbo depressivo maggiore e disordine bipolare.
OCD = Il Disturbo Ossessivo Compulsivo è caratterizzato da pensieri, immagini o impulsi ricorrenti che innescano ansia e “obbligano” la persona ad attuare azioni ripetitive materiali o mentali. ... Le ossessioni sono pensieri, immagini o impulsi intrusivi e ripetitivi, percepiti come incontrollabili da chi li sperimenta.
Quello che hanno scoperto è che ci sono dati che suggeriscono che i bambini che sono stati di recente diagnosi di anoressia nervosa sono stati molto più probabilmente diagnosticati, quelli che sono stati vaccinati nei precedenti 3 mesi rispetto a quelli del gruppo di controllo. Hanno inoltre scoperto che i bambini vaccinati con le vaccinazioni influenzali durante i precedenti 3, 6 e 12 mesi sono stati anche associati con diagnosi incidenti di anoressia nervosa, disturbo ossessivo compulsivo, e un disturbo d'ansia.
Diverse altre associazioni sono state significative, tra cui le correlazioni tra l'epatite A (vaccino) con anoressia nervosa e OCD; l'epatite B (vaccino) con anoressia nervosa, e la meningite (vaccino) con anoressia nervosa e tic cronici.
I principali risultati dello studio suggeriscono che i bambini con disturbo ossessivo compulsivo, anoressia nervosa, disturbo d'ansia, e tic sono stati più probabile che hanno ricevuto il vaccino influenzale nel corso dell'anno precedente.
https://vaccineimpact.com/2017/yale-school-of-medicine-neuropsychiatric-disorders-associated-with-vaccinations/  


Associazione temporale di alcuni disturbi NeuroPsichiatrici DOPO la vaccinazione di bambini e adolescenti:
Uno studio Pilota con  casi-controllo
http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fpsyt.2017.00003/full

Associazione temporale di alcuni disturbi neuropsichiatrici in seguito alla vaccinazione dei bambini e degli adolescenti
Temporal association of certain neuropsychiatric Disorders Following Vaccination of children and adolescents:
a Pilot case–control study
By Douglas L. Leslie1*, Robert A. Kobre2, Brian J. Richmand2, Selin Aktan Guloksuz2 and James F. Leckman2* 1
Department of Public Health Sciences, Pennsylvania State University College of Medicine, Hershey, PA, USA, 2 Yale Child Study Center, Yale University School of Medicine, New Haven, CT, USA


Danni mitocondriali ed malattie rare, con i Vaccini http://journals.sagepub.com/doi/abs/10.1177/08830738060210021401
https://autismovaccini.org/2015/03/24/disturbo-mitocondriale-indotto-dalla-vaccinazione/
In Italia, il registro del Centro nazionale malattie rare dell’Istituto superiore di Sanità conta 195.452 casi....!

Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Metalli tossici ed autismo
https://www.dionidream.com/autismo-metalli-pesanti/?utm_source=browser&utm_medium=push_notification&utm_campaign=PushCrew_notification_1492188065&pushcrew_powered
https://www.mineral-test.it/2017/11/28/alluminio-nel-tessuto-cerebrale-nellautismo/

MINERALOGRAMMA (test per conoscere il livello ed il tipo di intossicazioni da minerali e metalli tossici anche dei vaccini)

IMPORTANTE
: dott. M. Montinari: Ho curato l'Autismo  +  PROTOCOLLO MONTINARI
La Verita' sullo studio del dott. Wakefield
PDF degli studi sui danni dei vaccini, dal 1926 al 2009
Terapia Naturale per l'Autismo (Gaps)
AUTISMO e malattie varie dai Vaccini - Studi Pubblicati - PDF
Diverse Sentenze di Coorte US confermano che i vaccini creano anche l'autismo !
Sentenza Italiana che conferma il risarcimento per danno da Vaccino = Autismo
Studio CINESE CONFERMA che i VACCINI PRODUCONO SHOCK IMMUNITARI e AUTISMO

Nei Vaccini immessi i microchips con la nanotecnologia
http://loveforlife.com.au/content/09/09/15/microchip-implants-ready-be-used-swine-flu-vaccines-chip-located-tip-needle
Altri 130 studi sui danni neurologici dei vaccini, con i links all'Autismo
81 studi confermano link Vaccini = autismo
Sentenza tribunale conferma autismo dai Vaccini
FDA conferma che i Vaccini possono indurre Autismo !
http://inshapetoday.com/now-official-fda-announced-vaccines-causing-autism/
Tutte le tesi dei medici proVax smontate !

Da almeno 15 anni gli scienziati americani (dei CDC) sono consapevoli di una correlazione fra il mercurio dei vaccini (Timerosal) e l'Autismo. Ma invece di dare l'allarme, hanno preferito seppellire tutto“ - 23/05/2016
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3671

... "Ragazzi vaccinati da neonati avevano una probabilità tripla di una diagnosi di autismo rispetto ai ragazzi mai vaccinati o vaccinati dopo il primo mese di vita. I ragazzi bianchi non ispanici avevano il 64% in meno di probabilità di avere una diagnosi di autismo rispetto ai ragazzi non bianchi. I risultati suggeriscono che i neonati maschi degli Stati Uniti vaccinati con il vaccino contro l'epatite B prima del 1999 (dal registro delle vaccinazioni) presentavano un rischio triplo più elevato di diagnosi di autismo rispetto ai ragazzi non vaccinati da neonati durante lo stesso periodo. I ragazzi non bianchi presentavano un rischio maggiore."
vedi QUI: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21058170


Relazione causale tra autismo (e altre patologie neurodegenerative), stress ossidativo e applicazione impropria e non sicura della profilassi vaccinica.

Neurotossicità dell'Alluminio
Un altro aspetto della tossicità adiuvante dell'alluminio è che l'alluminio può rimanere nel sito di iniezione per diversi anni. Non solo questo può causare prurito persistente e allergia da contatto, ma il cervello accumula gradualmente l'alluminio iniettato. Come risultato di questa biopersistenza a lungo termine, è stato scoperto che condizioni autoimmuni e neurologiche si manifestano anche dopo dieci anni dopo la vaccinazione .
È documentato che gli adiuvanti di alluminio causano danni neurologici. Il danno è in genere ritardato e cronico, ancora una volta a causa della persistenza a lungo termine dell'alluminio nel sito di iniezione. L'alluminio  distrugge i motoneuroni  nel cervello e lentamente causa una quantità sempre maggiore di neuroinfiammazione. In uno studio, il danno somigliava più da vicino alla sclerosi laterale amiotrofica (SLA).
vedi: Alluminio presente nell'Autismo
Il danno neurologico osservato suggerisce anche che 
gli adiuvanti di alluminio possono giocare un ruolo significativo nell'aumentare del tasso di autismo . Il Dr. Russel Blaylock, un neuroscienziato che ha passato anni a studiare il problema, ha in realtà proposto un meccanismo per lo sviluppo dell'autismo dovuto alla immunoeccitotossicità . 
(Maggiori informazioni sulla connessione autismo-vaccino 
QUI ).

Video, registrato (telecamera nascosta) in una ASL italiana, una pediatra racconta la verita' sui Vaccini !

Rapporto fra Bambini vaccinati e quelli NON vaccinati con meno ospedalizzazioni e morte

L'epigenetica riunifica lo spettro autistico
- 18/11/2016
studio ha identificato soggetti con forme differenti di disturbi dello spettro autistico che condividono uno stesso schema di modifiche epigenetiche, cioè alterazioni dell'espressione dei geni, a livello cerebrale. È la prima volta che si individua un fattore genetico così unificante per i disturbi dello spettro autistico
.
-
http://www.lescienze.it/news/2016/11/18/news/atismo_epigenetica_avetilazione_istoni-3315837/
vedi anche questa: raccolta di dati medico-scientifici sui gravi danni dei Vaccini

Ho inviato questa mail alla Fnomceo.it (Federazione nazionale degli Ordini dei medici)

VACCINI TOSSICI
Intossicati per legge....il giorno della nascita vitamina K1, a 3 mesi 6 mesi, fino ai 12 anni...con i Vaccini + Vitamina K1
 


Chi vaccina compie un atto CRIMINALE perché i tutti I Vaccini odierni contengono tanti metalli tossici (anche nanoparticelle), ma ancora mercurio, tossina invalidante pur in dosi minori a prima, ma nei vaccini odierni vi e' anche l' alluminio, che e presente anche nella Vitamina K1 propinata alla nascita, che generano danni cerebrali come autismo ecc., oltre ad altre sostanze cancerogene come la formaldeide, proteine che generano allergie, asma, malattie respiratorie ed intestinali, ecc...ed anche la morte nella culla (sids), non solo... ma anche sostanze ingegnerizzate in laboratorio per scopi "occulti"....clonazione/alterazione di DNA umano...
Inoltre....
.... i vaccini sono propinati ai bambini per immunodeprimerli in modo da creare mantenere ed ampliare il mercato dei malati..
.. In piu' i vaccini sono irradiati dal Cobalto 60 e la radioattivita' ottenuta con l'irradiazione, viene immessa nei corpicini dei bambini...che può danneggiarli anche quando sono adulti...come bombe a tempo...
... Insomma vaccinare un bambino e' un atto CRIMINALE gestito da uno "stato" colluso con le case farmaceutiche e con medici in malafede !
Di tutto cio' che affermiamo, abbiamo in mano tutte le prove, ricerche, studi pubblicati, scaricati dai data base medico-scientifici mondiali US !

Il contenuto di questo testo, e' la sintesi della DENUNCIA che stiamo presentando in tribunale contro i dirigenti della in-sanità italiana
vedi: Contenuto_Vaccini


Commento NdR: stanno piano piano arrivando alla verita', ma ancora non vogliono studiare a fondo le VERE cause dell'Autismo = Danno vaccinale !
 


 

Meccanismo sulla tossicità dell'alluminio dei vaccini e della Vitamina K1, nella popolazione pediatrica (bambini)
Mechanisms of aluminum adjuvant toxicity and autoimmunity in pediatric populations - By Tomljenovic L., Shaw CA.

Il prof. Gherardi spiega come l'alluminio dei vaccini iniettato nel muscolo va al cervello provocando danni. Secondo la medicina ufficiale nei vaccini ci sono dai 25 mcg ai 600 mcg di alluminio. Essi dopo poco tempo vengono espulsi dall'organismo.
Nessun problema di sicurezza riguardo i sali di alluminio in essi utilizzati come adiuvante. Il prof. Gherardi (direttore presso INSERM, Istituto nazionale di ricerca in medicina ) non la pensa così.
Dopo 18 anni di ricerche il prof Gherardi afferma che l'alluminio è biopersistente e non va via dopo poche settimane nei vaccinati.
In molti pazienti è stato trovato alluminio di origine vaccinale dopo molti anni nei macrofagi. (cellule del sistema immunitario).
Ciò causa una intossicazione con segni clinici come, deficit di attenzione e memoria, sindrome da stanchezza cronica. Il prof. Gherardi parla di "miofascite macrofagica ".
In pratica dopo l'inoculo di un vaccino è stato osservato che vi è una concentrazione a distanza di alluminio nel cervello e nella milza. Questi depositi sono aumentati nel cervello anche fino ad un anno di distanza dalla iniezione. Dopo pochi minuti dalla iniezione i macrofagi catturano le particelle di alluminio nel sito della vaccinazione. Una parte resta nel sito dell'inoculo anche per anni mentre un'altra parte e dal sistema linfatico al sangue porta l'alluminio al cervello.
- vedi: SIDS (morte dopo vaccino)
https://www.facebook.com/radioautismo.org/videos/1818821251464598/
Romain K. Gherardi, MD, Institut Mondor de Recherche Biomédicale, INSERM U955-E10, Univeristé Paris-Est, France.
Email:
[email protected]

- https://www.facebook.com/fanpage.it/videos/1989281214426876/

INFATTI:

Morphologie. 2016 Jun;100(329):85-94. doi: 10.1016/j.morpho.2016.01.002. Epub 2016 Apr 6.
Aluminum adjuvants of vaccines injected into the muscle: Normal fate, pathology and associated disease.

By Gherardi RK1, Aouizerate J1, Cadusseau J2, Yara S2, Authier FJ3.
1 - Garches-Necker-Mondor-Hendaye Reference Centre for Neuromuscular Diseases, 94000 Créteil, France; Expert Centre for Neuromuscular Pathology, Henri-Mondor Hospital, AP-HP, 51, avenue du Maréchal-de-Lattre-de-Tassigny, 94000 Créteil, France; Inserm U955-Team 10 "Biology of Neuromuscular System" Paris Est-Créteil University, Créteil, France.
2 - Garches-Necker-Mondor-Hendaye Reference Centre for Neuromuscular Diseases, 94000 Créteil, France; Inserm U955-Team 10 "Biology of Neuromuscular System" Paris Est-Créteil University, Créteil, France.
3 - Garches-Necker-Mondor-Hendaye Reference Centre for Neuromuscular Diseases, 94000 Créteil, France; Expert Centre for Neuromuscular Pathology, Henri-Mondor Hospital, AP-HP, 51, avenue du Maréchal-de-Lattre-de-Tassigny, 94000 Créteil, France; Inserm U955-Team 10 "Biology of Neuromuscular System" Paris Est-Créteil University, Créteil, France.
Electronic address: [email protected].

Estratto
L'ossido idrossido di alluminio (Alhydrogel (®)) è un composto nano-cristallino che formano aggregati che sono stati introdotti nel vaccino per il suo effetto adiuvante immunologico nel 1926.
È l'adiuvante più comunemente usato nei vaccini umani e veterinari, ma meccanismi mediante i quali stimola le risposte immunitarie rimangono mal definiti.
Anche se generalmente ben tollerata a breve termine, è stato sospettato di causare occasionalmente problemi neurologici ritardati in individui sensibili. In particolare, la persistenza a lungo termine di granuloma aluminico chiamata anche miofasciite macrofagica è associata a artromialgie croniche e alla stanchezza e alla disfunzione cognitiva.
Le preoccupazioni di sicurezza dipendono in gran parte dal lungo periodo di biopersistenza inerente a questo adiuvante, che può essere legato al suo rapido ritiro dal liquido interstiziale da parte dell'avvio cellulare avido; e la capacità di particelle adiuvanti per migrare e lentamente accumularsi negli organi linfoidi e nel cervello, un fenomeno documentato in modelli animali e risultante dalla traslocazione MCP1 / CCL2-dipendente di cellule di monociti con carico adiuvante (fenomeno del cavallo di Troia).
Queste nuove intuizioni suggeriscono fortemente che si dovrà compiere una rivalutazione seria della farmacocinetica adiuvante in alluminio a lungo termine e della sicurezza.
vedi anche: Do aluminum vaccine adjuvants contribute to the rising prevalence of autism
Traduz.: Gli additivi del vaccino in alluminio, contribuiscono alla crescente prevalenza dell'autismo

IMPORTANTE
Il vaccino per lo H5N1, l' influenza aviaria, la falsa epidemia inventata per spaventare e far acquistare dalle nazioni i vaccini, contiene l’adiuvante AS03, una emulsione “olio-in-acqua”.
- L’adiuvante AS03 è costituito dai composti oleosi, D, L-alfa-tocoferolo (vitamina E), squalene, e il polisorbato 80, il quale serve a mantenere  insieme tutti gli elementi, impedendo loro di separarsi; poi troviamo acqua contenente piccole quantità i sali.
Alcuni antibiotici possono essere utilizzati in determinate produzioni per “prevenire la contaminazione batterica durante la produzione“ e quindi sono presenti nei vaccini.

Evidence of oxidative damage and inflammation associated with low glutathione redox status in the autism brain.
Evidenza di danni ossidativi e infiammazioni (vedi ASIA) associati allo stato di redox ridotto di glutatione nel cervello dell'autismo  - vedi: Autismo da neuroInfiammazione
- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22781167

Transl psichiatric 2013 18 giugno; 3: e273. doi: 10.1038 / tp.2013.51.
Redox metabolism abnormalities in autistic children associated with mitochondrial disease
Anormalità del metabolismo Redox (Ossido-riduzione) nei bambini autistici associati a malattie mitocondriali.
By Frye RE 1 , Delatorre R , Taylor H , Slattery J , Melnyk S , Chowdhury N , James SJ .

Estratto
Studi di ricerca hanno scoperto diverse anomalie metaboliche associate al disturbo dello spettro autistico (ASD), tra cui la malattia mitocondriale (MD) e il metabolismo redox anomalo. Nonostante la stretta connessione tra disfunzione mitocondriale e stress ossidativo, la relazione tra MD e lo stress ossidativo nei bambini con ASD non è stata studiata. Marcatori di plasma dello stress ossidativo e misure di sviluppo cognitivo e linguistico e comportamento ASD sono stati ottenuti da 18 bambini diagnosticati con ASD che hanno soddisfatto i criteri per MD probabile o definitivo per Morava et al. criteri (ASD / MD) e 18 bambini ASD adatti all'età e ai sessi, senza marcatori biologici o sintomi di MD (ASD / NoMD). Le misure plasmatiche del metabolismo redox includevano ridotta glutatione libera (fGSH), glutatione ossidata (GSSG), rapporto fGSH / GSSG e 3-nitrotirosina (3NT). Inoltre, è stata anche misurata una misurazione plasmatica di attivazione immunitaria cronica, 3-clorotrosina (3CT). La lingua è stata misurata utilizzando la scala di lingua prescolare o il test vocabolario espressivo di un vocabolo (a seconda dell'età), il comportamento adattivo è stato misurato utilizzando la Vineland Adaptive Behavior Scale (VABS) e i sintomi di autismo sono stati misurati utilizzando il Questionario Autistico dei sintomi e il Social Scala di Responsiveness. 
I bambini con ASD / MD sono risultati inferiori alla sottoscrizione della comunicazione e della abilità di vita quotidiana del VABS nonostante avessero simile sintomi di lingua e ASD. I bambini con ASD / MD hanno dimostrato livelli significativamente più alti di fGSH / GSSG e livelli inferiori di GSSG rispetto ai bambini con ASD / NoMD, suggerendo un ulteriore stato di redox glutatione più favorevole nel gruppo ASD / MD. Tuttavia, confrontare con i controlli, entrambi i gruppi ASD hanno dimostrato che fGSH e fGSH / GSSG sono inferiori, dimostrando che entrambi i gruppi soffrono di anomalie redox. I bambini più giovani di ASD / MD hanno avuto livelli più alti di 3CT rispetto ai bambini più giovani ASD / NoMD a causa di un effetto legato all'età nel gruppo ASD / MD.
 Entrambi i gruppi ASD hanno dimostrato livelli di 3CT significativamente più elevati rispetto ai soggetti di controllo, suggerendo che l'infiammazione cronica era presente in entrambi i gruppi di bambini con ASD. È interessante notare che 3NT è risultato correlato positivamente con diverse misure di funzione cognitiva, sviluppo e comportamento per il gruppo ASD / MD, ma non il gruppo ASD / NoMD, in modo tale che le concentrazioni superiori a 3NT siano associate a un comportamento adattativo più favorevole, alla lingua e all'ASD- comportamento correlato. 
Per determinare se la differenza nel ricevere farmaci e / o integratori potrebbe rappresentare le differenze nei biomarcatori redox e infiammatori nei gruppi ASD, abbiamo esaminato le differenze nei farmaci e negli integratori tra i gruppi e il loro effetto di biomarcatori redox e infiammatori. Nel complesso, significativamente più partecipanti al gruppo ASD / MD ricevevano folati, vitamina B12, carnitina, coenzima Q10, vitamine B e antiossidanti. 
Abbiamo quindi determinato se folati, carnitina, coenzima Q10, vitamine B e / o antiossidanti influenzavano i biomarcatori redox o infiammatori. L'integrazione antiossidante è stata associata a un GSSG significativamente inferiore, mentre gli antiossidanti, i coenzimi Q10 e le vitamine B sono stati associati ad un più alto rapporto fGSH / GSSG. Non esisteva alcuna relazione tra folta, carnitina, coenzima Q10, vitamine B e antiossidanti con 3NT, 3CT o fGSH. Nel complesso, i nostri risultati suggeriscono che i bambini ASD / MD con un microambiente ossidato più cronico hanno uno sviluppo migliore. 
Abbiamo interpretato questa constatazione alla luce del fatto che i mitocondriali più attivi possono creare un più grande microambiente ossidato, soprattutto quando sono disfunzionali. Pertanto, l'upregulation compensatorio di mitocondri disfunzionali può aumentare l'attività e la funzione a scapito di un ambiente microambiente più ossidato. Sebbene più bambini ASD / MD ricevessero alcuni integratori, l'uso di tali integratori non è risultato correlato ai biomarcatori redox correlati allo sviluppo cognitivo o al comportamento del gruppo ASD / MD, ma potrebbe rappresentare la differenza nel metabolismo della glutatione notato tra i gruppi. Questo studio suggerisce che diversi sottogruppi di bambini con ASD hanno diverse anomalie redox, che possono derivare da fonti diverse. 
Una migliore comprensione del rapporto tra disfunzione mitocondriale in ASD e stress ossidativo, insieme ad altri fattori che possono contribuire allo stress ossidativo, sarà fondamentale per comprendere come guidare il trattamento e la gestione dei bambini ASD. Questo studio suggerisce inoltre che è importante identificare i bambini ASD / MD in quanto possono rispondere in modo diverso a trattamenti specifici a causa del loro profilo metabolico specifico. sarà fondamentale per comprendere come guidare il trattamento e la gestione dei bambini ASD. 
Questo studio suggerisce inoltre che è importante identificare i bambini ASD / MD in quanto possono rispondere in modo diverso a trattamenti specifici a causa del loro profilo metabolico specifico. sarà fondamentale per comprendere come guidare il trattamento e la gestione dei bambini ASD. Questo studio suggerisce inoltre che è importante identificare i bambini ASD / MD in quanto possono rispondere in modo diverso a trattamenti specifici a causa del loro profilo metabolico specifico.
- PMID: 23778583 - PMCID: PMC3693408 - DOI: 10.1038 / tp.2013.51


A
utismo dai vaccini
25 Studies- US Nat. Library of Medicine National Inst of Health - link Autism to Vaccines:
- Uno studio a due fasi che valuta la relazione tra la somministrazione di vaccino contenente Thimerosal e il rischio di una
diagnosi di disturbi dello spettro autistico negli Stati Uniti

 http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3878266/
- Una associazione positiva trovata tra la prevalenza dell'autismo e l'assunzione di vaccinazioni infantili in tutta la popolazione americana.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21623535
- Controversie che circondano il mercurio nei vaccini: la negazione dell'autismo come impedimento all'immunizzazione universale.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25377033
- Le emissioni metodologiche e le prove di malfeasance nella ricerca per dimostrare timerosal nei vaccini sono sicure.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24995277
- Antinfiammatori anormali di morbillo-parotite-rosolia e autoimmunità del CNS nei bambini con autismo.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12145534
- Epatite B, vaccinazione dei neonati maschi e diagnosi di autismo, NHIS 1997-2002.
J Toxicol Environ Health A. 2010;73(24):1665-77. doi: 10.1080/15287394.2010.519317.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21058170
- Gli adiuvanti di alluminio per vaccini contribuiscono alla crescente prevalenza dell'autismo ?
J Inorg Biochem. 2011 Nov;105(11):1489-99. doi: 10.1016/j.jinorgbio.2011.08.008. Epub 2011 Aug 23.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22099159
- Che cosa è l'autismo regressivo e perché si verifica ? È la conseguenza della disfunzione multi-sistema che pregiudica l'eliminazione dei metalli pesanti e la capacità di regolare la temperatura neurale ?
N Am J Med Sci. 2009 Jul; 1(2): 28–47.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3364648/
- Una serie di casi di bambini con apparenti encefalopatie tossiche di mercurio manifestanti con sintomi clinici di disturbi autistici regressivi. J Toxicol Environ Health A. 2007 May 15;70(10):837-51.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17454560
- Una rassegna completa del mercurio che provoca l'autismo.
Indian J Med Res. 2008 Oct;128(4):383-411.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19106436
- Esposizione Thimerosal e il ruolo della chimica di sospensione e disponibilità di tiol in autismo
Int J Environ Res Public Health. 2013 Aug; 10(8): 3771–3800.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3774468/
- B-linfociti di una popolazione di bambini con disturbi dello spettro autistico e dei loro fratelli non influenzati mostrano l'ipersensibilità al Thimerosal - J Toxicol. 2013; 2013: 801517.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3697751/
- Aspetti teorici dell'autismo: cause - una revisione.
J Immunotoxicol. 2011 Jan-Mar;8(1):68-79. doi: 10.3109/1547691X.2010.545086.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21299355
- Coniugare vaccini e autismo.
Med Hypotheses. 2011 Dec;77(6):937-9. doi: 10.1016/j.mehy.2011.08.033. Epub 2011 Sep 9.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21907498
- Autismo: una nuova forma di avvelenamento da mercurio.
Med Hypotheses. 2001 Apr;56(4):462-71.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11339848
- Uno studio prospettico della somministrazione di Rho (D) -immune globulin contenente thimerosal come fattore di rischio per i disturbi autistici.
J Matern Fetal Neonatal Med. 2007 May;20(5):385-90.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17674242
- I vaccini coniugati possono predisporre i bambini a disturbi dello spettro dell'autismo.
Med Hypotheses. 2011 Dec;77(6):940-7. doi: 10.1016/j.mehy.2011.08.019. Epub 2011 Oct 10.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21993250
- La potenziale importanza degli steroidi nel trattamento dei disturbi dello spettro autistico e di altri disturbi che coinvolgono la tossicità del mercurio.
Med Hypotheses. 2005;64(5):946-54.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15780490
- Ridotti livelli di mercurio nei primi capelli tagliati dai bambini di bambini autistici.
Int J Toxicol. 2003 Jul-Aug;22(4):277-85.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12933322
- Linfociti coltivati da bambini autistici e fratelli non autistici regolano la proteina RNA a shock termico in risposta alla sfida timerosale.
Neurotoxicology. 2006 Sep;27(5):685-92. Epub 2006 Jun 16.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16870260
- Disturbi dello Spettro Autistico e Adiuvanti Alcolici per Vaccini,
http://link.springer.com/referenceworkentry/10.1007%2F978-1-4614-4788-7_89
- Un possibile meccanismo centrale nei disturbi dello spettro dell'autismo, part 1.
Altern Ther Health Med. 2008 Nov-Dec;14(6):46-53.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19043938
- Il ruolo del mercurio nella patogenesi dell'autismo.
Mol Psychiatry. 2002;7 Suppl 2:S42-3.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12142947
- Analisi transcriptomica degli effetti neurotossici nel cervello del topo dopo somministrazione neonatale intermedia di thimerosal.
Toxicol Sci. 2014 Jun;139(2):452-65. doi: 10.1093/toxsci/kfu049. Epub 2014 Mar 27.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24675092
- Una relazione dose-risposta tra l'esposizione al mercurio organico da vaccini contenenti thimerosal e disturbi neurosviluppo mentale.
Int J Environ Res Public Health. 2014 Sep 5;11(9):9156-70. doi: 10.3390/ijerph110909156.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25198681

- Una associazione positiva trovata tra la prevalenza dell'autismo e l'assunzione di vaccinazioni infantili in tutta la popolazione americana.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21623535
-
Aumento del rischio di una diagnosi atipica di autismo dopo l'esposizione del vaccino contenente Thimerosal negli Stati Uniti: un prospettico studio longitudinale di controllo del caso nel Datalink di sicurezza vaccino.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28595786

La PROVA del nove: Alluminio nel tessuto cerebrale dei bambini autistici
Adesso vediamo chi ha il coraggio di dire che si tratta di una semplice coincidenza !
Articolo tratto dal profilo Facebook del fisico Corrado Penna
Fonte articolo: 
http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0946672X17308763

Il disturbo dello spettro autistico è un disturbo dello sviluppo neurologico di eziologia (causa) innocua. Viene suggerito che la causa coinvolga sia una suscettibilità genetica che dei fattori ambientali, tra i quali vanno incluse alla fine anche le tossine ambientali.
È stato fatto il tentativo di legare l’esposizione umana alla tossina ambientale alluminio al disturbo dello spettro autistico.
Qui abbiamo utilizzato la tecnica della transversely heated graphite furnace atomic absorption spectrometry (spettrometria di assorbimento atomico da fornace di grafite riscaldata trasversalmente) per misurare, per la prima volta, il contenuto di alluminio del tessuto cerebrale di soggetti donatori con una diagnosi di autismo.
Abbiamo anche utilizzato del fluoro selettivo per l’alluminio (aluminium-selective fluor) per identificare l’alluminio nel tessuto cerebrale utilizzando la microscopia a fluorescenza. Il contenuto di alluminio del tessuto cerebrale nell’autismo è stato decisamente alto.
La media (tra parentesi la deviazione standard) del contenuto di alluminio nei 5 individui per ogni lobo è stata 3,82(5,42), 2,30(2,00), 2,79(4,05) e 3,82(5,17) μg/g di peso della materia secca rispettivamente per il lobo occipitale, frontale, temporale e parietale.
Questi sono tra i più alti valori di alluminio nel tessuto cerebrale umano misurati fino ad ora e bisogna chiedersi come mai, per esempio, il contenuto di alluminio del lobo occipitale di un ragazzo di 15 anni dovrebbe essere 8,74 (11,59) μg/g di peso della materia secca ?
La microscopia a fluorescenza selettiva per l’alluminio è stata utilizzata per identificare l’alluminio nel tessuto cerebrale di 10 donatori. Mentre si immaginava che l’alluminio fosse associato ai neuroni si è visto che è presente invece nella zona intracellulare in cellule simili alle microglia e in altre cellule infiammatorie non neuronali delle meningi, della vasculatura, della materia grigia e della materia bianca.
La preminenza dell’alluminio intracellulare associato con cellule non neuronali è stata una eccezionale osservazione nel tessuto cerebrale dei soggetti autistici e può offrire indizi sia riguardo all’origine dell’alluminio presente nel cervello che riguardo al possibile ruolo di tale sostanza nel causare il disturbo dello spettro autistico.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

vedi anche: Formato - Estratto da Fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12849883
Pediatr Neurol. 2003 Aprile; 28 (4): 292-4.
Elevati livelli di anticorpi contro il morbillo (vaccinale) in bambini con autismo. By Singh VK 1, Jensen RL 

Estratto
Indotta da virus l'autoimmunità (la vaccinazione) può giocare un ruolo causale nella autismo. 
Per esaminare il legame eziologico di virus in questo disturbo del cervello, abbiamo condotto uno studio sierologico di virus del morbillo, virus della parotite, e il virus della rosolia, anticorpi virali sono stati misurati mediante saggio (test) ELISA nel siero dei bambini autistici, bambini normali e fratelli di bambini autistici. Il livello di anticorpi contro il morbillo, ma non la parotite o anticorpi rosolia, era significativamente più elevata nei bambini autistici rispetto ai bambini normali (P = 0.003) o fratelli di bambini autistici (P <o = 0,0001). 
Inoltre, immunoblotting (*) del virus del morbillo vaccino ha rivelato che l'anticorpo è diretto contro una proteina di circa 74 peso molecolare kd. L'anticorpo per questo antigene è stato trovato in 83% dei bambini autistici, ma non nei bambini normali o fratelli di bambini autistici. Così i bambini autistici hanno una risposta iperimmuni al virus del morbillo, che in assenza di un tipo selvaggio di infezione da morbillo potrebbe essere un segno di una reazione immunitaria anomala al ceppo del vaccino o di riattivazione del virus.
(*) = una tecnica per analizzare o identificare proteine in una miscela, che coinvolge la separazione mediante elettroforesi seguita da colorazione con anticorpi.

Commento in
Un potenziale correlazione tra virus del morbillo e l'autismo: gruppi di controllo di pari età sono essenziali - Pediatr Neurol.2004] PMID:

Vaccinazione per l' Epatite B dei neonati maschi e diagnosi di autismo, NHIS 1997-2002.
J Toxicol Environ Salute A. 2010; 73 (24): 1665-1677. 
Gallagher CM 1Goodman MS - Informazioni sull'autore

Estratto
Universale vaccinazione contro l'epatite B è stato raccomandato per i neonati degli Stati Uniti nel 1991; Tuttavia, i risultati di sicurezza sono misti. L'associazione tra l'epatite B vaccinazione dei neonati di sesso maschile e la relazione dei genitori di diagnosi di autismo è stato determinato. 
 Questo studio trasversale utilizzato campioni probabilistici ponderato ottenuto da National Health Interview Survey 1997-2002 insiemi di dati. stato vaccinale è stata determinata dal libretto di vaccinazione. 
 La regressione logistica è stata utilizzata per stimare le probabilità di diagnosi di autismo associato con neonatale vaccinazione contro l'epatite B tra i ragazzi di età 3-17 anni, nato prima del 1999, rettificato per la razza, l'educazione materna, e per la casa con due genitori. Ragazzi vaccinati come i neonati avevano tre volte maggiore probabilità di diagnosi di autismo rispetto ai ragazzi non vaccinati o vaccinati dopo il primo mese di vita. Non ispanici ragazzi bianchi sono stati 64% in meno di probabilità di avere una diagnosi di autismo rispetto ai ragazzi non bianche. I risultati suggeriscono che i neonati di sesso maschile degli Stati Uniti vaccinati con il vaccino contro l'epatite B prima del 1999 (da libretto di vaccinazione) avevano un rischio tre volte più elevato per il rapporto dei genitori di diagnosi di autismo rispetto ai ragazzi non vaccinati come neonati durante lo stesso periodo di tempo. ragazzi non bianchi portavano un rischio maggiore.

PMID: 21058170 - DOI:
 10,1080 / 15287394.2010.519317
[Indicizzato per MEDLINE]

Dal bugiardino del vaccino Tripedia, che potete scaricare direttamente dal sito della FDA 
(* vedi sotto) americana, leggiamo:

"Adverse events reported during post-approval use of Tripedia vaccine include idiopathic thrombocytopenic purpura, SIDS, anaphylactic reaction, cellulitis, autism, convulsion/grand mal convulsion, encephalopathy, hypotonia, neuropathy, somnolence and apnea."

Traduzione: "Reazioni avverse denunciate durante l'utilizzo post-approvazione del vaccino Tripedia includono: purpura trombocitopenica idiopatica, sindrome da morte improvvisa del lattante, reazione anafilattica, cellulite, autismo, convulsioni/epilessia, encefalopatia, ipotonicità, neuropatie, sonnolenza, interruzione del respiro."
[...]

Il bugiardino fa poi seguire una frase molto ambigua: 
"Events were included in this list because of the seriousness or frequency of reporting. Because these events are reported voluntarily from a population of uncertain size, it is not always possible to reliably estimate their frequencies or to establish a causal relationship to components of Tripedia vaccine."
Traduzione:
"Questi casi sono stati inclusi nella lista per la loro gravità o per la frequenza delle denunce. Poichè questi episodi sono stati riferiti volontariamente da un numero imprecisato di persone, non è sempre possibile stimare in modo affidabile la loro frequenza o stabilire una relazione causale con i componenti del vaccino Tripedia."


Il bugiardino dice anche: 
"The vaccine is formulated without preservatives, but contains a trace amount of thimerosal."
Traduzione:
"Il vaccino è preparato senza conservanti, ma contiene quantità tracciabili di Thimerosal."
Ricordate, i famosi "trace amounts" del Thimerosal "scomparso" dai vaccini ?


* AGGIORNAMENTO: Il documento è stranamente scomparso dal sito della FDA. Ora lo si può trovare su Wayback Machine....strano vero ?.....Big Pharma corre ai ripari....

Ma tutto cio' e' possibile per tutti gli altri vaccini !

Vaccino esavalente Infanrix Hexa: casi di autismo insorti, durante i trial clinici, omessi intenzionalmente dall’azienda produttrice
“Un poderoso documento riservato della GlaxoSmithKline (GSK)”. Un documento “confidenziale rivolto agli enti regolatori”, di 1271 pagine, quasi interamente tabelle, datato 16 dicembre 2011 …
Le tabelle mostrano i cosiddetti “eventi avversi dell’Infanrix Hexa Sk”, gli effetti collaterali del vaccino esavalente “emersi nel corso della sperimentazione clinica pre-autorizzazione o successivamente, fra l’ottobre 2009 e lo stesso mese del 2011”.
Il perito del Tribunale milanese fa in particolare riferimento a “CINQUE CASI DI AUTISMO SEGNALATI DURANTE I TRIAL, MA OMESSI DALL’ELENCO DEGLI EFFETTI AVVERSI SOTTOPOSTO ALLE AUTORITÀ SANITARIE PER L’AUTORIZZAZIONE AL COMMERCIO”. (1)

dal SITO AUTISMOVACCINI.ORG l’analisi del documento:
“Nel lungo elenco generale di reazioni avverse, riportate da pagina 591 a pagina 645, compaiono a pagina 625 gli effetti avversi del vaccino sul Sistema Nervoso Centrale, e alla pagina successiva [626] sono finalmente riportati i dati relativi ai Mental Impairment Disorders, altrimenti conosciuti come “Disturbi da ritardo mentale” che, secondo le nuove disposizioni elencate dal DSM V, rientrano a pieno titolo nella categoria dei “Disturbi del Neurosviluppo” di cui fa parte il “Disturbo dello Spettro Autistico“.
Si apprende così di:

1 caso di autismo non grave ;  5 casi di autismo grave;  2 casi di disturbo dell’attenzione non grave ; 1 caso di disturbo della memoria non grave ;  7 casi di disturbo mentale non grave ;  5 casi di ritardo mentale non grave ; segnalati durante i trial, ma rimasti “unlisted” ovvero “omessi” dall’elenco degli effetti avversi sottoposto alle autorità sanitarie per l’autorizzazione al commercio del vaccino.” (2)

Fonti:
1) http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/11/28/vaccino-esavalente-documento-riservato-glaxo-cita-lautismo/1238942/
2) 
https://autismovaccini.org/2014/08/09/vaccino-esavalente-infanrix-hexa-casi-di-autismo-insorti-durante-i-trial-clinici-omessi-intenzionalmente-dallazienda-produttrice/
Documento Glaxo originale:
- https://autismoevaccini.files.wordpress.com/2012/12/vaccin-dc3a9cc3a8s.pdf
 
Falsificati gli studi da parte dei CDC
; ecco il video della confessione, davanti alla Commissione del Congresso US:
- https://www.dionidream.com/autismo-vaccini-video-shock/

ENORME AUMENTO dell’AUTISMO in AMERICA (denuncia) e risarcimento multimilionario a due di essi:
http://www.huffingtonpost.com/david-kirby/post2468343_b_2468343.html?utm_source=Alert-blogger&utm_medium=email&utm_campaign=Email+Notifications
 

Un'associazione con prevalenza positiva trovata tra autismo e la vaccinazione dei bambini in tutta la popolazione degli Stati Uniti
J Toxicol Environ Salute A. 2011; 74 (14): 903-16. doi: 10,1080 / 15287394.2011.573736.
Delong G 1 - Informazioni sull'autore

Abstract
La ragione per la rapida ascesa di autismo negli Stati Uniti che ha avuto inizio nel 1990 è un mistero. 
Anche se gli individui probabilmente hanno una predisposizione genetica a sviluppare l'autismo, i ricercatori hanno il sospetto che anche sono necessari uno o più fattori ambientali. 
Uno di questi fattori scatenanti potrebbe essere la batteria di vaccinazioni che i bambini ricevono. Usando l'analisi di regressione e il controllo per reddito familiare e l'origine etnica, la relazione tra la percentuale di bambini che hanno ricevuto i vaccini raccomandati all'età di 2 anni e la prevalenza di autismo (AUT) o discorso o disturbo del linguaggio (SLI) in ogni stato degli Stati Uniti dal 2001 e Il 2007 è stato determinato ed è stato trovato un rapporto positivo e statisticamente significativa:
Più alta è la percentuale di bambini che ricevono vaccinazioni raccomandate, maggiore era la prevalenza di AUT o SLI. 
Un aumento dell'1% nella vaccinazione è stata associata con un ulteriore 680 bambini che hanno AUT o SLI. 
Né il comportamento dei genitori, né l'accesso alle cure colpiti i risultati, dal momento che le proporzioni di vaccinazione non erano significativamente correlati (statisticamente) a qualsiasi altra disabilità o al numero di pediatri in uno stato degli Stati Uniti. 
I risultati suggeriscono che anche se il mercurio è stato rimosso da molti vaccini, altri colpevoli possono collegarsi vaccini per l'autismo. Ulteriori studi sul rapporto tra vaccini e autismo è giustificata.
PMID: 21623535 - DOI: 10,1080 / 15287394.2011.573736
[Indicizzato per MEDLINE]

Tratto da: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21623535

Anche in sud Corea:
http://news.yale.edu/2011/05/09/prevalence-autism-south-korea-estimated-1-38-children
Sono i  Vaccini che scatenano
l'Autismo !
Studio CINESE CONFERMA che i VACCINI PRODUCONO SHOCK IMMUNITARI e AUTISMO

Associazione temporale di alcuni disturbi NeuroPsichiatrici DOPO la vaccinazione di bambini e adolescenti:
Uno studio Pilota con  casi-controllo
http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fpsyt.2017.00003/full

Le REAZIONI da VACCINO  - "Quando succede a Voi od ai Vostri bambini, i rischi sono del 100%"

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ECCIPIENTI dei vaccini
esempio:
Il 14 marzo, 2016 Moms Across America ha ricevuto i risultati preliminari di screening da Microbe Inotech Laboratories Inc. di St. Louis, Missouri.

I DATI HANNO CONFERMATO CHE TUTTI  I VACCINI analizzati SONO RISULTATI POSITIVI AL  GLIFOSATO E AD ALTRI 700 ERBICIDI A BASE DI GLIFOSATO.

IN PARTICOLARE, LE CONCENTRAZIONI DI GLIFOSATO RIGUARDANO : DTAP VACCINO (ADACEL SANOFI PASTEUR) IL QUALE CONTENEVA 0.123 PPB, L’INFLUENZA FLUVIRIN (NOVARTIS): 0.331 PPB, HEPB ENERGIX-B (GLAXO SMITHKLINE): 0.325 PPB, PNEUMONOCCAL VAX POLIVALENTI PNEUMOVAX 23, (MERCK): 0,107 PPB .
IN MODO ALLARMANTE, IL VACCINO MMR II (MERCK), CHE IL INFORMATORE CDC DR. WILLIAM THOMPSON (E NON SOLO) HA CORRELATO ALL’AUTISMO, AVEVA LIVELLI FINO A 25 VOLTE SUPERIORE RISPETTO AGLI ALTRI VACCINI, A 2.671PPB.
SI PUÒ ESSERE CONSAPEVOLI DEL FATTO CHE UNO DEI RISULTATI PIÙ CONSISTENTI NELLA RICERCA SULL’AUTISMO È PROPRIO LA GRANDE ANOMALIA DEL MICROBIOMA INTESTINALE.

Vedi: Vaccine Excipients - CDC

Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle + Ricerca e Studio dimostrativo sul contenuto di sostanze pericolose nei Vaccini + Nanobatteri nei Vaccini


vedi anche: Bioelettronica, come rinforzare l'organismo ed aiutarlo a migliorare il proprio benessere !

Importante e bello studio del prof. Katsunari Nishihara
In sostanza questo ricercatore mette in correlazione una cronica infezione da virus, batteri (qualsiasi, quindi anche vaccinali) e patogeni di varia natura anche di origine intestinale, che influirebbero negativamente sul sistema mitocondriale dei neuroni e provocherebbero psicosi e problemi sensopercettivi tipici anche e non solo dell'autismo.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ECCEZIONALE SCOPERTA !
UNA PROTEINA DEL GRANO INNESCA NEURO-INFIAMMAZIONE NELLE MALATTIE CRONICHE COME LA SCLEROSI MULTIPLA - Vienna, 17 ottobre 2016
Gli scienziati hanno scoperto che una proteina del frumento innesca l'infiammazione delle malattie croniche, come la sclerosi multipla, l'asma e l'artrite reumatoide, e contribuisce anche allo sviluppo di non-celiaci sensibilità al glutine.
Con gli studi precedenti comunemente concentrandosi su di glutine e il suo impatto sulla salute dell'apparato digerente, questa nuova ricerca, presentata alla UEG Week 2016, accende i riflettori su una diversa famiglia di proteine ​​che si trovano in inibitori amilasi-tripsina di grano chiamato (ATIS). Lo studio mostra che il consumo di ATI può portare allo sviluppo di infiammazione in tessuti dell'intestino, tra linfonodi, reni, milza e cervello. L'evidenza suggerisce che ATI può peggiorare i sintomi di artrite reumatoide, la sclerosi multipla, l'asma, lupus e steatosi epatica non alcolica, così come la malattia infiammatoria intestinale, specialmente nei soggetti vaccinati !


Danni immunitari con i vaccini: in questa ricerca vi e' la dimostrazione ed evidenza di autoimmunità
indotta dal vaccino e autoimmunità indotta anche dagli adiuvanti

- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26275795
Questi meccanismi sono condivisi da diverse condizioni innescate da coadiuvanti portano alla sindrome autoimmune / infiammatoria indotta da adiuvanti (sindrome Asia)
.

Una ricerca scientifica ed ufficiale, spiega perchè le infezioni in tenera età non sono ottimali, cioe' sono pericolose
:
http://www.lescienze.it/news/2017/01/26/news/infezioni_infantili_lunghezza_telomeri_salute_globuli_bianchi-3397169/
...ed e' proprio cio' che i vaccini inducono.....Brutto colpo per chi sostiene di vaccinare a 3 mesi i bambini indifesi...
Cari vaccinatori vi inchioderemo alle vostre Responsabilità CRIMINALI !


Meno si vaccina, MENO bambini muoiono:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/


US - Procuratore distrettuale Nico LaHood e moglie Davida raccontano la storia del loro figlio danneggiato dai vaccini e le lesioni della ragazza Polly Tommey
- http://www.ksat.com/news/politics/district-attorney-nico-lahood-vaccines-cause-autism

ASSASSINATO negli US, GIORNALISTA che INDAGAVA sulla relazione fra VACCINI ed AUTISMO ! - Gennaio 2017
http://ilnuovomondodanielereale.blogspot.it/2017/02/assassinato-il-giornalista-che-indagava.html
Una sorprendente Relazione del Ministero della Sanità (MoH) afferma che il grande attore Robert De Niro, si è infuriato dopo che il 23 gennaio è sorto il sospetto di omicidio per mano della Central Intelligence Agency (CIA) del grande giornalista investigativo sull’autismo Dan Olmsted. De Niro si è schierato al fianco del presidente Donald Trump e si è unito alla scelta del Presidente di impostare una nuova “Commissione per la sicurezza dei vaccini”, unendosi a Robert F. Kennedy Jr. all’offerta di $ 100.000 a chiunque possa dimostrare la sicurezza dei vaccini.

NOMINA di ROBERT F. KENNEDY Jr. a PRESIDENTE del GOLDEN VACCINE SAFETY TASK FORCE

Secondo questo rapporto, appena due settimane prima del giuramento, il Presidente eletto Trump ha sconvolto l’intero media mainstream degli Stati Uniti con un assalto diretto sul collegamento della congiura vaccino-autismo. Lo ha fatto nominando Robert F. Kennedy Jr, figlio e nipote dei leader americani assassinati Robert F. Kennedy Sr. e il presidente John F. Kennedy, a presidente del Golden Vaccine Safety Task Force. Kennedy era già stato oltraggiato da questi media di propaganda delle elite dopo la pubblicazione di un manifesto intitolato Mercury & Vaccines, che collega i vaccini per l’infanzia con l’autismo.

Alluminio ed altro
....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle + Ricerca e Studio dimostrativo sul contenuto di sostanze pericolose nei Vaccini + Nanobatteri nei Vaccini

METALLI TOSSICI
Qualche anno fa li chiamavano metalli pesanti, e se ne parlava soprattutto nei giorni di grande afa estiva quando l'inquinamento e il caldo rendevano l'aria irrespirabile.
Oggi anche gli esperti li definiscono metalli tossici, e sono sostanze tossiche che penetrano in maniera insidiosa nella nostra vita attraverso, Vaccini, farmaci, amalgami dentali, protesi, cibi, acque, bevande, prodotti per l’igiene personale, rossetto, aria.
vedi anche: http://www.informasalus.it/it/articoli/tossicita-metalli-autismo.php 

La prova della FRODE del CDC per le cause dei Vaccini nell'Autismo - CONFESSIONE di un alto dirigente CDC, davanti al Congresso US


Quale consulente di questo portale web, ho inviato questa mail alla Fnomceo.it, alla Corte Costituzionale Italiana ed altri enti a "tutela" della salute....si ma di quella dei fatturati di Big Pharma....

VACCINI TOSSICI
...intossicati per legge....il giorno della nascita vitamina K1, a 3 mesi 6 mesi, fino ai 12 anni...con i vaccini

Chi vaccina compie un atto CRIMINALE perché i tutti i Vaccini contengono tanti metalli tossici, ferro, nichel, cobalto, ed altri metalli sottoforma anche di nanoparticelle, ma ancora mercurio (thiomersal), tossina invalidante pur in dosi minori a prima, ma nei vaccini odierni vi e' soprattutto l' alluminio, che e' presente anche nella Vitamina K1 propinata alla nascita, che generano danni cerebrali come autismo ecc., oltre ad altre sostanze cancerogene come la formaldeide, proteine, es. caseina, (

La caseina rappresenta la principale causa di allergia alimentare. Questa forma di allergia è più frequente nei primi anni di vita, che e' periodo delle vaccinazioni infantili (pediatriche) e tende poi a ridursi con l'età anche se può talvolta portare anche a gravi forme di shock anafilattico ed è una forma di allergia difficile da controllare, poiché il latte o la caseina stessa, è presente in moltissimi alimenti e soprattutto nei Vaccini che vengono inoculati nella microcircolazione sanguigna attraverso i muscoli, bypassando le normali ma principali difese immunitarie: pelle e mucose.
Anche lo zucchero, il lattosio anch'esso puo' provocare disturbi anche seri, come la intolleranza al lattosio, una intolleranza alimentare che si trascina nell'età adulta.
Tutte queste sostanze tossiche vaccinali generano allergie, asma, malattie respiratorie e gastrointestinali, ecc...ed anche la morte nella culla (SIDS), non solo... ma anche le sostanze vaccinali ingegnerizzate in laboratorio (virus = sostanze geneticamente modificate = GM) per scopi occulti alla popolazione ed ai medici impreparati....clonazione di DNA umano....per generare degli automi...facilmente controllabili psichicamente....
Inoltre....
.... i vaccini sono propinati anche ai bambini per immunodeprimerli in modo da creare mantenere ed ampliare il mercato dei malati..
.. In piu' i vaccini sono irradiati dal Cobalto 60 e la radioattivita' ottenuta con l'irradiazione, viene immessa nei corpicini dei bambini...e può danneggiarli anche quando sono grandi od adulti...
... Insomma vaccinare un bambino e' un atto CRIMINALE gestito da uno "stato", sanita' collusa con le case farmaceutiche e con medici in malafede !
Di tutto cio' che affermiamo, abbiamo in mano tutte le prove, ricerche, studi pubblicati, scaricati anche dai data base medico-scientifici mondiali US !
Il contenuto di questo testo, e' la sintesi della QUERELA che stiamo presentando in tribunale (2017) contro i dirigenti della in-sanità italiana !

http://www.aifa.gov.it/content/italia-capofila-le-strategie-vaccinali-livello-mondiale#.WSMpRpWUAQc.facebook

La ministra della in-sanita' B. Lorenzin a cena/pranzo con federazione case farmaceutiche....

Denunciata la ministra B. Lorenzin (soggetto con diploma delle scuole superiori,...ma ben collegata con OMS finanziata da Big Pharma....)

I nuovi Vaccini sono propinati per ottenere la clonazione del DNA umano in modo da poter controllare sempre meglio psichicamente la popolazione....perche' diverranno automi....

Ecco CIO' CHE STA AVENDO LUOGO IN AMERICA
- 18 marzo 2017
Campidoglio di Charleston - Stato federale della Virginia
Audizioni del Senato, di fronte alla Commissione Didattica Federale, in materia di nocività e reazioni avverse ai vaccini pediatrici

VIDEO 1
Testimonia il dottor Alvin Moss, ricercatore capo della CDC
IN MATERIA DI UTILIZZO DI FETI ABORTIVI PER LA FABBRICAZIONE DI VACCINI OBBLIGATORI.
"Ho qui con me un report interno della CDC che evidenzia in giallo tutti i vaccini, di largo impiego ed utilizzo che utilizzano cellule estratte da FETI ABORTITI per la loro composizione (e li enumera col nome commerciale, uno per uno). In tutto sono dieci vaccini in normale commercio al momento. Sappiamo che ci sono molte persone che sono contrarie alla pratica abortiva volontaria per motivazioni personali e non discutibili: sappiano quindi che nei vaccini che sono loro praticati sono presenti CELLULE DI ABORTI DI PICCOLI UMANI. Sappiate anche che nei tribunali può essere opposta una motivazione medica a questo e NON una motivazione etica, religiosa, cristiana o semplicemente ideologia al rifiuto dei vaccini. In Filosofia l'etica insegna che "il fine non giustifica i mezzi"; ecco io credo che questo sia il caso di specie. Voglio parlare del CONSENSO INFORMATO che viene sottoposto alla firma degli individui da vaccinare o loro tutori, dato che lei è AVVOCATO e io sono un PROFESSORE UNIVERSITARIO, che insegna ai propri allievi il valore e il significato del consenso chiesto ai propri pazienti.
E' stato chiesto ad alcuni miei colleghi durante le audizioni se fossero a conoscenza di componenti o combinazioni contenuti nei vaccini obbligatori che causassero autismo, alcuni di essi sono rimasti in silenzio. Io NO: so bene quali siano i benefici dei vaccini, MA CONOSCO ANCHE MOLTO BENE cosa provochi il mercurio, l'alluminio, il polisorbato, la formaldeide, cellule di rene del MAIALE nei vaccini, CELLULE DI FETI UMANI nei vaccini...Conosco molto bene il valore del consenso informato e la responsabilità dei medici!
https://www.facebook.com/wearevaxxed/videos/431547287192553/

VIDEO 2
Testimonia il dottor Alvin Moss, ricercatore capo della CDC
- Lei conosce i termini e le motivazioni in base alle quali il personale medico negli ospedali americani e tutti i ricoverati vengono posti in condizione di non poter rifiutare di vaccinarsi contro l'influenza, se ricoverati, e fare richiami periodici. se impiegati nella struttura?
"Esiste un programma della CDC il "Quality Measures Programme" che specifica la questione, riferendola ai rimborsi e ai fondi accessibili alle strutture ospedaliere che dimostrino di conseguire elevati requisiti qualitativi, tra i quali figurano le vaccinazioni a tappeto e periodiche del proprio personale, medico e para-medico. Nel caso in cui queste vaccinazioni non fossero praticate scenderebbe il livello di qualità ed affidabilità della struttura ospedaliera, con tagli derivati ai fondi del 3,7%, cosa che costringerebbe molti ospedali a rischiare il fallimento.
Io ho avuto la fortuna di lavorare in un ospedale che accettava l'esenzione per motivi religiosi e ho rifiutato per iscritto di vaccinarmi, ma conosco molte altre strutture ospedaliere, anche qui, in West Virginia, che non accettano affatto questo tipo di motivazione. Io credo che qui, siamo tra adulti senzienti, siano parecchi che credano di avere il DIRITTO DI SCELTA sul fare o non fare i vaccini. ei mi ha chiesto anche se io sono favorevole alla vaccinazione anti-influenzale. Le rispondo, in modo retorico, come uso fare nelle mie lezioni universitarie: se lei avesse un vaccino che si è rivelato efficace contro le influenze stagionali in meno del 50% dei casi e che nel contempo è RESPONSABILE di significative MALATTIE e PATOLOGIE ad esso correlate, lei cosa farebbe? La mia risposta è quindi NO, il vaccino anti-influenzale NON DOVREBBE ESSERE OBBLIGATORIO"
https://www.youtube.com/watch?v=-wWXvJ3XzxE

VIDEO 3
Testimonia il dottor Alvin Moss, ricercatore capo dei CDC, Center od Disease Control, l'agenzia di stato che soprintende  alla sicurezza dei farmaci negli Stati Uniti, al centro dello scandalo denunciato dal film Vaxxed sui dossiers tenuti secretati dagli organismi di controllo sulla salute pubblica.
- Lei è a conoscenza di studi validati che pongono in certa correlazione i casi di autismo con quadro tipico manifestato subito dopo le vaccinazioni pediatriche?
"La mia risposta è SI'.

We Are Vaxxed ha aggiunto un nuovo video:
Dr. Alvin Moss testifies on the ethical implications of using ...

Dr. Alvin Howard Moss, professor in the Center for Health Ethics & Law department at West Virginia University, testifies at the West Virginia Education Committee this morning (Saturday, March 18, 2017). He reveals the specific names of vaccines manufactured with the use of voluntarily aborted human fetuses and articulates the ethical implications of denying the right of conscience.
Share this video outside of Facebook:
https://youtu.be/Mkz2cWleGh4
Please show Dr. Moss your support.  He will likely be receiving complaints for offering this truthful testimony.
http://directory.hsc.wvu.edu/Individual/Index/31006
Source Footage:
http://sg001-harmony.sliq.net/00289/Harmony/en/PowerBrowser/PowerBrowserV2/20170318/-1/6461 #Vaxxed #PrayBig #RFKcommission #Truth #Science #VaxxedDoctors #MedicalProfessionals
We Are Vaxxed


FINALMENTE negli USA, STA VENENDO alla LUCE del GIORNO la VERITA' sui VACCINI !

Due eventi, punto di riferimento e' una concessione del Governo degli Stati Uniti sui vaccini, oltre ad un testo scientifico di un tribunale rivoluzionario, confermano che il dr. Andrew Wakefield ed i genitori, avevano ragione su tutto, in merito alla causa dell'autismo, sui medici, sugli scienziati, sui media tradizionali e sul direttore del canale [AMC]  !
Nuove ricerche sul caso Wakefield confermano che l'autismo e' causato dai vaccini !

http://healthimpactnews.com/2013/new-published-study-verifies-andrew-wakefields-research-on-autism-again/
altro esempio:
La sclerosi lo ricordiamo, e' uno dei nuovi nomi, assieme alla paralisi flacida, della Poliomielite, mai scomparsa... gli hanno solo cambiato nome...per far quadrare le statistiche...infatti si sono verificate molte varianti del danno vaccinale, es., distrofia, paralisi, meningite, ecc., ma quelle "malattie" sono sempre la stessa "malattia", varia solo il luogo nell'organismo dove "colpiscono" le sostanze tossiche vaccinali e quindi gli si cambia il nome..e cosi il gioco e' fatto.. !

Un neurochirurgo descrive i danni neurologici dei Vaccini
:
-
https://www.facebook.com/vaccinibasta/posts/1101566029922074?notif_t=like&notif_id=1473664982013714


Sostanze che aiutano la riparazione dei danni cellulari da vaccino e NON:
La laminine è un integratore alimentare naturale al 100% a base di uova di galline fecondate. È l'unica miscela nota di estratto di uovo e proteine organiche in grado di riparare i danni alle cellule, ai nervi e ai tessuti muscolari.
Le laminine influenzano, al pari della fibronectina, la migrazione embrionale, la crescita ed il differenziamento cellulare, ad esempio mediando lo spostamento delle cellule germinali primordiali dal sacco vitellino embrionale alle gonadi in via di sviluppo, attraverso il circolo sanguigno. Qui daranno origine a spermatozoi o uova.
Quindi esse sono riparatrici delle cellule, in particolar modo di quelle nervose.


Continua
da e per: Autismo - 2 + Autismo - 3 + Autismo - 4 + Autismo 5 + Bibliografia su Autismo dai vaccini
Référes - 2 + Référes - 3

Pag. 6  -  Pag. 7  -  Pag. 8  -  Pag. 9  -  Pag. 10  -  Pag 11  -  Pag. 12  -  Pag. 13  - Pag 14  - Pag 15  -
Pag. 16  -  Pag. 17  -  Pag. 18  -  Pag.19  -  Pag. 20  -  Pag. 21
vedi anche Dati ISTAT sui Vaccini +   Malattie e Vaccini