Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


AUTISMO
, VACCINI ed avvelenamento - 4
(English)
Relazione-Dossier del dott. M. Montinari su Autismo dai Vaccini
PROTOCOLLO DAN (dott. F. Verzella)
AUTISMO dai VACCINI - SENTENZA del TRIBUNALE
vedi qui: il PDF dello studio che indica la correlazione fra Autismo e Vaccini
INTERVISTA con il dott. William Shaw (USA)
Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF -  (dott. M. Proietti)
Sindrome della permeabilita' intestinale ed autismo
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica

MINERALOGRAMMA (test per conoscere il livello ed il tipo di intossicazioni da minerali e metalli tossici anche dei vaccini)
Il Thiomersal dei vaccini produce danni anche gravi
Metalli tossici
Danni al sistema enzimatico da Vaccini e metalli 
By Giusy Arcidiacono (CT) - arcidiaconogiusy@hotmail.com -
Perito Commerciale - chimico
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

La Verita' sullo studio del dott. Wakefield
Terapia Naturale per l'Autismo (Gaps)
AUTISMO e malattie varie dai Vaccini - Studi Pubblicati - PDF
Studio CINESE CONFERMA che i VACCINI PRODUCONO SHOCK IMMUNITARI e AUTISMO
 

Vaccinazioni per l’infanzia ed Autismo
Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF -  dott. M. Proietti
vedi anche questa: raccolta di dati medico-scientifici sui gravi danni dei Vaccini

Vaccini ed Autismo = Bibliografie che comprovano il nesso/link !
Altra Bibliografia,157 studi scientifici, che confermano il nesso Vaccini= Autismo !
https://www.scribd.com/doc/220807175/157-Research-Papers-Supporting-the-Vaccine-Autism-Link

Sentenza 2012 - Trib. Rimini su Vaccini=Autismo

Commento NdR: sulla sentenza di Rimini: vaccini = autismo
BENE ha fatto il Giudice del Tribunale di Rimini (Italia) a sentenziare in quel modo, perche' egli non  si e' lasciato influenzare dalle FALSITA' del Ministero della "salute" (che e' stato da noi informato sui Danni dei vaccini dal 1996 e se ne sta zitto.....assieme a tutti gli altri "enti"....)  fino agli ordini dei medici......tutti al servizio di Big Pharma !
- vedi lo studio del dott.: Wakefield.htm


In CINA dopo le campagne vaccinali esplode l'Autismo
! - Maggio 2016
http://yournewswire.com/autism-rates-explode-in-asia-after-introducing-western-vaccines/
VERISSIMO, ma non solo l'autismo....ma una innumerevole sequela di altre malattie....
Autismo e non solo dai Vaccini:

USA, Giugno 2013 - AUTISMO = 1 bambino autistico su 26, non come era nel 2010, 1 su 80 ....
vedi QUI: http://autismovaccini.com/2012/05/01/statistiche-per-lautismo-a-confronto-probabile-1-ogni-29-anziche-1-ogni-88/
Ricordo che, molta importanza hanno anche i cibi assunti non adatti al gruppo sanguigno del soggetto.

I Tribunali anche USA, confermano tranquillamente che il vaccino MMR causa l'autismo. Austin (USA) - 27 Luglio 2013
Dopo decenni di appassionato dibattito, per i genitori che probabilmente hanno perso i ripetuti ricorsi richiesti dalle aziende farmaceutiche e governi, che i vaccini infatti causano l'autismo.
Per i genitori interessati alla ricerca della verità, vale la pena ricordare che le stesse persone che possiedono le aziende farmaceutiche di tutto il mondo possono anche possedere agenzie di stampa americane.
La Ricerca di informazioni prive di propaganda è stata fino ad ora molto difficile.
Ma Whiteout Press non è qui per sostenere o contrastare i vaccini. Siamo qui per portare i lettori la notizia che è il tema e’ in black-out, cover-up e censurato dalle autorita’Sanitarie e Governative.
Tratto da: http://www.whiteoutpress.com/timeless/courts-quietly-confirm-mmr-vaccine-causes-autism/

FINALMENTE.....la FDA conferma che i Vaccini possono produrre l' Autismo
http://www.getcancercure.com/fda-announce-that-dtap-vaccine-causes-autism/
 

La prova della FRODE del CDC per le cause dei Vaccini nell'Autismo - CONFESSIONE di un alto dirigente CDC, davanti al Congresso US

Gli esperti di vaccini del CDC, hanno spesso conflitti di interesse - 18/03/2010
CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione + Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione

CDC conflitti di interesse anche per i vaccini + anche per la FDA
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/

Davvero inquietante !
Questo medico il Dott. Andrew Moulden è MORTO (probabilmente assassinato) in modo inspiegabile nel novembre 2013 al età di 49, subito dopo aver pubblicato Le SUE RICERCHE che DIMOSTRANO il DANNO CAUSATO dai VACCINI, RICONOSCIBILI SOLO da un SEMPLICE ESAME ESTERNO
http://vaccineimpact.com/2015/dr-andrew-moulden-learning-to-identify-vaccine-damage/ 

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? - Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO

vedi: QUI, tutti gli studi, ricerche, interviste, citate nel documentario sull'autismo dai Vaccini Vaxxed
http://vaxxedthemovie.com/download-the-cdc-autism-mmr-files-released-by-dr-william-thompson/

Vaccini ed avvelenamento (Vaccins and Poisoning)
Come nell'ASD, i problemi sensoriali sono segnalati in quasi tutti i casi di tossicità del mercurio e servono a dimostrare le similitudini tra le due condizioni. La parestesia, o sensazione anormale, formicolio e intorpidimento intorno alla bocca e nelle estremità, è il disturbo sensoriale più comune nell'avvelenamento da Hg, ed è solitamente il primo segno di tossicità (Fagala e Wigg, 1992; Joselow et al, 1972; Matheson et al, 1980; Amin-Zaki, 1979).
In giapponese che mangiava pesci contaminati, c'era intorpidimento delle estremità, del viso e della lingua (Snyder, 1972; Tokuomi et al, 1982). I bambini iracheni che mangiavano il pane sperimentavano cambiamenti sensoriali, tra cui l'intorpidimento della bocca, delle mani e dei piedi, e la sensazione che ci fossero "formiche che strisciano sotto la pelle". Questi bambini potevano ancora sentire una puntura di spillo (Amin-Zaki, 1978). 
 È stata anche notata una perdita di posizione nello spazio (Dales, 1972). Chi soffre di acrodynia descrive il dolore eccessivo quando urta gli arti, l'intorpidimento e la cattiva circolazione (Farnesworth, 1997).
Una vittima adulta di acrodynia si descriveva da ragazzo come "rifuggire da persone che volevano toccarmi" a causa dell'estrema sensibilità al tatto (Neville Recollection, Pink Disease Support Group). I bambini iracheni esposti al mercurio prenatale mostravano pianto eccessivo, irritabilità e reazione esagerata alla stimolazione come il rumore improvviso o quando venivano toccati (Amin-Zaki et al, 1974 e 1979).

Table IV:  Summary of Sensory Abnormalities in Mercury Poisoning & Autism

Mercury Poisoning

Autism

Abnormal sensation or numbness around mouth and extremities (paresthesia); burning feet

Abnormal sensation in mouth and extremities; excessive mouthing of objects (infants); toe walking; difficulty grasping objects

Sound sensitivity

Sound sensitivity

Excessive pain when bumping; abnormal touch sensations; touch aversion

Insensitivity or overreaction to pain and touch; touch aversion; stiff to hold

Loss of position in space

Vestibular system abnormalities; difficulty orienting self in space

Normal pinprick tests

Normal pinprick tests

      Movimento/funzione motoria
Quasi tutti i casi di autismo includono disturbi del movimento fisico. Disturbi del movimento sono stati rilevati in bambini dai quattro ai sei mesi di età che sono stati successivamente diagnosticati come autistici: Teitelbaum et al (1998) hanno osservato che questi bambini non giacciono, rotolano, si siedono o strisciano come i bambini normali; un'alterazione del controllo motorio a volte ha fatto cadere questi bambini seduti, per evitare costantemente di usare una delle loro braccia, o per riposare sui loro gomiti per la stabilità mentre strisciano.
Più tardi, quando si cercava di camminare il loro andatura era anormale, e un certo grado di asimmetria, per lo più lato destro, era presente in tutti i casi studiati. Kanner notò in molti dei suoi soggetti l'assenza di strisciare e l'incapacità di assumere una postura anticipatrice preparatoria per essere ripreso nell'infanzia (Kanner, 1943).
Sono comuni il flapping del braccio, la postura anomala, il salto e i manierismi con le dita (movimenti coreiformi) (Tsai, 1996).
Molti individui con la sindrome di Asperger sono tipicamente caratterizzati come non coordinati o goffi (Kugler, 1998).
Altri disturbi del movimento autistico includono praxis (problemi con il movimento intenzionale), stereotipie, circling o spinning, dondolio, masturbi mioclonali, difficoltà di deglutizione e masticazione, difficoltà di scrittura con o anche con una penna, aprassia degli arti, e scarsa coordinazione occhio-mano (Caesaroni e Garber, 1991; Gillberg e Coleman, 1992; Filipek et al, 1999).

Come l'ASD, i disturbi del movimento sono stati una caratteristica di quasi tutte le descrizioni di avvelenamento da mercurio negli esseri umani (Snyder, 1972). Anche i bambini esposti prenatalmente a livelli "sicuri" di metilmercurio avevano deficit nella funzione motoria (Grandjean et al, 1998).
I comportamenti legati al movimento sono estremamente diversificati: I neonati e i bambini iracheni esposti postnatalmente, per esempio, hanno sviluppato un'atassia che va dalla goffaggine e disturbi dell'andatura ad una "incapacità di stare in piedi o addirittura di sedersi" (Amin-Zaki et al, 1978).
I vari comportamenti di movimento sono elencati più ampiamente nella Tabella VI (Adams et al, 1983; Kark et al, 1971; Pierce et al, 1972; Snyder, 1972; O'Carroll et al, 1995; Tokuomi et al, 1982; Amin-Zaki, 1979; Florentine e Sanfilippo, 1991; Rohyans et al, 1984; Fagala e Wigg, 1992; Smith, 1977; Grandjean et al, 1998; Farnesworth, 1997; Dales, 1972; Matheson et al, 1980; Lowell et al, 1996; O'Kusky et al, 1988; Vroom and Greer, 1972; Warkany e Hubbard, 1953).
Degni di nota per la somiglianza con i disturbi del movimento nell'autismo sono i rapporti nella letteratura Hg di (a) un neonato con "particolari movimenti tremolanti delle estremità che erano principalmente prossimali e che possono essere meglio descritti come "flapping in nature" (Pierce et al, 1972; Snyder, 1972); (b) "movimenti a scatti delle estremità superiori" in un uomo iniettato con il timesoral (Lowell et al, 1996); (c) "continui movimenti coreiformi che interessano dita e viso" nell'intossicazione da vapori di mercurio (Kark et al, 1971); (d) scatti mioclonali, associati ad epilessia (Amin-Zaki et al, 1978); (e) scarsa coordinazione e goffaggine tra le vittime dell'acrodinia (Farnesworth, 1997); (f) dondolio tra i neonati con acrodinia (Warkany e Hubbard, 1953); e (g) posture insolite osservate sia in acrodinia che nell'avvelenamento da vapori di mercurio (Vroom e Greer, 1972; Warkany e Hubbard, 1953).
In studi su animali, i gatti esposti al mercurio mangiando pesce hanno sviluppato movimenti circolari" (Snyder, 1972), e la somministrazione sottocutanea di metilmercurio ai ratti durante lo sviluppo postnatale ha portato a disturbi posturali (O'Kusky et al, 1988). Come riassunto nella Tabella V, le somiglianze di movimento nell'autismo e nell'avvelenamento da Hg sono evidenti.

Table V:  Summary of Motor Disorder Behaviors in Mercury Poisoning & Autism

Mercury Poisoning

Autism

Involuntary jerking movements, e.g., arm flapping, ankle jerks, myoclonal jerks; choreiform movements; circling (cats); rocking; purposeless movement of extremities; twitching, shaking; muscular spasticity

Stereotyped movements such as arm flapping, jumping, circling, spinning, rocking; myoclonal jerks; choreiform movements

Unsteadiness in handwriting or an inability to hold a pen; deficits in eye-hand coordination; limb apraxia; intention tremors; loss of fine motor skills

Difficulty in writing with or holding a pen; poor eye-hand coordination; limb apraxia; problems carrying out intentional movements (praxia)

Ataxia:  gait impairment; severity ranging from mild incoordination, clumsiness to complete inability to walk, stand, or sit; staggering, stumbling; loss of motor control

Abnormal gait and posture, clumsiness and incoordination; difficulties sitting, lying, crawling, and walking in infants and toddlers

Difficulty in chewing or swallowing

Difficulty chewing or swallowing

Unusual postures

Unusual postures

Areflexia

None described

Tremors in general, tremors of the face and tongue, hand tremors

None described

      Cognizione/funzione mentale
Quasi tutti gli individui autistici mostrano disabilità in alcuni aspetti della funzione mentale, anche se altre capacità cognitive rimangono intatte. La maggior parte degli individui può essere sottoposta a test nell'intervallo di ritardo, mentre altri hanno un QI da normale a superiore alla media. Queste caratteristiche sono vere nel mercurialismo. Inoltre, le aree specifiche di deterioramento sono simili nei due disturbi.
Le aree danneggiate nell'autismo sono generalmente (a) memoria di lavoro a breve termine o memoria di lavoro e memoria uditiva e verbale; (b) concentrazione e attenzione, in particolare spostamento dell'attenzione; (c) capacità motorie visive e percettive, compresa la coordinazione occhio-mano; (d) lingua/espressione e comprensione verbale; e (e) utilizzo di informazioni presentate visivamente quando i vincoli sono posti sul tempo di elaborazione. Le aree relativamente intatte comprendono le capacità di memoria di rotta, il riconoscimento dei modelli, il matching, l'organizzazione percettiva e gli stimoli alla discriminazione.
Competenze mentali di livello superiore che richiedono un'elaborazione complessa sono tipicamente carenti; queste includono (a) l'elaborazione e il filtraggio di stimoli multipli; (b) seguire comandi a più passi; (c) sequenziamento, pianificazione e organizzazione; e (d) pensiero astratto/concettuale e comprensione simbolica (Rumsey & Hamburger, 1988; Plioplys, 1989; Bailey et al, 1996; Filipek et al, 1999; Rumsey, 1985; Dawson, 1996; Schuler, 1995; Grandin, 1995; Sigman et al, 1987).
I bambini più giovani o con problemi mentali possono avere difficoltà con il gioco simbolico e la comprensione della permanenza dell'oggetto o dello stato mentale degli altri (Bailey et al, 1996). Alcuni bambini autistici sono iperlessici, mostrando capacità superiori di decodifica senza comprendere le parole lette (Prizant, 1996). Come accennato in precedenza, per la maggior parte degli individui autistici il QI verbale è inferiore al QI di prestazione.
Come nell'autismo, l'esposizione all'Hg causa un certo livello di compromissione soprattutto nella (a) memoria a breve termine e memoria uditiva e verbale; (b) concentrazione e attenzione, compresa l'inibizione della risposta; (c) capacità motorie visive e percettive, compresa la coordinazione occhio-mano; (d) linguaggio/espressione e comprensione verbale; e (e) tempo di reazione semplice. Gli individui affetti da Hg possono presentarsi come "dimentichi" o "confusi". Il QI delle prestazioni può essere superiore al QI verbale. La "Degenerazione di poteri mentali superiori" ha comportato (a) difficoltà nell'eseguire comandi complessi; (b) compromissione del pensiero astratto e simbolico; e (c) deficit nelle abilità costruttive e nell'astrazione concettuale.
Uno studio menziona l'alessia, l'incapacità di comprendere il significato delle parole, sebbene la lettura delle parole sia intatta (Yeates & Mortensen, 1994; O'Carroll et al, 1995; Pierce et al, 1972; Snyder, 1972; Adams et al, 1983; Kark et al, 1971; Amin-Zaki, 1974 e 1979; Daviset al, 1994; Grandjean et al, 1997 & 1998; Myers & Davidson, 1998; Gilbert & Grant-Webster 1995; Dales, 1972; Fagala e Wigg, 1992; Farnesworth, 1997; Tuthill, 1899; Joselow et al, 1972; Rice, 1997; Piikivi et al, 1984; Vroom e Greer, 1972). Anche i bambini esposti prenatalmente a livelli "sicuri" di metilmercurio mostrano punteggi più bassi su sottotest selettivi di cognizione, specialmente nei campi della memoria e dell'attenzione, rispetto ai controlli non esposti (Grandjean et al, 1998). Nelle scimmie giovanili esposte, i test hanno rivelato ritardi nello sviluppo della permanenza dell'oggetto, o la capacità di concettualizzare l'esistenza di un oggetto nascosto (Rice, 1996).
La ricerca sul ritardo mentale nell'autismo è contraddittoria (Schuler, 1995). La scoperta che "il ritardo mentale o intelligenza borderline spesso coesiste con l'autismo" (Filipek et al, 1999) si basa sull'utilizzo di misure standard di intelligenza (Gillberg & Coleman, 1992, p.32; Bryson, 1996); altri test di intelligenza, progettati per aggirare i deficit di linguaggio e di attenzione dei bambini autistici, mostrano punteggi significativamente più elevati (Koegel et al, 1997; Russell et al, 1999).
Uno studio che utilizza uno strumento di valutazione così modificato ha rilevato che il 20% dei bambini autistici è ritardato mentale (Edelson et al, 1998), piuttosto che il 70%-80% così ottenuto nei test standard. Gli individui ASD mostrano anche "punteggi sorprendentemente disomogenei" nei test di QI, "a differenza di altri disturbi che coinvolgono il ritardo mentale, in cui i punteggi dei test secondari sembrano essere più o meno uguali" (Bailey et al, 1996). Inoltre, a differenza dei tipici casi di ritardo mentale, che si nota quasi sempre nel periodo peri o neonatale, la maggior parte dei genitori di bambini ASD riferisce di neonati di aspetto e sviluppo apparentemente normali, che in seguito sono stati caratterizzati come mentalmente ritardati nei test.
Ad esempio, uno studio ha confrontato le prime aberrazioni dello sviluppo in bambini mentalmente ritardati con e senza autismo.
I risultati hanno indicato che, mentre quasi tutti i genitori del gruppo di studio non autistico ritardato mentale erano consapevoli della compromissione del proprio figlio all'età di 3 mesi, quasi tutti i genitori dei bambini autistici non hanno notato alcun ritardo o problema di sviluppo fino a dopo i 12 mesi di età (Baranek, 1999).
Infine, ci sono diversi casi di annunci autistici  adulti che sono stati etichettati come bambini ritardati mentali sulla base di test, che in seguito "emerse" dal loro autismo e aveva un QI normale (ARI Newsletter, 1993, recensione).
Come nell'autismo, le vittime sintomatiche avvelenate dal mercurio possono presentarsi con un normale quoziente intellettivo, intelligenza borderline, o ritardo mentale; alcune possono essere talmente compromesse da non essere verificabili (Vroom e Greer, 1972; Davis et al, 1994). Quando si trova un abbassamento dell'intelligenza, viene sempre segnalato come un evidente deterioramento tra le persone che prima funzionavano normalmente; questo include i bambini esposti come neonati o bambini piccoli (Dale, 1972; Vroom e Greer, 1972; Amin-Zaki, 1978).
Una volta rimossa la fonte di esposizione all'Hg-, molti (anche se non tutti) di questi pazienti "recuperano" il loro QI normale, suggerendo che il QI "reale" non è stato influenzato (Vroom e Greer, 1972; Davis et al, 1994).
Le scimmie infantili a basse dosi di Hg, pur essendo chiaramente compromesse nelle funzioni visive, uditive e sensoriali, avevano intatta la velocità di elaborazione centrale, che ha dimostrato di essere correlata al QI negli esseri umani (Rice, 1997).

Table VI: Summary of Areas of Mental Impairment in Mercury Poisoning & Autism

Mercury Poisoning

Autism

Some aspect of mental impairment in all symptomatic cases

Some aspect of mental impairment in all cases

Borderline intelligence on testing among previously normal individuals; mental retardation occurring in severe cases of pre-/postnatal exposure; some cases of MR reversible; primate studies indicate core intelligence spared with low exposures

Borderline intelligence or mental retardation on standard tests among previously normally appearing infants; some cases of MR “reversible”; indications that normal IQ might be present in MR-labeled individuals

Uneven performance on subtests of intelligence

Uneven performance on subtests of intelligence

Verbal IQ higher than performance IQ; compromised language/verbal expression and comprehension

Verbal IQ higher than performance IQ; compromised language/verbal expression and comprehension

Poor concentration, shortened attention span, general lack of attention; poor response inhibition

Lack of concentration, short attention span, lack of attention, difficulty shifting attention

Forgetfulness, loss of memory, particularly short term, verbal and auditory memory; mental confusion

Poor short term/working memory; poor auditory and verbal memory; lower verbal encoding abilities

Poor visual and perceptual motor skills, poor eye-hand coordination; impairment in simple reaction time

Poor visual and perceptual motor skills, poor eye-hand coordination; lowered performance on timed tests

Not reported as being tested

Difficulty processing multiple stimuli

Difficulty carrying out complex commands

Difficulty carrying out multiple commands

Alexia (inability to comprehend the meaning of written words)

Hyperlexia (ability to decode words while lacking word comprehension)

Deficits in constructional skills, conceptual abstraction, understanding abstract ideas and symbolism; degeneration of higher mental powers

Deficits in abstract/conceptual thinking, symbolism, understanding other’s mental states; impairment in sequencing, planning, organizing

Lack of understanding of object permanence (primates)

Deficient understanding of object permanence (children)

Comportamenti
L'autismo è associato a difficoltà nell'iniziare e/o mantenere il sonno; iperattività e altri tratti ADHD; e comportamenti autolesionistici come il battere la testa, anche in assenza di ritardo mentale.
Agitazione, urlare, piangere, piangere, fissare incantesimi, comportamenti stereotipati e smorfia sono comuni (Gaedye, 1992; Gillberg e Coleman, 1992; Plioplys, 1989; Kanner, 1943; Richdale, 1999; Stores &Wiggs, 1998).  Kanner (1943) ha fatto notare una masturbazione eccessiva e aperta in due degli undici bambini piccoli che costituiscono i suoi casi iniziali. I problemi di alimentazione e allattamento sono tipici (Wing, 1980), e diete ristrette e preferenze alimentari "sono la regola piuttosto che l'eccezione" (Gillberg e Coleman, 1992; Clark et al, 1993); alcuni autistici mostrano una preferenza per i cibi salati (Shattock, 1997).
Kanner, nel suo articolo del 1943, notò problemi di alimentazione fin dall'infanzia, tra cui il vomito e un refusalto, in sei degli undici bambini autistici da lui descritti. Ci sono studi di casi di anoressia nervosa in pazienti con ASD, così come una maggiore probabilità di questo disturbo alimentare in famiglie con ASD (Gillberg & Coleman, 1992, p.99).
Gli esseri umani e gli animali esposti al mercurio sviluppano comportamenti insoliti, anormali e "inappropriati" (Florentine e Sanfilippo, 1991). I ratti esposti al mercurio durante la gestazione hanno mostrato sniffing stereotipato (Cuomo et al, 1984) e iperattività (Fredriksson et al, 1996). L'"irrequietezza" è già stata notata, e Davis et al (1994) hanno trovato una scarsa inibizione della risposta nei loro soggetti umani; entrambi questi comportamenti sono strettamente associati all'ADHD nei bambini. Neonati e bambini con avvelenamento da Hg mostrano agitazione, pianto senza ragione osservabile, smorfia e insonnia (Pierce et al, 1972; Snyder, 1972; Kark et al, 1971; Amin-Zaki, 1979; Florentine and Sanfilippo, 1991; Aronow e Fleischmann, 1976). Un bambino di 18 mesi con otite media, esposto a gocce di thimerosalina, ha avuto incantesimi a fissare ed episodi urlanti non provocati (Rohyans et al, 1984).
I sintomi dell'acrodinia nei neonati e nei bambini includono pianto continuo, anoressia e insonnia (Matheson et al, 1980; Aronow e Fleischmann, 1976). Si dice che questi bambini sbattono la testa, hanno difficoltà ad addormentarsi, sono irritabili e si rifiutano di mangiare o mangiano solo pochi cibi (Neville Recollection, Pink Disease Support Group Site; Farnesworth, 1997).
I frequenti capricci di una dodicenne precedentemente normale, avvelenata dai vapori del mercurio, includevano il colpirsi sulla testa e l'urlare; inoltre, aveva un'estrema bruciore genitale ed era stata osservata per masturbarsi anche davanti ad altri (Fagala e Wigg, 1992). Analogamente, il priapismo, erezione persistente del pene a causa di una condizione patologica con conseguente dolore e tenerezza, è stato osservato nei ragazzi con avvelenamento da mercurio (Amin-Zaki et al, 1978).
Adulti con avvelenamento da mercurio presenti con insonnia, agitazione e scarso appetito (Tuthill, 1899; Adams et al, 1983; Fagala e Wigg, 1992). Relativamente ai controlli, più adulti che avevano l'acrodinia nell'infanzia hanno idiosincrasie alimentari, in particolare una preferenza per i cibi salati a quelli dolci (Farnesworth, 1997), forse perché il mercurio causa un'eccessiva escrezione di sodiume, come dimostrato in studi di amalgama dentale collocata in scimmie e pecore (Lorscheider et al, 1995).

vedi: 
Bibliografia su Autismo dai vaccini  +  Bibliografia Danni dei vaccini  +  Bibliografia danni 2  + Amish senza autismo perche' NON vaccinano + 1.000 studi sui Danni dei Vaccini

Continua in: Pag.1  -  Pag.2  -  Pag.3 -  Pag.5  -  Pag.6  -  Pag.7  -  Pag.8  -  Pag.9 Pag.10  -  Pag.11 -  Pag.12