Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


Considerazioni GIURIDICHE sui Vaccini

pag.10
dott. A. Santosuosso, Giudice presso la Pretura di Milano, è stato tra i fondatori della Consulta di Bioetica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

 

Alcuni affermano che nel caso delle vaccinazioni l’interesse pubblico alla salute entra in conflitto con il diritto della persona a non subire invasioni della sua sfera personale e prevale su di esso.
E’ necessario però che ricorrano alcune precise condizioni, che si possono così sintetizzare:
A) vi deve essere
coincidenza tra la tutela della salute individuale e di quella collettiva.
Non è ammissibile che a una persona sia imposto un trattamento nell’esclusivo interesse della società e non anche di quello individuale: il singolo può non essere consenziente, ma deve comunque ricevere un beneficio sul piano della salute individuale.
In altri termini
il singolo non può mal essere semplice strumento per la realizzazione della salute collettiva.
Occorre ricordare comunque che l’interesse pubblico sulla salute è in questo caso salvo, solo quando vi è la salvaguardia del DIRITTO del singolo, in quanto la salute della collettività è la somma aritmetica delle singole parti che la compongono, cioè la salute dei singoli cittadini.
B) I trattamenti imposti devono essere indispensabili.
Ciò significa che non devono esistere possibilità diverse per fronteggiare quella malattia o per raggiungere quell’obiettivo sociale. E’ evidente infatti che, ove esistano alternative, l’obbligatorietà di un particolare mezzo non si giustifica:
C) i trattamenti devono essere
non sperimentali.
Un trattamento sperimentale è tale perché non è ancora chiarito se il rapporto tra I rischi e I benefici è a favore dei secondi.
Può, a determinate condizioni, essere somministrato a soggetti pienamente informati e
consenzienti, ma non può certo essere imposto, esponendo la società e il singolo a un rischio non accettato.
D) devono essere trattamenti non discriminanti sulla base del sesso o della razza o delle convinzioni politiche, scientifiche o religiose ecc.
E) devono essere il
meno possibile coattivi (nelle modalità di realizzazione), il meno possibile lesivi della riservatezza individuale e comunque rispettosi della persona umana.
Solo se questi requisiti sono tutti compresenti, un Trattamento Sanitario può essere imposto obbligatoriamente.
Un trattamento obbligatorio deve essere disposto necessariamente con una legge dello Stato che, per essere legittima costituzionalmente,
deve avere i requisiti appena visti.
Probabilmente varrebbe la pena di ripensare e verificare le norme relative alle vaccinazioni in generale e quelle sulle singole vaccinazioni alla luce di questa ricostruzione del presupposti di costituzionalità: non è esclusa qualche sorpresa interessante.
vedi: Falsita' della medicina ufficiale  +  1000 studi sui Danni dei Vaccini  +  Danni dei Vaccini + Esami indispensabili, prima di vaccinare + Contenuto dei Vaccini  + Effetto Gregge

Continua in: pag.1    pag.2      pag.3      pag.4      pag.5       pag.6      pag. 7      pag.8      pag.9      pag.11      pag.12   pag.13      pag.14      pag.15     pag.16      pag.17   pag.18