Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


Le VACCINAZIONI POSSONO UCCIDERE 
TROPPI BIMBI NATI SANI e poi ROVINATI dai VACCINI

pag.15
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

 

Migliaia di neonati restano lesi, uno su quattrocento, vittima della "morte in culla" = SIDS

Decollato, delicatissimo, il tema delle vaccinazioni. Nascono cinquecentoventimila bambini ogni anno in Italia. 
E i genitori dalla preoccupazione del parto devono passare a quella della vaccinazione.
Purtroppo le nostre strutture non brillano per l'informazione che il cittadino si aspetterebbe. 
Così il papà e la mamma portano il bambino al suo primo appuntamento con l'amministrazione pubblica molto all'oscuro dei propri diritti e praticamente assediati dai propri doveri. 
Conosciuti tuttavia più per sentito dire che per effettiva informazione. 
L'esempio è la tipica risposta dei medici: "le vaccinazioni bisogna farle perchè bisogna farle". Un luogo comune senza porsi altre domande. Che però cominciano quando il bambino subisce una lesione da vaccino.. E purtroppo quando succede è già tardi per correre ai ripari. 
Da quel momento queste sfortunate famiglie entrano nel tunnel che scopriranno percorso da tanti, troppi, altri sfortunati.
I bambini
colpiti sono centinaia di migliaia, anche alcuni genitori sono ammalati. 
Migliaia di casi che si perdono nelle città perchè chi è già toccato dalla disgrazia subisce poi anche quello dell'isolamento. 
Chiusi nelle loro case e via via  ignorati da mass media e strutture pubbliche, nonché  maltrattati dalle leggi
Leggi da una parte persecutorie nell'
obbligare alla vaccinazione: incredibile come la burocrazia italiana per i vaccini diventi efficace  e puntuale con avvisi, precetti, raccomandate e multe, fino a togliere la patria podestà ai "genitori ribelli e inadempienti". 
Dall'altra parte, quando la vaccinazione arreca danno, la famiglia viene abbandonata alla tirannide della burocrazia e della disinformazione, e per tante persone, sfiduciate e avvilite, non resta che lasciar perdere per evitare frustrazioni e impotenti battaglie.
L'italia resta l'unico paese progredito a imporre l'obbligo di Stato al pari del blocco dell'est europeo. 
Quattro vaccini obbligatori, fra cui, per l'epatite B (leggere della tangente di € 300.000 (600 milioni di vecchie lire) ricevuta dal poco On. De Lorenzo che e' finito in carcere, ma la lege e' rimasta.... forza di Big Pharma..). 
Di una campagna collettiva per l'epatite B proposta in Puglia, il ministro Bindi ha affermato: 
"Non è un intervento efficace e adeguato di sanità pubblica. Lo dicono gli esperti e oltretutto ingenera qualche sospetto". 
E ci fossero solo i quattro obbligatori. 
I vaccini per il tifo e tubercolosi vengono imposti ad alcune categorie di lavoratori, militari, studenti di medicina  sportivi. 
Poi c'è la strana distinzione lessicale sui vaccini facoltativi. 
Per certi pediatri, i vaccini per la pertosse, morbillo, rosolia, orecchioni e meningite, non sono facoltativi, bensì "raccomandati" o "consigliati", lasciando intendere ai genitori impauriti che "il vaccino è sempre meglio farlo". 
La chiamano informazione......
Sembrano invece terrorismo e ricatto morale, spesso esposti col dogmatismo e l'indiscutibilità di molta classe medica.

Possono i vaccini fare male SI
Rispondere a questa domanda significa non potere più nascondere la verità sulla  dimostrata correlazione tra alcune gravissime, invalidanti, spesso mortali patologie e le vaccinoprofilassi. Negare l'esistenza di una realtà è molto più facile che affrontarla, ma ora non è più consentito. 
Il ministero della Sanità garantisce a gran voce la completa innocuità dei vaccini, anzi prevede di inserirne di nuovi. 
I centri di vaccinazione lavorano a pieno ritmo ricordando ai pazienti che grazie a questa prevenzione tante gravi malattie invalidanti (poliomielite, vaiolo, difterite) in Italia sono state debellate. 
E intanto molti sfortunati "nati sani" che hanno subito danni irreversibili dalle vaccinazioni affrontano il loro pellegrinaggio tra ospedali e cliniche private in cerca della guarigione. 
Proprio nei Paesi dove è più alto il numero di vaccinati
aumentano i casi di distrofia muscolare, sindromi demielinizzanti del sistema nervoso, sclerosi, leucemie e linfomi, diabete mellito autoimmune, allergie di ogni genere: tutte con un comune denominatore che è l'autoimmunità (cioè malattie latenti descritte sul proprio DNA  e fatte esplodere dopo la vaccinazione). 
La medicina ufficiale prova a liquidare tutto questo come l'inevitabile tributo che l'umanità deve pagare per liberarsi dalle grandi epidemie.  E invece non può, la realtà delle lesioni da vaccino essere ignorata o sminuita.
E a dimostrarle, non esiste più soltanto l'autorevole letteratura scientifica internazionale, ma si è aggiunta purtroppo alla sempre più nera documentazione clinica. Come quella raccolta dall'associazione Universo bambino
Le testimonianze dei familiari del bimbi lesi o morti documentato come questo problema sia sentito e provato da origliata di persone e non da uno su milioni come si vuole far credere da parte di chi ha interesse a non informare. 
Si è documentata la
grave carenza di informazione (voluta) su controindicazioni e complicazioni. 
Si è documentato e notato che quasi mai i bambini  sono sottoposti a visita medica preventiva; come raramente sia raccolta un'accurata anamnesi  personale e familiare, e
non vengano mai valutate le immunodeficienze dei piccoli
Gli stessi primi sintomi di reazione avversa come convulsioni irrequietezza, diarrea, febbre o stati depressivi spesso sono sottovalutati. 
Le pratiche vaccinali dovrebbero prevedere un'attenta osservazione dello stato di salute dei soggetti da vaccinare, le loro eventuali malattie: ma quante poche volte i nostri figli sono stati sottoposti anche ad una semplice visita di un medico vaccinatore ? 
Non si tratta di una lotta ai vaccini, ma è necessario che la profilassi sia eseguita da medici competenti e i genitori informati sulle controindicazioni e sulle possibili complicazioni, soprattutto visto che è possibile individuare i s"oggetti a rischio" mediante esami di laboratorio eseguibili senza particolari difficoltà. 
Fuori da una triste politica del "costo-beneficio" che vede molti nati sani diventare andicappati, quali agnelli sacrificali di un economia di mercato.
By dott. Massimo Montinari  - medico chirurgo, ricercatore e medico della Polizia di Stato

Continua in: pag.1       pag.2      pag.3      pag.4      pag.5       pag.6      pag. 7      pag.8      pag.9      pag.10      pag.11      pag.12   pag.13      pag.14     pag.16      pag.17   pag.18