Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


POLITICI, SINDACI, ASSESSORI alla SANITA'
pag.9
Lettera aperta a: sedi Regionali, Provinciali,  Comunali
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

 

1) Al fine di evitare le colpevoli inefficienze delle amministrazioni e degli enti preposti alla "tutela" della salute dei cittadini, l’informazione sulla vaccinazione DEVE essere fornita alla popolazione intera, in modo imparziale e completo (vedi Legge Antipolio n.5 i del 4/2/66 e DM 25/5/67) che prevede:.., a tale fine è fatto obbligo agli uffici di igiene di esplicare OPERA di PROPAGANDA e di CONVINZIONE PRESSO il PUBBLICO affinchè detti soggetti si presentino alla vaccinazione.

Siccome le vaccinazioni indeboliscono i Sistemi Immunitari di milioni di persone, perché contengono Virus e Batteri
Patogeni, Minerali altamente Tossici (Mercurio ed Alluminio) e prodotti Cancerogeni come la Formaldeide, le pericolosità delle stesse NON devono essere nascoste alla popolazione ignara, che solo in questo modo sarà in grado di scegliere se vaccinarsi o meno.

2) Le vaccinazioni sono profilassi sanitarie, cioè Trattamenti Sanitari obbligatori (TSO) e come tali sono regolati dalla Legge Sanitaria 833/78 art.33 che afferma: "Norme per gli accertamenti ed i Trattamenti Sanitari volontari ed Obbligatori ...  
"
Gli accertamenti e i trattamenti sanitari obbligatori di cui ai precedenti commi devono essere accompagnati da iniziative rivolte ad assicurare il CONSENSO e la PARTECIPAZIONE da parte di chi vi è obbligato".
(Non sono previste pene coercitive). 
L’Unità Sanitaria Locale (ASL)
opera per RIDURRE (non succede mai, anzi) il ricorso ai suddetti trattamenti sanitari obbligatori, sviluppando le iniziative di prevenzione e di educazione sanitaria ed i rapporti organici tra servizi e comunità. Nel corso del trattamento sanitario obbligatorio, l’infermo ha diritto dl comunicare con chi ritenga opportuno.
Chiunque può rivolgere al Sindaco richiesta di revoca o di modifica del provvedimento con il quale è stato disposto o prolungato il trattamento sanitario obbligatorio.
Sulle richieste di revoca o di modifica il
Sindaco decide entro dieci giorni.  
I provvedimenti di revoca odi modifica sono adottati con lo stesso provvedimento revocato o modificato".
3) Pertanto Vi raccomandiamo di autorizzare la revoca del Trattamento Sanitario Obbligatorio (Vaccinazioni Obbligatorie) ai cittadini che la richiederanno secondo la Legge.

Sicuri che Vi atterrete ai principi ispiratori della Legge vigente menzionata, siamo a Vostra disposizione per l’organizzazione e la realizzazione di iniziative in mento all’informazione obiettiva sulle vaccinazioni obbligatorie, In quanto abbiamo tutti i dati necessari.
By Coordinamento Nazionale Libertà dai Vaccini - (1992)

vedi Statistiche Istat sui vaccini +
Falsita' della medicina ufficiale + 1000 studi sui Danni dei Vaccini  +  Contenuto dei vaccini + Danni dei vaccini

Continua in: pag.1       pag.2      pag.3      pag.4      pag.5       pag.6      pag. 7      pag.8      pag.10      pag.11      pag.12   pag.13      pag.14      pag.15     pag.16      pag.17   pag.18