Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


ALLERGIE, ASMA, Malattie Autoimmuni, dai VACCINI - 12
(LIBRO BIANCO sui DANNI dei VACCINI - 12)
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

 

Torniamo al problema delle statistiche vaccinali:
Controllate sempre le affermazioni di questi scienziati ricercatori che non conoscono o non controllano nemmeno le statistiche preparate dai loro colleghi; verificate con i vostri occhi, controllando i grafici forniti dai vari Ministeri della Sanità dei vari stati che avevano reso obbligatorie le vaccinazioni per vaiolo, difterite, poliomielite, epatite B, tetano, tbc, ecc., con quelli degli altri stati nei quali le vaccinazioni NON erano obbligatorie e
scoprirete come quelle malattie sono scomparse o ridotte al minimo lo stesso, SENZA le vaccinazioni - vedi: Statistiche Istat; in certi paesi l’inizio delle vaccinazioni di massa coincide addirittura con una nuova e più forte recrudescenza della malattia (i cosiddetti picchi) che poi ritorna ai suoi valori di caduta naturale; per ultimo mettete a confronto quei grafici prodotti dagli stati che avevano reso obbligatorie le vaccinazioni e scoprirete che in alcuni casi essi li hanno addirittura falsificati per far quadrare i tempi della scomparsa della malattia con l’introduzione del vaccino !
Lo abbiamo scoperto mettendoli a confronto con quelli ricontrollati dai nostri tecnici con un computer utilizzando gli stessi dati.
Per falsificare i risultati e le letture dei grafici, basta per esempio prendere solamente 1 o 2 anni prima dell’introduzione delle vaccinazioni di massa e si potrà senza falsificare i dati, dare un’interpretazione diversa al grafico, facendo vedere che la vaccinazione ha debellato la malattia, ma se si prendono in considerazioni almeno 10 anni prima, ci si accorge allora che la malattia stava già decrescendo naturalmente e velocemente, andando verso il suo finire naturale e che le vaccinazioni sono state ininfluenti sull’andamento della sua scomparsa, anzi in alcuni casi hanno rallentato il suo declino naturale.
In Italia (per ora unico stato al mondo con la Grecia) è stato introdotta per legge, la vaccinazione per l'Epatite B per i piccoli nel primo anno di età e nel dodicesimo, (questo perché dicono che la vaccinazione “copre” tutta la vita invece già sappiamo che non è vero) con la scusa che muoiono 9.000 persone di cirrosi epatica all’anno, (distruzione del fegato) ma quello che non si dice è che i certificati da noi controllati ci hanno chiarito che quei morti sono stati alcolisti ed il loro fegato non era stato distrutto dall’epatite ma dall’alcol, comunque le statistiche del Ministero della Sanità ci dicono che nel 1989 solo 8514 persone hanno contratto l’epatite B e sono state ricoverate mentre solo 4 anni prima vi erano stati 20104 casi, dal 1989 al 1991 sono diminuiti della metà (4160) ed all’introduzione della vaccinazione obbligatoria dell’Epatite i casi erano ancora diminuiti; ma tutte queste
bugie servono per far pressione sugli ignoranti (cittadini e politici) per poterli schiavizzare bene, spremendo allo stato miliardi di lire (le nostre tasse sperperate) per queste campagne vaccinali.
Ai lettori facciamo una profezia: in Italia fra qualche anno vi saranno sicuramente della epidemie gravi su tutti coloro che sono stati vaccinati anche per l'Epatite B.
La malattia (Epatite) normalmente può non dare sintomi (febbre, nausea, colorazione della pelle di giallo, anni fa si chiamava anche itterizia, ecc.) e perciò può passare completamente inosservata ed in genere nella stragrande maggioranza dei casi (98%) guarisce da sola, lasciando nel corpo i cosiddetti anticorpi alla tossina virale naturale, che garantirà una protezione per tutta la vita, la stessa cosa avviene anche per tutte le altre malattie, polio compresa quando vengono vissute naturalmente.
Ovviamente se il cittadino conoscesse le tecniche della Medicina Naturale non avrebbe in ogni caso nessun problema, perché saprebbe ai primi sintomi agire di conseguenza.
Per esempio il rispetto delle più elementari norme d’igiene sono le migliori e più efficaci misure di prevenzione: giusta alimentazione; la giusta nutrizione, secondo i principi delle Medicina Biologica,  di cui l’Orino terapia è la sua sublime tecnica, sono vere pratiche preventive; il non uso di medicinali è un’altra delle norme igieniche da attuarsi per poter far uscire in modo naturale la malattia, ecc.
L’uso continuo dei medicinali (antibiotici, cortisonici, antistaminici, anti depressivi, antinfiammatori, ecc.) e la pratica delle
vaccinazioni hanno spostato il “Terreno”, le acque corporee di popolazioni intere, dal terreno batteriologico facilmente curabile con norme igieniche elementari, con le metodiche naturali che costano poco, al terreno virale o super virale, terreno nel quale nascono le più gravi malattie degenerative contro le quali la scienza medica “moderna e scientifica” nulla può, ma in compenso si possono vendere continuamente farmaci ad alto costo unitario.
Ricordiamo per esempio che secondo i biologi, gli antibiotici sono stati studiati SOLO in laboratorio e che il loro ruolo in natura resta sconosciuto; inoltre queste sostanze sembrano progettate per attaccare selettivamente gli organismi che le producono, bloccando la sintesi di macromolecole come il DNA, le proteine ed altri prodotti necessari per la costruzione delle membrane cellulari.
E sempre i biologi sanno benissimo che basta alterare la termica od il pH di un brodo di coltura per uccidere microbi, batteri nocivi o rendere inoffensivi cioè trasformare virus e prioni; perché questa tecnica termica non la si utilizza in medicina anche sui corpi umani od animali e si insiste nella pratica dell’uso dell’antibiotico che al contrario tende ad acidificare il terreno ed a preparare l’ambiente adatto alla proliferazione fungina ?
Questi sono i misteri della nuova “religione medica moderna allopatica”, in camice bianco che predica sempre la propria infallibilità e non impara anche dalle altre scienze per arricchirsi ed aggiornarsi.
Dobbiamo interrompere SUBITO questo giro vizioso di indebolimento del Sistema Immunitario degli esseri viventi con il continuo inquinamento delle acque corporee degli esseri umani con l’uso e l’abuso di farmaci chimici e vaccini, che per inciso vengono sperimentati su animali, attraverso la vivisezione (scienza criminale ed inqualificabilmente anti natura) non ricordandosi che gli animali sono un’altra specie, cioè sono molto diversi da noi; il loro sistema immunitario non ha nulla a che vedere con quello dell’uomo.

Il Sistema Immunitario è un Sistema/Programma Mentale “APERTO e MUTANTE”, cioè è preposto a riconoscere tutte le situazioni, variazioni, (endogene ed esogene), per preparare dall’interno del corpo le reazioni per mezzo dei microbi, virus simbiotici specializzandoli quando l’intruso (microbi o virus esogeni) appartiene ad un’altra specie, l’aggiornamento del Sistema Immunitario richiede migliaia di anni per avvenire nel modo naturale e quindi efficace per la specie stessa.
Gli organismi Viventi sono stati aggregati e "creati" dagli
Elettroni che vivono negli Atomi dei Geni nel DNA e di conseguenza sono “nati” da millenni di esperienza e conoscenza nella mente della propria specie; il Sistema Immunitario di ogni specie vivente è un “programma” di ricerca al riconoscimento dell’ambiente endogeno ed esogeno; questo programma è abituato a modificarsi a seconda dei tempi e dei luoghi ove l’essere vivente si manifesta per riconoscere e bloccare qualsiasi agente disturbatore creato od incontrato e per ottenere la migliore sopravvivenza, seguendo i cicli e le modalità della natura; è questo sistema che soprassiede anche alla selezione naturale delle varie specie educandole e controllandole attraverso le malattie.
Il voler manipolare, con tecniche profilattiche o genetiche dichiarate scientifiche che hanno “esperienza” solamente da circa 50 anni, il programma della specie Umana che si auto organizza da millenni di esperienze in modo biologico e naturale, significa andare sicuramente incontro a gravi problemi per la specie umana stessa ed essere profondamente ignoranti se si pensa di non fare nessun errore.

Una grossa bugia raccontata dai Ministeri della in-Sanità è questa: si ammette per esempio che in Italia, vi è una popolazione di non vaccinati per la Polio Sabin o Salk (quelli che all’atto dell’introduzione della vaccinazione obbligatoria l’anno 1966 erano adulti e pertanto non si sono stati vaccinati) questi rappresentano ancora attualmente una grossa cifra, (circa 20 milioni di abitanti); ebbene questi cittadini ci afferma il Ministero della Sanità per bocca del dott. Grandolfo, avrebbero sviluppato gli anticorpi alla Polio, ma quello che non ci dice è che a NESSUNO di loro è stato fatto, da parte degli organi della sanità, un esame del sangue per controllare tale affermazione e sicuramente troverebbero che NON è vero.
Infatti questa bugia lo è a tutti gli effetti perché invece i ricercatori naturisti hanno controllato tali affermazioni facendo una ricerca su di un campione di cittadini con questi test, riscontrando che NESSUNO di questi ha creato gli anticorpi della Polio, pertanto essi sarebbero tuttora soggetti a rischio, ma come mai in tutti questi anni NON hanno contratto la temuta malattia ?
Perché essi hanno una immunità “Aspecifica” (cioè non producono anticorpi e non si ammalano di quella patologia), questo perché le malattie sono causate da carenze od eccedenze di minerali, vitamine e sostanze vitali ecc., presenti nei liquidi del corpo che in un determinato momento storico/elettronico dell’atmosfera vengono ad essere “caricate” elettronicamente dall’ambiente esterno al corpo umano e modificano la funzionalità corporea, (il metabolismo); esse NON sono indotte dal cosiddetto agente patogeno; infatti la
Poliomielite è dovuta ad una forte carenza di Fosforo e di Magnesio che in determinati momenti “elettronici” dell’organismo scatenati anche dall’ambiente, portano il Sistema Nervoso ed immunitario per i vaccinati ad una incapacità funzionale che induce a determinate malattie tipo: epilessia, paralisi, che possono essere comunque curate, se prese all’inizio della loro manifestazione, oltre all’eliminazione dell’intossicazione endogena e se prese almeno nelle prime 48 ore, con Cloruro di Magnesio e Fosforo.
Infatti la Polio si è manifestata anche in Italia subito dopo la seconda guerra mondiale in quanto l’alimentazione del periodo dal 1939 al 1945 è stata per parte della popolazione carente di Fosforo e di Magnesio (li si trovano normalmente nel pane integrale preparato con farina non raffinata e nel sale marino non raffinato).
Le deficienze di Fosforo e Magnesio, hanno scatenato dopo anni di carenze, questa malattia in tutti coloro che avevano tali alterazioni (intossicazioni di minerali antagonisti al fosforo ed al magnesio); bastava curarli per esempio con il Cloruro di Magnesio e questi NON sarebbero rimasti storpiati dalla malattia, ma purtroppo i medici allopati di allora NON sapevano, NON conoscevano tale semplice e poco costosa pratica; purtroppo assistiamo ancor oggi ad una simile ignoranza sulle semplici tecniche naturali.

Tutte le malattie sono Carenze od Eccedenze di fattori vitali in ambiente corporeo (i liquidi del corpo) attivati dalle cariche elettriche generate dalla Psiche o dall’Ambiente esterno al corpo; la malattia è di fatto un processo di lento ma inesorabile INQUINAMENTO con la rottura degli equilibri funzionali e il processo che scatena ciò è l’Ignoranza, la non Conoscenza, la mancanza di informazione sulle Leggi che regolano le strutture Viventi.
Riprendere possesso della giusta Informazione, è vivere nel migliore BenEssere.

Ritorniamo alle nostre considerazioni su
farmaci e vaccini con altri fatti:
Vi sono in commercio (anno 2000) circa 205.000 farmaci, vaccini e sieri, nel mondo; nel mondo ogni anno si commercializzano 15.000 nuovi farmaci (il più delle volte sono gli stessi vecchi farmaci con nuovi nomi e magari più cari) e regolarmente se ne ritirano 13.000 all’anno perché riconosciuti pericolosi alla salute dell’uomo; molte volte questi farmaci ritirati dal commercio nelle nazioni occidentali dette “civili” vengono riconfezionati e reimmessi sui mercati delle nazioni del terzo mondo; eppure TUTTI questi farmaci sono “provati e testati secondo la legge” attraverso la vivisezione su innocenti animali che pagano con atroci sofferenze la stupidità, la cattiveria e l’ingordigia di questi “mostri” industriali e finanziari della chimica e della farmacopea.
In Francia per esempio vi è una proposta di legge che sta per essere varata, che permetterà di vendere fuori dai confini della Francia stessa, qualsiasi farmaco inventato SENZA l’autorizzazione del Ministero della Sanità francese; pensate cosa si prepara nel futuro all’Umanità da parte di questi industriali della morte, altro che Nazismo o Frankestein.
Gli esempi potrebbero continuare, quante volte un farmaco (ricordiamo il Talidomide il quale variando il DNA, immediatamente fece nascere dei mostri) od un prodotto chimico, ricordiamo il DDT, che è stato anch’esso approvato dai vari Ministeri della “Sanità” ma comunque commercializzato, dopo qualche anno o decennio sono stati ritirati dalla circolazione perché terribilmente pericolosi e nocivi alla salute ed all’ambiente.
Quali mani “esperte” hanno così firmato la commercializzazione di questi prodotti e quali “scienziati” hanno partorito tali nefandezze ! Eppure ci si è limitati a ritirare dalla circolazione i prodotti senza toccare i produttori, coloro che li hanno “generati”, né i vari ministeri e ministri che ne hanno permessa la commercializzazione, ma intanto l’umanità ha sofferto e famiglie disperate hanno sopportato il peso delle pazzie di questi esseri ignoranti, che dall’alto dei loro “diplomi” hanno creato tali prodotti.
L’80% dei farmaci è inutile, tossico e nocivo alla salute; del rimanente 19,9% non si è ancora provata sui grandi numeri la loro tossicità e di conseguenza la loro pericolosità; lo 0,1% forse è utile.
Come vedete quasi sempre la “scienza” e la politica sono immobili davanti ai veri problemi dell’Umanità, mentre sono mobilissimi per creare le guerre stellari o macchinari sofisticatissimi e costosissimi per diagnosticare le varie malattie, senza però riuscire a ricercare e comprendere le cause primarie e le varie concause secondarie.
Tutti i farmaci analizzati con le apparecchiature Bio elettroniche hanno svelato la loro pericolosità.
Su 205.000 prodotti farmacologici in circolazione nel mondo, solamente una ventina (20) possono essere utilizzati (come salvavita) e solo in alcuni rari casi.
Ogni tipo di farmaco (naturale e non) andrebbe comunque testato con il paziente con apposite apparecchiature
Bio elettroniche o con test Kinesiologico, in modo da conoscere preventivamente gli effetti del prodotto sul terreno (i liquidi) del paziente.
In parole povere il farmaco (che non deve essere invasivo) va SEMPRE PERSONALIZZATO e testato direttamente sul paziente, se si vuole fare una Medicina seria ed a misura d’Uomo.
Lavorando solo sul piano Biochimico e non anche su quello bio elettrico, senza gli opportuni controlli sul paziente, i farmaci non testati ed ancor più se tossici, vanno a modificare le cariche elettro diamagnetiche delle acque corporee, il Terreno, spostando da un posto ad un altro gli effetti, senza guarire le cause e le concause delle malattie ed aggravando sempre lo stato generale che è SEMPRE lo ricordiamo frutto di un disordine Spirituale e fra i rapporti Bio Elettronici delle acque corporee, i liquidi del corpo umano, che generano a loro volta le intossicazioni cioè le Alterazioni Termico/Nutrizionali di Minerali, Vitamine, Microbi, Enzimi, Aminoacidi, fattori vitali, ecc.
E’ evidente che i test su animali (obbligatori per legge per poter commercializzare un farmaco) NON hanno nessun fondamento scientifico per poter controllarne la loro efficacia, la loro innocuità o le loro controindicazioni; è chiaro che gli animali non sono esseri umani pertanto non esiste uguaglianza o similitudine sul piano delle reazioni ai farmaci od alle malattie umane, essi sono totalmente diversi da noi, per cui anche la vivisezione è una tecnica barbara effettuata da tecnici ignoranti al servizio dei produttori ed a una scienza che è non scienza, ma in molti casi scemenza.
Questi ultimi ed i loro tecnici dicono anche che il vaccino esalta le proprietà di reazione ideale del Sistema Immunitario per il tipo di virus (cioè di quell’informazione patologica inoculata); in realtà siamo sicuri (sono stati effettuati dei controlli sulle reazioni immunitarie di soggetti prima e dopo le vaccinazioni scoprendo il grave handicap con mutazioni genetiche che questi avevano subito) che
ogni vaccinazione INIBISCE, ATTENUA ed ALTERA le possibilità al riconoscimento da parte del Sistema Immunitario agli agenti patogeni, (perché lo manda in confusione) infatti ogni madre sa che dopo ogni vaccinazione il suo bambino subisce delle reazioni anormali riconoscibili per esempio in febbri strane, nervosismi, insonnie, epilessie, alterazione della vista e dell’udito, disturbi psichici alterazioni del comportamento o motorie, epilessie, alterazione dell’equilibrio, infiammazioni cutanee, gastriche, intestinali, anemie, asma, allergie, aids, problemi cardiaci, muscolari, ecc.; le manifestazioni reattive all’interferenza nei processi vitali che l’organismo fornisce sono infinite ed infinite le possibilità di lesioni anche solo microscopiche che intervengono dopo la vaccinazione e che si manifesteranno magari non subito, ma sicuramente nel tempo.
Infatti il "programma" del
Sistema Immunitario va in confusione dopo ogni vaccinazione ed i danni non si possono prevedere che in minima parte.
I produttori ed i vari Ministeri della Sanità, che noi chiamiamo “In-sanità”, dicono che con la vaccinazione otteniamo la copertura del soggetto dalle malattie per le quali è stato vaccinato; niente di più falso!
Sabin stesso, quello che ha “inventato” il vaccino per la Polio, dopo 30 anni di dichiarazioni, certificazioni che affermavano che la “copertura” della vaccinazione era perenne, ha fatto marcia indietro, dicendo che il vaccino “copre” solo per 5 anni ! E che bisogna rivaccinare tutte le popolazioni, in quanto vi sono state delle epidemie di Polio nell’età puberale fra soggetti vaccinati !
Le chiamano epidemie, in Israele (1988) vi sono stati 5 soggetti malati e per di più già vaccinati 4 su 5 !
In Olanda (1981) dicono vi sia stata un’epidemia su 15 soggetti (che ha portato paralisi solo ad un soggetto) non vaccinati e che ad un nostro controllo pare non sia vero che fossero 15 ma 5).
E’ molto più probabile che la Polio sia stata indotta dalla stessa vaccinazione e che si sia manifestata quando le condizioni del Sistema immunitario sono variate (mancanza di Fosforo e Magnesio) nei soggetti di cui si parla, ma sopra tutto che si voglia rivendere per più volte i vaccini.
Dicono che la vaccinazione per la Rosolia ha copertura per 5 anni, se ciò è vero, perché si vaccinano le bambine di 4 o 6 anni, anche quelle che hanno già avuto la rosolia e che sono già rese immuni per il processo che solo la malattia presa in modo naturale suscita per tutta la vita, quando queste ragazzine avranno figli solamente dopo i 20 anni; è evidente che si vogliono vaccinare 4 volte le stesse bambine; “misteri” della fede che tendono ad insegnare i medici moderni; nella realtà così si vendono più volte gli stessi vaccini e si crea il mercato dei malati acquirenti sicuri per i farmaci.
Chiedendo ai ministeri della In-sanità il tempo di “copertura” dei vari vaccini, essi ci danno risposte tipo: forse, crediamo, probabilmente, non siamo sicuri, ecc. questa è la scientificità di questo apparato statale che dovrebbe tutelare la nostra salute !
Anche gli stessi produttori dei vaccini sono molto incerti sui tempi delle coperture dei loro prodotti, essi dicono sempre: probabilmente..., non sappiamo..., forse..., circa..., ecc..., veramente scientifiche le loro affermazioni.
L’UNICA vera copertura per tutta la vita, contro il morbillo, la rosolia, la pertosse, la polio, la difterite, l’epatite ecc., è essere in sintonia con le leggi della Natura, non avere alterazioni Termico/Nutrizionali (intossicazioni ed infiammazioni) ed al limite passare attraverso la malattia naturale e uscirne senza danni con le metodologie naturiste.
vedi Protocollo della Salute

Altre considerazioni da farsi sullabugia” delle vaccinazioni:
in Italia si fanno circa e mediamente 3.000.000 di vaccinazioni circa ogni anno; nel 10% dei casi vi sono reazioni gravi al vaccino, ciò significa che vi sono 300.000 persone e sopra tutto bambini che non vengono “tutelati” dallo stato nel loro bene fondamentale la Salute (come dice l’art. 32 della Costituzione); non solo questi non vengono tutelati, ma addirittura sono per legge resi handicappati in migliaia di forme diverse e per tutta la vita; circa 4.250 muoiono entro il primo anno di età (12 al giorno) ed altri 8.000 circa muoiono entro i 18 anni, queste sono le stragi di stato! Altro che il Nazismo di Hitler; senza contare che tutti gli altri che non presentano reazioni gravi da vaccino ma subiscono uno shock comunque irreversibile sul Sistema Immunitario, per cui le reazioni alle varie malattie non saranno più ottimali come prima della vaccinazione, ma essi saranno facilmente dei malati perenni a fasi più o meno acute; è così che si crea un mercato di consumo farmaceutico, “sanitario”; di fatto la vaccinazione si comporta come una “bomba a tempo” e crea un mercato, infatti essa è una campagna di marketing sanitario per creare il mercato dei malati, dei farmaci e della ricerca fasulla.

Un’altra “bugia”:
a detta dei medici vaccinatori, sul 25% delle persone vaccinate il vaccino non crea la cosiddetta “immunizzazione”, (manifestazione di anticorpi) questo essi ci riferiscono; ciò significa per esempio che in Italia su 3.000.000 di vaccinati all’anno (dati forniti dall’Istituto Sup. di Sanità), 750.000 di questi non è di fatto “vaccinata” (perché non ha creato anticorpi) eppure questi non somatizzano le malattie per le quali avrebbero dovuto essere protetti con la vaccinazione.

Altro fatto:
gli Zingari sono in Italia una popolazione di circa 500.000 persone che nella loro maggioranza (98%) NON è vaccinata; sappiamo tutti che essi non brillano certo per avere nelle loro abitazioni condizioni igieniche ottimali, eppure NESSUNO di essi contrae le tanto temute malattie.
Stesso discorso per le popolazioni extracomunitarie; vi sono in Italia circa 1.500.000 di persone (800.000 legali, il resto illegali) che provengono da tutti i paesi del mondo e che NON sono in parte vaccinati, eppure nessuno di questi ha contratto le tanto temute malattie.
A Napoli ci conferma il Ministero della Sanità, il 30% della popolazione giovanile NON è vaccinata e questo da decenni, eppure le tanto temute malattie, polio, difterite, tetano NON sono comparse.
Poi vi sono i figli degli stranieri in Italia per lavoro, anche questi nella loro maggioranza NON sono vaccinati in quanto nei loro paesi, salvo la Francia ed i paesi dell’Est, le vaccinazioni non sono obbligatorie, eppure anch’essi non contraggono le malattie di cui sopra. Però di tutto questo i nostri politici NON ne tengono conto.
Prendiamo in esame un altro fatto: le vaccinazioni per la polio, per la difterite e per il  tetano, sono state introdotte in Italia nel Febbraio 1966 in modo obbligatorio; tutti coloro (quelli che hanno più di 40 anni) che sono nati prima di tale data non sono stati vaccinati per quelle “malattie”, salvo come dicono le statistiche il 5% di quella popolazione giovanile che lo ha fatto a suo tempo volontariamente già tre o quattro anni prima del 1966; tutti quei milioni (20 milioni circa), di persone che non sono stati vaccinati con quei vaccini ( polio, difterite, tetano) e che sono ancora vivi fino ad oggi, NON risulta che abbiano contratto o siano portatori di polio, tetano, difterite (mentre i vaccinati sono portatori sani); ciò vuol dire che quelle “malattie” sono scomparse naturalmente già prima di quella data (1966) come ci confermano i grafici statistici di tutti i paesi, anche quelli non vaccinatori e che queste vaccinazioni sono inutili in quanto queste malattie non esistevano più, già prima delle vaccinazioni di massa e che sono naturalmente scomparse per altre cause, non certamente per le vaccinazioni.
Controllate sugli Annuari delle Statistiche Sanitarie dell'ISTAT, queste affermazioni.

Inoltre per ogni “vaccinando” NON si tiene conto, non si controlla il suo terreno (quello nel quale si inietterà il virus od il batterio di altre specie con il vaccino), cioè non si effettua nessun esame, nessun test, prima della vaccinazione! E’ terribile ma non si tiene conto di questi importanti fattori.
Fino a 50 anni or sono, la salute sembrava minacciata sopra tutto da quelle malattie che tenevano in ombra le altre cause morbose. Il declino relativo, si badi bene NON la scomparsa, di quelle malattie sopra tutto come causa di morte, ha dimostrato con maggiore evidenza che la salute non è minacciata da microrganismi patogeni o parassiti in terreno disordinato, ma che i nemici più insidiosi e pericolosi, li fabbrichiamo con le nostre mani, con i nostri comportamenti individuali e sociali.
Lo stesso “progresso” tecnologico, ha dimostrato che le malattie derivanti dalle attività industriali, non sono un prezzo inevitabile delle attività stesse e del benessere economico, bensì troppo spesso un lucro illecito, sulla pelle dei lavoratori e dei popoli in generale.
Molte popolazioni del terzo mondo sono ancora in preda alle malattie batteriche, (queste potrebbero essere debellate variando le condizioni igieniche ed alimentari), ma grazie al fatto che non usano ancora i farmaci ed i vaccini come le popolazioni occidentali, esse non conoscono ancora le malattie degenerative. Si vuole però già imporre i vaccini e farmaci a tutti quei popoli del terzo mondo, per poterli controllare meglio.
Possiamo star certi che tutte quelle nazioni entro una generazione, vedranno aumentare le malattie virali e quelle degenerative, infatti già nelle popolazioni del Centro Africa ove negli anni 1970/80 si è provveduto a vaccinare intere popolazioni con il “vaccinia” (per il vaiolo), solo 10 anni dopo nelle stesse popolazioni vi è stata la più grande epidemia di AIDS, mentre nelle popolazioni vicine che non si sono fatte vaccinare,
queste epidemie non esistono (vedi Times del 12/6/87 o documenti interni e non divulgati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS) ed oggi solo in quegli stati, vi sono epidemie di colera, tifo, ebola, ecc.
Lo stesso discorso vale per la Nigeria, da quando sono iniziate le vaccinazioni di massa, l’Aids ha iniziato a diventare un problema gravissimo; idem per la Bolivia ed il Perù 7 anni or sono, sono iniziate le campagne di vaccinazione su vasti strati di popolazione organizzate, patrocinate e finanziate dall’OMS, ebbene dopo pochi anni sono comparse epidemie di colera, tifo ecc., che durano fino ad oggi.
Dall’articolo di “Times” (del 12/6/87) “
L’epidemia di aids potrebbe essere stata provocata dalla campagna di vaccinazioni di massa per eradicare il vaiolo”.
L’organizzazione mondiale della sanità, (OMS è sempre stata al servizio delle potenti case multinazionali della chimica e della farmacopea), che seguiva la 13a campagna annuale, sta esaminando nuove prove scientifiche che fanno pensare che l’immunizzazione con il vaccino contro il vaiolo “vaccinia” sveglierebbe l’insospettabile inattiva difesa immunitaria dell’uomo contro la infezione da tossine virali (HIV), sempre che quest’ultimo sia veramente la causa e non le cadute globali del Sistema Immunitario come noi sosteniamo, per via della vaccinazione stessa.
Alcuni esperti dell’OMS ritengono che per distruggere una malattia, un’altra sia stata trasformata da una malattia endemica secondaria del terzo mondo nella presente pandemica, l’Aids; mentre molti dottori adesso accettano che il “vaccinia” possa creare l’aids, essi sono discordi sul fatto che sia stato il principale catalizzatore dell’epidemia.
Ma un consulente dell’WHO (OMS) che ha aperto il problema, ha detto al Times: ...
pensavo che fosse solo una coincidenza fino a quando abbiamo esaminato le ultime scoperte circa le reazioni che possono essere causate dal “vaccinia”; adesso credo che la teoria del vaccino contro il vaiolo sia la spiegazione dell’esplosione dell’aids; ...infatti è per delle ragioni che ancora sfuggono ai “ricercatori” questi retrovirus (HIV e STLV) possono essere riattivati e scatenare delle manifestazioni patologiche, ma dopo periodi che possono essere di molti anni o decine d’anni.
La stessa OMS ha affermato che nei paesi tropicali vaccinati le epidemie di polio hanno raggiunto valori vicino al 300 % in più rispetto a prima delle campagne vaccinali. (vedi Medicine et Hygiene 3/69).
Nel 1967 fino al 1980 l’OMS ha patrocinato le vaccinazioni di massa su circa 100 milioni di persone (Zaire, Zambia, Tanzania, Uganda, Malawi, Ruanda, Burundi), oggi in quei paesi vi è la più alta concentrazione di aids del mondo (vedi Pearce Wright, responsabile scientifico del Times, 11/5/87).
In USA durante la seconda guerra mondiale 28.000 circa casi di epatite fra i militari in seguito alla vaccinazione per la febbre gialla, di cui morirono 62 militari fino a metà del 1942; il dott. W. Kock afferma che la vaccinazione aumenta del 400% la possibilità della comparsa della paralisi (distrofia); nel 1933 a S. Louis (USA) dopo la campagna vaccinale per la Difterite, vi furono 65 casi di paralisi totale e 49 casi solo nell’arto ove fu fatta l’iniezione; in Italia avemmo lo stesso problema nel 1939; nel 1955 alla prima vaccinazione di massa su 5 milioni di bambini con il vaccino Salk si ebbe un caso di Polio ogni 1.300 bimbi; la vaccinazione con il Salk in Francia venne introdotta nel 1956 e produsse nell’anno successivo il raddoppio dei casi di polio e nel 1957 quadruplicarono i decessi per Polio arrivando a 4.109.
In Italia il vaccino Salk venne introdotto a scopo sperimentale e facoltativo nel 1956 ed i casi di Polio salirono dai 2.723 del 1955 ai 3.485 ed aumentarono fino a 8337 nel 1958 mentre il numero dei morti si quintuplicarono fra il 1955 ed il 1958; la cosa è estremamente grave per il fatto che fino al 1955 nelle statistiche apparivano anche casi di paralisi temporanea pari al 90 % mentre nel 1955 e 56 solo quelli di paralisi permanente (vedi Istat 1958).
Ma il fatto è ancor più criminale è l’aver continuato le vaccinazioni facoltative fino al 1964 sul 5% della popolazione.
Fortunatamente la fase crescente della malattia si è andata esaurendo malgrado la vaccinazione Salk e quando è stato reso obbligatorio il Sabin nel 1966, i casi erano circa 2500 all’anno in Italia.
Da quella data, i casi di epatite sono aumentati da 3500 casi all’anno a 50.000 !!!! ....a dimostrazione ulteriore che le vaccinazioni producono epidemie/endemie.
Negli USA, nel 1976 in seguito ad una vaccinazione per l'influenza morirono 30 persone e 565 presentarono paralisi, dice il dott. R. Mendelsohn; per il morbillo sembra aver spostato la malattia verso l’età adulta perché l’80% dei casi colpisce bambini da 1 a 3 anni e dai 10 ai 19 anni con sintomatologia atipica e difficile da trattare, vedi R Leviton da East West Journal nov. 1988;

Il dott. H. Culter (USA) dice che le vaccinazioni provocano tutta una serie di danni “minori” quali l’abbassamento del quoziente intelletivo, difficoltà di concentrazione, l’iper attività che porta all’uso di farmaci sedativi e questo per circa 1 milione di adolescenti del suo paese; inoltre le vaccinazioni sono state accusate da diversi medici americani di provocare astigmatismo, strabismo (per le micro paralisi che intervengono sui muscoli che regolano l’assetto del globo oculare), epilessie, dislessia, varie forme di otite cronica, autismo, bimbi down, morti nella culla, asma, allergie varie, disturbi del sonno, anoressia, bulimia, tanto da stimare che nei soli USA un bambino su 5 è in qualche modo affetto fa conseguenze delle vaccinazioni, vedi Journal of Alternative Medicine ott. 1992.
Sempre USA, un terzo dei bambini deceduti per aids (nel 1987) avevano ricevuto una vaccinazione tra le 24 ore ed i 27 giorni precedenti, dice il dott. L. Baraff dell’università di Los Angeles, (Il Ministero della Sanità Italiano con circolare del 9/91 stabilisce che i soggetti affetti da Aids DEVONO comunque essere vaccinati (vaccinazioni obbligatorie), solo sostituendo il vaccino Sabin con quello Salk (quest’ultimo vaccino è stato dismesso dall’uso nelle varie nazioni, del mondo perché è stato accertato, produceva molti danni ai vaccinati, come la morte).
I ricercatori britannici che stanno mettendo a punto un vaccino contro l’aids dovrebbero provarlo su esseri umani; lo hanno raccomandato i parlamentari della commissione per i servizi sociali della camera dei Comuni a Londra.
Essi dicono: ...non proponiamo che uomini di una determinata razza vengano usati come cavie - sta scritto nel rapporto - ma i paesi africani in cui si è sviluppata la malattia potrebbero anche fornire la popolazione adatta per gli esperimenti clinici.
Diversi vaccini contro l’aids sono attualmente allo studio e le università di Oxford e Cambridge in particolare sperano di essere sulla buona strada; si avvicina il momento in cui occorrerà provarne l’efficacia su esseri viventi. La commissione si è posta il problema di “chi si dovrà offrire per l’esperimento”.
A New York negli anni 70 il vaccino contro l’epatite venne somministrato ad omosessuali e carcerati volontari.
Il rapporto Britannico cita questo esperimento e conclude: l’esperimento venne fatto su persone che già correvano un rischio per il loro stile di vita ed erano pronte a cooperare perché avevano bisogno del vaccino.
I paesi africani la cui popolazione è in questa situazione possono cooperare contro l’aids.
(Canton Ticino, Ats-Ansa del 18/5/87).
Questi parlamentari e ricercatori si dimenticano che qualche anno prima in quelle stesse popolazioni africane l’OMS ha effettuato delle vaccinazioni di massa inducendo in tutta la popolazione la malattia ora chiamata AIDS! Oltre ad averli ammalati, ora li si vuol anche condannare ad essere carne da ulteriore esperimento.
Follia della razza bianca distruttrice di Vita.
Sullo stesso giornale qualche giorno dopo: Un esperimento per accertare gli effetti dei vaccini vivi, sui bambini africani positivi all’aids è in corso nello Zaire.
Lo ha detto un ricercatore dell’Istituto di Medicina tropicale di Anversa, il prof. Peter Piot ci riferisce “The Times”; l’esperimento precisa il giornale ha lo scopo di accertare che il vasto programma di vaccinazioni portato avanti dall’OMS rischi di aumentare la diffusione dell’aids nel mondo.
La settimana scorsa il giornale inglese ha lanciato un grido di allarme; i collegamenti sono stati esclusi dall’OMS, ma un professore dell’Istituto Pasteur di Parigi il dott. Luc Montagner, ha espresso le sue preoccupazioni per la possibilità di legami fra l’uso di vaccini vivi e la diffusione dell’aids ed ha sollecitato (badate bene) ...ulteriori esperimenti su animali vivi possibilmente scimpanzé.

Basilea (Svizzera), il giornale “Canton Ticino” ci riferisce che: nel corso della campagna di vaccinazione contro il morbillo, rosolia, orecchioni, a molti bambini è stato iniettato l’anno scorso a l’insaputa dei genitori un vaccino che non era ancora stato riconosciuto ufficialmente dall’Uff. Federale della Sanità e la campagna vaccinale non era stata autorizzata; lo ha rivelato mercoledi, la stampa Svizzero tedesca; interrogati in merito, le autorità Basilesi ed i medici responsabili non hanno voluto fare dichiarazioni.

Nel 1987 l’OMS inizia un programma vaccinale su bambini Ugandesi da terminare nel 1990 con il DTP più per la polio e varicella (esperimenti) nello stesso anno in ottobre i casi di aids erano già 2396; nel giugno1988 erano 40006 mentre prima questa malattia era sconosciuta.
Il vaccino per il morbillo produce serie complicazioni (General Practitioner 85 - pag 52, IV) e si segnalano seri danni per quelli per il tetano, difterite, pertosse ed ogni anno 35.000 bambini soffrono di reazioni neurologiche per i prodotti di cui sopra; 10.000 bambini muoiono nel sonno (aids) dopo la vaccinazione  DPT ( tetano, pertosse, difterite). 
In Scozia si segnalano encefalopatie per gli stessi prodotti.
In Germania Occidentale sono morte 150 persone e sono stati resi handicappati (encefaliti) 1500 bambini con la vaccinazione per il vaiolo negli anni 1969; sempre in Germania Occ. (ove non vi è obbligo vaccinale dal 1974) sono state presentate alle autorità Sanitarie e fino al 1986, n. 8.238 domande di risarcimento per danni da vaccino.
In Francia l’Istituto Pasteur (produttore di vaccini) nel 1981 (anno della scoperta del virus dell’aids) aveva diffuso due vaccini per l' epatite A e B preparati con sangue umano di cui molti lotti sono stati più tardi risultati essere infettati dal virus dall’aids (vedi Corr. della Sera 11/10/92).
In Francia e Gran Bretagna si riferiscono gravi aberrazioni cromosomiche in bambini che hanno ripetuto più volte il vaccino per il vaiolo (Mutation Research 80 - USA).
In Gran Bretagna i medici A. Bradford e J. Knowelden della London School dichiararono che l’epidemia di polio del 1949, fu causata dalla campagna vaccinatoria del mese precedente.
Fra il 1955 ed il 1980 sempre in Gran Bretagna 300 bambini sono stati dichiarati ciechi o comunque con gravi anomalie cerebrali dopo al vaccinazione (difterite, tetano, pertosse).
Nel 1977/79 il vaccino per la rabbia ha causato la morte per encefaliti del 50% dei vaccinati nelle isole Celebes e Reunion.
Nel 1905 il tasso di mortalità dovuta al vaiolo era, nelle Filippine, del 10%; dopo una vaccinazione di massa, scoppiò un'epidemia che colpì il 25% della popolazione, debitamente vaccinata; ciò nonostante, le autorità intensificarono le vaccinazioni.
Nel 1918 una gravissima epidemia uccise il 54% degli abitanti, pur essendo vaccinati al 95%.
Manila, la capitale, dove tutti erano stati vaccinati e rivaccinati, fu la più colpita: il 65,3%.
L'isola di Mindanao, i cui abitanti avevano rifiutato il vaccino, fu invece la  meno toccata: l'11,4%.
Malgrado questi dati evidenti, la vaccinazione per il vaiolo continuò e, nel 1966, l'O.M.S. lanciò una campagna mondiale che durò dieci anni e fu abbandonata per la sua inefficacia.

In Nuova Zelanda 2.000.000 di persone sono state vaccinate per la polio Sabin; nel 1983 vi è stato un’enorme aumento di sclerosi a placche, polinevriti, tumori al cervello; i dottori M. Kushi e A. Jack hanno rilevato che il 35% dei bambini morti sotto i 15 anni era per tumore al cervello.
Australia: le vaccinazioni fatte sugli aborigeni nel 1970/71 avevano portato la mortalità da vaccinazione al 30/50% a seconda delle zone, dott. Kolokerinos.
Il dott. R. Simpson dell’Università di Rutgers afferma che “le vaccinazioni possono inquinare l’uomo con RNA estraneo per formare dei provirus latenti nelle proprie cellule; questo fenomeno potrebbe provocare: artriti reumatoidi, epilessie, sclerosi multiple, lupus erimatosi, morbo di parkinson e forse il cancro”.
Germania, Marbourg 31 persone si ammalano e 7 muoiono; dalle autorità sanitarie che minimizzano tutto e che tentano di non far correre la notizia, viene accertato trattasi del virus ebola arrivato con un carico di scimmie dall’Uganda;
i reni di scimmia verde africana sono utilizzati per produrre i vaccini Polio Sabin.
1976 Sudan meridionale, dopo un anno dalle vaccinazioni di massa, un’epidemia “sconosciuta” uccide più di 150 persone; 1976 Zaire 300 morti (si accerta che il virus è identico a quello trovato nella ditta produttrice di vaccini di Marbourg in Germania).
1989 USA, in un’azienda (di vivisezione) di Reston in Virginia, nel loro stabulario muoiono tutte le scimmie con lo stesso virus (mentre in libertà non muoiono), chissà perché?
1990 alla Biocine produttrice di vaccini a Siena in Italia devono uccidere tutte le scimmie provenienti dalle Filippine perché stanno morendo per il virus ebola, che però per le scimmie in libertà è innocuo, perché ?
Ora nel 1995, in questi giorni assistiamo alla recrudescenza di gravi epidemie (tifo, gastroenteriti, febbre gialla, malaria, dissenteria emorragica, shighellosi, peste bubbonica, meningite, colera, ecc.), negli stessi stati Africani pluri vaccinati, mentre esse non esistono negli stati vicini che non hanno avuto le vaccinazioni di massa, determinate come ha confermato l’OMS dal micidiale virus “Ebola”, perché questo ? molto semplice:
i vaccinati sono molto più deboli degli altri NON vaccinati ed hanno sempre latenti (per i virus introdotti con le vaccinazioni) problemi gastrointestinali, di conseguenza essi sono immuno depressi.
Fra i colpiti ed i morti NON vi è stato nessun bambino, ma solo adulti, perché? La risposta è che solo coloro che sono stati vaccinati negli anni precedenti 1970-75 sono rimasti colpiti perché più deboli, gli altri ne sono per ora esenti.
Nel 1971 si venne a conoscenza di esperimenti che dimostrarono la facilità di scambio di materiale genetico fra batteri di specie diverse, uomini, animali e piante.
L’ipotesi conseguente è che sia facile una mutazione genetica di tessuti umani che poi vengono riconosciuti come estranei ed attaccati dal Sistema immunitario.
Nelle capre è presente anche il virus CAEV (Caprine Artritis Encephalites), i tessuti di quegli animali sono stati usati per produrre il vaccino del vaiolo.
Nei cavalli è presente anche il virus EUAV Equine Infection Anemy, i cui tessuti sono stati utilizzati per produrre il vaccino per il Tetano.
I dottori J. Hoffman e H. Buttram dell’Università cattolica di Washington hanno scoperto che dopo la somministrazione del vaccino per il tetano negli adulti, vi è una temporanea caduta di linfociti T (aiuto soppressori) che raggiunge il minimo fra il terzo ed il 14 esimo giorno dalla vaccinazione, situazione caratteristica dell’aids, vedi Mothering inverno 1985.

Su The Lancet 9/11/91 è apparso uno studio su 2 persone che hanno manifestato la sclerosi a placche dopo 6 settimane dalla vaccinazione per l'epatite B (identica a quella utilizzata in Italia), senza che vi fosse evidenziabile una qualsiasi predisposizione dei soggetti.
Secondo l’OMS, già nel 1966 le epidemie di polio nei paesi tropicali ha raggiunto valori gravissimi fino al 300% dei valori precedenti alla vaccinazione di massa effettuata qualche anno prima.
In Europa nella CEE le Uniche nazioni con l’obbligo delle vaccinazioni sono: Francia, Italia (infatti sono anche le nazioni con più malati di aids); il Belgio (per la sola vaccinazione per la polio); la Grecia nella quale si sta tentando di rendere obbligatoria ogni tipo di vaccinazione; ma l’unica nazione al mondo che ha l’obbligo della vaccinazione per l'epatite B è l’Italia, come potete osservare siamo la nazione del mondo più progredita in materia di sanità...
Vi chiederete perché ?
Perché in Italia ed in Francia vi sono le industrie più grosse che producono i vaccini e ne detengono i brevetti e queste “condizionano” i ministeri della In-sanità.
Altro primato della Francia e dell’Italia è quello di avere in assoluto (nella CEE) il più alto numero di malati di aids, questo perché quegli ammalati sono sempre tutti quanti stati vaccinati ed il loro sistema immunitario è più debole di quelli non vaccinati.
Basterebbe iniziare queste popolazioni alla Medicina Biologica o Naturale, all’igiene ed alla buona nutrizione, per vedere scomparire come per incanto tutte quelle malattie.
Invece si è scelta la via più dolorosa per loro, ma lucrosa per le ditte farmaceutiche, che guarda caso sono quasi sempre in mano ai “civilizzati banchieri” americani, svizzeri, olandesi o inglesi ecc., proprietari delle molte multinazionali chimico/farmaceutiche.
Infatti noi sosteniamo che la nuova peste del secolo ventesimo, l’Aids è dovuta alle cadute del sistema immunitario del pianeta Terra, che coincidono con quelle degli organismi viventi, piante, animali e uomini, continuamente aggrediti da ambiente non salubre, cibi, aria, acqua inquinati e per gli uomini in particolare, oltre ai precedenti soppressori anche all’uso di vaccinazioni, farmaci, antibiotici; malnutrizione da troppo o poco benessere, trasfusioni di sangue, uso di droghe in genere anche quelle psicoattive, l’alimentazione industrializzata che conduce alle inevitabili infezioni intestinali (candida) ormai presenti nella quasi totalità degli esseri umani; tutto ciò porta inevitabilmente ad una enorme povertà delle difese immunitarie che sono alla base di questa brutta malattia: l’Aids; altro che difendersi da esso con il preservativo !!! o colpevolizzare alcune categorie di persone !!!
Qui bisogna rifare tutto il sistema sanitario mondiale o moriremo facilmente di Aids o di nuove malattie scatenate dalle pluri vaccinazioni.
Nessuno effettua prima delle vaccinazioni delle analisi, dei controlli, per accertare se
esistono carenze immunitarie nel soggetto da vaccinare, oppure se esistono anticorpi già presenti per cui la vaccinazione non servirebbe anzi sarebbe dannosa, si vaccina in serie e basta, come sugli animali.
Esami appropriati effettuati su soggetti umani prima e dopo le vaccinazioni hanno confermato una drastica riduzione nelle risposte del sistema immunitario in tutti i soggetti sottoposti al test, anche dopo alcuni mesi ed anni i riscontri sono gli stessi, confermano la diminuita capacità di risposta del sistema immunitario dei soggetti vaccinati.
In Italia circa 4.250 bambini al di sotto di 1 anno muoiono ogni anno di “morte nella culla” ed il quantitativo va crescendo, senza che nessuno reclami il diritto alla Vita per quegli esseri umani e tutti questi sono vaccinati; queste morti sono le cosiddette “morti bianche” (termine tecnico sids); il 98% di questi piccoli muore sempre dopo le vaccinazioni, cioè dal terzo mese in avanti.
Questi decessi non vengono naturalmente e volutamente messi in relazione con le complicazioni da vaccinazione; abbiamo scoperto anche molte falsificazioni di atti di morte per evitare di scoprire le nefandezze delle vaccinazioni.
Non solo, ma addirittura i certificati di morte che i pochi medici coscienziosi compilano con la vera causa: la vaccinazione, vengono nascosti fra altre cause di morte, per esempio quella degli avvelenamenti, questo per confondere le statistiche.
Si arriva persino, per evitare le autopsie legali richieste dai genitori e parenti delle vittime, ad estrarre i cervelli delle vittime ed a metterli in “formalina” per cancellare ogni possibile traccia di lesioni cerebrali procurate dalla vaccinazione!
La recrudescenza del quantitativo dei bambini che soffrono di distrofie muscolari, (che è il nuovo nome dato ad un tipo di Polio, che colpisce certi bambini con una forma di paralisi e che si ammalano quasi sempre DOPO le vaccinazioni), è segnalata a gran voce da tutti quei tecnici paramedici che lavorano in contatto con questi bambini malati e ricoverati negli istituti di rieducazione; in Italia pare ve ne siano 140.000, dati forniti da Telethon, una delle loro associazioni per la raccolta di fondi e sovvenzioni non per i malati, ma bensì per i ‘baroni’ della ricerca fasulla.
Sempre in Italia, vi è un piccolo stato: SAN MARINO, che ha leggi vaccinali diverse da quelle Italiane. In esso sono obbligatorie ben 8 vaccinazioni (4 più che in Italia) per 4 richiami, per una sommatoria di 32 vaccinazioni, ebbene in questo piccolo stato la percentuale di bambini handicappati (resi paralizzati) è SUPERIORE del 30% rispetto all’Italia ! 

Ecco il “beneficio” delle vaccinazioni sui nostri figli !
Ricordiamo che i sintomi di questa forma di paralisi, chiamata Distrofia muscolare per far quadrare le statistiche, è simile alla Polio, ne è solo una variante; infatti è il virus del vaccino per la Polio Sabin, che è neurotropico, che la induce in terreno appropriato, cioè carente di Fosforo e di Magnesio e che con il Mercurio inserito con i vaccini (trivalente o bivalente) che si distribuisce sopra tutto nel Sistema Nervoso Centrale, Enterico e Periferico impedendo la produzione della Mielina, che attivano la manifestazione di questa nuova forma di paralisi; diciamo per i medici allopati, che credono all’origine virale delle malattie, che la distrofia muscolare è “simile” a quella indotta dal virus selvaggio della Polio ma non identica, in quanto essa è indotta innaturalmente dalle vaccinazioni, per cui come ogni medico sa, essendo malattia da laboratorio, assomiglia ma non è identica alla precedente Polio contratta in modo naturale.
Il meccanismo dell’azione dell’intossicazione da mercurio vaccinale è questo: esso inibisce anche ed irreparabilmente la produzione della Mielina che è la sostanza che costituisce la guaina protettiva delle fibre nervose del Sistema Nervoso Centrale, Enterico e Periferico, le fibre nervose trasportano l’energia informata elettro biochimica a tutto l’organismo; queste fibre nervose e di conseguenza il Sistema Nervoso, si completa solo dopo la nascita, ecco perché è criminale intossicare con il mercurio vaccinale bambini in tenera età (3, 6, mesi, 1, 3, 12 anni) essi sviluppano così in modo anormale il Sistema Nervoso; inoltre il virus della Polio iniettato, determina la proliferazione della “candida”; tutti questi fattori e la mal nutrizione del terreno inducono queste tremende patologie da qui le lente e progressive malattie invalidanti che poi vengono chiamate con nomi i più disparati.
Il tutto si completa con l’introduzione di altre sostanze pericolose già elencate.
Con la vaccinazione si instaurano sempre delle disbiosi intestinali, che alterano immediatamente la funzione della delicata mucosa della parete gastrointestinale facendo scomparire la vitamina F responsabile della giusta permeabilità della parete della mucosa stessa, infiammandola ed eccitandola di conseguenza.
Infatti dal 1966 in Italia, anno in cui le vaccinazioni di massa obbligatorie furono imposte sempre più fortemente ed accomunando in un atto vaccinale: per la Polio,Difterite e Tetano, (nel 1991 anche per l'Epatite B) tutte le malattie gravi, chiamate degenerative e dichiarate dalla “scienza medica” inguaribili, sono aumentate spropositatamente provocando: cecità, malattie autoimmuni, aids, leucemie, sclerosi, distrofie, cecità o disturbi della vista e dell’udito, meningiti, epilessie infantili, autismo, malformazioni fetali e genetiche anormali (ne nascono così 200.000 ogni anno), anemie, linfatismi, malattie respiratorie e quelle dell’apparato gastrointestinale con allergie le più disparate, esplosioni di violenze o depressioni minorili con suicidi, mancanza di concentrazione, deviazioni sessuali, malattie “rare” nei bimbi e nei giovani (con nomi inventati dai loro “scopritori”, dato che prima non esistevano), morti premature (aids) ecc., generando un esercito di morti (in Italia 2000 all’anno) e di giovani handicappati (in Italia ne abbiamo 1.500.000); oltre alle altre malattie più virulente e precoci, che si manifesteranno in un prossimo futuro e sicuramente nelle nazioni ad alta densità vaccinale, quando saranno passate 3/4 generazioni di vaccinati, (oggi siamo alla 2/3 generazione), senza che si faccia nulla per impedire tali misfatti (le vaccinazioni) che si compiono impunemente sempre sull’ignoranza dei popoli della Terra per arricchire solo poche multinazionali, ma che servono per poter tenere sotto controllo psichico popolazioni intere per le psico dipendenze che esse (le vaccinazioni) inducono a favore dei medici, farmaci e dei sistemi sanitari in tutto il mondo.
Questo indebolimento progressivo ed irreversibile del Sistema Nervoso Centrale, Enterico ed Immunitario (mutazioni genetiche) viene ad essere registrato nel DNA del vaccinato e successivamente trasmesso ai propri figli (abbiamo le prove cliniche con esame del sangue chiamato “tipizzazione tessutale”); ecco perché assistiamo di generazione in generazione, sopra tutto tra i vaccinati ad una tremenda recrudescenza di malattie degenerative gravissime, somatizzate sopra tutto in giovane età od entro i 40 anni.
Ci dicono per esempio queste “autorità sanitarie”, che vi sono anche casi di persone che hanno contratto la Poliomielite, dopo che i loro figli erano stati vaccinati; alcuni di questi genitori sono anche morti; inoltre è certificato dai medici allopati che ogni vaccinato è portatore sano dell’informazione virale della malattia per la quale è stato vaccinato, se questo è vero secondo la loro logica, egli è di fatto un soggetto pericoloso per la comunità.
Di fatto è vero che è la struttura Sanitaria stessa che propaga le malattie nella popolazione, esattamente come 150 anni fa fecero le autorità sanitarie statali di alcune nazioni Europee con il vaiolo; essi con la loro tecnica chiamata Isopatia, inocularono le tossine del vaiolo in milioni di esseri umani e ne fecero una bella strage.
Che le vaccinazioni non “coprano e garantiscano il vaccinato” siamo ormai sicuri, dato che casi di polio si sono verificati anche su soggetti già vaccinati! Infatti se chiedete ad un tecnico quanto tempo di copertura può avere una vaccinazione, egli vi risponderà con autorevolezza, che ogni vaccinazione NON può coprire per tutta la vita perché non si sa per quanto tempo esse siano valide, si pensa da un mese a qualche anno comunque!
Terribili affermazioni che hanno dell’incredibile, ma che dimostrano il pressappochismo e l’empirismo di questi tecnici ai quali si affida la gestione della salute pubblica.
Come siamo caduti in basso, pare di essere in pieno Medio Evo.
Sentite cosa dice il prof. Cagliotti Luciano dell’Università di Roma, riguardo al fatto che si auspica di studiare e creare vaccini sintetici, incapaci di “ribellarsi”:
“Le controindicazioni della vaccinazione potrebbero essere del tutto annullate, (con questi vaccini sintetici) vi potrebbe essere maggiore prontezza nell’adeguare i vaccini al continuo mutare dei “virus...”.
Come vedete le controindicazioni esistono veramente, tant’è che il prof. Cagliotti lo conferma, ma malgrado ciò non se ne tiene conto !
Da molto tempo si conoscono le terribili conseguenze delle vaccinazioni, persino i produttori lo confermano nelle conferenze di presentazione dei loro vaccini; essi sono più onesti dei Ministero della Sanità o dell’Istituto Superiore di Sanità che invece le ignorano e non informano sui pericoli il cittadino che deve essere vaccinato. Malgrado vi sia una legge che obbliga i produttori ad introdurre in ogni prodotto farmaceutico, un foglietto che li accompagna (chiamato dai tecnici “bugiardino”) e contenente le posologie e le controindicazioni  dei vaccini, si trasgredisce la legge impunemente e lo Stato ne è connivente e consenziente.
Nel 1960 i ricercatori Hilleman e Sweet, hanno scoperto la presenza di un “contaminante”, un virus, denominato SV 40 che ci dicono è portatore di cancri, nelle colture (la coltura è il terreno base per la proliferazione e la moltiplicazione e modificazione di ogni, microbo, batterio, virus, prioni, ecc.) di cellule renali delle scimmie utilizzate per la produzione del vaccino per la polio Sabin a virus attenuato.
Di conseguenza questo virus è stato presente nei vaccini per la Polio Sabin, prodotti   attorno a quella data e fino agli anno 80; eppure hanno vaccinato in tutti quegli anni, 400 milioni di bambini con quel tipo di vaccino e nessuno si è preoccupato di cosa è avvenuto successivamente a quegli individui.
Il patologo M. Carbone che lavora al National Cancer Institute di Bethesda (USA) ha destato vivo interesse per la sua “scoperta”: l’informazione tossica virale (virus SV40) potrebbe aver (guardate la “delicatezza” dell’affermazione) contaminato i vaccini per la polio somministrati dal 1955 al 1963 (in realtà fu presente fino agli anni 70); fra dieci anni un altro ricercatore dirà che altri terribili virus erano presenti nei vaccini dal 1963 al 1990, ecc.
La Gambia, che è uno stato africano ove la popolazione è stata vaccinata all’80% (copertura che viene considerata dai tecnici sufficiente per avere l’effetto “gregge”), risulta che la mortalità infantile non è cambiata dopo le vaccinazioni ma parallelamente sono aumentate le morti per diarrea, malnutrizione, aids, colera, ecc.

Lo Stato Italiano è obbligato dalla legge (Legge 833/78 -Titolo I - Capo II n. 6:
Competenze dello Stato) ad informare i cittadini su ...l’informazione concernenti i prodotti chimici usati in medicina, i preparati farmaceutici, i preparati galenici, le specialità medicinali, i VACCINI, gli immuno modulatori cellulari e virali, i sieri, le anatossine ecc..., eppure esso NON informa mai i cittadini delle pericolosità che i vaccini hanno.
Sentite cosa diceva il Dr. B. Duperrat, medico dell’Ospedale San Luigi in Francia, scrivendo nel mensile “Stampa Medica” del 12/3/1955: “
La vaccinazione provoca inoltre, una esplosione di leucemia; da questa data, per non risalire più lontano nel tempo, QUANTI ALTRI GIOVANI SONO MORTI di LEUCEMIA dopo le vaccinazioni ?
Studi segreti recenti effettuati in ospedali militari Americani hanno confermato che molte reclute che venivano vaccinate appena arrivavano in caserma, dopo qualche giorno si ammalavano di febbre che si trasformava in meningite acuta; alcuni superavano il problema, altri rimanevano con lesioni cerebrali, altri ancora morivano ed altri ancora si ammalavano di Aids !
In Italia i militari vengono vaccinati senza dire loro di quali vaccinazioni si tratti, in più dal 1991 è stata introdotta anche per l'Epatite B; ebbene da quella data vi è un’esplosione di Meningiti ed Epatiti fra i militari, mentre in tutta Italia l’Epatite è in netto regresso per processo naturale.
Questo avviene in tutte le caserme ove vi è l’obbligo delle vaccinazioni, eppure i medici militari fanno finta di nulla.
Sentite il Prof. Grigoraki della facoltà di medicina di Atene, su Scienza e Vita 1960:
“L’organismo deve rimanere vergine da ogni inquinamento, più che possibile e più lungamente possibile; la sua vitalità deve essere mantenuta dalla fisioterapia.
Attualmente, creiamo in noi stessi delle malattie ed andiamo verso la cancerizzazione generalizzata, le debilitazioni mentali da encefalite, con l’uso dei medicinali, dei vaccini ed altri abusi chemioterapici.
Dobbiamo riportare il cancro alla sua rarità come era 30 anni fa (parlava nel 1960), se noi fermiamo l’alterazione del nostro organismo dagli abusi dei medicinali e dei vaccini, i quali non sono altro che tossine ed alle volte anche microbiche”, ovvero zuppe tossiche.
Una recente scoperta di un Biologo che pratica la vivisezione:
Egli ha dimostrato sperimentalmente in laboratorio, che i vaccini possono provocare la terribile leucemia, che uccide sempre di più i giovani; vaccinando i suoi animali con tutti i vaccini obbligatori, egli ha
provocato questa Leucemia su TUTTA LA LORO PROGENIE !
Il ruolo che le vaccinazioni esercitano nello scatenare le più gravi malattie è ormai provato, eppure come si sono approvate le leggi nei vari stati in brevissimo tempo per rendere obbligatorie le vaccinazioni, in Italia, Francia ed alcuni altri paesi, sembra divenuto impossibile annullarle o renderle almeno facoltative per la continua pressione ed interferenza delle case che li producono; è evidente la forzatura dei produttori farmaceutici dei vaccini, sui politici loro servi ignoranti, (vedi l’enorme ricchezza accumulata in Italia solo dal sig. D. Poggiolini e consorte come mediatori; egli dirigeva la “Commissione sui Farmaci” del Ministero della Sanità) per il controllo e la commercializzazione “guidata” di farmaci e vaccini.
Ultimamente nel 1985, il prof. Max Essex di Boston, ha scoperto in alcuni macachi un altro “virus”, simile a quello che si dice provochi l’Aids, ovviamente inoffensiva per i macachi, ma dimostratasi apportatrice di una patologia simile all’Aids una volta introdotta in altri animali o nell’uomo; questo nuovo virus è stato battezzato STLV 3 AGM, (da Africa Green Monkeys), cioè Scimmie Verdi Africane, nome generico dato a questi primati. Finché le scimmie erano lasciate in libertà nel loro ambiente naturale, non avevano chiaramente arrecato alcuna malattia all’uomo; ma condotte in laboratorio e sottoposte a vivisezione, avevano mutato il “virus” in modo da produrre l’Aids.
E c’è di peggio, le colture di rene delle Scimmie Verdi Africane, inficiate da un virus analogo a quello dell’Aids, sono normalmente utilizzate per produrre alcuni vaccini destinati agli esseri umani, fra cui il VACCINO per la POLIO SABIN e Salk.
Non si tiene conto del fatto che per produrre vaccini e sieri, questi vengono a contatto nelle varie colture di produzione o di controllo, con altri batteri o virus, chiamati “contaminanti”, portatori anche loro di gravissime patologie o di morte.
Nessuna indagine epidemiologica è effettuata su coloro che hanno usato vaccini e sieri.
Nessuna ricerca è stata effettuata, nei vari stati del mondo, sulle gravissime conseguenze delle vaccinazioni! Si sta iniziando solo adesso negli Stati Uniti ed in Italia da parte di alcuni medici ricercatori dell’Università di Bari.
Recentemente alcuni autorevoli personaggi dell’OMS hanno affermato che recenti ricerche su statistiche preparate da medici delle forze armate che “devono mantenere” le vaccinazioni anche per il vaiolo sulle matricole di leva, hanno confermato che molti soggetti si ammalano gravemente poco dopo le vaccinazioni, quasi sempre di epilessie e meningite, alcune volte questi muoiono, altri rimangono lesi per tutta la vita, altri ancora si ammalano e muoiono infine di Aids.
Autorevoli giornali medicali ne hanno parlato, ma la stessa OMS ha smentito tutto e messo a tacere le persone che avevano fatto trapelare quelle gravi notizie.
Troppi interessi economici sono in gioco: le Fondazioni dei grandi finanzieri coproprietari con i grandi Banchieri Internazionali delle molte multinazionali della Chimica, gli industriali Farmaceutici, la “Lobby” degli Ordini dei medici, le varie associazioni degli ammalati che sono sempre sottoposte al potere medico, gli stessi Ministeri della “Sanità”, gli Istituti Superiori di Sanità, le varie Commissioni Sanità o dei farmaci, che non vogliono far conoscere al cittadino che tutto quello che hanno fatto è terribilmente sbagliato.
Pensate che tutto si basa sulla falsa affermazione insegnata attualmente nelle Università di Medicina, chiamata “
Bugia Pasteuriana” che dice: “è l’agente patogeno il portatore della patologia”, mentre come abbiamo affermato più volte, la malattia nasce dalle trasgressioni alle leggi del Creato e dall’intossicazione del “Terreno”, i liquidi del corpo.
Purtroppo le conseguenze si vedono anche negli ospedali in questi ultimi anni, con l’incremento notevole delle patologie degenerative.
Non si tiene conto dei gravissimi danni derivanti l’inoculazione nei corpi ignari di milioni di esseri umani, di microbi, batteri, virus, di altre specie viventi cioè non simbiotici alla nostra specie umana, che scateneranno sicuramente nel futuro qualche grave patologia, quando il terreno sarà loro favorevole. Il lasso di tempo che intercorre fra la vaccinazione e l’insorgenza per esempio del Tumore, nell’uomo varia da 5 settimane a 40 anni; ecco perché non si correlano i fatti.

BASTA con le VACCINAZIONI, STIAMO
Rovinando l’UMANITA’ in 4 o 5 generazioni.
OGNI VACCINO E’ TOSSICO e PERICOLOSO perché produce MUTAZIONI GENETICHE !
I piani di vaccinazioni di massa, stanno da decenni proseguendo verso l’indebolimento progressivo del Sistema Immunitario delle popolazioni dell’intero Pianeta, questo per poterci dominare sempre di più e meglio attraverso la sofferenza della malattia che essi inducono, con le campagne di vaccinazione di massa.
Il sistema di vaccinazione di massa attualmente in uso nel mondo, per tentare di mantenere il controllo delle coscienze, attraverso l’attenzione al dolore sulla malattia indotta e quindi ottenere minore sicurezza e volontà dei singoli uomini, sviando la loro attenzione ai veri problemi (Giustizia, Libertà, Fraternità, Sopravvivenza, Lavoro, Informazione), è frutto di informazioni, secondo alcuni, ricevute da alieni (Grigi) negli USA, circa 50 anni or sono e fornite  ad una lobby molto segreta di militari/finanzieri; ecco perché NON si deve parlare di UFO, Alieni, Extraterrestri, danni da vaccino, ecc.; il tutto è tenuto sotto “Documentazione SEGRETISSIMA” e solo certi personaggi della loro Lobby, possono accedere a quelle informazioni.
Ogni profilassi vaccinale immettendo nel terreno fisiologico dei corpi umani, informazioni errate, tossiche, virali o batteriologiche, metalli pesanti, sostanze cancerogene, altera anche la memoria della corteccia cerebrale ed i geni del DNA nei Mitocondri delle cellule, i quali in seguito trasmettono le mutazioni genetiche alle future generazioni, oltre alle informazioni sulle trasgressioni Etiche dei genitori.
Recenti scoperte fatte in USA hanno confermato quanto la Medicina Biologico Naturale ha da sempre detto: ogni volta che vi è un passaggio generazionale, la malattia si ingrandisce nel gene e provoca nella successiva generazione una forma più grave, sofferta ed estesa della stessa patologia nella precedente generazione.
Siamo di fronte al problema Etico/Sanitario, per cui la malattia ovvero la Trasgressione si ingigantisce sempre di più nelle generazioni successive, perché essa DEVE insegnare alla specie umana a non trasgredire le Leggi della Natura.
Ecco perché l’Etica è il NOCCIOLO FONDAMENTALE della Salute o della Sanità per poter fermare questa catena di dolore e sofferenza sempre più grande sul Pianeta.
E l’elencazione dei segnali di allarme potrebbe continuare a lungo, ma la medicina allopatica, per ora NON VUOLE ASCOLTARE, essa è “venduta” alle multinazionali della chimica. Sappiamo per certo che milioni di esseri umani vengono uccisi nel tempo dai vaccini o dai farmaci, nelle varie nazioni del mondo. Dobbiamo ritornare ad una medicina NON Tossica se desideriamo migliorare le nostre condizioni di vita e di Salute sulla Terra per poter fornire alle prossime generazioni, ai nostri figli, speranza di migliore sopravvivenza.
Nell’altro capitolo abbiamo parlato delle malattie “Iatrogene”, cioè di quelle generate dall’uso e dall’abuso di qualunque farmaco.

Sentite cosa afferma il più autorevole Centro americano preposto anche al controllo ed alla registrazione dei farmaci, il “Food and Drug Administration (FDA)”:
PRIMA di registrare un qualsiasi farmaco richiede, oltre alla solita sperimentazione animale, ...una sperimentazione clinica sull’uomo per determinare:
1) su volontari sani, la tollerabilità, la farmaco cinetica e l’intervallo terapeutico.
2) su soggetti selezionati le indicazioni cliniche e la tossicità del farmaco.
3)   su soggetti malati la validità terapeutica e gli effetti collaterali.
(cfr. La clinica terapeutica 15/4/84, prof. L. Mariani, titolare VI cattedra di Farmacologia Università di Milano).
Ovviamente in genere NON si informa il paziente delle “prove” che si effettuano su di lui..., ecco la VIVISEZIONE sull’UOMO.
Non è infrequente, inoltre, il caso di un farmaco che, dotato appena commercializzato di un foglietto illustrativo riportante uno o due effetti collaterali, dopo anni di “onorato servizio” si ritrovi con una scheda tecnica che in quanto ad effetti collaterali, farebbe invidia ad un trattato di patologia !
In tutti questi anni si è continuato a fare esperimenti (vivisezione) sull’animale, che guarda caso non sono serviti a nulla per controllare la tossicità dei farmaci, che invece quando sono stati “provati” sull’uomo hanno mostrato la loro pericolosità.
Per fortuna vi è una notevole spinta da parte di tutti ad incrementare i controlli “postmarketing”, poiché esiste tutta una serie di esempi che dimostrano
CHIARAMENTE la NON trasferibilità dei risultati sperimentali sugli animali, nell’uomo, sia perché nell’animale non possono essere indotti molti quadri patologici simili a quelli osservati in clinica, sia per le notevoli differenze farmaco metaboliche, fra animale ed uomo (vedi stesso libro sopracitato)
State a sentire l’ultima “invenzione”, la beffa: sulla scheda di molti nuovi farmaci (anni 1970), alla voce “Precauzioni d’uso”, si legge: “Sebbene gli studi sugli animali non abbiano evidenziato effetti teratogeni (malformazioni fetali), come per tutti i “nuovi” farmaci se ne sconsiglia l’uso in gravidanza”.
Come se solo le donne incinte sono da salvaguardare, gli altri possono essere carne da esperimento e senza il loro consenso; inoltre traspare subito un’altra deduzione logica importante: tenuto conto del fatto che è impensabile che nel 2000 le donne incinte usino ancora farmaci dell’anno 1970, come fa un farmaco, privo di effetti teratogeni (malformazioni fetali) sugli animali, a divenire consigliabile in gravidanza, per il solo fatto di non essere più “nuovo”, ma vecchio di 30 anni?
Tutto ciò DEVE far riflettere ogni utilizzatore di farmaci, per non vedersi utilizzato quale uomo da laboratorio o da esperimento, come si faceva anche nei lager nazisti.
Ricercatori americani hanno “scoperto” nel sangue e nei fluidi cerebrali di pazienti ammalati di “sclerosi a placche” un virus che ci dicono è simile a quello che si dice provochi l’Aids, (cioè della stessa “famiglia” degli HTLV); la sclerosi a placche è un male che stronca nel mondo decine di migliaia di vittime, senza che la “scienza medica allopatica” possa far nulla.

Il virus individuato ci dicono è simile ma non identico allo HIV-I (quest’ultimo ricordiamo è un virus mutante, per cui noi sosteniamo che lo STLV-I è la copia dello HTLV-I e della stessa “famiglia” dello HIV-1-2 e 3 quello che si dice provochi l’Aids; questo HTLV-I causa negli adulti che hanno un terreno elettronicamente disordinato, una forma rara di Leucemia.
Un altro fatto importante è questo: per poter “attenuare” un vaccino (quello per la polio di tipo Sabin per esempio) è noto che devono essere modificati i parametri di temperatura e di pH della coltura di produzione. Per poterla trasportare nelle sedi dove verrà inoculato, la temperatura deve essere mantenuta bassa con degli speciali contenitori a temperatura controllata.
Tutti sanno che il nostro corpo in un individuo sano, ha una temperatura di 37 gradi ed un determinato pH nell’intestino; questa temperatura è nettamente superiore a quella occorrente ai vaccini perché questi rimangano  “attenuati”; il pH dell’intestino è nettamente diverso da quello della sostanza vaccinale; cosa avviene quindi quando si modificano i parametri termici e di pH dei vaccini: questi divengono virulenti e per questo producono delle pericolosità per la salute del vaccinato.
Questo fatto non viene preso in nessuna considerazione da questi “medici vaccinatori” !
Pochi conoscono le verità atroci dei vaccini e per paura il più delle volte stanno zitti.
E’ di tutta evidenza che TUTTE le malattie che gravitano nella stessa area bio elettronica e termica permettono l’insediamento e la proliferazione di tutti i microbi simili o della stessa famiglia; questi sono resi virulenti, mutanti, dai valori elettronici del “terreno” stesso; nel caso di valori elettronici simili o vicini, troveremo microbi o batteri della stessa famiglia, ecco come avvengono le “mutazioni”.
Tutti i virus, hanno bisogno di un “terreno” favorevole, che come abbiamo visto, le vaccinazioni preparano; questi lavorando sul Sistema Nervoso ed Immunitario, che devono essere sempre pronti a reagire alle situazioni diverse che l’ambiente procura, li trasformano e li indeboliscono.
L’uso degli antibiotici è altrettanto nocivo al nostro organismo; lo stress ha pure le sue gravi colpe in quanto per esempio, l’adrenalina inviata dalle surrenali nel sangue in situazioni di stress, inibisce se in dosi o frequenze troppo elevate, la riproduzione dei globuli bianchi, i quali sono le fondamenta del Sistema Immunitario; l’intossicazione prodotta dalle alterazioni Termico Nutrizionali con l’alimentazione non naturale sono responsabili della produzione patologica, infatti fra cibo e sistema immunitario vi è un legame strettissimo, per esempio una dieta molto ricca di grassi, accelera la contrazione del timo, la ghiandola che controlla la formazione dei linfociti, cioè delle sentinelle del Sistema Immunitario variandone la funzione.
Un’alimentazione povera di fattori vitali, come lo sono tutti i prodotti trattati dall’industria alimentare, indebolisce gravemente il Sistema Immunitario.
Siccome l’introduzione delle cariche elettriche dei cibi raffinati modifica di fatto anche quella degli enzimi, essi immediatamente modificano la loro forma ed il loro buon funzionamento; ecco anche perché l’aids trovando le condizioni del terreno (i liquidi dei corpi dei viventi) favorevoli, colpisce sempre più frequentemente quelli che sono fortemente intossicati o carenti di fattori vitali.

Sentite cosa dice il Direttore dei servizi di Controllo dell’Istituto Merieux in Francia, il dott. M. Peyron:
I soli vaccini che avrebbero potuto essere suscettibili di essere portatori dell’aids, non sono più prodotti dal 1982 e la loro data di scadenza era di 18 mesi (ciò sposta le date al 1984) ma continua dicendo “ormai” tutte le cellule subiscono dei controlli molto spinti, nei limiti delle possibilità di indagine.
Questo significa che affinando le possibilità di indagine con apparecchiature più sofisticate ne troveremo delle belle... in futuro. Quanta “scientificità” in queste affermazioni !
Tenete presente che il vaccino Sabin nella sua prima fabbricazione e preparazione, è stato estratto da una coltura chiamata HeLa, dalle iniziali della “donatrice morta di cancro” dalla quale sono state estratte cellule cancerogene che sono servite per fabbricare il vaccino per la polio.
In seconda fase si sono utilizzate anche colture provenienti dal rene della scimmia verde Africana, specie della quale è risultato dopo qualche anno, essere portatrice di un cancro trasmissibile sull’uomo, oltre ai ben noti e terribili virus SV 40 e STLV 3 AGM, (HIV) agenti con-scatenanti in terreno adatto di cancri, aids, anemie perniciose e di malattie simili. Naturalmente ci si è ben guardati dall’informare i cittadini di tutto questo, si dice per non generare panico!
Inoltre ogni vaccino, manipolando il Sistema Immunitario dell’uomo che è come abbiamo già detto un “Sistema Aperto”, un programma di riconoscimento dell’ambiente e che quando viene alterato dai vaccini non funziona più, indebolendo di generazione in generazione la specie umana; il vaccino dicono, “di norma esalta le qualità di riconoscimento del virus inoculato”, ma questo NON è possibile in quanto trattasi di introduzione di veri e propri “killer” che sono i microbi o virus di altre specie viventi, quelli non simbiotici alla nostra specie e che possono produrre malattie gravi solo se il sistema immunitario è compromesso.
Di fatto le vaccinazioni sono un inquinamento batteriologico con spore, microbi e di virus di altre specie, oltre ai metalli tossici come il mercurio, l’alluminio ed altri prodotti cancerogeni, di conseguenza trattasi di vera e propria grave intossicazione del terreno (i liquidi del corpo); esse provocano di conseguenza un trauma irreversibile sul Sistema Nervoso Centrale (demielinizzazione) e su quello Immunitario (mutazioni genetiche) del soggetto vaccinato.

Il dr. Kalokerinos and Dettman del Biological Research Institute, Australia, nel libro: “I pericoli dell’immunizzazione”:
Secondo ricerche sofisticate realizzate all’Aurtur Research Corporation, Tucson, Arizona ed altrove, gli effetti prodotti dai programmi vaccinali dell’infanzia sui linfociti T dimostrano che il Sistema Immunitario viene sostanzialmente danneggiato al seguito delle vaccinazioni di routine”.
Ogni prodotto non naturale prodotto dall’industria ed introdotto nell’organismo, modifica le cariche bio elettroniche delle acque del “terreno” corporeo verso una elettronizzazione positiva che è matrice di TUTTE le più gravi malattie invalidanti.

Altro esempio: i consulenti naturisti affermano che anche il Cancro non è una malattia ma è un sintomo, cioè la manifestazione visibile di una lenta ed indolore malattia che parte dallo Spirito (le Conflitti irrisolti) che modificano i comportamenti e questi la ionizzazione delle cellule che così perdono il loro potere osmotico di scambio bio elettronico e chimico, di conseguenza si alterano nelle loro normali funzioni (alterazioni Termico Nutrizionali, cioè intossicazioni) e nel tempo appare il corpo finale della malattia, il tumore ed il cancro.
Ma queste cose NON si devono dire perché altrimenti sarebbe chiaro che si potrebbe prevenire con la corretta informazione, i medici e le case chimico farmaceutiche perderebbero tutto il loro potere politico ed economico; infatti nelle varie Nazioni del Mondo esse hanno finito per
sostituire il Sistema Immunitario con il Sistema Monetario !

In Italia vi è un problema preciso per tutte le famiglie che hanno figli e che per obbligo di Legge, devono provvedere all’istruzione dei loro figli.
Quando ci si presenta alla scuola per ottenere l’iscrizione dei propri figli, ci si sente dire dai direttori didattici, che non si possono iscrivere i bimbi né permettere la frequenza in classe perché non si è presentato il certificato di vaccinazione in quanto la vaccinazione è resa obbligatoria per legge che è di fatto iniqua ed anticostituzionale.
Molti dei cultori e seguaci della Medicina Biologica o Naturale, hanno avuto molte difficoltà nel riuscire ad iscrivere i loro figli senza le “obbligatorie” vaccinazioni, richieste.
Alcuni genitori sono stati privati della patria potestà ed i loro figli vaccinati a forza e subito dopo gli è stata resa la patria potestà !
Altri bambini hanno portato per tutta la vita le conseguenze disastrose delle vaccinazioni, somatizzando la poliomielite da vaccino, rimanendo malati di sclerosi, autismo, epilessia, distrofia, paralisi, contraendo meningiti o scoliosi deformanti, oppure destinati al polmone artificiale o avendo lesioni cerebrali permanenti, anemie, allergie, asma; altri hanno avuto l’assassinio dei loro figli per le vaccinazioni subite.
Dobbiamo finirla con queste nefandezze.

La Costituzione è dalla nostra parte e DOBBIAMO FAR VALERE I NOSTRI DIRITTI, su queste Leggi fatte varare dal Potere Finanziario ed Industriale farmaceutico.
In Italia gia' nel 2008 il Piemonte, la Toscana ed il Veneto, hanno reso facoltative le vaccinazioni che erano obbligatorie  e le altre regioni le hanno seguite a ruota !
Vi diamo perciò delle utili indicazioni che possano servire se qualche altro vorrà intraprendere questa strada di disobbedienza civile (la Costituzione è a nostro favore, ma fino ad oggi è calpestata da molti giudici indottrinati) a leggi inique e contro la vera tutela della nostra Salute.
Ricordiamo anche il gravissimo problema delle “radiazioni”, cioè il pericolo delle schermografie, rese obbligatorie per certe categorie di cittadini Italiani, sopra tutto per coloro che lavorano nell’amministrazione statale.
E’ stato dimostrato che le irradiazioni figurano fra gli agenti che provocano delle “mutazioni” in un gran numero di fattori vitali (enzimi ecc.) ed organismi, dai batteri fino ai mammiferi.
Noi siamo dell’avviso che le nuove mutazioni che interverranno negli uomini saranno nocive agli individui ed ai loro discendenti.
Perciò innanzi tutto, bisogna considerare che TUTTE LE RADIAZIONI SONO NOCIVE, dal punto di vista GENETICO.
(vedi “Effetti genetici delle Radiazioni nell’Uomo”. Rapporto del gruppo di studio riunito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità - O M S - a Ginevra nel 1957). 

I
nvitiamo tutti coloro fossero interessati al problema delle radiazioni schermografie a raggi X, a consultare il libretto, molto documentato del prof. A. Brioschi, Edizioni di Cultura Popolare.