Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


Altra BIBLIOGRAFIA sui Danni da Vaccino 2  Bibliografia 1
(LIBRO BIANCO sui DANNI dei VACCINI - 9)
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

 


Bibliografia
:
1. National Technical Information Service, Springfield, VA 22161, USA, tel. (703) 487.4650.
2. Daily News di Dayton, 28 MAG. 1993 (OHIO “Parents for Vaccine Safety”, 251 Ridgeway Drive, Dayton, OH  45459, USA), K.M. Serveryn, R.Ph, PhD.

3. “Investigative Report on the Vaccine Adverse Event Reporting System”, National Vaccine Information Center (NVIC), 512 Maple Avenue West, 206, Vienna, VA 22180, USA, tel. (703) 938.0342.

4. Scheibner, Viera, Ph. D., Vaccination: “100 Years of Orthodox Research Shows that Vaccínes Represent a Medical Assault on the Immune System,” Scheibner Publication, Blackheath, NSW, Australia, 1993.

S. Torch, W.C., “Diphtheria-Pertussis-Tetanus (DPT) immunisation: A potential cause of the sudden infant death syndrom (SIDS)”, American Academy of Neurology, 34th Annual Meeting (25 APR. - 1 MAG. 1982), riportato in Neurology 32(4), Pt 2.

6. Commenti sul “disorientamento” negli studi sulle reazioni ai vaccini: Fine, P.E. e Chen, R.T., Division of Immunisation, Center for Disease Control and Prevention, Atlanta, GA 30333, USA, in American Journal of Epidemio­logy 139(2):229-30, 15 GEN. 1994 (articolo su rivista, con altri 38 riferimenti bibliografici).

7. “Nature and Rates of Adverse Reactions Assicoated with DPT e DT Immunisations in Infants and children”, Pediatrics, Vol. 68, no. 5, NOV. 1981.

8. “DPT Repor”, The Fresno Bee, Community Relations, 1626 e. Street, Fresno, CA 93786, USA, 5 DIC. 1984.

9. Trollfors, B. e Rabo, E., “Whooping cough in adults", British medical Journal 696-97, 12 SET. 1981.

10. National Vaccine Injury Compensation Program (NVICP), Health Resources and Services Administration, Parklawn Building, Room 7-90, 5600 Fisher Lane, Rockvílle, MD 20875.

11. “Measles vaccine failures: lack of sustained measles-specific immunoglobulin-G responses in revaccinated adolescents and young adults”, Departmen of Pediatrics, Georgetown University Medical Center, Washington, DC 20007, in Pediatric Infectìon Disease Journal 13(1):34-8, GEN. 1994.

12. “Measles outbreak in 31 schools: risk factors for vaccine failure and evaluation of a selective revaccination strategy”, Depatment of Preventive Medicine and Biostatistics, University of Toronto, Ontario, Canada, in Canadian Medical Association Journal 150(7):1093-8, 1 APR. 1994.

13. “Haemophilus b disease after vaccination with Haemophilus b polysaccharide or conjugate vaccine”, Institution Division of Bacterial Products, Center for Biologics Evaluation and Research, Food and Drug Administration, Bethesda, MD 20892, USA, in American Journal of Disease of Children 145(12):1379-82, DIC. 1991.

14. “Sustained transmission of mumps in a highly vaccinated population: assessment of primary vaccine failure and waning vaccine-induced immunity”, Division Field of Epidemiology, Centers for Disease Control Prevention, Atlanta, Georgia, USA, in Journal of Infection Diseases 169(1):77-82, 1 GEN. 1994.

15. “Secondary measles vaccine failure in healthcare workers exposed to infected patients”, Department of Pediatrics, Children's hospital of Philadelphia, PA 19104, USA, in Infection Control & Hospital Epidemiology 14(2):81-6, FEB. 1993.

16. Morbidity and Mortality Weekly Report MMWR 38(8-9), 29 DIC. 1989.

17. “Measles" MMWR 38:329-330, 1989.

18. MMWR 34(24). 22 GIU. 1984.

19. “Failure to reach the goal of measles elimination: Apparent paradox of measles infection in immunized persons”. Department of Internal Medicine, Mayo Vaccine Research Group, Mayo Clinic and Foundation, Rochester, MN, USA, in Archives of Internal Medicine 154(16):1815-20, 22 AGO. 1994 (rivista, con altri 50 riferimenti bibliografici).

19.a. Clinical Immunology and Immunopathology 79(2):163170. MAG. 1996.

20. Gunn, Trevor, “Mass Immunisation, A Point in Questìon”, p. 15. (Vedi anche Hume, E D., Pasteur Exposed. The False Foundation of Modern Medicine, Bookreal, Australia, 1989.)

21. Physician W. Howard Hay’s address of 25 June 1937. Stampato in US Congressional Record.

22. “Outbreak of paralytic poliomyelitis in Oman: evidence for widespread trasmission among fully vaccinated children”,  The Lancet 338:715-720, 21 SET. 1991.

23. Miller, Neii Z., Vaccines: Are 77 “Really Safe and Effective?”, ­New Atlantean Press, NM USA, 1993, p. 33­.

24. Miller, op. cit., pp. 18-40.

25. op. cit., pp. 45-46. - Vedere anche NVIC News, APR. 1992, p. 12.

26. Curtis, S.,  A Handbook of Homeopathic Alternatives to Immunisation.

27. Huff, Darrell, “How to Lie with Statistics”, Pinguin, UK, 1973, p. 84 - prima pubblicazione di Victor Gollancz, 1954.

28. Internet, attribuito a Keith Block, M. D., medico di famiglia di Evanston, Illinois, USA, che ha raccolto per anni i dati sulla letteratura medica dell'immunizzazione vaccinale.

29. Gunn, op. cit., p. 15. + op. cit, p. 21.

30. British Medical Council Publication 272. MAG. 1950.

31. Gunn, ibid.; Miller, op. cit, p. 47; Buttram, M.D. e Hoffman, Mothering Magazine, Inverno 1985, p. 30; Kalokerinos, M.D., e Dettman, M.D., “The dangers of Immunisation”, Biological Research Institute, Australia, 1979, p. 49.

32. J. Kalokerinos, Archie, M.R. “Every Second Child”, Keats Publishing Inc., New Canaan, CT, USA, 1981 (prima pubblicazione 1974 di Nelson, Australia).

33. Riportato da K. M. Severyn, R.Ph., Ph.D., nel Daily News di Dayton, 3 GIU. 1995.

34. Vaccine Information and Awareness, “Measles and Antibody Titre Levels”, Vaccine Weekly, GEN. 1996.

35. “Consumer Group Warns, Use of New Chicken Pox Vaccine in All Healthy Children May Cause More Serious Disease”, NVIC, Vienna VA, USA (comunicato stampa), citazione da The Lancet

36. Hearing before the Commettee on Interstate and Foreign Commerce, House of Representatives, 87th Congress, Second Session on H.R. 10541, MAG. 1962, p. 94.

37. Ulman, Discovering Homeopathy, p. 42; Bradford, Thomas L. ­ Logic Figures, pp. 68, 113-146; Coulter, Dividead Legacy, vol. 3 p.268

38. Golden, Isaac, “Vaccination ? A Review of Risks and Alternatives”.

39. Allan Phillips è un ricercatore indipendente e ricercatore sui danni dei vaccini. Ha scritto numerosi articoli giornalistici numerose riviste e giornali a livello mondiale; Una sua ricerca molto dettagliata è stata pubblicata nell'edizione dell'aprile 1996 della rivista Wildfire; suoi articoli dettagliati sono stati pubblicati anche sulla rivista internazionale Nexus negli anni 1998 e 1999.

Riconoscimenti accademici: laurea con lode, l'elezione nella Phi Kappa Phi National Honor Society e nella National Dean's List.

40. Zitchenko. A.P.: Zh Nevropal Psikhial. 1965.- 63:1634
41. Handbuch der Schutzimpfungen. Springer Verlag 1965

42. Buchwald. G.: “Ist dit Multiple Sklerose­ eine Folge der   Pochensghutz-Wiederimpfung ? “ Der deutesche Arzt 1972:3

43. Stickl, H: “Die Beurteilung von impfschaden. Rechtsfragen und Begutachtung”. Die Medizinisch Welt. 1972:1945 - 7

44.   Stickl: Weber Schutzimpfungen p 101

45. Grimm. J.:Sinnecker, H.: “Vortrag auf dem Toltwut-Symposium des Istituis fur Poliomyelitis und Virusenzephalitiden der AMW Moskau und des Epidermio-logischen Zentrums der Staadichen Iilygieneinspektion”, Postdam 1977

46. Kuvert.;  E; Werner. J. “ ZBI Bakteriol. Parasitenkd Infect” – Kr. U. Hyg. 1 Abt. Orig. A 239, 1977:437b

47. Rogerson, R. J. Nye, F. J.: ”Hepatitis B Vaccine associated with crythema nodosum and polyarthritis”, BMJ,  1990. 301:345

48. Classen. J.B. “Cildhood immunisation and diabetes mellitus”, New Zeal Medecine Journal MAG. 1996. 24:195

49. Centnim voor Geneesimiddelenbcwaking.“Overgevoeligheid bij vaccinate legen hepatitis B, Folia Pharm, 1992. 1974:31-2

50. Biasi. D.; et al “A new case of reactive arthritis after hepatitis B vaccination”, Clin exp rheumatology, 1993:11:215

51. Anchulla. E.;  et al “Reactive arthritis after hepatitis B vaccination”. Journal Rheumatology 1990; 17,1250-1

52.  Wells,  C.E.C.; “A  neurological note on vaccination again, Influenza”. BMJ. 1971: 3:755-6

53. Bienfang, D.C. et al “Ocular abnormalities after influenza immunization”. Arch Ophtamology 1977: 96:1649

54. Perry, H.D.: Mallen. F.J.: Grodin, R.W.; Cossari,  A.J.: “Reversible blindness in optic neuritis associated with influenza vaccination”. Arch Ophtamology, 1979: 11:545-50

55. Behan, P. O. ; “Diffuse myelitis associated with rubella vaccination”. BMJ. 1977: 11-166

56. Kline. L.B.: Margulies. S.I.; Oh. S.J.; “Optic neuritis and myelitis following rubella vaccination”. Arch neurology 1982: 19-443.6

57. Pollard, Seby G.; “Relapxing neuropathy due to toxoid” Journal Neurology Science 1978: 371-2:13-125

58. Kazarian. EL: Gager. W.E.: “Optic neuriting complicating measles, mumps, and rubella vaccination”. American Journal Ophtalmology 1978: 87674:544-547

59. Shaw. F.E. : e.a. “Postmarketing surveillance for neurologic adverse events reported hepatitis B vaccination”. American  Journal Epidemiology 1988; 127/2:337-52

60. Topaloglo. H.: “Optic neuritis and myelitis after booster tetanus toxoid vaccination” Lancet 1992: I:178-9

61. Hoh. S.: Hudgings. D.: Krishanan K. R. Critchley. E.M.R. “Diffuse myelitis associated with rubella vaccination” BMJ 1976: 6043 II:1037-8

62. Behan. P.O. : “Diffuse myelitis associated with rubella vaccination”. BMJ. 1977:II:166

63. Henichel. G.M. “Neurological complications of immunization”. Ann Neurology 1982:12:119-28

64. Shaw F.E. c.a. “Postmarketing surveillance for neurologic adverse events reported after hepatitis B vaccination”. American Journal Epidemiology 1988: 127/2:337-52

65. VAERS, Nov 1990-LUG. 1992

66. Joyee, A.: Rees, J.E. : “Transverse myelitis after measlecs, mumps and rubella vaccine”. BMJ. 1995:311:422

67. Appelbaum, E.: Gireenberg M: Nelson J. “Neurological complications following antirabies vaccination”. JAMA, 1953: 151: 188-91

68.   Harrington, R.B. Olin. R.: “Incomplete transverse following rabies duck embryo vaccination” JAMA, 1971: 217:2137.8

69.   Miller, H.G.: Station J.B.: “Neurological sequelas of prophylactic inoculation”. Q. Journal. Medecine. 1954: 23:1-27

70.   Broadbank, "1" W.: “Postvaccinal myelitis” JAMA, 1931: 97:227-8

71.   Painc. R.S. Byers, R.K.: “Transverse myelopathy in children”. American Journal Disease Children 1953: 85:151-63

72.   Whittle, E. Roberton. N.R.C.: “Transverse myelitis after diphtheria, tetanus and polio immunisation”. R.M.J. 1977: 1450-51

73.   “Autoimmunhepatitis durch Hepatitis A” - Impfstoff (HAVRIX u.a.) a-L 1996: 10:103

74.   Odent, M.: Culpin. E.: Kimmel, T.: “Pertussis Vaccination and Asthma: Is there a link ? ” JAMA  1994:272/592-3

75.   Lohiya, G.: “Asthma and urticaria after hepatitis B vaccination”. West Journal Medecine 1987:147-341

 
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Lo studio publicato, del medico ricercatore italiano del Policlinico di Bari, dott. M. Montinari, prova le avvenute mutazioni genetiche ed i gravissimi danni sui soggetti vaccinati; esso non è stato finanziato dallo Stato né da case farmaceutiche, ma è frutto di ricerca autofinanziata da medici che agiscono secondo “scienza e coscienza” per cercare la verità sui gravi danni delle vaccinazioni.

Ogni medico conosce bene le conseguenze dell'immissione di proteine estranee nel sangue umano che portano immediatamente ad allergie, provocano sfoghi della pelle e diarree; ma quello che i medici vaccinatori dimenticano è che i virus vaccinali sono legati a proteine !

Infatti attenti studi clinico sanitari, hanno confermato che l’introduzione dei vaccini provoca molto facilmente la colonizzazione nell’intestino della “candida”, noto parassita (fungo) che determina le più svariate patologie nell’apparato intestinale e favorisce (per il fatto che la mucosa intestinale non “filtra” più bene, cioè perde il suo giusto potere osmotico) il passaggio delle tossine e dei parassiti che saranno veicolati dal sangue nelle cellule di tutto il corpo e se vi troveranno il terreno adatto inizieranno ad effettuare i loro danni.

Il meccanismo è questo, nell’intestino di un lattante che è vaccinato per esempio di anti polio, sono introdotti 1.500.000 d’unità virali (Sabin virus); questo milione e mezzo di virus anche se attenuati, modificano subito il pH intestinale che da normale,  pH 7 a 7,5, tende a diventare nel giro di qualche minuto acido pH 5,8 – 6,4; è noto che i funghi ed i parassiti proliferano molto bene in ambiente acido, quindi la candida  e gli altri funghi si moltiplicheranno a dismisura divenendo anche importanti cofattori di immuno depressione, oltre a tendere a colonizzare anche le altre mucose del corpo irritandole e generando altri importanti problemi.

La candida “Epidemia silenziosa” come la chiama il dott. A.Panfili - Roma, autore di un libro con quel titolo, diviene il motore dei processi di colonizzazione fungina, infiammazione, malNutrizione e di intossicazione dell’organismo.

L’enorme MENZOGNA dei VACCINI:

1)  L’inefficacia dei vaccini nel proteggerci dalle malattie, anzi le produce.

2)  La vaccinazione può provocare la malattia che dovrebbe prevenire e non solo.

3) La persona vaccinata può TRASMETTERE la malattia alla progenie e non, anche senza ammalarsi (portatori sani).

4)  La   vaccinazione sensibilizza la persona a tutte le malattie, il Sistema Immunitario è leso per sempre.

5)   Manifestazione di nuove malattie incontrollabili (vedi Aids, Ebola, malattie genetiche, ecc.).

6)   Modificazione irreversibile e trasmissibile alla progenie della “mutazione genetica” indotta dai vaccini, di cui non osiamo anticiparne le conseguenze.

7)   La vaccinazione permette di effettuare studi epidemiologici sulle popolazioni (gruppi etnici) per raccogliere informazioni sulla loro resistenza immunitaria ad un microbo, virus, iniettato con il vaccino, nell’ambito della presunta lotta contro una malattia, ma anche in quella contro una malattia provocata.......e così si controlla la quantità degli esseri viventi; i nazisti erano persone per bene al loro confronto !

Studi nazionali e internazionali hanno dimostrato che le vaccinazioni sono una causa della Sids (Sindrome da morte infantile improvvisa); una diagnosi onnicomprensiva per i casi in cui la causa di morti è sconosciuta; si stima una percentuale di 5 su 10.000 casi ogni anno negli Usa).

Uno studio rivela che i picchi di incidenza di Sids si riscontrano all'età di 2-4 mesi negli Usa, precisamente quando vengono somministrati le prime due dosi di vaccino.

Nella metà degli anni 1970 Il Giappone innalzò l'età vaccinabile da 2 mesi a 2 anni; l'incidenza di Sids diminuì vertiginosamente. 

I nuovi vaccini sono preparati con l’ingegneria genetica (manipolazione genetica nascosta) questo significa che nel prossimo futuro potranno, quando vorranno, far ammalare od uccidere di nascosto solo alcuni gruppi di popolazione, i “ribelli” al sistema da loro controllato.

Primo esperimento pratico negli Stati Uniti, nel 1978, la vaccinazione consente di selezionare la popolazione da decimare ed uccidere persone indesiderate od a “rischio”: gli omosessuali di S. Francisco, Los Angeles, Denver, Chicago, S. Louis, USA con l’antiepatite B o quelle di una determinata razza o nazione,  vedi i neri degli stati del Centro Africa, con le vaccinazioni ripetute e da esperimento, nel nome della “salute e della prevenzione” !

Per le nazioni del terzo mondo basta pagare i loro capi; per quelle “civilizzate” occorre convincerle, come: diffondendo idee tipo, l’inverno che è la stagione fredda diviene “l’inverno è la stagione dell’influenza, occorre vaccinarsi” e sopra tutto le persone anziane e quelle a rischio....... e così si pagano meno pensioni o si ereditano prima patrimoni.

Uno degli inventori del vaccino ripete spesso ai suoi amici...”se volete ereditare in fretta, vaccinate i vostri nonni contro l’influenza.....” persino i “religiosi” si prestano a queste campagne di distruzione di esseri viventi !

Il Prof. Pierre Chassagne Doin Edition, 1961 nel suo libro “Vaccini e Sieri”, parla degli effetti negativi del cortisone in quanto egli afferma: “..è provato sperimentalmente e clinicamente che i derivati cortisonici diminuiscono la resistenza dell’organismo alle infezioni”; …..e la nefasta influenza che gli stessi derivati hanno sul sistema immunitario, anche e sopra tutto dopo la somministrazione di un vaccino !

Nel 1957 i prof. Delore e Charpy hanno segnalato parecchi gravi casi di riattivazione tubercolosa in seguito alla vaccinazione antivaiolosa; essa può determinare in soggetti anziani un infarto circa nove giorni dopo le scarificazioni.

Già nel 1959 il dott. Delagrange internista degli ospedali di Parigi affermava: ”Una preesistente malattia viscerale può aggravarsi per una vaccinazione, per lo shock che produce all’organismo”.

Lettere trovate in internet nel news group: it.medicina:

”Cari colleghi, sono alle prese con una epidemia di parotite. E fin qui niente di grave. Mi è capitato di due bimbi di 8 anni, vaccinati con Trivaren nel primo anno di età che si sono presentati con la tipica sintomatologia parotitica. Volevo sapere se a qualche altro di voi è successa la stessa cosa, più per curiosità che per altro”. (medico)

Alcune risposte:

”A me capita spesso (faccio il Pediatra). Ho notato che l'efficacia dei vaccini "facoltativi" è molto relativa......e questo discorso non vale solo per la parotite ma anche per il morbillo e la rubeola. Io non sono molto propenso a consigliare le vaccinazioni facoltative e questo è uno dei motivi....”  (medico)

“…..quasi tutti i bambini che sono stati vaccinati per la parotite (in particolare con TRIVIRATEN) hanno poi contratto la parotite. Casistica non su due casi, ma su centinaia di casi !

Non posso invece affermare che questi bambini non sono protetti per il morbillo o per la rosolia; da quando si vaccina io praticamente non ho più visto un caso di morbillo nei pazienti vaccinati.

Per quanto riguarda la rosolia il caso è più complesso in quanto l'esantema della rosolia non è specifico e pertanto può facilmente essere confusa con altre malattie in mancanza del test specifico.

Ritengo comunque che per verificare se una vaccinazione funziona occorrerebbe verificare il titolo anticorpale”. Saluti. (medico)

Commento (NdR): Le vaccinazioni sono effettuate per creare il mercato dei malati, all’insaputa dei medici, i quali dovrebbero stare molto più attenti e studiare a fondo il problema !

Tutti i vaccini sono pericolosi perché inducono immunodepressione, intossicazioni gravi, mutazioni genetiche. Se si effettuasse un controllo (con appositi esami clinici) sui vaccinati prima e dopo la vaccinazione, anche a lungo termine, vedremmo i terribili effetti dei danni vaccinali !

Magari sono “scomparse”  (mascherate sotto altri nomi) le malattie per le quali si vaccina, ma abbiamo aumentato, con quelle profilassi pericolose, l’incidenza e l’aumento spropositato di allergie, asma, anemie, malattie genetiche, malformazioni, epilessie, distrofie, sclerosi, stanchezza cronica, autismo, neuropatie, cancri, aids, ecc. ecc.

Le scoperte del medico ricercatore Italiano dott. M. Montinari (Policlinico di Bari) confermano queste conclusioni.

Durante gli anni 1950 ci fu un'inusuale catena di eventi relativi allo stato di salute degli aborigeni d'Australia.
Un medico del Nuovo Galles del Sud, Archie Kalokerinos, trascorse 17 anni nell'entroterra e fu sconcertato dalla percentuale di morti tra gli aborigeni causata da ogni tipo di infezione batterica e virale.

Analizzando la loro dieta, che consisteva soprattutto di zucchero, pane e salsicce, determinò che avevano deficienza di vitamina C. Poiché essi non “mostravano i normali segni della carenza di vitamina C (scorbuto)”, altri dottori, dimostrando la loro immensa mancanza di intelligenza, dichiararono che la carenza di vitamina C non era accertata, ignorando completamente la dieta di quelle persone.

Kalokerinos concluse che la percentuale di morte tra gli aborigeni avrebbe potuto essere dimezzata dando loro diversi supplementi vitaminici.

Successive analisi del sangue anche da parte di medici scettici, provarono la carenza di vitamina C.

Nel 1970 il governo australiano intensificò il programma di vaccinazioni e i risultati furono disastrosi per i bambini. La percentuale di morte infantile nei territori del nord raddoppiò in un anno.

Dal 1971 la percentuale di morte in alcune aree raggiunse il 50%. Kalokerinos concluse che la malnutrizione dei bambini aveva contribuito ad indebolire il sistema immunitario; quando veniva fatta una vaccinazione, il risultato era fatale.

Uno studio sull'apparente e significativa decimazione degli aborigeni durante quel periodo, che non era altro che una sperimentazione della guerra batteriologica contro uno specifico gruppo di persone, arrivò a scoprire che il programma vaccinale del governo aveva escluso di proposito ogni esame medico prima dell'inoculazione dei vaccini, ogni studio sulla storia degli aborigeni e non aveva esaminato le carenze alimentari. Le conseguenti morti furono causate da un aggravamento della carenza di vitamina C dovuto alla vaccinazione. Se alcuni bambini fossero sopravvissuti alla prima vaccinazione, avrebbero dovuto mettersi in fila per un'altra dopo 30 giorni.

Il governo australiano negò ogni correlazione tra le iniezioni e la conseguenti morti di bambini. A causa di questo incidente, si scoprì comunque che alte dosi di vitamina C riducevano gli effetti tossici e mortali delle iniezioni sperimentali.
E così l’
inganno continua………..

Il Centro Nazionale Informazioni Vaccini (USA) informa con una sua circolare:
Le ricerche del Dott. W.J. Martin (vincitore del premio di Patologia ed Immunologia dell’Università della California del Sud) hanno portato alla scoperta di un virus atipico presente in bambini ed adulti che soffrono di sintomi neurologici, psichiatrici, deficienza immunologica, stanchezza cronica, fibromialgia, depressione, schizofrenia, ansie, attacchi di panico, ritardo nello sviluppo, autismo, lupus, sclerosi multipla, alzheimer, parkinson, encefalopatie inspiegabili, stati vegetativi cronici, ecc.
Martin ed i suoi collaboratori hanno studiato meticolosamente questo fatto, arrivando alla certa conclusione che esso proviene dalla Scimmia Verde Africana, animale utilizzato nelle colture per la produzione del vaccino orale antiPolio e di altri tipi di vaccini.

Questo significa che TUTTI coloro che sono vaccinati con questi vaccini sono sicuramente infettati e potenzialmente malati delle malattie sopra enunciate.

Nel 1973 alcuni ricercatori hanno dimostrato che l’incidenza di tumori cerebrali era 3 volte più elevata fra i figli di donne vaccinate contro la polio durante la gravidanza.
Nel 1980 altri ricercatori hanno trovato frammenti di SV40 (virus che genera malattie gravissime) nei tumori cerebrali umani (il 25% dei casi).

HOME

BACK