Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


PREVENAR (vaccino 13valente)
NUOVE CONOSCENZE SUL SISTEMA IMMUNITARIO e CANCRO   
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

Premi in denaro ai medici che vaccinano...
Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/

Prevenar 13 valente

Il Giappone ha temporaneamente fermato l'utilizzo di vaccini delle case farmaceutiche Pfizer Inc. e Sanofi-Aventis, per indagare sulla morte di 4 bambini sottoposti alla profilassi per la polmonite e alcuni tipi di meningite. Un funzionario del ministero della Salute ha riferito che il governo incontrerà degli esperti in materia.
I decessi hanno colpito bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 2 anni poco dopo l'iniezione del vaccino.
E' dunque subito intervenuto il ministero competente per far luce su queste strane morti. Il rappresentante del governo nipponico si augura, nella riunione in programma con alcuni esperti, di capire cosa sia successo alle piccole vittime dei vaccini.
Uno dei due vaccini è il PREVENAR 13-valente prodotto dalla Pzifer, che già a novembre 2009 aveva procurato morte in Olanda; molto propagandato da noi in Italia, a volte somministrato in contemporanea con altri vaccini nella stessa seduta, introduce un concetto molto pericoloso, se si ragiona sul fatto che viene inoculato in bambini molto piccoli: il concetto di "potente".
Quanto è potente invece il sistema immunitario in evoluzione di un bambino di pochi mesi ?....
A quanto pare nessuno se ne preoccupa e accadono queste tragedie.... questi veri e propri sacrifici umani.
L'altro vaccino invece è l'ActHIB prodotto dalla Sanofi Aventis che in realtà è utilizzato come anti Haemophilus Influenzae Gruppo B e non come anti-meningococcico

Vaccino per la Polmonite Prevenar:
Pochi giorni fa, abbiamo pubblicato un documento confidenziale dalla GSK (più di 1200 pagine !)
Lle autorità sanitarie belghe sono state informate ed abbiamo ricevuto il documento da parte di alcuni dei dipendenti dell'Agenzia salute belga.  Si prega di scoprire in prima persona di cosa si tratta perché c'è un contrasto enorme tra quello che i genitori viene detto e la sicurezza reale di questo vaccino esavalente.
Alla fine di ogni parte di questo documento enorme, si trovano diverse segnalazioni di esiti fatali e molti di loro si sono verificato in Italia.
L'Agenzia nazionale per la salute in Italia è più lucida, a nostro parere, sulla possibile relazione tra mortalità infantile e l'uso dei vaccini esavalenti mentre l'agenzia francese nega sistematicamente questo tipo di "legame inquietante" per esempio !
Troverete il nostro comunicato stampa esplicativo in inglese e in francese qui e anche, la diffusione mediatica qui in Belgio:
(Per l'impatto mediatico, vedere di seguito le tabelle !)
 
In un periodo di due anni infatti (2009 - 2011) si sono verificati e sono stati notificati da GSK:
- 36 morti (non 14 come inizialmente calcolato)
- 14 morti tra il 23 ottobre 2010 e il 22 ottobre 2011
- 22 tra il 23 ottobre 2009 e il 22 ott 2010 .
Almeno 37 morti altri (soprattutto da morte improvvisa = SIDS) si sono verificati da quando il produttore ha lanciato il vaccino nel 2000, ma come ha ammesso in riviste mediche ufficiali, solo l'1-10% di gravi effetti collaterali del vaccino sono effettivamente presi in considerazione.
 
Ma dobbiamo anche parlare di altri documenti riservati circa la co-somministrazione di Prevenar 13 e Infanrix hexa che triplica il rischio o di effetti collaterali neurologici, come rilevato in Italia, del resto ! 
vedi: Ministero ed enti a tutela della salute informati sui danni dei vaccini NON fanno nulla.
Si prega di consultare qui per tutte le informazioni su questi nuovi documenti: http://www.initiativecitoyenne.be
http://ddata.over-blog.com/3/27/09/71/2012-2013/Initiative-Citoyenne-Press-Release-about-Prevenar-13.pdf
(I tre documenti riservati sono menzionati e poi, dopo, si trova il nostro comunicato stampa commentative in francese e in inglese)
Come si può vedere, il quotidiano belga Le Soir ben noto ha fatto la sua prima pagina di ieri con esso (più la pagina 9)
By la squadra di iniziativa Citoyenne

Citoyenne - Comunicato Stampa
I documenti riservati sul vaccino Prevenar 13: provano che sia i produttori che le autorità sanitarie sono preoccupati !
L'8 dicembre, articoli sulla stampa hanno riportato il contenuto sostanziale di un dossier di 1271 pagine riservate di documenti della GSK trapelati a noi per contatti presso l'Agenzia belga per i medicinali.
Questo scioccante documento sulla farmacovigilanza del vaccino Infanrix Hexa evidenziato gravi problemi di sicurezza, evidenziati da tutta una serie di gravi complicazioni, tra cui 36 decessi (in un periodo di 2 anni). Nessuna di queste informazioni era mai stata comunicata ai genitori, il che rappresenta una chiara violazione del diritto belga del 22 agosto 2002 concernente le informazioni sui pazienti.
Abbiamo ora ricevuto i documenti più confidenziali sulla sicurezza di un altro vaccino pediatrico molto comunemente utilizzati su neonati e somministrato insieme al vaccino
esavalente Infanrix hexa:
Il
Prevenar 13, e' un vaccino pneumococcico prodotto da Wyeth / Pfizer.
Si tratta di una iniezione di 13 diversi ceppi del batterio e reclamizzato per essere una migliore versione del vecchio Prevenar (rivolto solo a 7 ceppi). E 'stato, infatti, immesso velocemente sul mercato nel 2010 per sostituire il vaccino più vecchio, probabilmente un tentativo di coprire il fallimento del suo predecessore: l'originale Prevenar era purtroppo comportato un aumento di infezioni gravi rendendo totalmente antiproduttivo....
Ormai sappiamo che il vaccino non è efficace come ci dicono, ma è almeno sicuro per questi bambini molto piccoli ?
Sembrerebbe, secondo recenti confidenziali Wyeth (Pfizer), i documenti e di una risposta da parte Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) che sia il produttore e l'agenzia sono a conoscenza di un numero significativamente più elevato di effetti avversi neurologici nei bambini vaccinati con ENTRAMBI i vaccini: Prevenar 13 e Infanrix Hexa, come da programma di vaccinazione belga alle età di 2 e 4 mesi.
Il 4 gennaio di quest'anno, al termine della richiesta 6 settimane, due dipendenti della Pfizer gruppo di regolamentazione ed Amministratori d'affari, Mary Allin e Helen Edwards, hanno inviato una risposta al Dott. S. Spinosa del Parlamento Europeo, Agenzia Medicina sul tema di "maggior numero di eventi neurologici riportati in Italia a seguito la co-somministrazione di Prevenar 13 e vaccini esavalenti ".
I due registi di cui al fine di questa lettera che, sulla base dei dati forniti, non sembra che ci fosse bisogno di modificare la sicurezza del vaccino e le informazioni di riferimento (RSI).
Allo stesso tempo, un altro documento riservato, niente di più di una corrispondenza fra divisione della Agenzia Europea dei Medicinali (Comitato per i medicinali per uso umano o CHMP) e Pfizer (MAH) 4, precisa che "il profilo rischio / beneficio del Prevenar 13 rimane positivo, ma le seguenti preoccupazioni di sicurezza potenziali richiedevano ulteriori indagini e discussioni.
A seguito di una richiesta rivolta ad ottobre al gruppo di lavoro per quanto riguarda la farmacovigilanza per un potenziale aumento dell'incidenza delle reazioni neurologiche con vaccini propinati ed osservati in un programma di vaccinazione nazionale nel settore IT, il titolare è tenuto a fornire un riesame complessivo di reazioni neurologiche nei casi che sono stati segnalati per aver ricevuto Prevenar 13 in concomitanza con il vaccino esavalente.
Abbiamo quindi la risposta del produttore che ha scavato in un database Pfizer, copre il 2-anni periodo dal 10 luglio 2009 al 9 luglio 2011.
Il produttore ci informa che in questo periodo, Pfizer ha ricevuto 1691 segnalazioni di eventi avversi e 18% di questi casi, cioè eventi 312, erano neurologici.
Un fatto importante è che Pfizer ha valutato la frequenza relativa di incidenti neurologici in tre diversi gruppi di bambini: quelli che avevano tutti ricevuto solo il Prevenar 13 lo stesso giorno, quelli che avevano ricevuto sia il Prevenar 13 e altri vaccini nella stessa giornata e quelli che aveva ricevuto la Prevenar 13 e un vaccino
esavalente lo stesso giorno.
Dei 934 bambini che avevano ricevuto solo il Prevenar 13 e sperimentare gli effetti negativi, 87 visualizzati gli eventi neurologici (87/934 = 9%).
Dei 287 bambini che avevano ricevuto il Prevenar 13 più altri vaccini lo stesso giorno, e sperimentare gli effetti negativi, il 62 aveva avuto episodi neurologici (62/287 = 21%).
Dei 470 bambini che hanno ricevuto il Prevenar 13 più un vaccino
esavalente, lo stesso giorno, e ha riportato effetti avversi, 163 avevano sperimentato reazioni neurologiche (163/470 = 34%!).
È quindi evidente che la somministrazione concomitante di diversi vaccini, in particolare quelli raccomandato nel calendario vaccinale belga (Prevenar 13 a fianco di Infanrix Hexa), moltiplica il rischio di reazioni neurologiche tra cui eventi avversi gravi e potenzialmente irreversibili ! 
Questo è esattamente ciò che abbiamo detto per anni per quanto riguarda il pericoloso eccesso di vaccinazione dei bambini.
Se pianto persistente, convulsioni, episodi ipotonici o di torpore, tremori, perdita di coscienza, epilessia, spasmi infantili o assenza di risposta agli stimoli, questi effetti sono stati sempre più frequente quando il 13 Prevenar è stato somministrato insieme al Infanrix Hexa. Quindi, quanti genitori erano consapevoli di questo e chi ha detto loro queste cose ? Forse l'Ufficio belga per il parto e l'infanzia (ONE) ?
Il ONE ha sempre sostenuto in tutta la sua letteratura che la co-somministrazione di più vaccini è "totalmente sicura" (NdR: VERGOGNA, la stessa cosa succede in Italia), che gli effetti negativi sono stati in generale simili a quelle sperimentate con la somministrazione di questi vaccini separati ed anche che la somministrazione concomitante di questi vaccini ha ridotto (NdR: non annullato....) il "disagio per il bambino".
Il loro impegno globale per i vaccini non è mai scemato ! 6.
Notiamo anche che sia l'Agenzia europea per i medicinali ha messo in luce, come abbiamo fatto, utilizzando il documento riservato di Infanrix Hexa, la chiara relazione temporale nella maggior parte dei casi tra la vaccinazione e la morte e tra la vaccinazione e il danno neurologico con varie complicanze, riportato come convulsioni e ipotonia (la maggior parte dei quali ha avuto luogo entro 24 ore dalla vaccinazione o poco dopo) 7.
Infine, un terzo documento molto importante riservato in Prevenar 13 fornisce condanna clinica prova data. 8
Questo documento afferma che il 2 dicembre 2008, si invita il fabbricante l'autorizzazione a registrare e commercializzare il suo vaccino Prevenar 13 in tutta Europa e l'autorizzazione è stata concesso il 9 dicembre 2009. Questi dati sono stati poi utilizzati per autorizzare il vaccino per Giappone e Canada.
Quando però si tratta di tolleranza del prodotto, l'informazione è abbastanza scioccante.
Prima di tutto, la più incredibile è la metodologia e il numero dei bambini monitorati per valutare la "sicurezza 'del Prevenar 13: invece di confrontare un ampio campione di bambini vaccinati con un altro gruppo di bambini non vaccinati totalmente, il fabbricante ha paragonato il suo Prevenar 13 (vale a dire la nuova versione) con il suo predecessore (Prevenar 7) !
E quando si parla di numero di bambini valutati, è ridicolmente basso: 796 bambini + 569 giovani
Ragazzi = un totale di 1365 bambini, si sviluppa su due studi e quattro gruppi (Prevenar 7 13/Prevenar dato ai bambini o ai bambini a seconda dello studio), mentre 10.000 bambini è a volte ancora considerati insufficienti per valutare i rari effetti avversi gravi !
Gli effetti avversi sono stati monitorati per sei mesi in soli 580 casi. Diversi bambini sono stati anche 'comodamente' ritirato da queste dati, in quanto il produttore ha deciso, arbitrariamente, che i loro effetti avversi sono stati in alcun modo collegato ad il vaccino in fase di valutazione !
Apprendiamo anche che prima di tutto la frequenza di effetti avversi locali e sistemici è significativamente maggiore quando l'iniezione intramuscolare è confrontato con sottocutanea (nonostante questo, il foglietto illustrativo consiglia ancora l'iniezione intramuscolare !).
Cogliere le proporzioni qui, è importante sapere che la sensibilità al sito di iniezione 13 per 20% in quelli vaccinati sottocute rispetto al 72 al 79% in coloro che ricevono un iniezione intramuscolare.
Le cifre sono ancora più rivelatore quando si tratta di effetti sistemici:
Meno 8,1% dei bambini che hanno ricevuto un sub-cutanea jab dovuto prendere farmaci per ridurre la febbre dopo la vaccinazione contro tra il 78 e l'84% di coloro che hanno avuto l' intramuscolare !
Perdita di appetito si è verificato in meno del 19% di quelli trattati con un sub-cutanea inoculazione rispetto a oltre il 54% in quelli per i quali l'iniezione era intramuscolare.
Irritabilità sorto in meno di 37% del primo mentre era oltre 88% nel secondo, sonnolenza in meno del 41% della prima rispetto a oltre il 70% nel sonno disturbato quest'ultimo e in meno di 24% del primo mentre era oltre il 45% nel secondo.
Non sorprendentemente, questi dati rivelano chiaramente che una iniezione più profonda delle sostanze tossiche in vaccino (compreso alluminio che e' neurotossico) nei tessuti del corpo presenta un rischio molto maggiore.
Secondo il team di ricerca presso l'University Hospital Henri Mondor di Créteil, Francia, alluminio somministrati per via intramuscolare anziché iniezione sottocutanea è senza ombra di dubbio un fattore importante che contribuisce alla nascita di casi di macrofagica miofascite (MMF) .9
Questo documento riservato sugli studi clinici precisa tuttavia che, indipendentemente dal metodo di somministrazione (sottocutanea o intramuscolare), 83 al 92% dei destinatari segnalate spontaneamente effetti negativi, un po 'uno shock per la valutazione di prodotti progettati per le persone sane !
Per quanto riguarda gravi effetti collaterali e la loro incidenza negli studi clinici, il produttore ci informa che, in un suo studio, non meno di 30 reazioni gravi sono state osservate in 22 individui che è un 11,4% tasso di eventi avversi seri ! La maggior parte di queste reazioni sono state infezioni e le patologie che richiedono l'ospedalizzazione.
Il produttore era comunque pronto a sottolineare che, secondo il relatore, nessuna di queste reazioni gravi è stato ritenuto essere legato alla vaccinazione !
Per di più, questo tasso è stato considerevolmente più elevato nei neonati che nei bambini un po' più anziani, confermando che l'immaturità del sistema immunitario di un bambino non è affatto compatibile con l'unità di vaccinazione ora raccomandata dagli "esperti" accecati dai conflitti di interesse.
Un totale di 42 dei 1.365 individui valutati visualizzata gravi effetti avversi, ossia il 3%, un tasso del tutto inaccettabile, che è nettamente superiore l'incidenza di gravi complicanze da malattie da pneumococco nella popolazione generale !
Per cogliere la portata del problema, basta ricordare che il tasso di nascita belga annuo è di circa 128.000, una larghissima maggioranza dei quali ricevere sia il Prevenar e Infanrix Hexa.
Un semplice calcolo rivela quindi che il numero annuo di gravi effetti indesiderati, prendendo solo questo vaccino in considerazione, potrebbe essere il 3% x 128.000 = 3.840 sulle nascite !!
In conclusione, questi dati non sono molto rassicuranti ed è chiaro che le autorità sanitarie NASCONDONO informazioni, che potrebbe essere molto utile per i genitori che sono tenuti ad agire per l'interesse dei loro figli.
Gravi effetti collaterali sono molto più frequenti di quanto ci dicono, e la salute dei nostri figli è DIRETTAMENTE compromessa, prima di tutto questo impegno per ideologia, ma anche dalle raccomandazioni rigide programma di vaccinazione che le autorita' sanitarie spingono al massimo per le dosi abbinate, e per ottenere il rispetto dei genitori: sì, ma soprattutto per proteggere gli interessi commerciali in gioco !
L'iniziativa Citoyenne ha quindi pubblicato un invito audace alle "armi", contro i ciechi e la ricerca sfrenata di queste politiche di morte, che si occupano in modo da danneggiare la salute pubblica.
Facciamo appello a tutti gli onesti e disposti membri del pubblico (politici), per chiedere la fine di questo "Code of Silence" (codice del silenzio), questo tabù, ma anche per i "non vedenti" l'ideologia che regna sopra l'unità di vaccinazione in corso.
I nostri neonati e bambini sono letteralmente sopraffatto dal numero attuale di vaccini che sono somministrati  loro ma cosa possono fare ?  Sono semplicemente senza parole.
A nome dell' Iniziativa Citoyenne
Madame Marie-Rose Cavalier, Sophie Meulemans, Muriel Desclée. - http://www.initiativecitoyenne.be/
1 - http://ddata.over-blog.com/3/27/09/71/2012-2013/confid.pdf
2 - http://www.initiativecitoyenne.be/article-pneumocoques-l-echec-retentissant-de-la-vaccination-
86420861.html

3 - http://ddata.over-blog.com/3/27/09/71/2012-2013/Wyeth-confidential-neurological-events.pdf
4 - http://ddata.over-blog.com/3/27/09/71/2012-2013/emea-responses--Prevenar-13-Pfizer-Confidential.pdf 
5 - http://ddata.over-blog.com/xxxyyy/3/27/09/71/dec-2011/ONE-p.-225.pdf
6 - http://www.sante.cfwb.be/index.php?id=programme
7 - http://ddata.over-blog.com/3/27/09/71/2012-2013/emea-responses--Prevenar-13-Pfizer-Confidential.pdf
(vedi pag. 2, 7 e 10/12)
9 - http://www.kine-formations.com/docs/Myofasciite_a_macrophages.pdf
(vedi pag. 18 e 20 del pdf
)

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il vaccino per il Tetano causa una "nuova malattia" nota come "sindrome antifosfolipidica" - 10/05/2019
....trattasi invece di semplice Anafilassi....da vaccino (qualsiasi), vedi sotto.
I nuovi adiuvanti sono composti da fosfolipidi, un potenziale disastro.
Il vaccino contro il tetano causa una nuova malattia nota sia come sindrome di Hughes sia come sindrome antifosfolipidica (APS).
È una condizione autoimmune che può attaccare qualsiasi parte del corpo, sebbene sia meglio nota per infarti e feti mortali.
È probabile che l'APS diventi più comune con la nuova generazione di adiuvanti vaccinali attualmente in produzione.

I malati di (APS) sono per lo più donne, e la sua diagnosi è spesso fatta a causa di molteplici perdite di gravidanza. Come è tipico delle nuove malattie, la ricerca si concentra sulla ricerca di una causa genetica, nonostante il fatto che la connessione con i vaccini sia ben nota e documentata.
Come suggerisce il nome, l'APS è una condizione in cui i fosfolipidi, sostanze naturali e necessarie richieste da ogni parte del corpo, sono visti come un agente infettivo dal sistema immunitario. Quindi, questa sostanza che esiste in ogni cellula diventa soggetta all'attacco.
Tratto da:
http://healthimpactnews.com/2013/tetanus-vaccine-causes-a-new-disease-known-as-antiphospholipid-syndrome/?fbclid=IwAR354Hq95XXZBenuS_k3KI8XXXYJRpoTo70luNqo_lq4U5HeA8by0yeMsX4
Trad. Aut.: https://tinyurl.com/y2ekh2su

ANAFILASSI con i VACCINI e farmaci
(Vitamina K1 = Konakion e Tachipirina = Paracetamolo)
Ecco cosa avviene con farmaci e Vaccini nei corpi sani, specie quelli dei Bambini !

Il termine inglese "aphylaxis" fu coniato nel 1902 da Charles Richet e successivamente modificato in anaphylaxis, che deriva dalle parole greche ἀνά ("contro"), e φύλαξις ("protezione"). Richet fu insignito nel 1913 del premio Nobel per la medicina per i suoi studi al riguardo.
L'anafilassi è definita come «una grave reazione allergica a rapida comparsa e che può causare anche la morte. Nelle forme più gravi si parla di "shock anafilattico". È causata da una particolare forma di ipersensibilità, comunemente detta "allergia", verso una sostanza antigenica (detta allergene, come quelli contenuti nei vaccini=antigeni e contaminanti od adiuvanti).
L'anafilassi è una reazione acuta e violenta dell'organismo verso un particolare antigene o allergene (sostanza normalmente innocua che in taluni individui scatena manifestazioni allergiche; ne sono esempio i Vaccini, i veleni iniettati con essi ed alcuni farmaci, in particolare la penicillina od ad esempio anche dall'ape al momento della puntura).
Affinché questa reazione, mediata da una brusca, generale ed anomala attivazione del sistema immunitario, in genere attivata dai Vaccini e le loro sostanze tossiche. -
vedi: Danni dei Vaccini

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

FUOCO di sant'ANTONIO = INFIAMMAZIONE Intestinale
La gastroenterite (malattie gastrointestinali) è una forte infiammazione intestinale ed è responsabile, dopo la puberta', di milioni di casi di diarrea o stitichezza o stipsi e molto altro ancora, ad esempio epatiti.

In Italia ogni anno 450.000 bambini (ne nascono 500.000 all'anno, nel 2016 = 480.000) vengono ammalati dai vaccini di queste malattie infiammatorie, che in eta' adulta possono, se non eliminate con la medicina naturale, ma mantenute latenti nell'organismo con i farmaci che medici impreparati propinano ai pazienti, riesplodere anche e non solo, nel fuoco di sant'Antonio, infatti in questo  "fuoco", si trovano gli stessi virus, come conseguenza, NON come causa, di quello del vaccino della varicella, ecc. !, cio' significa che nei vaccinati la cosa e' molto piu' frequente.

Quando la termica viscerale, scatenata dalle disbiosi, generate dai vaccini, farmaci, alimenti inadatti,  cioe' quella dell'apparato grastrointestinale, per le indotte alterazioni di pH digestivo, flora batterica, sistema enzimatico, aumenta anche di poco, - vedi:
Dottrina Termica - nasce l'infiammazione, ed essa DEVE essere eliminata dall'organismo ed il "fuoco di sant'antonio" e' una delle varie modalita' che la Natura ha inventato per eliminarla, facendola fuori uscire dalla pelle....naturalmente questo fuoco = infiammazione, crea dolore intenso nella fase di uscita.
Alle volte nella fase di eliminazione l'infiammazione invade dei centri nervosi sottocutanei e quindi produce dolori intensi e continui all'addome che in alcuni casi possono arrivare anche alle braccia.
Solitamente colpisce piu' facilmente chi ha contratto in precedenza la varicella e/o chi e' stato vaccinato anche per la varicella e e/o e' frutto di un intenso e continuo stress emotivo; questa infiammazione-infezione esordisce con dolore intenso, debolezza fisica, poi passa in certi soggetti a prurito ed intorpidimento, seguito da un'eruzione di vescicole su base eritematosa che si sviluppano lungo tutto il decorso della malattia.
Che cosa e' questa FORTE infiammazione (che i medici impreparati/allopati chiamano impropriamente Fuoco di s. Antonio) che infiamma Intestino, mesenterio, peritoneo, nervi relativi e viciniori e che si manifesta con forti dolori all'addome, di cui non si comprende l'origine e che inizia la parte virulenta con esantemi cutanei dolorosi, e quali ne sono le cause, che nei bambini quando e' in forma lieve, e' chiamato spesso rosolia, morbillo, meningite, epatite, orecchioni, ecc., ed alle volte si trasforma in vescicole per cui viene chiamato varicella o lieve/leggero vaiolo !

Quindi questo "fuoco" e' BENEFICO e va aiutato ad uscire con le varie tecniche della medicina naturale, che i medici impreparati della medicina allopatica NON conoscono, infatti tendono a bloccare l'infiammazione con dei farmaci che mantengono dentro l'infiammazione; cio' generera' nel tempo altri e piu' gravi danni, perche' l'infiammazione puo' spostarsi altrove e generare altri guai.
Coloro che vivono con il malato, e che lo toccano, magari solo per errore, nelle parti interessate, devono stare attenti a lavarsi bene le mani, per non assumere per via cutanea i liquidi tossici che il malato sta eliminando e che  
sono contenuti nelle vescicole in fase umida (primi giorni di malattia) e quindi occorre stare attenti per non venire a contatto con le lesioni, tenendo presente comunque che non tutti coloro che vengono a contatto con sostanze tossico-inquinanti o con batteri o virus eterologhi=estranei, si ammalano, perche' tutto dipende dalla qualita' immunitaria del loro terreno psico-biofisiologico, e quindi dalla matrice.
In genere questo tipo di infiammazione e relativa eliminazione, arriva una volta sola nella vita, se eliminata con la medicina naturale.

Per eliminare l'infiammazione si inizia con il cambiare alimentazione che DEVE necessariamente essere assolutamente CRUDISTA (vegetali, meglio verdure, insalate, crude ecc., e poca o niente frutta se non come centrifugati, oppure digiuno e centrifugati di verdura e frutta crude) + aglio  (compresse mattina e sera) + Equilibratore Ionico + clisteri giornalieri + cataplasmi freddi sul ventre giorno e notte (voce cataplasmi) + riposo a letto, magari con frizioni fredde ogni ora, senza passare sulla parte irritata, sulla quale puo' essere messo del bianco di uovo sbattuto (che si solidifica per l'alta temperatura) per piu' volte, oppure il cataplasma di argilla o fango freddo anche sulle parti ove compaiono le macchie.
Alle volte puo' comparire uno stato febbrile, buon segno perche vuol dire che state eliminando tutta la infiammazione.

Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:  http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf
... ed e' noto che... le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....
e se questa infiammazione raggiunge le meningi, si chiama meningite, se raggiunge la pelle, si chiama morbillo, e se raggiunge il cervello ed i neuroni si chiama autismo oppure SIDS...ecc. a seconda di dove va l'infiammazione la cosiddetta "malattia" cambia nome, ma e' sempre la stessa...i vari nomi servono per spaventare i popoli che ignorano i fatti, per farli vaccinare !


Un neurochirurgo descrive i danni neurologici dei Vaccini:
-
https://www.facebook.com/vaccinibasta/posts/1101566029922074?notif_t=like&notif_id=1473664982013714
+ Bibliografia su Autismo dai vaccini

https://www.scribd.com/doc/220807175/127-Research-Papers-Supporting-the-Vaccine-Autism-Link
 


FINALMENTE.....la FDA conferma che i Vaccini possono produrre l' Autismo

http://www.getcancercure.com/fda-announce-that-dtap-vaccine-causes-autism/
 

Dal bugiardino del vaccino Tripedia, che potete scaricare direttamente dal sito della FDA 
(* vedi sotto) americana, leggiamo:

"Adverse events reported during post-approval use of Tripedia vaccine include idiopathic thrombocytopenic purpura, SIDS, anaphylactic reaction, cellulitis, autism, convulsion/grand mal convulsion, encephalopathy, hypotonia, neuropathy, somnolence and apnea."

Traduzione: "Reazioni avverse denunciate durante l'utilizzo post-approvazione del vaccino Tripedia includono: purpura trombocitopenica idiopatica, sindrome da morte improvvisa del lattante, reazione anafilattica, cellulite, autismo, convulsioni/epilessia, encefalopatia, ipotonicità, neuropatie, sonnolenza, interruzione del respiro."
[...]

Il bugiardino fa poi seguire una frase molto ambigua: 
"Events were included in this list because of the seriousness or frequency of reporting. Because these events are reported voluntarily from a population of uncertain size, it is not always possible to reliably estimate their frequencies or to establish a causal relationship to components of Tripedia vaccine."
Traduzione:
"Questi casi sono stati inclusi nella lista per la loro gravità o per la frequenza delle denunce. Poichè questi episodi sono stati riferiti volontariamente da un numero imprecisato di persone, non è sempre possibile stimare in modo affidabile la loro frequenza o stabilire una relazione causale con i componenti del vaccino Tripedia."


Il bugiardino dice anche: 
"The vaccine is formulated without preservatives, but contains a trace amount of thimerosal."
Traduzione:
"Il vaccino è preparato senza conservanti, ma contiene quantità tracciabili di Thimerosal."
Ricordate, i famosi "trace amounts" del Thimerosal "scomparso" dai vaccini ?


* AGGIORNAMENTO: Il documento è stranamente scomparso dal sito della FDA. Ora lo si può trovare su Wayback Machine....strano vero ?.....Big Pharma corre ai ripari....

Ma tutto cio' e' possibile per tutti gli altri vaccini !

Ecco la spiegazione, in sintesi, del legame e dei meccanismi dei gravi danni dei Vaccini:

TROVATO un meccanismo di azione delle tossine dei VACCINI anche sul cervello  ! - 22/03/2009
ANSA, Roma - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro e' stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista e' il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. e' una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo e' considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".

Altro meccanismo di azione delle tossine vaccinali di qualsiasi vaccino, anche nel cervello:
I Macrofagi molte volte trasportano le sostanze vaccinali nel cervello ed in tutti i tessuti del corpo, ecco una descrizione del  meccanismo:
L'alluminio (od altri metalloidi tossici, ad esempio il Thiomersal) contenuto in vari Vaccini esempio: influenza, esavalente  comprese, viene trasportato nel cervello dai macrofagi .... e cio' spiega il meccanismo della cosiddetta SIDS o morte nella culla, che nei fatti e' una danno vaccinale e non una nuova malattia !
Ecco spiegato il meccanismo biologico ed il diagramma del tragico evento....
Il meccanismo viene ben spiegato qui:  ciò che in realtà accade è che un tipo di globuli bianchi chiamati a macrofagi (MF) ingerisce (processo è chiamato "fagocitosi") gli AANs prima che si sciolgano. (
Aluminum Adjuvant Nanoparticles = AANs)
L'ingestione di corpi estranei è un comportamento normale per MF.
La loro funzione principale è la fagocitosi cioè la capacità di inglobare nel loro citoplasma particelle estranee, anche nanoparticelle, compresi i microrganismi (batteri e funghi estranei), e di distruggerle. Inoltre, fatto importante da tenere in considerazione in  questi casi, secernono citochine ad attività proinfiammatoria e presentano l'antigene ai linfociti T-CD4.
Quando MFs rilevano batteri o altri agenti patogeni, i loro campi magnetici li invitano ad ingerire gli agenti patogeni, e distruggerli con gli enzimi. I MFs sanno assieme ad altre cellule del sistema immunitario circa il patogeno introdotto e come rilevarlo. MFs ingeriscono anche molti tipi di nanoparticelle.
Il problema è che AANs non sono digeriti dagli enzimi MF. E gli AANs, una volta all'interno degli MF, si sciolgono lentamente.
Le AANs persistono per lungo tempo (anni) e causano nei MF a far fuoriuscire lentamente alluminio.
Gli MF che consumano gli AANs divengono altamente contaminati con l'alluminio o con altri metalli tossici e nanoparticelle ingerite, e li diffondono ovunque vanno. E vanno in tutto il corpo. MFs e non viaggiano solo nel sangue, il che spiega il motivo per cui non si trova facilmente nel sangue l'alluminio dopo la vaccinazione, perche' e' gia stato fagocitato (ingerito) dagli MF e perche' gli MF viaggiano anche attraverso il sistema linfatico.
I campi magnetici sono in grado di "viaggiare" (informare) attraverso la barriera emato-encefalica (BBB). Gli MFS, una volta caricati con AANs, agiscono come un cavallo di Troia e trasportano le AANs nel cervello. Questo è dannoso, perché il cervello è molto sensibile all' alluminio.
Senza contare le possibili microischemie (vedi le scoperte del Dott. Andrew Moulden) che possono intervenire nella microcircolazione, soprattutto cerebrale od in altri luoghi...per il fatto che i globuli bianchi e di conseguenza i macrofagi nel loro processo di fagocitosi, (ingestione delle sostanze tossiche vaccinali) possono generare,.... inoltre i macrofagi secernono, nella loro azione quando hanno ingerito le sostanze vaccinali, altre sostante PRO-infiammazioni.... con tutte le conseguenze del caso, polio = paralisi, distrofie, meningiti, sclerosi, infiammazioni croniche, gastroenteriti croniche, ecc....fino alla morte nella culla = SIDS !!

A conferma di cio' che abbiamo scritto qui sopra
- Maggio 2016

Uno studio condotto da ricercatori della University of Virginia School of Medicine, negli USA, ha determinato, dopo meticolose ricerche durate anni, che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario tramite vasi linfatici che si pensava non esistessero. 
Si tratta di una scoperta sensazionale che ribalta decenni di insegnamenti e di teorie apprese da ogni libro di medicina.
È sorprendente che proprio tali vasi linfatici siano sfuggiti ad occhi attenti e brillanti di migliaia di ricercatori e medici dato che il sistema linfatico è stato mappato in tutto il corpo in ogni singolo dettaglio, ma il vero significato della scoperta risiede negli effetti che questa potrebbe avere sullo studio e sulle vere cause dell'autismo e/o di tutte le patologie neurologiche.
Come si studia la risposta immunitaria del cervello ?
Perché pazienti con malattie neurologiche, autismo, sclerosi multipla, ecc., presentano diversi attacchi al sistema immunitario, cioe'
immunodepressioni ?, 
...ma ....ora finalmente possiamo comprendere, oltre alle cause di tali malattie, anche avvicinarci meccanicamente e realmente al problema perché il cervello è, come ogni altro tessuto, collegato al sistema immunitario periferico attraverso i vasi linfatici meningei – cosi' ha affermato
Jonathan Kipnis, professore del Dipartimento UVA di Neuroscienze e direttore presso il Center for Brain Immunology and Glia (BIG) dell’Università della Virginia.

Qui nel diagramma, viene spiegato nei particolari il tragico evento:
http://vaccinepapers.org/al-adjuvant-nanoparticles-can-travel-brain/

 

OLANDA, bambini morti dopo vaccinazione con Prevenar

video del dott. Massimo Montinari a Don Chisciotte  - Ott. 2012

Questi sono dati tratti dal Bugiardino del Prevenar 13 valente:

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
Come per tutti gli altri vaccini, la somministrazione di Prevenar deve essere rimandata nei soggetti che sono affetti da uno stato febbrile acuto, moderato o grave.
Come per tutti i vaccini iniettabili, devono essere sempre prontamente disponibili un appropriato trattamento ed una supervisione medica, nel caso si verificasse un "raro" evento anafilattico conseguente alla somministrazione del vaccino.
Quando la serie di "immunizzazione" primaria viene effettuata in neonati molto prematuri (nati a 28 settimane di gestazione o prima), si deve considerare il rischio potenziale di insorgenza di apnea e la necessità di monitorare la respirazione per le 48-72 ore successive alla vaccinazione, ed in particolare per i neonati con una precedente storia di insufficienza respiratoria.
Poichè il beneficio della vaccinazione in questo gruppo di neonati è "elevato", la vaccinazione non deve essere sospesa o posticipata.
Prevenar non protegge dai sierotipi di Streptococcus pneumoniae diversi da quelli inclusi nel vaccino, né da altri micro-organismi che causano patologia invasiva o otite media.
Questo vaccino non deve essere somministrato a lattanti o bambini affetti da trombocitopenia o da qualsiasi disordine della coagulazione che possa rappresentare controindicazione per l’iniezione intramuscolare, a meno che il potenziale beneficio superi, in modo evidente, il rischio della somministrazione.
Anche se si può verificare qualche risposta anticorpale al tossoide difterico, l’immunizzazione con questo vaccino non sostituisce l’abituale immunizzazione difterica.
Per i bambini di età compresa tra 2 e 5 anni, è stato adottato un programma di vaccinazione a dose unica. Nei bambini di età superiore ai 24 mesi è stata osservata, rispetto ai neonati, una più alta incidenza di reazioni locali.
I bambini con una risposta immunitaria compromessa, dovuta o all’impiego di una terapia immunosoppressiva, ad un difetto genetico, ad infezione da HIV o ad altre cause, possono avere una risposta anticorpale ridotta all’immunizzazione attiva.
Dati limitati hanno dimostrato che Prevenar induce una risposta immunologica accettabile nei lattanti con anemia a cellule falciformi con un profilo di sicurezza simile a quello osservato in gruppi non ad alto rischio (vedere paragrafo 5.1).
I dati sulla sicurezza e l’immunogenicità non sono ancora disponibili per bambini appartenenti ad altri specifici gruppi ad elevato rischio per la patologia pneumococcica invasiva (es. bambini con altra disfunzione splenica congenita od acquisita, infetti da HIV, tumore maligno, sindrome nefrosica). La vaccinazione in gruppi ad elevato rischio deve essere valutata su base individuale.

Bambini di età inferiore ai 2 anni (inclusi quelli ad elevato rischio) devono ricevere la serie vaccinale appropriata per la loro età.
L’uso del vaccino pneumococcico coniugato non sostituisce l’uso del vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente nei bambini di età  24 mesi con malattie che li rendono a più elevato rischio per la patologia invasiva dovuta a Streptococcus pneumoniae (quali anemia a cellule falciformi, asplenia, infezione da HIV, malattie croniche oppure soggetti immunocompromessi). Quando raccomandato, i bambini di età ³ 24 mesi ad alto rischio, e già inizialmente vaccinati con Prevenar, devono ricevere il vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente.
L’intervallo tra il vaccino pneumococcico coniugato (Prevenar) ed il vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente non deve essere inferiore alle 8 settimane.
Non sono disponibili dati che indichino se la somministrazione di un vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente, in bambini inizialmente vaccinati con Prevenar e non, può causare una reazione iporesponsiva ad altre dosi di Prevenar.
Qualora Prevenar sia somministrato in concomitanza ai vaccini esavalenti (DTaP/Hib(PRP-T)/IPV/HepB), il medico deve essere consapevole che i dati derivanti da studi clinici indicano che la frequenza di reazioni febbrili risulta più elevata in confronto a quella che si verifica a seguito di somministrazione dei vaccini esavalenti da soli.
Tali reazioni sono state nella maggior parte dei casi moderate (inferiore o uguale a 39 °C) e transitorie (vedere paragrafo 4.8).
Un trattamento anti-piretico deve essere intrapreso secondo le linee guida terapeutiche locali.
Si raccomanda un trattamento profilattico antipiretico: in tutti i bambini che ricevono Prevenar contemporaneamente a vaccini della pertosse a cellule intere, a causa della più elevata incidenza di reazioni febbrili; nei bambini con disordini di natura epilettica o con una precedente anamnesi di convulsioni febbrili.
Non somministrare Prevenar per via endovenosa.
Come qualsiasi vaccino, Prevenar potrebbe non proteggere tutti gli individui vaccinati dalla patologia pneumococcica.
Inoltre, per i sierotipi del vaccino, la protezione contro l’otite media è "prevista" (NdR: non certa) sostanzialmente più bassa rispetto alla protezione contro la patologia invasiva. Poiché l’otite media è causata da molti organismi diversi dai sierotipi pneumococcici presenti nel vaccino, si "prevede" (NdR: non certezza) una protezione bassa contro tutte le otiti medie.
04.5 Interazioni
Prevenar può essere somministrato contemporaneamente ad altri vaccini pediatrici, in conformità con il programma di vaccinazione raccomandato. Vaccini iniettabili diversi devono sempre essere somministrati in siti d’iniezione diversi.
La risposta immunitaria alle abituali vaccinazioni pediatriche, somministrate contemporaneamente a Prevenar in differenti siti di iniezione, è stata valutata in 7 studi clinici controllati.
La risposta anticorpale ai vaccini Hib coniugato con proteina tetanica (PRP-T), tetano ed Epatite B (HepB) è stata simile ai controlli. Per il vaccino coniugato Hib-CRM è stato osservato, nel gruppo dei lattanti, un aumento della risposta anticorpale ad Hib e difterite. Alla dose di richiamo, è stata osservata una certa soppressione del livello anticorpale Hib, ma tutti i bambini mantenevano livelli protettivi. È stata osservata una riduzione non significativa della risposta all’antigene della pertosse così come al vaccino polio inattivato (IPV). Il significato clinico di queste interazioni non è noto. Risultati limitati, provenienti da studi in aperto, hanno mostrato per MMR e varicella una risposta accettabile.
I dati sulla somministrazione concomitante di Prevenar con Infanrix hexa (vaccino DTaP/Hib(PRP-T)/IPV/HepB) non hanno mostrato alcuna interferenza clinicamente rilevante nella risposta anticorpale verso ciascun singolo antigene, quando siano somministrati secondo un ciclo primario di 3 dosi.
Non sono attualmente disponibili dati sufficienti riguardo ad interferenze sulla somministrazione concomitante di altri vaccini esavalenti con Prevenar.
Dati riguardo la somministrazione contemporanea di Prevenar con vaccini meningococcici coniugati di gruppo C (MnCC) non sono disponibili. Tuttavia, dati su un vaccino combinato sperimentale (vaccino 9-valente pneumococcico coniugato con proteina CRM197 e vaccino meningococcico sierogruppo C coniugato con proteina CRM197 (9vPnC-MnCC)) contenente tra gli altri gli stessi 7 sierotipi pneumococcici coniugati come il Prevenar, hanno dimostrato che il titolo di MnC anticorpale battericida nel siero in chi aveva avuto questa combinazione era più basso che in coloro che avevano ricevuto il vaccino MnCC da solo, sebbene in quasi tutti i soggetti si fosse raggiunto un titolo di almeno 1:8. Inoltre, dopo il completamento della serie primaria gli anticorpi MnC a 12 mesi di età tendevano ad essere inferiori nei bambini che avevano ricevuto la combinazione di vaccini.
Quindi il medico prescrivente deve valutare questa possibile interferenza immunitaria nella risposta anticorpale tra Prevenar e il vaccino MnCC rispetto alla convenienza di una somministrazione concomitante di questi vaccini.

04.6 Gravidanza e allattamento
Prevenar non è indicato per l’utilizzo negli adulti. Non sono disponibili informazioni sulla sicurezza del vaccino quando utilizzato durante la gravidanza e l’allattamento.

04.8 Effetti indesiderati
La sicurezza del vaccino è stata valutata in diversi studi clinici controllati che hanno coinvolto più di 18.000 bambini sani (da 6 settimane fino a 18 mesi di età).
La maggior parte dell’esperienza sulla sicurezza deriva da studi di efficacia in cui 17.066 bambini hanno ricevuto 55.352 dosi di Prevenar. La sicurezza è stata valutata anche in bambini più grandi non vaccinati precedentemente.
In tutti gli studi, Prevenar è stato somministrato contemporaneamente ai vaccini raccomandati per l’infanzia. Tra le reazioni avverse più comunemente riportate, sono state le reazioni nel sito di iniezione e la febbre.
Nessun aumento consistente delle reazioni locali o sistemiche tra le dosi ripetute è stato osservato durante tutta la serie primaria o con la dose di richiamo, ad eccezione di una più alta incidenza di dolorabilità temporanea al tatto (36,5%) ed una dolorabilità al tatto che interferiva con il movimento degli arti (18,5%) che sono state viste con la dose di richiamo.
Nei bambini più grandi, che hanno ricevuto una dose singola di vaccino, è stata osservata una maggiore incidenza di reazioni locali, rispetto a quelle precedentemente descritte nei lattanti. Queste reazioni erano principalmente di natura temporanea. In uno studio post-registrativo, che ha coinvolto 115 bambini di età compresa tra 2 e 5 anni dolorabilità al tatto era riportata nel 39,1% dei bambini; nel 15,7% dei bambini la dolorabilità al tatto interferiva con il movimento degli arti.
Arrossamento era riportato nel 40,0% dei bambini ed indurimento era riportato nel 32,2% dei soggetti. Arrossamento o indurimento ≥ a 2cm di diametro era riportato nel 22,6% e nel 13,9% dei bambini, rispettivamente.
Quando Prevenar è somministrato in concomitanza ai vaccini esavalenti (DTaP/Hib(PRP-T)/IPV/HepB) una febbre ≥ 38 °C per dose è stata riportata nel 28,3% - 48,3% dei bambini del gruppo che aveva ricevuto contemporaneamente Prevenar ed il vaccino
esavalente in confronto al 15,6% -23,4% del gruppo che aveva ricevuto il solo vaccino esavalente.
Una febbre maggiore di 39,5 °C, per dose, è stata osservata nello 0,6%- 2,8% dei bambini che avevano ricevuto Prevenar ed i vaccini esavalenti (vedere paragrafo 4.4).
La reattogenicità è stata più elevata nei bambini che ricevevano contemporaneamente vaccini della pertosse a cellule intere. In uno studio su 1.662 bambini, è stata riportata febbre ≥ 38 °C nel 41,2% dei bambini che avevano ricevuto Prevenar contemporaneamente a DTP, in confronto al 27,9% del gruppo di controllo. Nel 3,3% dei bambini è stata riportata febbre > 39 °C, in confronto all’1,2% del gruppo di controllo.

Gli effetti indesiderati riportati negli studi clinici o nel corso di esperienza post-marketing, sono classificati per tutti i gruppi di età e per apparati e frequenza, nella seguente tabella.
La frequenza è definita come segue: molto comuni: ≥ 1/10, comuni: ≥ 1/100 e < 1/10, non comuni: ≥ 1/1.000 e < 1/100, rari: ≥ 1/10.000 e < 1/1.000, molto rari: < 1/10.000.
Nell’ambito di ognuno dei gruppi classificati per la frequenza, gli effetti indesiderati sono esposti in ordine decrescente di gravità.
Disordini del sistema ematico e linfatico:
Molto rari: Linfoadenopatia localizzata nella regione del sito d’iniezione.

Disturbi del sistema immunitario:
Rari: reazioni d’ipersensibilità quali reazioni anafilattiche/anafilattoidi inclusi shock anafilattico, edema angioneurotico, broncospasmo, dispnea, edema facciale.
- Disturbi del sistema nervoso:
- Convulsioni comprese convulsioni febbrili.
- Disturbi gastro-intestinali Molto comuni: Vomito, diarrea, diminuzione dell’appetito.
- Disturbi del tessuto cutaneo e sottocutaneo: Non comuni: Rash/orticaria.

- Eritema multiforme.
- Disturbi generali e nel sito di somministrazione, Molto comuni: Reazioni nel sito di iniezione (es. eritema, indurimento/tumefazione, dolore/dolorabilità), febbre ≥ 38 °C, irritabilità, sonnolenza, sonno agitato.
- Tumefazione del sito di iniezione/indurimento ed eritema ≥ 2,4 cm, dolorabilità che interferisce col movimento, febbre > 39 °C.
- Episodio iporesponsivo ipotonico, reazioni di ipersensibilità nel sito di iniezione (es. dermatite, prurito, orticaria).
- Apnea nei neonati molto prematuri (≤ 28 settimane di gestazione) (vedere paragrafo 4.4).

Pero' nel frattempo la EMA (ente europeo di "controllo" dei farmaci), invece ...estende anche ai giovanetti l'utilizzo del vaccino che uccide:
Un'altra estensione d'indicazione dell'Ema riguarda il vaccino: Prevenar 13, registrato per la prima infanzia, potrà ora (2013) essere impiegato anche anche a bambini e adolescenti dai 6 ai 17 anni per la FALSA detta "immunizzazione" per le malattie invasive, le polmoniti e l'otite media acuta...evviva cosi ne facciamo fuori altri.....intanto Big Pharma ringrazia...

vedi anche:
Gardasil &Cervarix - 1
+
Meccanismo dei danni dei vaccini + Guerra contro le donne + Statistiche ISTA sui vaccini

Video sulla Collusione fra Ministero della sanita' francese e case farmaceutiche

Vaccinazione antipneumococcica: segnalazioni di sospette reazioni avverse per l’anno 2012
Nel 2012 le segnalazioni di sospette reazioni avverse al vaccino anti-pneumococco 13-valente sono state 596 di cui il 15.5% gravi, incluso un caso ad esito fatale già descritto in precedenza.
Circa 89% delle reazioni gravi risultava risolta o in miglioramento al momento della segnalazione.
In merito alla co-somministrazione con il vaccino
esavalente nel 2012 sono stati aggiornati gli stampati di Prevenar 13, armonizzando il testo a quanto già riportato nei riassunti delle caratteristiche del prodotto di Infanrix Hexa e Prevenar (7 valente) in relazione all’aumentato tasso di reazioni febbrili dopo co-somministrazione dei vaccini.
Le reazioni segnalate con maggiore frequenza sono state piressia ed iperpiressia, pianto, orticaria e ipotonia.
Altre reazioni di interesse seppur riportate con minore frequenza sono state le convulsioni (1 convulsione clonica, 8 convulsioni, 11 convulsioni febbrili, 1 crisi convulsiva semplice parziale) e gli episodi di iporesponsività (6 casi descritti come iporesponsivo agli stimoli, 2 casi di risposta lenta agli stimoli, 7 episodi ipotonia e iporeattività e 6 casi di perdita di coscienza).
E’ stato riportato anche un caso di meningite pneumococcica secondaria ad otomastoidite sinistra dopo 22 giorni dalla seconda dose in un bambino di 6 mesi. Dalla relazione di follow-up si è appreso successivamente che il sierotipo identificato era il numero 19 F, un ceppo presente nel vaccino. Il caso poteva far pensare a una mancanza di efficacia del vaccino, tuttavia va considerato che la schedula vaccinale non era stata completata mancando l’ultima dose.
Si può infatti parlare di fallimento vaccinale (confermato da dati clinici e di laboratorio) in presenza di una malattia prevenibile da vaccino in un soggetto vaccinato appropriatamente e completamente tenendo in considerazione il periodo di incubazione della malattia ed il tempo necessario per l’acquisizione della protezione a seguito dell’immunizzazione.
Un secondo caso di sepsi e meningite da pneumococco è stato segnalato relativamente a un bambino di 4 mesi con insorgenza 27 giorni dopo la somministrazione della prima dose di vaccino pneumococcico di cui non è stato possibile risalire al nome commerciale. Le indagini effettuate durante il ricovero hanno identificato nel liquor la presenza di uno Streptococco pneumoniae di gruppo 15, sierotipo non presente nel vaccino pertanto la malattia non era prevenibile dal vaccino somministrato di cui peraltro era stata somministrata solo una dose.
Co-somministrazione del vaccino antipenumococcico e del vaccino
esavalente
E’ stato effettuato uno specifico approfondimento per valutare se la co-somministrazione del vaccino antipneumococcico 7-valente ( PCV 7 ) o 13-valente ( PCV 13 ) con esavalente generi un maggior numero di reazioni avverse neurologiche, in particolare le convulsioni, rispetto alla somministrazione dei due vaccini singolarmente.
A tale scopo sono stati stimati i tassi di incidenza ( per 100.000 dosi di vaccino somministrate ) di reazioni avverse neurologiche e di convulsioni (febbrili e afebbrili) in seguito alla somministrazione del vaccino PCV 7 o PCV 13 in co-somministrazione con il vaccino
esavalente.
Lo studio ha raccolto le segnalazioni spontanee osservate tra il 2009 e il 2011 ed i dati di esposizione in 4 Regioni Italiane:
Emilia-Romagna, Lombardia, Toscana e Veneto.
Fonte: AIFA, 2013

Per chi è a favore delle vaccinazioni, si consiglia questo bel scritto, questa lettera concisa e convincente scritta dal medico neurologo dott. Russell Blaylock di fama mondiale, saprà smantellare tutti gli argomenti utilizzati a sostegno di questa disumana pratica barbarica. -  Dicembre 2009
Ho avuto il privilegio di incontrare il dottor Blaylock nel corso di una conferenza pochi anni fa.
Lui è molto intelligente, un pensiero chiaro, logico medico che non ha paura degli effetti negativi sulla sua carriera nell’affermare la verità sulle atrocità delle vaccinazioni. Ascoltare un medico come il dottor Blaylock che non ha alcun interesse finanziario o di altro tipo su questo argomento, solo per parlare della verità per amore dell’obbiettività è infinitamente più prezioso che ascoltare medici e altri "esperti" che lo fanno per interesse.
By Sarah, TheHealthyHomeEconomist.com

VACCINI: PERTOSSE, con quello  ACELLULARE (DTPa) si DIFFONDE l’INFEZIONE – Nov 2013
Still contagious. The current whooping cough vaccine may allow people to spread the disease even if they don't get sick, a new animal study suggests […] “There's a difference between protecting individuals from illness and bringing down the incidence of pertussis in the population,” Merkel says. “To do both we may need a different vaccine.”
TRADUZIONE
Ancora contagiosa. Un nuovo studio sugli animali suggerisce che l’attuale vaccino contro la pertosse può permettere alle persone di diffondere la malattia, anche se non si ammalano […] "C'è differenza tra proteggere gli individui dalla malattia e abbattere l'incidenza della pertosse nella popolazione", dice Merkel "Per fare entrambe le cose potremmo aver bisogno di un vaccino diverso."

FONTE: Science 25 Novembre, 2013
http://news.sciencemag.org/health/2013/11/whooping-cough-vaccine-does-not-stop-spread-disease-lab-animals

Tod J. Merkel ricercatore presso l'Ufficio ricerca vaccini e revisioni della FDA, è l' autore principale di uno studio condotto dalla stessa FDA e pubblicato in PNAS dal titolo: “Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model” http://www.pnas.org/content/111/2/787.full.pdf )
Lo studio ha evidenziato come i babbuini vaccinati fossero protetti da sintomi severi associati alla pertosse ma non dalla colonizzazione del batterio, non si liberassero dell’infezione prima degli animali “naive” (ndt: non da esperimento), e trasmettessero facilmente la Bordetella pertussis ai loro contatti non vaccinati.
I ricercatori hanno argomentato che questo era dovuto alle differenze tra l’ immunità conferita dalla infezione contratta naturalmente e quella conferita dal vaccino. L’infezione naturale conferisce una robusta immunità cellulo-mediata (cioè mediata da cellule: i linfociti) che la vaccinazione in realtà previene favorendo l’immunità umorale (cioè mediata da anticorpi), che significa che il vaccino stimola la produzione di anticorpi ma non la memoria di cui le cellule hanno bisogno per una immunità robusta e di lunga durata.
“When you’re newly vaccinated you are an asymptomatic carrier, which is good for you, but not for the population” ovvero “quando sei stato da poco vaccinato, sei un portatore asintomatico, cosa che va bene per te ma non per il resto della popolazione” - By Tod J. Merkel
http://www.nytimes.com/2013/11/26/health/study-finds-vaccinated-baboons-can-still-carry-whooping-cough.html?_r=0

Commento NdR: Questo è esattamente l’opposto di quanto viene solitamente detto ai genitori riguardo la necessità di vaccinarsi, perché il “gregge” ha bisogno di essere vaccinato per proteggere coloro che non possono essere vaccinati (neonati, immunodepressi, ecc.)
Infatti la BALLA spaziale dell’effetto gregge (protezione del gregge = le pecore) NON esiste !

 

Un'altro studio recente della FDA, afferma che negli US:
"Ci sono stati 48.000 casi denunciati lo scorso anno 2014, nonostante gli alti tassi di vaccinazione", ha detto Anthony Fauci, MD, direttore del National Institute of Allergy e Malattie infettive del NIH. "Questa rinascita suggerisce la necessità di ricerche sulle cause che stanno dietro l'aumento di infezioni e modi più efficaci per prevenire la diffusione della malattia."
"
Questa ricerca suggerisce che, anche se gli individui immunizzati con un vaccino acellulare possono essere protetti dalle malattie, essi possono ancora essere infettati con i batteri e sono in grado di diffondere l'infezione ad altri, inclusi i bambini piccoli che sono suscettibili di malattia pertosse".
In parole povere: i vaccinati NON sono protetti dal vaccino e possono anche infettare altri soggetti.....
Tratto da: http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20200027

Il passaggio a un vaccino per la pertosse creato artificialmente, in laboratorio, con le tecniche di ingegneria genetica, è responsabile dell’aumento dei casi di mortalità verificatisi per la malattia negli Stati Uniti.
E’ quanto suggerisce e dimostra un nuovo studio a firma della Monash University, la più grande Università australiana, con campus localizzati in Malesia, Sud Africa, India e Italia.
I risultati sottolineano la necessità di condurre una ricerca simile in Australia e nel Regno Unito, sotto la supervisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dove i casi di pertosse sono entrati in una pericolosa spirale verso l’alto negli ultimi dieci anni, come afferma il Dr. Manoj Gambhir, Professore Associato presso la sede australiana della Monash University.


vedi: Pertosse e Cure naturali + Pertosse +  Pertosse 2 + Polio e Vaccini + Come nasce l'Unica malattia del Vivente + I germi non solo causa di malattia + Effetto Gregge Pertosse 2 + Trivalente - 2 +  Interrogazione Parlamentare + Morti per vaccino + Penta Vaccini, i loro pericoli + Meccanismo dei danni dei vaccini

UK (Gran Bretagna)
Negli anni 1950 (mese di aprile), l'Associazione Medicale Britannica, ha sospeso e proibito il vaccino per la difteritepertosse a seguito di numerosi casi di poliomielite (paralisi infantile) constatati sui bambini vaccinati da quel vaccino.
Tratto da: I ciarlatani della medicina, a pag. 170.


VACCINI: PERTOSSE, con quello  ACELLULARE (DTPa) si DIFFONDE l’INFEZIONE – Nov 2013
Still contagious. The current whooping cough vaccine may allow people to spread the disease even if they don't get sick, a new animal study suggests […] “There's a difference between protecting individuals from illness and bringing down the incidence of pertussis in the population,” Merkel says. “To do both we may need a different vaccine.”
TRADUZIONE
Ancora contagiosa. Un nuovo studio sugli animali suggerisce che l’attuale vaccino contro la pertosse può permettere alle persone di diffondere la malattia, anche se non si ammalano […] "C'è differenza tra proteggere gli individui dalla malattia e abbattere l'incidenza della pertosse nella popolazione", dice Merkel "Per fare entrambe le cose potremmo aver bisogno di un vaccino diverso."

FONTE: Science 25 Novembre, 2013
http://news.sciencemag.org/health/2013/11/whooping-cough-vaccine-does-not-stop-spread-disease-lab-animals

Tod J. Merkel ricercatore presso l'Ufficio ricerca vaccini e revisioni della FDA, è l' autore principale di uno studio condotto dalla stessa FDA e pubblicato in PNAS dal titolo: “Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model” http://www.pnas.org/content/111/2/787.full.pdf )
Lo studio ha evidenziato come i babbuini vaccinati fossero protetti da sintomi severi associati alla pertosse ma non dalla colonizzazione del batterio, non si liberassero dell’infezione prima degli animali “naive” (ndt: non da esperimento), e trasmettessero facilmente la Bordetella pertussis ai loro contatti non vaccinati.
I ricercatori hanno argomentato che questo era dovuto alle differenze tra l’ immunità conferita dalla infezione contratta naturalmente e quella conferita dal vaccino. L’infezione naturale conferisce una robusta immunità cellulo-mediata (cioè mediata da cellule: i linfociti) che la vaccinazione in realtà previene favorendo l’immunità umorale (cioè mediata da anticorpi), che significa che il vaccino stimola la produzione di anticorpi ma non la memoria di cui le cellule hanno bisogno per una immunità robusta e di lunga durata.
“When you’re newly vaccinated you are an asymptomatic carrier, which is good for you, but not for the population” ovvero “quando sei stato da poco vaccinato, sei un portatore asintomatico, cosa che va bene per te ma non per il resto della popolazione” - By Tod J. Merkel
http://www.nytimes.com/2013/11/26/health/study-finds-vaccinated-baboons-can-still-carry-whooping-cough.html?_r=0

Commento NdR: Questo è esattamente l’opposto di quanto viene solitamente detto ai genitori riguardo la necessità di vaccinarsi, perché il “gregge” ha bisogno di essere vaccinato per proteggere coloro che non possono essere vaccinati (neonati, immunodepressi, ecc.)
Infatti la BALLA spaziale dell’effetto gregge (protezione del gregge = le pecore) NON esiste !

Quindi secondo le fonti ufficiali i soggetti, bambini, ragazzi, adulti, vaccinati con il vaccino per la Pertosse, Varicella o con il Morbillo, ecc., possono facilmente "infettare" gli altri,... purtroppo questa possibilita' e' valida anche per tutti gli altri soggetti vaccinati di QUALSIASI VACCINO  !

Nel 2014, un innovativo studio pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases
, tra gli autori del quale ci sono scienziati che lavorano per Bureau of Immunization, New York City Department of Health and Mental Hygiene e National Center for Immunization and Respiratory Diseases, Centers for Disease Control and Prevention (CDC),  ha preso in esame le prove che, nel  focolaio di morbillo scoppiato a New York nel 2011, sia gli  individui precedentemente vaccinati che quelli con "immunità" da vaccino, erano in grado di essere infettati con il morbillo e di infettare altri (trasmissione secondaria).
Questa scoperta ha suscitato anche l’attenzione dei media, come l’articolo apparso su Sciencemag.org nell’aprile 2014 intitolato:
“Per la prima volta una epidemia di morbillo è stata ricondotta ad un individuo completamente vaccinato“.
Questo studio rivoluzionario intitolato “Epidemia di morbillo tra persone "immunizzate" (vaccinate) in precedenza, New York City,  2011”, ha riconosciuto che, “il morbillo può manifestarsi anche in individui vaccinati, ma non è stata documentata la trasmissione secondaria da tali individui”.
Al fine di scoprire se individui completamente vaccinati per il morbillo siano capaci di essere infettati e di trasmettere l’infezione ad altri, gli studiosi hanno preso in esame i casi sospetti ed i contatti esposti durante l‘epidemia di morbillo del 2011 a New York. Si concentrarono su un paziente che aveva ricevuto due dosi di vaccino per il morbillo e fu scoperto che,
”su 88 contatti, quattro casi secondari avevano ricevuto due dosi di vaccino anti- morbillo o avevano una precedente positività di anticorpi IgG per il morbillo . Tutti i casi sono stati confermati in laboratorio, i sintomi clinici erano coerenti con il morbillo e presentavano un’alta presenza di anticorpi IgG caratteristica di una risposta immunitaria secondaria.”

La loro importante conclusione fu la seguente:
 ”Questa è la prima segnalazione di trasmissione del morbillo da un individuo vaccinato due volte. La manifestazione clinica e i dati di laboratorio erano tipici del morbillo in un individuo mai esposto al virus.
Casi secondari avevano risposte anticorpali anamnestiche robuste. Nessun caso terziario si è verificato nonostante i numerosi contatti. Questo focolaio sottolinea la necessità di una approfondita indagine epidemiologica e di laboratorio dei casi sospetti di morbillo a prescindere dallo status vaccinale“.
Ovviamente questo fenomeno: individuo completamente vaccinato che infetta altri individui completamente vaccinati, è stato ignorato dalle agenzie sanitarie e dai media.
Questi dati confermano la possibilità che, durante il focolaio di morbillo verificatosi a Disney, soggetti precedentemente vaccinati (chiunque facente parte del 18% che si sa essersi infettato-ammalato) possono essere stati infettati o anche aver contratto il morbillo dal vaccino e aver trasmesso il morbillo sia ai vaccinati che ai non vaccinati.
Fonte: http://www.greenmedinfo.com/blog/measles-transmitted-vaccinated-gov-researchers-confirm - a mezzo: comilva.org

Ecco altra bibliografia che dimostra questi fatti:
- http://www.hopkinsmedicine.org/kimmel_cancer_center/patient_information/Patient%20Guide%20Final.pdf
- http://www.stjude.org/stjude/v/index.jsp?vgnextoid=20206f9523e70110VgnVCM1000001e0215acRCRD
- Outbreak of Measles Among Persons With Prior Evidence of Immunity, New York City, 2011
http://cid.oxfordjournals.org/content/early/2014/02/27/cid.ciu105
- Detection of Measles Virus RNA in Urine Specimens from Vaccine Recipients 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7494055
- Comparison of the Safety, Vaccine Virus Shedding and Immunogenicity of Influenza Virus Vaccine, Trivalent, Types A and B, Live Cold-Adapted, Administered to Human Immunodeficiency Virus (HIV)-Infected and Non-HIV Infected Adults 
http://jid.oxfordjournals.org/content/181/2/725.full
- Sibling Transmission of Vaccine-Derived Rotavirus (RotaTeq) Associated with Rotavirus Gastroenteritis 
http://pediatrics.aappublications.org/content/125/2/e438

- Polio vaccination may continue after wild virus fades 
http://www.cidrap.umn.edu/news-perspective/2008/10/polio-vaccination-may-continue-after-wild-virus-fades
- Engineering attenuated virus vaccines by controlling replication fidelity 
http://www.nature.com/nm/journal/v14/n2/abs/nm1726.html
- CASE of VACCINE-ASSOCIATED MEASLES FIVE WEEKS POST-IMMUNISATION, BRITISH COLUMBIA, CANADA, October 2013 

http://www.eurosurveillance.org/ViewArticle.aspx?ArticleId=20649
- The Safety Profile of Varicella Vaccine: A 10-Year Review

http://jid.oxfordjournals.org/content/197/Supplement_2/S165.full
- Comparison of Shedding Characteristics of Seasonal Influenza Virus (Sub)Types and Influenza A(H1N1)pdm09; Germany, 2007 - 2011 
http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0051653
- Epigenetics of Host-Pathogen Interactions: The Road Ahead and the Road Behind 

http://journals.plos.org/plospathogens/article?id=10.1371/journal.ppat.1003007
- Animal Models for Influenza Virus Pathogenesis and Transmission
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3063653/
- Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate mode 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24277828
- Study Finds Parents Can Pass Whooping Cough to Babies
http://www.nytimes.com/2007/04/03/health/03coug.html?_r=0

- Immunized People Getting Whooping Cough
 http://www.kpbs.org/news/2014/jun/12/immunized-people-getting-whooping-cough/
 

Commento NdR: come al solito le reazioni ai Vaccini sono sempre piu’ frequenti e segnalate seppur da medici incapaci a riconoscere tutte le controindicazioni dei vaccini che tendono ad essere infinite e purtroppo a lungo termine nel tempo.
Inoltre le immunodepressioni non sono state accertate, cosi come le infiammazioni latenti generate dai vaccini, oltre alle mutazioni genetiche indotte ma occulte, trasmissibili alla prole.
Per di piu' hanno accertato la produzione o meno di anticorpi dopo vaccinazione, non ricordando che la teoria degli anticorpi e' una teoria mai dimostrata, anzi e' accertato che sia molto carente... infatti nel 30% dei soggetti vaccinati gli anticorpi non si formano....