Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


QUERELA del Porf. Franco Nobile
....al maresciallo Domenico Leggiero
Documento della Commissione Uranio (audizione al Senato)

Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

 

Il prof. Franco Nobile  querela il Maresciallo Domenico Leggiero 
vedi testo Originale in PDF: Citazione in Giudizio di D. Leggiero

Risultato: il Maresciallo D. Leggiero e' stato CONDANNATO
Sentenza della Cassazione dopo il ricorso in appello presentato = Conferma della Condanna di D. Leggiero

ve
di anche: audizione del Prof F. Nobile alla Commissione Uranio Impoverito  +  Intervista  +  Missione Balcani PDF  + Uranio impoverito NO sono i Vaccini  +  Immunodepressioni da Vaccino - 1  Immunodepressione da Vaccino - 2

Sintesi della querela:
Il Prof. F. Nobile, libero Docente di Semeiotica Chirurgica presso l’Università di Siena,  specialista in Oncologia, presidente a Siena della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) da quasi un ventennio conduce studi e ricerche in ordine alle contaminazioni radioattive nei reduci dei militari, per la valutazione degli eventuali rischi derivanti dall’Uranio Impoverito.

Una Medaglia d’Oro al Merito della Sanità Pubblica gli è stata conferita, su proposta del Ministro della Salute, nel 2004 dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi con la seguente motivazione: “per la conduzione di uno screening oncologico sui soldati reduci dai Balcani, per la valutazione dei rischi da uranio impoverito impiegato a scopi bellici”..
Per questa sua specifica competenza il Prof. F. Nobile, ha rivestito il ruolo di esperto audito (sia nella scorsa che nella presente Legislatura) nella Commissione di Inchiesta Senatoriale sui casi di morte e gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato nelle missioni militari all’estero.

Come è noto, ai sensi dell’art. 82 della Costituzione, le Commissioni Parlamentari di Inchiesta procedono alle indagini con gli stessi poteri dell’Autorità Giudiziaria.
Nel corso dei lavori della suddetta Commissione, sono stati sentiti anche altri esperti e consulenti tra i quali il Dott. Domenico Leggiero, pilota militare dell’Esercito, attualmente non in servizio, socio fondatore e responsabile dell’Osservatorio Militare, Comparto Difesa, che da alcuni anni ha sollevato all’attenzione pubblica, anche attraverso una intensa campagna mediatica, la questione degli effetti, sulla salute dei militari, dell’utilizzo dei proiettili all’uranio impoverito.

Il contributo scientifico del prof. Franco Nobile alla problematica in questione, è consistito nell’evidenziare, in ben 700 reduci che la contaminazione radioattiva collegabile alla presenza di uranio impoverito è praticamente inesistente e che i casi di patologie tumorali riscontrate in soldati italiani impiegati nelle missioni all’estero sono inferiori a quelli denunciati all’attenzione pubblica.
Successivamente, l’ulteriore approfondimento della materia ha portato il Prof. Nobile a evidenziare gli effetti sulla salute dei reduci dalle missioni all’estero delle particolari, e non sempre ortodosse, modalità di vaccinazione cui i soldati vengono sottoposti, che potrebbero concorrere a determinare i riscontrati deficit dei loro poteri immunitari di difesa, provocando l’insorgenza di malattie auto-immuni.
L’attendibilità di tali dati scientifici risulta condivisa, altresì, dalla Commissione Cancerogenesi Ambientale della LILT, alla presenza del Presidente Nazionale Prof. Schittulli, come da resoconto della riunione 8 Novembre 2007.

Analoghi studi sono tuttora in corso per ricercare la cause dei deficit dei poteri immunitari di difesa riscontrati anche nei militari mai inviati in missioni all’estero.
Nonostante quanto sopra, il Prof. F. Nobile è venuto di recente a conoscenza di una vasta campagna diffamatoria in suo danno ad opera del Maresciallo Dott. Domenico Leggiero, accanito sostenitore della tesi della responsabilità dell’uranio impoverito.

In particolare, al Prof. F. Nobile, veniva “girata” il 13 settembre 2007 l’e-mail a firma del suddetto Domenico Leggiero la quale così recita: “Un certo Prof. Franco Nobile di Siena … accusò i militari italiani di essere degli alcolizzati  fumatori in quanto i tumori che contraevano dopo l’impiego nei Balcani erano certamente dovuti all’alcool e una specifica marca di sigarette che, secondo Nobile, era alla base di tutte le patologie. Il buon Professore intervenne anche presso l’allora Vicepresidente del Consiglio, On. Gianfranco Fini con l’intento di mettere a tacere le polemiche sull’uranio perché la sua eccellente ricerca per contro della Brigata Paracadutisti aveva scoperto il male del secolo. Ovviamente il Professore venne sconfessato sia dalla Lega Tumori sia da quella gran parte della popolazione italiana che ritiene i militari degni di stima e non ubriaconi e fumatori …
A distanza di qualche anno il Professore torna alla carica … questa volta si guarda bene da presentarsi come esponente della Lega Tumori, si presenta e depone in Commissione in qualità di libero docente. Presenta la uova edizione del suo libro – ricerca in inglese, on una copertina degna del migliore best-seller con tanto di sponsorizzazione Monte dei Paschi di Siena. Fantastico, il Prof. Nobile da Siena dà il meglio di sé ma, questa volta, oltre a cambiare la giacca con cui si presenta, prova a rivoluzionare ancora una volta il mondo scientifico indicando i Vaccini come unica causa delle patologie tumorali dei nostri militari …la somministrazione dei vaccini non è e non potrà mai essere protagonista solo per scagionare qualcuno da evidenti colpe, i vaccini hanno contribuito ma senza l’utilizzo dell’uranio impoverito e la mancata protezione dei nostri militari non ci sarebbe stata questa strage; rinviamo al mittente anche queste ennesime affermazioni lontane da ogni elementare concezione di scienza, conoscenza e coscienza medica.

Il Prof. F. Nobile reperiva sul blog del sito internet della Senatrice Franca Rame componente della Commissione Senatoriale d’Inchiesta, una e-mail dello stesso Domenico Leggiero datata 23 Novembre 2007, sempre sul tema dell’uranio impoverito in cui si legge: “basta sapere che smaltire uranio impoverito per la costruzione di armi, per le grandi lobbies del nucleare significa trasformare un altissimo costo in un grande guadagno …punto il dito deciso verso chi, utilizzando il dolore della Signora tenta di gettare discredito e confusione sull’argomento. Senza essere retorico, faccio nomi e cognomi assumendone tutte le responsabilità …il prof. Franco Nobile e tutti i suoi amici …e tanti altri pseudoscienziati che cercano gloria puntando sull’originalità dell’affermazione più che sulla forza scientifica”.

Ulteriori dichiarazioni offensive e diffamatorie si rinvenivano in una intervista al solito Domenico Leggiero, apparsa sul sito internet dell’Associazione per i Militari Democratici, ove si legge “Sono a conoscenza degli episodi e dei ragazzi malati. Si ricoverarono a Siena perché a Siena sono affidati alle cure di un certo Prof. Nobile responsabile della Lega Tumori Toscana (e sconfessato dal presidente Nazionale) che ha stipulato una convenzione con la Difesa di alcuni milioni di euro con la quale si impegna a “curare” questi ragazzi. Il Prof. Nobile è stato autore anche di un libro sulla sindrome dei Balcani e giunge a conclusione chiara e inequivocabile: i militari italiani si sono ammalati perché fumano troppo, bevono tanto (spesso si ubriacano) e mangiano male”.

Da notare che quanto riferito dal Maresciallo Domenico Leggiero, oltre ad avere carattere indubbiamente denigratorio, risulta altresì del tutto difforme dalla realtà e non corrispondente al vero. In particolare:

1) non sussiste alcuna convenzione con la Difesa per milioni di euro, ma una semplice convenzione tra la Lega Tumori Senese e il Comando della Brigata Paracadutisti Folgore, il cui contenuto di per sé smentisce clamorosamente le gravissime insinuazioni del Maresciallo Leggiero, limitandosi a prevedere in favore dei militari appartenenti a tale Comando, lo svolgimento in loro favore di prestazioni e controlli medici a titolo gratuito;

2) non sussiste alcun anomalo rapporto di sovvenzioni tra Monte dei Paschi di Siena e Lega Tumori Senese, ma soltanto ordinari contributi economici che la Fondazione Monte dei Paschi di Siena, come qualsiasi altra fondazione bancaria operante in Italia, eroga in favore della suddetta Onlus.
Pertanto, risulta evidente come le sopra riportate esternazioni del Maresciallo Leggiero siano chiaramente offensive e lesive della reputazione, del decoro e della dignità personale e professionale del prof. Nobile, additato come un vero e proprio mercenario il quale - al soldo di non meglio precisate lobbies - avrebbe fornito e divulgato, anche alla Commissione Parlamentare d’Inchiesta, dati e conclusioni scientifiche consapevolmente falsi.

Il tutto integra, pertanto, il delitto di diffamazione ex art. 595 C.P., aggravato sia dall’attribuzione di fatti determinati (la divulgazione di ricerche scientifiche finalizzate e asservite agli interessi di lobbies politico-militari), sia per l’uso di mezzi di pubblicità (interviste on line, interventi su blog, e-mail).

Ancora più grave è il testo della e-mail inviata sempre da Domenico Leggiero il 27 Agosto 2007 e venuta di recente a conoscenza dell’odierno querelante: “Non ho parole per commentare lo squallore di un uomo, che frustrato dalla vita si adopera a diffondere le lobbies che meglio lo pagano. Prima da responsabile della Lega Tumori della Toscana accusava alcool e sigarette, allontanato dalla Lega Tumori … ora si presenta come “libero” docente (verificheremo anche questa) si presentò a Fini (facendosi passare di AN) chiedendo invano il mio silenzio, si fa passare per forzista ma le sue origini sono ben ancorate a sinistra, da cui prende gran parte delle sue sponsorizzazioni di scritti. MPS e Ministero Difesa sono i migliori pagatori per Nobile che tra convenzioni e  “libri-studio sul caso uranio” ha incassato oltre 2.000.000,00 di euro.
Non oso parlare d’altro perché il povero vecchietto ha profeti anche tra noi e i commissari. Chiudo con una speranza: ha parlato come ricercatore della Lega Tumori ed è stato zittito, parla come libero docente e dice comprovate sciocchezze anche se ben confezionate, spero che prima o poi venga a parlarci dell’unica cosa di cui si sa per certo essere esperto: la caccia al cinghiale …”
Da notare che quest’ultima e-mail veniva inviata non solo ai consulenti della Commissione Parlamentare di Inchiesta (Paride Minervini, Dott.ssa Gatti, Dott. Valerio Gennaro, Dott. Ezio Chinelli, Dott. Zucchetti) ma, cosa ancora e molto più grave, alla Commissione “Uranio Impoverito” presso il Senato.

Così facendo, il Maresciallo Leggiero ha, intanto, ulteriormente posto in essere un nuovo, ancor più grave episodio di diffamazione aggravata ex art. 595 Codice Penale: in questo caso, infatti, le espressioni sono talmente denigratorie da non richiedere ulteriori commenti; per giunta, il tutto è ulteriormente aggravato dal riferimento ad un suo presunto allontanamento dalla LILT, circostanza anche essa assolutamente non vera, come documentato dalla lettera del Presidente della LILT, Prof. Schittulli in data 2/10/2007 , nonché dalla Sua prefazione al volume sugli studi del prof. Nobile.

Fatto ancora più grave è che con detta e-mail del 27 agosto 2007, il Maresciallo Leggiero ha altresì commesso il reato di calunnia in danno del sottoscritto previsto e punito dall’art. 368 Codice Penale.
L’e-mail sopra riportata è stata inoltrata anche alla Commissione Parlamentare di Inchiesta che, come sopra ricordato, ai sensi dell’art. 82 Cost., svolge le proprie attività e funzioni con gli stessi poteri dell’Autorità Giudiziaria.

In altri termini, il Maresciallo Leggiero ha, di fatto, denunciato alla Commissione che il prof. Nobile, nelle audizioni svolte dinanzi alla ridetta Commissione avrebbe rilasciato dichiarazioni consapevolmente mendaci, perché, per soddisfare interessi di lobbies militari e politiche, avrebbe falsato le ricerche e, addirittura, fuorviato l’operato della Commissione stessa. Pertanto il prof. Nobile

PROPONE FORMALE QUERELA – DENUNZIA a carico del Maresciallo Dott. Domenico Leggiero, nato a Capua (CE) il 15/10/1964, per:

1) avere leso l’onore e il decoro del querelante con le affermazioni ed espressioni non veritiere e denigratorie di cui agli scritti in premessa e, segnatamente: e-mail 13 Settembre 2007, blog del sito internet della Senatrice Franca Rame con e-mail datata 23 Novembre 2007; intervista apparsa sul sito internet dell’Associazione per i Militari Democratici; e-mail inviata sempre da Domenico Leggiero il 27 Agosto 2007.
Dunque, per il delitto di diffamazione. ex art. 595 C.P., aggravato sia dall’attribuzione di fatti determinati (la divulgazione di ricerche scientifiche finalizzate e asservite agli interessi di lobbies politico-militari), sia per l’uso di mezzi di pubblicità (interviste on line, interventi su blog, e-mail).

2) avere incolpato il querelante, - con e-mail del 27 Agosto 2007, inviata anche alla Commissione Parlamentare di Inchiesta istituita presso il Senato della Repubblica Italiana sui casi di morte e gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato nelle missioni militari all’estero - del reato di falsa testimonianza dinanzi alla suddetta Commissione, pur sapendolo innocente.
Dunque, per il delitto di calunnia ex art. 368 C.P.
Si chiede, dunque, che si proceda nei confronti del ridetto Dott. Domenico Leggiero per i delitti di cui agli art. 595 e 368 C.P. e/o per tutti quegli altri eventuali ulteriori reati che l’Ecc.mo Magistrato inquirente riterrà di individuare nei comportamenti del Dott. Leggiero.
Con espressa riserva di costituirsi parte civile nel processo penale che sarà instaurato, al fine di ottenere il risarcimento di tutti i danni sofferti e soffrendi in relazione e a causa dei fatti sopra lamentati.

Il risultato di questa querela e' stato:
Decreto di Citazione diretta a Giudizio del Tribunale Monocratico di Siena (art. 550 - 552 C.P.P. 159 Disp. Att.)
Leggiero Domenico......


Disposta la citazione per il 25 Giu. 2009.... Siena il 14/01/2009
La prima udienza e' stata regolarmente tenuta il 25/06/2009 ed e' stata rimandata da parte del giudice per gli esami del caso a Novembre 2009
NdR: Vi terremo informati = Risultato: il Maresciallo D. Leggiero e' stato CONDANNATO

IMPORTANTE:
 PROPOSTA di LEGGE per  STUDIO negli  USA sullo STATO di SALUTE FRA BAMBINI VACCINATI e NON VACCINATI (di nessun vaccino)
 Il DISEGNO di LEGGE n° 3069 a FIRMA della DEPUTATA MALONEY NON E' STATO APPROVATO per cui  E' RIMASTO sulla CARTA.... e NEPPURE DISCUSSO dal CONGRESSO....a dimostrazione che NON si vuole fare vere ricerche sui gravi DANNI dei VACCINI......
Big Pharma ringrazia...
 

 
"Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori"
  che
hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto."
  By  Dott.
Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)

vedi anche: Dati ISTAT sui Vaccini +   Malattie e Vaccini